Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

giovedì 22 gennaio 2015

Il Giornaletto di Saul del 22 gennaio 2015 – Parole bioregionali, Sana'a è in buone mani, registri akashiki, noi nell'Universo, guarigione come scelta, l'isola dei pazzi...


Economia ecologica: signoraggio, debito pubblico, tasse...

Care, cari, il buon esempio serve a qualcosa... e dopo Rosa anche Paola ha deciso di rinnovare la tessera del Circolo Vegetariano per il 2015, e così sono già 2... Un grazie di cuore! Si dice che chi paga ottenga in cambio dei servizi (favori), questa è la legge del dare avere, ma nel nostro caso il versamento annuo di 50 euro serve a sostenere una voce libera di cui si condividono gli scopi.
Che dire invece della proposta di Draghi che, a nome della BCE (controllata dai banchieri Rothschild come la FED e la maggior parte delle banche centrali), propone all'Italia di renzie l'acquisto di 50 miliardi di euro di buoni del tesoro? Non è forse un modo per diventare padroni totali ed indiscussi dello stato? Il creditore detta le regole. Soprattutto se è un creditore come la BCE, che emette moneta dal nulla, e la conferisce agli stati in forma di "moneta debito". Gli stati pagano per ricevere un quantitativo di carta stampata colorata, avendo ceduto alle banche centrali il diritto di emettere la propria moneta, in cambio gli stati cedono alle banche i loro titoli. Così lo stato paga sia per far emettere moneta da una banca privata, come è la BCE, sia per mettere in vendita la contropartita della moneta ricevuta, ovvero i buoni del tesoro. Quando poi il "debito pubblico" è lievitato a sufficienza il creditore (in questo caso la BCE) decide cosa quello stato deve fare per pareggiare i conti. Avete presente il sistema degli strozzini? Ogni giorno riceviamo nelle nostre caselle di posta offerte di prestiti, restituibili in facili e comode rate, ma se tali prestiti non si ripagano con i dovuti interessi, il debito aumenta sempre più, finché si potrà redimere solo cedendo la casa, la macchina, la moglie, il culo... Questo nel caso degli strozzini, che in fondo sono un po' onesti, poiché una somma iniziale la anticipano. Mentre la Banca centrale che ha ricevuto (gratuitamente) dallo stato il diritto al signoraggio monetario (per suo conto), provvede a far stampare cartamoneta cedendola allo stato sulla base del valore nominale indicato sulle banconote in cambio di "pagherò" (ovvero i titoli di stato). Pagando in tal modo interessi su interessi il debito pubblico cresce e cresce senza che la Banca centrale abbia mai cacciato fuori un qualcosa di suo, ha fatto solo una parte intermedia, cuccandosi però gli interessi come se avesse realmente fatto un "prestito" (vedi anche: http://www.aamterranuova.it/Blog/Riconoscersi-in-cio-che-e/Economia-ecologica-signoraggio-debito-pubblico-tasse).
E così rimaniamo tutti belli fregati e schiavi di un mucchio di pezzi di carta colorata. Divertente vero?

Semi, suoni e parole bioregionali – Scrive Ferdinando Renzetti: "...la credenza è un mobile della cucina rurale con una vetrina a due ante nella parte superiore che immagino piena di barattoli colorati trasparenti, pieni si semi. nella parte in basso giornali scatole barattoli e ancora semi in genere ci sono due cassetti che riempiamo di corde bustine e altri piccoli attrezzi e poi sul ripiano nella parte vuota ci mettiamo cestini di vimini di varie grandezze, scatole di cartone e qualche libro...." - Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2015/01/21/semi-suoni-e-parole-bioregionali/

Commento di Caterina: "E dove metti la ventosa per sturare il lavello quando si ottura, che io non lo trovo più?"

Spilamberto. Saponi – Scrive Edy: "Vi annuncio il secondo incontro del corso sulla detergenza domestica naturale, il 25 gennaio dalle 9 alle 12 sempre all'Overseas di Spilamberto, Via Castelnuovo Rangone 1190. In questa occasione impareremo a produrre un detersivo profumato partendo dal sapone fatto in casa e a lavare il bucato in lavatrice in modo naturale. Per info e prenotazioni: garagnaniedy@gmail.com

Salviamo l'agricoltura biologica bioregionale – Scrive Giuseppe Altieri: "Abbiamo tutti i dati disponibili sui responsabili del fallimento delle politiche agroambientali europee in Italia, miliardi di € stanziati per sostenere le coltivazioni biologiche e la sostituzione dei pesticidi chimici in agricoltura, ovvero la loro reale riduzione, obiettivo principale dei regolamenti europei in materia. Gli Agricoltori Biologici hanno diritto al pagamento dei mancati ricavi, maggiori costi, più un 20% per i costi di transazione (burocrazie), più un 30% per azioni d'area collettive che possano comportare un beneficio territoriale (ad esempio nell'area del Lago Trasimeno.." - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2015/01/salviamo-lagricoltura-con-il-biologico.html

Mosca. La Russia si difende ma non attacca – Scrive Irib: "Il presidente Putin ha dichiarato che la Russia non minaccia nessuno e cerca di risolvere tutte le divergenze al tavolo negoziale, scrive ruvr in un suo articolo. Ciò nonostante, il processo di sviluppo delle forze armate della Russia continuerà per neutralizzare i rischi e le minacce politiche alla sicurezza del paese. La dottrina militare della Russia, approvata alla fine del 2014, punta sulla difesa, pertanto lo scopo delle forze armate nazionali è quello di garantire in modo sicuro la difesa dalle eventuali minacce esterne. Tuttavia la Russia non intende partecipare alla corsa agli armamenti, ha rilevato il presidente della Federazione Russa. Non intendiamo lasciarci coinvolgere nella costosa corsa al riarmo. La Russia non minaccia nessuno e cerca di risolvere tutte le divergenze al tavolo negoziale."

Sana'a è caduta in buone mani – Scrive Gianni Caroli: "RICEVIAMO VIA-RETE LE STRAORDINARIE IMMAGINI DELLA RE-CONQUISTA DI SANA'A, LA CAPITALE STRATEGICA DELLA REGIONE DEGLI STRETTI OCEANICI VERSO L' ASIA: SUEZ, BAB EL MANDEB ED HORMUS, DA PARTE DEI NOSTRI FRATELLI D' ARABIA-FENICE, CRISTIANI E MUSSULMANI..." - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2015/01/sanaa-e-caduta-in-buone-mani.html

Pescara. La merda nel pineto – Scrive Sebastian: "....ancora sulla pineta di Pescara nord: http://retedellereti.blogspot.it/2015/01/pescara-genesicoinstantliveremix.html?showComment=1421829984671#c6679984814651150841 - La pineta è di una bellezza assoluta, sono diversi comparti componenti una striscia larga circa un centinaio di metri e lunga diversi chilometri. un tempo la zona era completamente acquitrinosa poi nella seconda meta dell'800 con la costruzione della ferrovia si inizio l'opera di bonifica che si concluse durante il fascismo quando venne impiantata pure la pineta come cortina frangivento delle coltivazioni dedicate all'orticoltura...." - Continua in calce al link segnalato

Vitorchiano. E' tutta una discarica.... - Scrive Emiliano Cesaretti: "Non sarà sfuggito ai Vitorchianesi quanto in questi ultimi mesi nei boschi nel nostro territorio, e più in generale nelle molte aree verdi del nostro paese, siano lentamente nate e cresciute delle piccole discariche. Questa situazione è indubbiamente causata dalla incuria e dall’inciviltà di alcuni cittadini, che crediamo debbano essere seriamente perseguiti e puniti per questi comportamenti che sono lesivi di un patrimonio di inestimabile valore..." - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2015/01/vitorchiano-e-tutta-una-discarica.html

Renzie. Rime piccanti – Scrive Luigi Caroli: "IL PREMIER HA DATO ALLA MINORANZA DEL PD le “24 ORE”. Lui aveva già dato “24 ore” con il jobs act che il giornale aveva preparato. O non lo sapevate? Lui si è limitato ad aggiungere il suo MARCHIOnne di fabbrica, quello che gli è valso a dicembre il premio... (di cui vi ho narrato). Comunque è già sceso al 32%. Non disperiamo."

Registri akashiki – Scrive Fortunato Guerra a commento dell'articolo http://retedellereti.blogspot.it/2015/01/alla-scoperta-dei-registri-akashiki.html -: "Ho letto l'articolo: il contenuto del quale lo considero un insulto all'intelligenza. Ci dovrebbe essere un limite alla pubblicazione delle stupidaggini. Soprattutto quando vogliono appigliarsi alle scienze esatte. Discipline scientifiche la cui caratteristica è il possesso di determinati "saperi", non ammettono ignoranza: o si sanno oppure si dicono delle cavolate. E' questo il caso dell'articolo. E' un pulp di strampalate tesi in stile new age. Come sempre, la domanda principe è cui prodest?"

Mia rispostina: "...infatti... è la sensazione che ho avuto anch'io... ma seguo la politica dell'ambasciator non porta pena, non si sa mai quali siano gli interessi delle persone, anche la new age ha i suoi ascoltatori e seguaci. Comunque la mia risposta indiretta è in questo articolo: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2015/01/descrizione-degli-eventi-e-residui-di.html -"

Ulteriore commento di F.G.: "...l'articolo sulla psicostoria, ovvero sulla inevitabilità dell'influenza delle proprie convinzioni nell'assemblare i fatti della storia è senz'altro condivisibile. E' un po' quello che accade tutti i giorni quando leggiamo un articolo di giornale: lo stesso fatto è presentato in "taglio" diverso a seconda della testata! Tuttavia la moderna storiografia esclude a priori, o cerca di limitare grandemente, le "opinioni" cercando, ed a volte riuscendoci, di legare i fatti della storia in maniera asettica e quando non ci riesce evitando di dover lavorare di fantasia, lasciando questo "ingrato" compito al lettore. E' in base a tale procedura che alcuni avvenimenti sono oggi soggetti al cosiddetto revisionismo, che alcuni considerano alla stregua di una parolaccia, dove io invece intendo la serena osservazione dei fatti storici scevra dalla passione adrenalinica dovuti alla vicinanza di essi. Questo non vuol dire negare l'autenticità di prove inoppugnabili, ma semplicemente inquadrarli e contestualizzarli nel loro tempo, senza la pretesa, a volte assurda, che siano giocoforza d'insegnamento! Un esempio è, a mio parere, la vicenda di Giordano Bruno, e l'esatto valore da attribuire alle sue opere. Viceversa, da fisico e matematico, non mi ritrovo assolutamente nella pretesa di chi vede un universo olografico, tutto impregnato di "quantismo" e di presunti "etere" cosmicamente diffusi in cui, come le vecchie memorie di ferrite, sono racchiusi grumi di storia passata, da cogliere come margherite... Le scienze esatte si chiamano così per una ragione ben precisa!"

Mia rispostina: "Infatti occorre sceverare per poi riunire. La discriminazione è necessaria. Restando sul discorso dell'Akasha, o Aura della Terra, riporto un esempio di intervento in "positivo" di Franca Valenti: http://paolodarpini.blogspot.it/2011/05/pensieri-di-pace-e-di-amore-ecco-come.html"

Noi nell'Universo – Scrive M.B.: "Ciao Paolo, sul blog in calce all’articolo
http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2015/01/luniverso-si-evolve-anche-attraverso.html?showComment=1421791863248#c693835323746329789 ho pubblicato questo: La spiegazione di come siamo diventati uomini e perché e attraverso quali fasi e chi c'è stato e c'è dietro, lo possiamo leggere in una rivelazione divina intitolata "I campi di radiazione", che sarò felice di inviare gratuitamente a chi me ne farà richiesta (braccimarco@tiscali.it)"

Commento di F.D.D: "Mi voglio informare meglio sulla teoria degli Universi Paralleli, che stanno studiando con successo, dicono, da almeno 50 anni. Nel Multiverso, come lo chiamano, "ogni volta che facciamo una scelta si realizzano anche le altre, perché i nostri doppi negli universi paralleli le compiono tutte". Oppure: "La capacità delle particelle di coesistere in luoghi diversi". Sembrerebbe un film di fantascienza ma è vero. Per dirla con Voltaire, adesso mi/vi pongo questa banale misera domanda: se questo è il migliore dei mondi possibili, allora dove minchia sono gli altri?"

Vicenza. Azioni per la pace – Scrive Peppe Sini: "Carissime e carissimi, vorremmo proporvi di nuovo di inviare una lettera del seguente tenore al Sindaco del Comune di Vicenza recante la richiesta che sia al più presto restituita un'adeguata sede alla "Casa per la Pace" di quella città..." - Continua con messaggio di pace di David Grassi in sintonia: http://retedellereti.blogspot.it/2015/01/vicenza-pace-pace-pace-una-casa-per-la.html

Guarigione come scelta – Scrive Paola Botta Beltramo: "Caro Paolo, ti mando il riassunto scritto dalle persone che hanno raccontato personalmente il loro vissuto nel corso del Convegno di Aosta "Guarigione come scelta". Si tratta di quattro casi notevoli sia per le diagnosi , per il tempo trascorso dalle medesime e per l’evidenza che il percorso di ognuno è stato aiutato dall’amore dei propri familiari e amici..." - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2015/01/21/aosta-la-guarigione-come-scelta-relazioni-dallomonimo-convegno/

Bomarzo. La piramide etrusca – Scrive Giorgio Vitali a commento dell'articolo http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2015/01/anche-gli-etruschi-costruirono-piramidi.html -: "QUESTA INCREDIBILE SCOPERTA DI CUI VENGO SOLO ORA A CONOSCENZA SPIEGA CHIARAMENTE IL PERCHé "UNO CHE SAPEVA", AVEVA FATTO COSTRUIRE PROPRIO A BOMARZO IL PARCO CHE TUTTI NOI CONOSCIAMO. E' ovvio che occorrono ulteriori ricerche. Forse emergerà qualcos'altro..."

L'isola dei pazzi e la capacità si sopravvivenza - Nessuna cosa viva è in grado di condurre in se stessa un’esistenza distaccata dal resto dell’esistente. Attraverso la “virtualizzazione” si misura l’esistente sul piano dell’illusione, del glamour, della distorsione, dell’accumulo di conoscenze utilitaristiche, creando così confusione fra identità provvisoria e quella permanente. In sanscrito questo processo-trappola si chiama “aham vritti” ovvero proiezione speculativa dell’io che si identifica con le tendenze con cui viene in contatto. Ma in natura ogni cosa ha il suo posto e..." - Continua:

L'uomo non potrà mai controllare la natura perché egli stesso ne è una parte.. Ciao, Saul/Paolo

............................

Pensieri poetici del dopo Giornaletto:

"Sii umile perché sei fatto di terra, sii nobile perché sei fatto di stelle" (Proverbio serbo)

..............

"Se due individui sono sempre d’accordo su tutto, vi posso assicurare che uno dei due pensa per entrambi" (Sigmund Freud)



Nessun commento:

Posta un commento