Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

lunedì 19 gennaio 2015

Il Giornaletto di Saul del 20 gennaio 2015 – Montecorone e proposte bioregionali, la merda nel pineto, evoluzionismo in varie salse, altare piramidale, Larry Silverstein...


Montecorone - Incontro a casa di Pietro

Care, cari, siamo qui ad informarvi che dobbiamo posticipare il secondo appuntamento organizzativo per il Collettivo Ecologista 2015 da tenersi a Montecorone a casa di Pietro. Precedentemente avevamo fissato la data del 1 febbraio per rivederci ma nel frattempo sono subentrati degli impicci di lavoro per quella data ed inoltre alla fine di gennaio partiamo per le Marche. Tra l'altro, non avendo ancora ricevuto conferme collaborative, ricordiamo a tutti quali sono le figure utili alla riuscita della manifestazione del Solstizio estivo : una persona che si occupi della raccolta dei fiori di San Giovanni e della preparazione dell'acqua benedetta per il sabato 20 giugno, una persona che conduca le danze sciamaniche attorno al fuoco la stessa sera unitamente ad alcuni musicanti, una persona disposta a dare una mano per la preparazione culinaria ed un'altra per il coordinamento interno logistico nelle due giornate. Ovviamente ogni partecipante è comunque chiamato a condividere tutti i lavori di gruppo e dare un aiuto alla conduzione generale, ad esempio portando qualche cibo cotto e crudo vegetariano o bevande, e aiutando nelle varie necessità di disbrigo, etc. Lo scopo dell'Incontro Collettivo Ecologista è quello di fare un esperimento di vita comunitaria, con persone che si incontrano anche per la prima volta, in modo da creare un senso di comunità e solidarietà reciproca. Durante i due giorni verranno scambiati in varie sessioni di sharing le proprie esperienze personali sulla vita ecologica, con esempi di agricoltura, artigianato, arte, etc. per cui ci sarà anche da mettere in pratica le proprie capacità trasmettendole e condividendole con tutti gli altri. Per cui al fine di decidere le parti e mettersi tutti in gioco in modo concreto abbiamo pensato di incontrarci organizzativamente nella prima metà di maggio -ad esempio la domenica 10 maggio 2015- nel primo pomeriggio, per poter stabilire i compiti e visionare gli spazi utili (per i cerchi di condivisione e per il fuoco rituale). Auguriamo a tutti buona continuazione di percorso, Paolo e Caterina – Scrivere a: circolovegetariano@gmail.com

Proposte bioregionali per il Collettivo Ecologista 2015– Scrive Giuseppe Altieri: "...In fondo è molto meglio essere vegetariani… si diventa più sereni e, soprattutto, in pace con la “coscienza planetaria”, si corre di più nello sport e si fa anche meglio l’amore, vivendo più a lungo. Ovviamente con varietà e fantasia a tavola come in tutto il resto. L’alimentazione a prevalenza vegetariana oggi si impone come atto di civiltà e rispetto della Natura del pianeta Terra e dev’essere la prima risposta dell’Istinto di sopravvivenza della specie Umana. Nel contempo è necessario..." - Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2015/01/19/6-regole-bioregionali-di-econologia-per-la-vita-economia-ecologica-per-salvare-litalia/

Dalla Terra dei cachi – Scrive Franca Oberti a commento dell'articolo di Sebastian http://retedellereti.blogspot.it/2015/01/la-terra-dei-cachi-esiste.html -: "Caro Sebastian, sei un eroe dei nostri tempi! Complimenti, ma non mollare! Siamo in tanti, solo che alla televisione non lo dicono... Sono reduce dal Mandillo dei semi di Ronco Scrivia. Ero a casa, finalmente, in mezzo a persone con le tasche piene di semi, marze da regalare per i futuri innesti. Non circolano soldi, devi barattare. Ho visto pochissimi bambini e pochi giovani, ma quelli che c'erano avevano le idee molto chiare! Voglio far parte della Repubblica dei Cachi, come devo fare? Grazie, grazie della tua testimonianza! Non ti stancare!"

Pescara. La merda nel pineto – Scrive Ferdinando Renzetti: "Paolo... come dici tu anche questa è fatta! Me ne vado al mare sotto la pioggerellina, prendo un caffetto al barretto mi avvio verso la pineta, parafrasando di d'annunzio la pioggia nel pineto. Taci! sulle soglie del bosco c'è un chilo di merda... perché ci ha cacato una mucca. ascolta il tanfo... sale dalla solitaria verdura con un colera che dura e che varia a seconda del vento che fera..." - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2015/01/pescara-genesicoinstantliveremix.html

Le pulzelle di Aleppo – Scrive G.V. "Denunciamo alla procura di Roma le pulzelle di Aleppo, per truffa ai danni degli italiani. Assieme a loro denunciati i mandanti per altro tradimento e quant'altro. I servizi segreti italiani sono sempre stati MOLTO efficienti, ma sempre ai danni degli italiani." Qui visionate il video: http://youtu.be/cCU1WV04mEA

Evoluzionismo. Non v'è certezza - Quel che segue è un discorso fra vari lettori in merito all'evoluzionismo, l'avvio parte da un articolo pubblicato sul Giornaletto di ieri. Segue in calce l'intervento di Marco Bracci: "... credo che, come lo spirito dà la vita al corpo, così anche lo plasma. Quindi le varie specie di pietre, piante, animali e infine umane sono COMPARSE sulla Terra solo e soltanto nel momento in cui i loro spiriti in evoluzione erano giunti a quel particolare livello che corrispondeva a quella particolare forma di aggregazione molecolare, che poi ha dato vita a quel corpo..” - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2015/01/evoluzionismo-non-ve-certezza.html

Vignola. Forza lavoro – Scrive Vignola Cambia: "Venerdì 30 gennaio 2015, alle ore 20.30, presso l’auditorium dell’Istituto Agostino Paradisi, Maurizio Landini presenta ai vignolesi il suo libro Forza lavoro, intervistato da Loris Mazzetti. Introduce la serata il sindaco di Vignola, Mauro Smeraldi. Info. vignolacambia@yahoo.it"

"Patito democlatico" (o partito dei cinesi?) - Scrive Adriano Colafrancesco: "Proprio ora che il PD sembrava tornare alle gloriose origini, riesumando lo storico acronimo “PCI” (Partito dei Cinesi in Italia), un destino beffardo è andato a bocciare proprio “il cinese “per eccellenza della grande corazzata Renzioskin, trasformandolo in PATITO DEMOCLATICO. Chi l’avrebbe mai detto che proprio lui - celebrato un giorno da uno dei papabili alla successione Quirinalizia quale “fuoriclasse”, al pari di uno dei più funambolici calciatori italioti (“Né Cassano, né Cofferati sono in panchina, anzi sono tutti e due dei fuoriclasse”, Walter Veltroni) - avrebbe dovuto gettare la spugna dinanzi all’astro nascente, Raffaella Paita, talmente brava da imporsi d’imperio persino ad Imperia. E per giunta a sua insaputa!” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2015/01/patito-democlatico-dopo-laffondamento.html

Milano. Festival olistico – Scrive Olistic Map: "OLISFESTIVAL | Milano il 6 - 7 - 8 Febbraio 2015 – Ex Ansaldo – Via Bergognone 34 – Tema: Non di solo pane vive l'uomo. Info. olisfestival@gmail.com"

Bomarzo. Altare piramidale in tufo – Scrive Sulle tracce del mistero: "La Piramide Etrusca o Altare Piramidale di Bomarzo è un enorme (8 x 16 metri circa) e particolare masso tufaceo adibito a luogo di culto dagli Etruschi del VII secolo A.C. Viene chiamata "Piramide di Bomarzo" anche se in realtà è una piramide tronca, per certi versi simile a quelle dei Maya; un nome più appropriato è "altare piramidale", qualcuno la chiama anche "sasso del predicatore", perché ricorda un pulpito....." - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2015/01/anche-gli-etruschi-costruirono-piramidi.html

Torri gemelle e l'uomo più fortunato del mondo – Scrive G.N.: "Paolo, conosci questo individuo Larry Silverstein? Ho letto su facebook, un articolo sulle torri gemelle che riguarda questo "signore". Se non ti capita di porre l'occhio sul post informati su Silverstein e avrai delle belle conferme su quanto, grazie a Dio, vai lucidamente affermando. E se lo ritieni opportuno divulga come sai fare. Buon lavoro"

Mia rispostina: "Forse leggi solo saltuariamente il Giornaletto, di Larry Silverstein (un ebreo newyorkese) ce ne siamo occupati già:
e comunque sulle torri gemelle c'è tutta una documentazione da noi redatta: https://www.google.it/search?rls=aso&client=gmail&q=torri+gemelle+paolo+d%27arpini&gws_rd=cr&ei=Wj-9VOzhAoG9UcixgPgI -"

Roma quantica – Scrive Raffaella Rosa: "Sabato 24 Gennaio 2015 - Roma ore 18:00. "DNA quantico: un insegnamento Metafisico per sviluppare la Maestria Interiore". Con Massimo Marinelli, psicoterapeuta e antroposofo. Art Today Gallery, Via Sallustiana 27/a - Offerta libera. Info. velste@libero.it”

Noi nell'Universo che si evolve – Scrive Gabriele La Malfa: "Ancora prima dell’oracolo di Delfi ci siamo sempre chiesti da dove veniamo e dove andiamo, ma pochi si sono domandati come siamo arrivati ad essere quello che siamo, ossia uomini. Qual’è stato il percorso che da “semplici” aminoacidi ha portato lo sviluppo della vita sino a giungere a noi? Perché siamo quello che siamo e non un’altra cosa? Siamo figli del caos, oppure facciamo parte di un disegno cosmico straordinario? Al momento esiste solo una disciplina religiosa, il Buddismo, che con onestà intellettuale ci informa che non è dato alla mente umana capire i disegni divini alla base della vita nell’universo, noi umani ci dobbiamo limitare a raggiungere un equilibrio interno utile a noi e a tutto ciò che ci circonda. ..." - Continua:

Conosci te stesso e conoscerai l'Universo... Ciao, Saul/Paolo

..................................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

"Le mani che aiutano sono più sacre delle bocche che pregano" (Sathya Sai Baba)


Nessun commento:

Posta un commento