Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

sabato 1 novembre 2014

Il Giornaletto di Saul del 1 novembre 2014 – Tutti i santi, progetti ecologici in Bolivia, rottama Italia, progetto Europa, destarsi dal sogno separativo...


Treia - 31 ottobre 2014 - Rinfresco per il Riciclaggio della Memoria 

Care, cari, ovviamente ieri non ho avuto tempo di redigere il Giornaletto, però ho raccattato qualche articolo sparso che qui vi sottopongo. Abbiamo ancora ospiti  in casa ed anche oggi saremo impegnati in varie attività sociali. Durante la giornata di ieri, in occasione del “Riciclaggio della Memoria” sono state scattate diverse foto ed anche le sensazioni vissute da raccontare sarebbero tante... Forse potremo farlo, magari sul Giornaletto di domani, chissà... Intanto voglio porgere il mio particolare ringraziamento a tutti coloro che hanno contribuito a rendere viva questa magica Vigilia di Ognissanti... Un abbraccio fraterno a tutti! (Paolo D'Arpini)

Roma. Per progetti ecologici per la Bolivia – Scrive Accademia Kronos: “Evo Morales, in pochi anni concedendo assegni statali, ha alfabetizzato tutto il territorio andino. Con altri contributi a fondo perduto donati alle famiglie più povere, ha consentito di aprire delle attività nel settore agroalimentare e del commercio in genere. Oltre a ciò, tra gli articoli contenuti nella costituzione del suo Paese, ha introdotto una norma vincolante: “il diritto alla natura di esistere”. Tutto ciò che contrasta con questa regola è vietato. Per questo motivo Accademia Kronos lo scorso anno conferì al Presidente Morales il premio internazionale “Un Bosco per Kyoto”. Da allora si sono susseguiti vari rapporti costruttivi tra l’associazione e i vertici della Bolivia, fino a giungere all’incontro del 30 ottobre 2014 a Roma...” - Continua:

Attigliano. Scoprendo l'Umano – Scrive O.T.: “Inizia sabato 1 Novembre ad Attigliano (TN), presso il Parco di Studi e Riflessione il IV Simposio Mondiale organizzato dal Centro Studi Umanisti “Verso la scoperta dell’Umano. Dal mondo dello stabilito alla libertà”. Il Simposio proseguirà i suoi lavori il 2 Novembre.”

Il “Rottama Italia” di renzie avanza – Scrive No-corridoio: “Da info dell'ultima ora il decreto "Rottama Italia" avrà la seguente calendarizzazione al Senato: Lunedi 3/11 ore 15,00 – Commissione, Martedi 4/11 ore 17,00 – Aula. Ci appelliamo a tutte/i per far girare la notizia, in questi pochi giorni che rimangono e alla massima partecipazione ai Presidi...” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2014/10/no-al-rottama-italia-di-renzi.html

Castelfidardo. Zero termico – Scrive Riccardo: “Conosco l'autore della raccolta di poesie "Zero Termico": non ho dubbi a promuovere come bella ed interessante l'opera del mio amico. Paolo Mazzocchini è una persona di grande cultura, spiritualmente solida e coerente ma al tempo stesso disponibile a vedere le cose sotto luci diverse, ed attento alle opinioni di chiunque. La presentazione si tiene a Castelfidardo l'8 novembre 2014, nell'ex Cinema, alle h. 18”

Il progetto Europa. Una analisi – Scrive Anna Maria Campogrande: “L’Europa, da più di cinquant’anni, persegue un progetto di integrazione che dovrebbe portare, a medio termine, i Paesi europei a costituirsi come un unico attore politico, economico, culturale, di dimensioni continentali. Un’analisi critica della storia dell’Europa degli ultimi tre millenni mette in evidenza i punti forti e i punti deboli di questo progetto, vale a dire la colla che può tenere uniti i Paesi europei e le divergenze che possono farlo fallire, se non prese in conto in maniera adeguata....” - Continua:

Guarire dall'illusione separativa - Ricordo quell’odore da ospedale psichiatrico che vi si respirava ma in realtà era un ospedale in cui recuperare la propria integrità e la coscienza di sé. Basta con le proiezioni mentali, desideri e speranze, solo un’attenzione tersa diretta all’Io. A quel punto di consapevole presenza che non poteva più essere ignorato. Trascurare l’Io per rincorrere sogni ed immagini da film? Che follia era mai stata quella? Eppure per i primi 29 anni trascorsi della mia esistenza terrena era accaduto che avessi identificato me stesso con gli eventi vissuti… ed ora, improvvisamente, mi trovavo ad osservare l’incongruità di questo atteggiamento. In seguito l’avrei definito: illusione! Certo, quell’ashram di Ganeshpuri in cui ero capitato, per dimostrare a qualcuno la mia intelligenza ed il mio valore, ora mi restituiva il senso dell’Essere, privo di orpelli… e mi poneva di fronte a me stesso... - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2014/10/guarire-dallillusione-della-separazione.html

Come ero quando non ero tuttora sono. Ciao, Saul/Paolo

…......................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

Se talvolta ti ricordassi di me,
sapresti chi sono?
Brandelli di emozioni pensieri,
nell’eterno presente,
la coscienza appare inaspettata
e se ne va inaspettatamente.
Ma c’è “qualcuno” che osserva l’andirivieni.
Brandelli di emozioni pensieri,
appiccicati assieme fanno il puzzle dell’io,
disintegrati granelli di polvere
se l’io non c’è.
E’ questo il soggetto?
Io, come dove quando perché, chi…


(Paolo D'Arpini)

Nessun commento:

Posta un commento