Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

martedì 11 novembre 2014

Il Giornaletto di Saul del 12 novembre 2014 – A casa di Valeria, Roma: linea metro C, ignoranza che vige, irradiare la pace (a propria insaputa), cemento a Viterbo, sessualità naturale...




Care, cari, "...svegliarsi a casa di Valeria è veramente una esperienza fantasmagorica. La casa è un enorme contenitore di libri quaderni disegni manifesti oggetti particolari strumenti musicali costumi teatrali e quanto altro, tutto rigorosamente disposto nel caos più totale. Mi soffermo a guardare libri o manifesti per trovare qualche elemento comune alla mia sfera creativa, ma nella confusione  non riesco a dare profondità al caos. Lungo il sottoscala che porta nella piazza del paese, altri oggetti seguono il mio sguardo tra questi l’incredibile bagaglio della gioia, realizzato da Valeria, sul bagaglio campeggia un biglietto: grazie per aver portato la gioia in questo paese." (Ferdinando Renzetti) – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2014/11/estate-di-san-martino-casa-di-valeria.html

Giornaletto. Considerazioni – Scrive Massimo Onetti Muda: "Considerazioni molto interessanti, le vostre. Ritengo sarebbe molto opportuno che questi argomenti venissero presentati nella maniera più rigorosa e documentata possibile, e diffusi attraverso internet (l'unico media che ancora rende possibile un'informazione autentica). Per parte mia sono disponibile a collegarmi con attivisti che ragionano e propongono concrete alternative pacifiche al presente stato di cose, mettendo a disposizione le piattaforme EstOvest.net su argomenti filosofia classica, studi comparativi sulle tradizioni spirituali, pensiero dell'ecologia profonda -presente in rete da 15 anni, e lamonetadelfuturo.it. Info. massimoonettimuda@gmail.com"

Mia rispostina: "Grazie per la segnalazione e per la considerazione. Segnalo i gruppi FB su Ecologia Profonda https://www.facebook.com/groups/196354403713283/ e l'altro su Spiritualità laica https://www.facebook.com/groups/195270400546639/ in cui lei potrà trovare argomenti in sintonia e liberamente riproducibili."

Da lungo tempo – Scrive Anthony Ceresa: "Da lungo tempo ho cercato di portare alla luce la devastante situazione del nostro Paese che in questi ultimi anni hanno soltanto cambiato le pedine principali del Governo al ritmo di uno all’anno, senza modificare le cause che sprofondano la Nazione dal dilagare della Mafia nelle Istituzioni dello Stato. A nulla sono servite le lettere e messaggi inviati al Presidente Napolitano, al Presidente Renzi, ai Ministri dell’Interno e della Giustizia, su fatti impressionanti che riguardano la Giustizia in un Paese dove per Giustizia si intende sopprimere i diritti umani, abolire la Costituzione, cestinare i ricorsi, sottrarre cartelle dai Tribunali, chiudere Ditte, indurre intere famiglie al suicidio, aumentare le tasse, con gli occhi del mondo rivolti verso il nostro Paese per il livello di delinquenza Istituzionalizzata" - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2014/11/confucio-lignoranza-e-la-notte-della.html

Viterbo. Cemento ricorrente – Scrive M5S viterbese: "Facciamo presente che la cementificazione incontrollata e indiscriminata a Viterbo può portare gravi conseguenze all’ambiente che poi possono ripercuotersi sulla vita stessa dei cittadini: i recenti, dolorosi fatti di Genova ne sono un esempio lampante. E' evidente quindi che il progetto di piani integrati proposto dall'assessore Ricci non possa essere da noi condiviso; vi si prevede infatti la possibilità di nuova cubatura da parte di privati in cambio della costruzione, o del finanziamento, di opere di interesse pubblico..." - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2014/11/11/viterbo-vecchia-cementificazione-ricorrente-e-recupero-del-tessuto-urbano-esistente/

Roma. Linea C – Scrive Vito De Russis: "Il 10 novembre 2014 è nata la linea metro C. "UN GIOIELLO TECNOLOGICO" la sonnolenta Linea C: 24 anni di finanziamenti; 14 anni di ritardo. 67.417.140.000 di lire è la somma stanziata .." - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2014/11/roma-arriva-la-linea-metro-c.html

Renzie. Terza repubblica – Scrive Paolo Danieli: "Le dimissioni di Napolitano, ventilate e non smentite, s'inseriscono in una situazione che nonostante la sicurezza ostentata da Renzi rimane incerta. La Terza Repubblica sta prendendo corpo attorno a Renzi che è stato messo lì proprio per questo..."

Conoscere la pace – Scriveva Osho: "Voglio che tu conosca la pace, il silenzio e la bellezza del tuo essere, la beatitudine e l’amore e la luce, e che li diffondi. Diffonderli non è una cosa da missionari, non stai cercando di convertire nessuno. La tua sola presenza, i tuoi occhi pieni d’amore, la tua esistenza pacifica, una lunghezza d’onda diversa che inizia a diffondersi, e cambia i cuori delle persone, a loro insaputa..." - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2014/11/irradiare-la-pace-tua-insaputa.html

Considerazioni ecologiste – Scrive Stefano Panzarasa a commento del resoconto di Caterina - http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2014/11/montecorone-preparazione-degli-eventi.html - : "...credo che ora ci sia una ottima base culturale su cui riflettere e chiarire meglio il senso bioregionale ed ecologicamente profondo da dare alla vita invece che lasciare le cose come stanno e aspettare che il sistema patriarcale riassorba, come ha sempre fatto, qualsiasi innovazione e movimento che lo contrasti... Ringrazio Caterina per le sue riflessioni sugli animali che anche mi hanno illuminato su come noi ecologisti facciamo tante cose spesso incredibili ma anche inconsapevolmente e accecati dalla cultura dominante... Però ci si prova e poi si sa che l'importante è il cammino e parlarne..."

Sessualità naturale e sessualità "concettuale" - Il sesso è diventato un prodotto di consumo. Come tale si vende nei giornali, nelle televisioni, in internet, nelle strade, nelle discoteche… oppure se non si può acquistarlo lo si ruba, sotto forma di stupro e violenza o di onanismo da pornografia. Anticamente la sessualità era “trasmessa” al momento opportuno, come una qualsiasi “conoscenza” (sia pur innata) da comprendere nelle sue sfaccettature ed abilità, ciò avveniva in forme sacrali in modo che la sessualità venisse riconosciuta come un dono ed una bellezza della natura. Ciò potrebbe sembrare “amorale” secondo il giudizio morale della nostra società perbenista ed ipocrita, ma la morale finta porta solo alla perversione mentre l’amoralità mantiene la società umana in una condizione di naturalezza e... - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2014/11/sessualita-naturale-e-sessualita.html

Farlo in modo strano però si può... Ciao, Paolo/Saul

......................................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

"La vita non è che continua meraviglia di esistere" (R. Tagore)




Nessun commento:

Posta un commento