Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

mercoledì 19 novembre 2014

Il Giornaletto di Saul del 19 novembre 2014 – Cani e persone, veleni in deroga, Expo e fuffa, yen sgonfio, PD Dolly secondo Matteo, radicali ecologisti, essere e non essere


Treia - Paolo D'Arpini con la cagnetta Magò ed un sacchetto di immondizie raccolte per strada

Care, cari - Cani e persone - Sul solito FB una certa signora Roberta ha postato una immagine in cui è scritto: "Non mi fido delle persone che non amano i cani ma mi fido dei cani che non amano le persone"

Mia rispostina: "....mi permetto di obiettare.. i cani son pur sempre animali e come tali non ragionano. A volte prendono delle antipatie inconsulte e non sono più in grado di correggere il comportamento. Tanti anni fa ricordo che camminavo per Roma, andando al lavoro, davanti a me un passante urtò per errore un doberman che stazionava davanti alla porta di un ristorante (appartenente al proprietario del locale), il cane non vide chi l'aveva urtato ma vide me che seguivo e da allora prese a ringhiarmi tutte le volte che mi vedeva, alla fine dovetti cambiar strada. Altro esempio, a Treia dove abito, delle volte sono andato a passeggio con la cagnetta della mia compagna incrociando altre cagnette, queste ultime cercavano di attaccar briga ma io semplicemente passavo oltre. Ma in seguito anche quando camminavo da solo quelle cagnette antagoniste mi ringhiavano e mostravano di volermi mordere, tant'è che i proprietari dovevano trattenerle e sgridarle.. ovviamente più questo succedeva e più le cagnette si incaponivano. Adesso ogni volta che mi vedono dimostrano grande aggressività ed inimicizia...."

Veleni agricoli consentiti (in deroga) – Scrive Gilberto Carlotto: "L'Italia è uno strano paese, dove, regioni e governi promulgano leggi per la tutela dell'ambiente, poi si concentrano solo sulle deroghe e quando non esistono, le creano ex novo o le riscoprono nei meandri delle leggi. Ha cominciato la Regione Veneto con...." - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2014/11/veleni-agricoli-consentiti-in-deroga.html

Milano. TTIP – Scrive Elicriso: "Milano, Casa Gorizia, Via Vigevano, 2/a, h. 21, Assemblea informativa sul TTIP l'accordo commerciale in corso di negoziazione tra l'Unione europea e gli USA ovvero una deregolamentazione che prevede l'abolizione dei dazi doganali e l'uniformità di regolamenti tra Europa e America. Relatore: Teodoro Margarita di Civiltà Contadina. Info. elicriso.milano@gmail.com"

Milano. Expo e fuffa – Scrive Alberto Olivucci: "Basta parole: abbiamo il dovere di dare agli agricoltori del mondo varietà resilienti e metodi di coltivazione efficaci che gli permettano di produrre senza usare nessun tipo di sostanza dannosa per l'ambiente e per la salute umana. Tutto il resto è fuffa, come le parole di Vandana, che ha speso per doversi discolpare la coscienza della sua funzione di ambasciatrice di un Expo intriso di corruzione e progetti agroindustriali. Se è una persona virtuosa rinunci ai ricchi ingaggi e ne stia lontana come dalla peste! Venga a stare con noi contadini che ne stiamo fuori a cercare soluzioni accettabili per produrre cibi di qualità a buon prezzo per tutti, non solo per chi se lo può permettere. Cibi semplici come quelli dei nostri nonni, cibi conditi con la gioia e la fraternità, cresciuti con la speranza, coltivati con l'amore. .." - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2014/11/2015-milano-expo-e-fuffa.html

Vittoria – Esperimenti Monsanto – Scrive CIR: "...in una terra ricca di semi e grani di qualità antiche a Vittoria (provincia di Ragusa) nella Contrada Dorilli la Monsanto ha iniziato delle sperimentazioni sul grano in serra. Notizia avuta da un contadino inconsapevole, come se fosse una buona notizia, posti di lavoro in più e così via. Mi affido a voi per informare e divulgare. Info. cir.informa@altersoftware.it"

Verona. Orinale – Scrive Norina: "Ieri, come tutti i martedì, sono allo stesso posto di Verona e il panorama che mi circonda è uguale se pur umido. Oltre a tanti visi colorati che sembra camminino senza saper dove andare - stamattina sono stata testimone del nostro italiano autoctono il quale - avvicinandosi con circospezione ai cassonetti - si è messo ad orinare. L'ho sgridato, gli ho fatto notare che ci sono 4 bar nel circondario ma lui si è scrollato le spalle andandosene. Allora è pur vero che dobbiamo cambiare anche noi - tirar fuori il nostro senso civico sepolto da strati di menefreghismo. Chissà se tutti ci comportassimo perfettamente (traendone tanta soddisfazione) gli "altri" potrebbero esserne intimoriti e tentarne l'imitazione...?"

Roma. Radicali Ecologisti – Scrive coordinamento: "Sabato 29 e domenica 30 novembre 2014 si terrà a Roma il Meeting annuale dei Radicali Ecologisti presso il Consiglio metropolitano partecipato, Via Giolitti 231. Ti chiediamo la cortesia di voler preannunciare la tua partecipazione per permetterci di organizzare al meglio il materiale e gli spazi, garantendo a tutti i partecipanti la migliore accoglienza....." - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2014/11/18/roma-29-e-30-novembre-2014-i-radicali-ecologisti-sincontrano/

Governo. Svendite – Scrive Pietro Girotto: "Governo privo di politiche industriali svende Terna e Snam a banche e cinesi. Tramite la Cassa depositi e prestiti, il Governo ha dato un altro duro colpo alla svendita del patrimonio pubblico, annunciando la cessione di quote di minoranza di Snam e Terna, detenute da Cdp Reti Spa, a 33 fondazioni di origine bancaria e alla Cassa Nazionale di Previdenza e Assistenza Forense"

Viterbo. PD Dolly, secondo Matteo – Scrive Michele Bonatesta: "Eggià, il… Pd secondo Matteo. Epproprio: il Pd secondo… don Matteo. Eccerto: il Pd secondo il bullo-bello della politica di Pontassieve, Matteo Renzi. Evvero: il Pd secondo un personaggio – Matteo Renzi - che a nostro avviso, ovviamente, di politica capisce poco ma che capisce tutto dei… c**zi suoi. Chissà se il bullo… pardon, il bello.. pardon, il bullo-bello..." - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2014/11/viterbo-il-pd-dolly-secondo-matteo.html

Pirri. Musica palestinese – Scrive Fawzi: "23 novembre, ore 19, presso il teatro la vetreria di Pirri (Cagliari), "Note di Resistenza. Musiche e voci dei palestinesi di ieri e di oggi". L'evento prevede musiche, danze e letture, dalla Sardegna e dalla Palestina. Ospite principale della serata sarà il cantante e suonatore di Oud (liuto arabo) Palestinese Faisal Taher. Info. 3386166944"

Giappone, yen sgonfio e dollaro acchiappa tutto (ed il fu settembre nero della Lira) – Scrive Gianni Caroli: "...veniamo al punto: IN USA LA LIQUEFAZIONE DELL'ECONOMIA E' STATA POSSIBILE SOLO PERCHE' IL DOLLARO E' MONETA DI RISERVA MONDIALE, ED HA UN PUNTELLO STABILE, L'EURO, ALZATO A GRADIMENTO DI WALL-STREET. DUNQUE LA SUA DIFFUSIONE DI MONETA GONFIATA VIENE SCARICATA, COI RELATIVI COSTI DI INFLAZIONE, E DI STRETTA ECONOMICA SUSSEGUENTE, ATTRAVERSO LA SUA AUTOMATICA ESPORTAZIONE: SU NAZIONI, POPOLI E STATI JUGULATI AL SISTEMA EX-BRETTON WOODS. IN PARTICOLARE QUELLI ATLANTICI, COSTRETTI A PORTARE IL BASTO DELL' EURO-ALTISSIMO - DALL' AGOSTO 2007, PER SALVARE LE BANCHE ANGLO-SAXON..." - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2014/11/giappone-yen-sgonfio-e-dollaro.html

Villa Ruggeri. Settimana Eusofica – Scrive Mario: "Sabato 22 Novembre 2014 presso Villa Ruggeri, via del Vecchio Mattatoio, 5 (TE) dalle h 18 incontro per organizzare la Settimana Eusofica dal 15 al 21 Dicembre per TerrAmo. Info. 348 78 01 959"

Essere e non essere - Nello spirito, nella coscienza, non c’è percorso e quindi anche parlare di spiritualità laica sottintendendo che questo sia un modo di impostare la ricerca interiore, attenendosi a delle norme o respingendone altre, è pura vanità, è finzione. Tutto avviene per conto suo, sulla base di una spinta evolutiva interiore, credere in una via e pensare di essere nel giusto è la prerogativa di ogni percorso. Ma non serve nemmeno indicare le incongruenze di questa o quella religione, di questo o quel credo. Finché c’è qualcuno che crede in una religione non si può far a meno di riconoscere che per lui la verità del sè è un miraggio. Credere in questo o credere in quello è solo credere. Ma possiamo affermare di “credere” nell’esistenza, di “credere” nella nostra coscienza? Noi esistiamo e siamo coscienti, non crediamo di esserlo... - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2014/11/nellinfinito-e-nelleterno-non-esistono.html


Par condicio per tutti... Ciao, Paolo/Saul
....................................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:


"Che cosa sarebbe la vita se non avessimo il coraggio di fare tentativi?" (Vincent Van Gogh)

.........................

Rispostina a Norina da Franca Oberti:

"Come succede per il sorriso e per lo sbadiglio, anche il "bon ton" è contagioso, ma ormai la gente lo crede un dolcetto da supermercato...
Un tempo i Santi venivano definiti "esempi", ora vengono solo sfruttati per chiedere grazie, senza pensare che le grazie ce le conquistiamo con l'impegno, in tutti i campi.... Grazie per questo raccontino di come abbiamo imparato noi, invece che insegnare a loro... a quelli che dovevano essere educati e ora ci stanno rendendo maleducati."



Nessun commento:

Posta un commento