Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

domenica 23 novembre 2014

Il Giornaletto di Saul del 24 novembre 2014 – Fa.Vo.La a Spilamberto, antipapa a Viterbo, tasse (in)decenti, paura degli stranieri, Osimo e benessere olistico, epistemologia ed informazione...


Spilamberto - Sala Eventi Famigli

Care, cari, ieri, domenica 23 novembre, dopo il riposino pomeridiano, io e Paolo ce ne siamo andati alla Sala Famigli di Spilamberto, dove era in programma un pomeriggio con l'Associazione "Fa.Vo.La.", Famiglie e Volontari per l'Accoglienza (favola@associazionefavola.it). E' un'associazione che ha sede proprio a Spilamberto, che si occupa di diffondere con l'esempio e l'informazione, la pratica dell'affido familiare, cioè dell'ospitalità, presso normali famiglie che si rendono disponibili, seguendo sicuramente un percorso non proprio semplice e di grande generosità, ad ospitare, come in una vera famiglia, bambini o ragazzi che vivono situazioni familiari di disagio. Conoscevo già questa associazione perché la sua presidente, Daniela, era venuta a presentarla da Aria di Stelle di Mara Lenzi che con la sua grande generosità aveva voluto organizzare una serata presso il circolo Paradisi, con canti e un rinfresco, per raccogliere fondi che, come ha spiegato Daniela anche oggi, servono per le costose cure mediche e psicologiche che talvolta necessitano a questi figli sfortunati. E' stato proiettato un film molto commovente: "The blind side", che riporta la storia vera di un ragazzo di colore (in America), che dopo 17 anni di vita d'inferno in un ghetto di una qualsiasi città americana, viene "raccolto" dalla strada dove vagava senza meta da una facoltosa famiglia grazie alla quale riesce a dare una svolta alla sua vita diventando un campione di football americano. Il film si conclude con immagini di altri ragazzi che vivevano nelle stesse condizioni di Michael e che fanno una brutta fine: i casi della vita a volte fanno scherzi belli o brutti ma, almeno in questo caso, uno si è potuto salvare. Dopo il film c'è stato un buon rinfresco, quasi tutto era casalingo e ottimo, crostate, dolcetti, pizze e torte salate. C'erano parecchie persone e credo che in diversi fossero interessati a saperne di più. Sembrava quasi di stare tutti in una grande famiglia in una serena giornata di festa. (Caterina Regazzi)

Un "onesto" antipapa. Forse a qualcuno sarà rimasta la curiosità di sapere come andò a finire la mia prima visita "antipapale" a Viterbo.. e qui di seguito c'è la relazione del 18 luglio 2010: "Felicemente portata a termine la visita antipapale di Paolo D'Arpini, il quale è giunto a Viterbo Bagnaia in mattinata ed ha potuto incontrare tre amici al bar, raggiungendo in tal modo il totale di quattro, numero perfetto per una riunione laica "altra" (odi la canzone "eravamo quattro amici al bar che volevano cambiare il mondo.."). Sono state così gettate le basi per una società veramente laica nella città dei papi (e degli antipapi). "Andiamo oltre la religione e l'ideologia!" Ha affermato il D'Arpini, confortato e coadiuvato nell'intento dall'avvocato Vittorio Marinelli di European Consumers e dagli altri due amici presenti all'incontro semiclandestino in un baretto di Bagnaia, davanti ad una birretta, due caffè ed un cappuccino..- Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2009/07/18-luglio-2009-lantipapa-paolo-darpini.html

Dell'onestà mi giunge vaghezza – Scrive V.Z.: ".."Onesto" è uno di quei termini, come "progresso" (verso dove?), "sviluppo" (di che cosa?), così generici e vaghi da non significare niente di certo, perché può indicare tutto e il contrario di tutto, quindi un termine semplicemente da bandire, quale diversivo distrattivo.. Infatti "onesto" significa "coerente con un codice etico dato", il che implica la previa scelta di un sistema di valori di riferimento, senza specificare il quale la parola perde senso."

Tasse e proposte (in)decenti – Scrive Claudio Mazzocoli: "...Devo ammettere con estrema tristezza che, in questo momento, la gran parte delle persone che incontro per strada, SEMBRA ESSERE PRONTA A DARE IL PROPRIO VOTO A CHI PROMETTERÀ IL VALORE PIU' BASSO DI TASSE... Le prossime elezioni politiche (ammesso che ne faremo ancora, cosa di cui qualcuno comincia a dubitare..) potrebbero quindi somigliare ad una gara di appalto al ribasso..." - Continua:

Giornaletto e progetto euro d'oro – Scrive Luigi Crocco a commento del Giornaletto di ieri: "Grazie paolo, trovo il Giornaletto molto interessante ma sui miei 1+5 progetti globali finanziario e fiscale  nessuno dei massimi responsabili della politica al governo nessuno vuole rispondere sul tema della crisi e del occupazione sulla Risoluzione europa 6 luglio 2011, neppure la Laura Boldrini specializzata sul giornalismo social meno ancora il primo ministro Renzi, berlusconi e l'ultimo sindacalista Lancino della Fiom. Comunque prosieguo la battaglia con l aiuto di sant Antonio di Padova a cui ho imbucato a lato della sua tomba copia del mio progetto anche per l 'attenzione al Papa Francesco e al suo consigliere in pensione Papa Benedetto, due monarchic assoluti sulla Cristianità del mondo.."

Paura dello straniero - Tutti i nodi vengono al pettine – Scrive Michele Rallo: "Ricordo, negli anni ‘70, un mio fugace e superficiale interesse per la sociologia in quanto materia scientifica; e non – come certamente a me più congeniale – in quanto «strumento di azione sociale» (Comte). Ricordo di aver sfogliato un paio di testi – non di più – e di averli trovati noiosissimi, cervellotici, indisponenti per il loro voler tradurre in scienza esatta l’insieme di azioni, reazioni, sentimenti, pulsioni che – secondo me – sono l’anima della politica. Di quelle svogliatissime letture non ricordo quasi più nulla, ad eccezione di una “regola” sulla xenofobia, cioè sulla “paura dello straniero”: una delle categorie che, oggi, una cultura politica approssimativa e pasticciona riconduce al “razzismo” (che invece è un’altra cosa)...." - Continua:

Terni. Vegetariani – Scrive Ruggero: "Salve. Ho mio figlio al 4° anno dell'alberghiero di Terni ed è diventato vegetariano da oltre un anno. Vorrebbe fare lo stage scolastico con specialità vegetariana/vegana, di norma sono 3 settimane attaccate a periodi di vacanza scolastica, potete indicarci uno chef/cuoco dove poter fare lo stage gratuito?"

Mia rispostina: "Conviene rivolgersi a Roma, in Umbria non so se esistono ristoranti vegetariani. Prenda contatto con Franco Libero Manco dell'AVA"

Il bacio di Giuda – Scrive Alex Zanotelli: "Non è concepibile che una potenza economica come la UE non abbia una seria politica estera verso i paesi più impoveriti, soprattutto verso il continente a noi più vicino, l’Africa, oggi il continente più schiacciato. Ci appelliamo a tutti quei gruppi, associazioni, reti, istituti missionari che hanno già lavorato contro gli EPA a riprendere a martellare i nostri deputati a Bruxelles. Non possiamo non ascoltare l’immenso grido dei poveri..." - Continua:

Vitorchiano dimenticata – Scrive Emiliano Cesaretti: "La raccolta dei rifiuti a Vitorchiano è stata effettuata a singhiozzo e in orari completamente anomali in tutto il territorio comunale, a causa di problematiche legate alla ditta incaricata di questa raccolta, la Gest.A. La situazione di disagio che si è venuta a creare per tutti i cittadini è assolutamente insostenibile, ed inoltre la presenza di rifiutiche permangono in strada è fortemente debilitante per il decoro del paese. Pertanto chiediamo al Comune di valutare la possibilità di tornare ad una gestione pubblica dei rifiuti..."

Osimo. Olismo e benessere – Scrive ROA: "Domenica 30 Novembre 2014 presso l’elegante teatro “La Nuova Fenice” di Osimo (An) si svolgerà il convegno nazionale dedicato a: “Il Benessere Olistico”. Per tutta la giornata si alterneranno sul palco diversi relatori, tutti molto noti e autorevoli, che cercheranno di affrontare un argomento vasto e complesso, come la salute e il benessere, da molteplici punti di vista, in modo da offrire una panoramica il più possibile esaustiva..." - Continua:

Roma. Sonetti – Scrive L'Universale: "29 novembre 2014, ore 20,30, Libreria Galleria delle Arti L'Universale via Francesco Caracciolo 12 - Roma. Serata romana: musiche, canzoni e sonetti. Info. librerialuniversale@tiscali.it"

Epistemologia ed informazione nulla – Scrive Vincenzo Zamboni: "La progressiva diffusione di internet ha provocato una crescente condivisione dell'informazione, che appare destinata a crescere ulteriormente, fino all'eventuale limite del raggiungimento di saturazione fisiologica oltre il quale gli esseri umani non possano procedere...." - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2014/11/epistemologia-eccesso-dinformazione.html

Lo dice anche il proverbio "Il troppo stroppia". Ciao, Paolo/Saul

.......................................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

"Emotional reactions, born of ignorance or inadvertence, are never justified. Seek a clear mind and a clean heart. All you need is to keep quietly alert, enquiring into the real nature of yourself. This is the only way to peace." (Nisargadatta Maharaj)
....................

P.S. Due parole sulle Regionali dell'Emilia Romagna mi tocca dirle, visto che in questo momento son qui. Ieri mattina Caterina è partita da casa per andare al seggio di Spilamberto a compiere il suo dovere di cittadina... Dopo pochi minuti era già di ritorno: "Cosa è successo hai dimenticato qualcosa?" - "No, ho già finito.." - "Come, così presto?" - "Sì, in fila non c'era nessuno, ero la sola presente...".
Se il buongiorno si vede dal mattino, ci siamo detti, evidentemente queste regionali hanno avuto poco successo. Infatti stamattina ho saputo che a Spilamberto hanno votato meno del 50% degli aventi diritto. Di questi una metà hanno continuato a votare per il partito di renzie, il secondo partito più votato è stato quello della Lega, terzium (ancora) non datur. Insomma la disaffezione politica avanza ma lo zoccolo duro dei perbenisti resiste. Più tardi avremo notizie più particolaggiate sull'andamneto elettorale nel resto della Regione, intanto godiamoci questo assaggio.





Nessun commento:

Posta un commento