Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

lunedì 10 novembre 2014

Il Giornaletto di Saul del 11 novembre 2014 – San Martino, Italia nel cemento, scrigno dei ricordi, sovranità monetaria, sinistra borghese morta, comportamenti dei primati, destati oh uomo...



Care, cari, oggi è San Martino, anzi è l’estate di San Martino e malgrado il tempo piovoso in effetti c'è un certo tepore e anch’io vorrei donare metà del mio mantello a qualche poveretto trovato per strada… ma  qui a Spilamberto non ho trovato alcun poveretto.. solo ricchi con la maglia di lana -come Paolo Stoppa nel film Miracolo a Milano. Ciononostante voglio raccontarvi il sogno fatto in prima  mattina…. Sognavo di essere tornato a Calcata ma ben presto cercavo di andarmene e mi mettevo sul cavalcavia a fare autostop, si fermava una ragazza che voleva trasportarmi solo per un breve tratto poi -avendo scoperto che ci conoscevamo già- accondiscendeva a portarmi fino a Treia. A Faleria facevamo tappa per comprare del pane per il viaggio e lì c'erano dei ragazzi che informalmente suonavano e cantavano belle canzoni così li invitavo a venire con me... (continuerebbe)

Dallo scrigno dei ricordi – Scrive Michele Meomartino: "Dallo scrigno dei ricordi di mia madre attingo, non senza curiosità e ammirazione, una perla di saggezza paesana. Alludo ad un’antica costumanza, il latte in prestito, che ordinava la vita di tanti contadini nel mio paese natale, in uso fino agli inizi degli anni ’60. L’usanza, che probabilmente ha origine remote, nasceva dalla necessità di instaurare rapporti di reciprocità con il proprio vicinato. La dura vita di campagna, i lavori usuranti, l’esito incerto dei raccolti, le malattie, le disgrazie, ecc… esponevano le piccole comunità rurali a vivere in uno stato di perenne precarietà e di incertezza, fisica ed economica..." - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2014/11/latte-in-prestito-dallo-scrigno-dei.html

Commento di Yolanda: "...quando il conforto di antiche usanze e contiguità di pensieri si traduceva in atti ..non virtuali.."

Italia cementata. Il decreto "Sblocca-Italia" (che dopo il voto al Senato del 5 novembre è stato convertito in legge) è una minaccia per la democrazia e per il nostro futuro. I motivi sono molteplici: incentiva e finanzia infrastrutture pesanti (autostradali ma anche energetiche), porta all’estremo la deregulation in materia edilizia, facilita la privatizzazione dei beni demaniali, scommette sui combustibili fossili, affossa i meccanismi di controllo istituiti dallo Stato nell’interesse pubblico.

Non più Terra – Scrive Salviamo il Paesaggio: "Ancora due anni. E in due anni, a questo ritmo, l’Italia avrà perso almeno altri 480 chilometri quadrati di territorio. E’ questo lo scenario che si prospetta al nostro Paese nella cornice d’azione europea. Lo ha detto chiaramente Pia Bucella della direzione generale Ambiente della Commissione europea: “Dopo sette anni di discussione, la Commissione ha deciso di ritirare la propria proposta di direttiva per l’opposizione di alcuni Stati membri. Tra due anni presenteremo un’altra proposta con un diverso approccio che punta a raccogliere il sostegno necessario alla sua approvazione....” - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2014/11/la-terra-viene-rivestita-dal-cemento.html

Alluvioni in Friuli ed altrove – Scrive Franca Oberti a commento dell'articolo http://www.circolovegetarianocalcata.it/2014/11/08/friuli-strano-a-novembre-isonzo-in-piena-e-mele-ed-arance-importate-dallestero/ -: "Caro Paolo, ho letto con attenzione crescente il bell'articolo di Fabrizio Belloni ma vorrei aggiungere una mia considerazione. La scorsa settimana, dopo l'ennesima alluvione in Liguria, ero poco distate, nella mia valle Trebbia; mi sono permessa di andare in comune e osservare che le cunette erano piene di terra ed erbacce, nonché foglie secche. Ho ricordato che sono ormai anni che nessuno le pulisce e con le piene dei fiumi si rischiava anche di minare le già tanto tartassate strade. L'acqua scivola via e non si raccoglie dove dovrebbe. Risposta laconica: "eh, sì... hai ragione... ci stiamo lavorando, ci stiamo pensando...". Basita sono uscita, mi mancava una risposta appropriata che non fosse un'imprecazione...." Continua in calce al link segnalato

Bologna. Canto armonico – Scrive Nora: "Marc Drost terrà una presentazione sul canto armonico/overtones, giovedì 20/11 al "Posto Umano" di Bologna (che richiede 5 euro per la sala), dalle 21 alle 23. Info. norapag@hotmail.it"

Inquinamento e problemi psicosomatici – Scrive F.O. A commento dell'articolo http://retedellereti.blogspot.it/2014/11/inquinamento-e-problemi-psicosomatici.html -: "Secondo me è per questo che tagliano fondi per l'agricoltura, che bistrattano il mondo contadino, per poter avere il controllo sulle masse... però c'è il ritorno delle malattie da inquinamento che rende bene alle industrie farmaceutiche... ma qualcuno ha mai sentito parlare di microrganismi effettivi? Non potrebbe essere la soluzione per il futuro per affrontare l'inquinamento?"

Euro e sovranità monetaria – Grillo annuncia che da novembre il M5S comincia a raccogliere le firme per uscire dall'euro, il mio commentino è che senza sovranità monetaria l'uscita dall'euro è completamente inutile. Ripropongo qui un vecchio articolo in tal senso: http://paolodarpini.blogspot.it/2013/05/senza-sovranita-monetaria-siamo-fottuti.html

Roma. Salute – Scrive G.V.: "L'Associazione "Giuseppe Dossetti è lieta di invitarLa al convegno: STATI GENERALI della SALUTE. Martedì, 25 novembre 2014, ore 08.30 – 14.00. CAMERA DEI DEPUTATI, Palazzo San Macuto - Sala del Refettorio, Via del Seminario, 76 - Roma. Info. segreteria@dossetti.it"

Misteri sul decesso di Stefano Cucchi - Scrive Richard: "Pietro Grasso, ha chiesto pubblicamente che "i rappresentanti delle istituzioni che sono certamente coinvolti in questo caso" rompano il silenzio e forniscano particolari su quanto accaduto nelle notti tra il fermo di Stefano Cucchi operato il 15 ottobre 2009 dai Carabinieri e la morte del geometra romano avvenuta nel reparto detentivo dell'ospedale Pertini di Roma il 22 ottobre. info@richarderichard.com"

Decesso della sinistra borghese – Scrive NPCI: "La sinistra borghese continua a parlare e non sa di essere già morta. Questo è il pensiero che viene alla mente leggendo l’articolo Ombre danzanti sulle macerie - Dov’è la festa che Luciana Castellina ha pubblicato su il Manifesto di sabato 8 novembre 2014, a commento della caduta del muro di Berlino. Anche se un simile articolo valesse solo per il credito che Luciana Castellina ancora riscuote e per l’influenza che un suo articolo esercita, sarebbe comunque utile mettere in allarme ogni persona preoccupata del .." - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2014/11/10/la-sinistra-borghese-continua-a-parlare-e-non-sa-di-essere-gia-morta/

Incontro preliminare a Montecorone – Scrive Danusia a commento dell'articolo http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2014/11/montecorone-preparazione-degli-eventi.html -: "...alla fine temerari ci siamo avviati lo stesso fino a Montecorone, fiduciosi di incontrarvi chiedendo informazioni, ma non è accaduto. Volevo solo segnalare che è opportuno la prossima volta segnalare anche un indirizzo - non farlo è come inibire la possibilità di nuovi incontri.....- chissà forse ci riproviamo..."

Mia rispostina: "Cara Danusia, hai ragione.. ed in effetti in altre comunicazioni era stato segnato anche un indirizzo.. ma quel posto è abbastanza sperduto e il semplice indirizzo serve a poco, ci vuole una particolareggiata descrizione del percorso. Comunque il coordinamento organizzativo è stato riaggiornato al 1 febbraio 2015, se sei interessata chiama al 3202148222 oppure 059/983639 per info logistiche"

Comportamenti comuni ai primati – Scriveva Desmond Morris: "Quando ci troviamo in momenti di intensa tensione aggressiva tendiamo a ritornare alle attività di spostamento del tipo che abbiamo in comune con le altre razze di primati, e i nostri modi di sfogarci diventano più primitivi. In una situazione del genere uno scimpanzé compie agitati e ripetuti movimenti di grattamento, di un tipo particolare e diverso dalla normale  reazione al prurito, limitati soprattutto alla zona del capo o o talvolta delle braccia, e piuttosto stilizzati. Noi ci comportiamo all'incirca nello stesso modo, compiendo azioni di pulizia e di spostamento, di tipo pomposo. Ci grattiamo la testa, ci mordiamo le unghie, ci 'laviamo' la faccia con le mani, ci tiriamo la barba e i baffi se li abbiamo, ci aggiustiamo la pettinatura, ci strofiniamo, ci pizzichiamo, ci fiutiamo, ci carezziamo i lobi delle orecchie e ci puliamo il condotto uditivo, ci strofiniamo il mento, ci tocchiamo le labbra, o ci strofiniamo le mani..." - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2014/11/strani-comportamenti-di-primati-umani-e.html

Mio commentino: "L'essere umano, a differenza degli altri primati, è un animale parlante, che ha cioè trasferito gran parte della sua comunicazione dal livello gestuale a quello verbale. Ma questo non significa che non continui istintivamente a comunicare ed a rivelare le sue emozioni attraverso gesti. I gesti restano e vengono osservati e decifrati (quasi inconsciamente) dall'osservatore, sia esso animale od umano... ed è per questo che i nostri cani e gatti sono in grado di comprenderci..."

Comportamenti sessuali negli animali e nell'uomo – Scrive Monica: "Se qualcuno vi dice che un certo comportamento sessuale è contro natura, fategli leggere il libro di Lisa Signorile: La vita sessuale degli animali (Codice edizioni). In tutta probabilità dovrà ricredersi o, quantomeno, specificare meglio a quale concetto di natura fa riferimento (2.500 anni di dibattito filosofico hanno prodotto parecchie definizioni del termine a cui attingere). Qualche esempio? I serpenti giarrettiera del Manitoba si accoppiano in vere e proprie ammucchiate dove qualche maschio, già che c’è, non disdegna di travestirsi da donna attraverso l’uso di feromoni simili a quelli delle femmine della sua specie."

Mio commentino: "Nella teoria della pansessualità si evidenzia come la sessualità umana, nell’arco di una vita o di epoche storiche, possa assumere diverse forme espressive, questo è un pensiero salvifico attraverso il quale si riconosce come “naturale” la completa gamma sessuale dell’uomo. Le forme della sessualità umana (ma anche nel mondo animale) non sono specificatamente ed esclusivamente indirizzate al rapporto etero (necessario comunque alla riproduzione) ma assumono diverse manifestazioni che comunque rientrano nella normalità delle pulsioni sessuali innate. Se siamo in grado di riconoscere la presenza di questa “natura” pansessuale, all’interno del bagaglio genetico e comportamentale umano, automaticamente scompare ogni negatività di giudizio nei confronti delle differenze"

Viterbo. Violenza contro le donne – Scrive Peppe Sini: "In occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, a Viterbo si svolgeranno due iniziative: il 25 novembre la celebrazione istituzionale promossa dalla Prefettura; il 26 novembre presso la Sala Regia del Comune di Viterbo con inizio alle ore 16,30 un incontro pubblico promosso dall'associazione Erinna - centro antiviolenza di Viterbo"

Destati, oh uomo - Destati, oh uomo, dall’illusione della superficialità e della separazione. Riconosci la tua appartenenza inscindibile alla vita. Nel tuo viaggio di ritorno a casa hai dimenticato chi sei, inebriandoti nella vanità del possesso materiale. Hai avuto paura di nuotare nel grande flusso della vita e ti sei fermato sulle sponde duali dell’istinto e della ragione. Scopri orsù l’Ulisse indomito che è in te, oh uomo, non arrenderti alle sirene dell’oblio. Perché ti limiti a vagare nelle nebbie oscure, seguendo tracce in tondo in tondo, ignorando l’intuizione dell’intelletto? Scopri ora il segreto della tua vera identità, non manipolare i segnali chiari della conoscenza interiore, assicurati che il loro significato ti sia comprensibile... - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2013/08/destati-oh-uomo-benedetto.html

Sarebbe ora.... Ciao, Paolo/Saul

......................................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

"Quando hai capito che la destinazione è la strada e che tu sei sempre sulla strada, non per giungere a destinazione, ma per godere della sua bellezza e della sua saggezza, la vita cessa di essere un dovere e diventa semplice e naturale, una beatitudine in sé e per sé." (Sri Nisargadatta Maharaj)



Nessun commento:

Posta un commento