Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

domenica 26 ottobre 2014

Il Giornaletto di Saul del 27 ottobre 2014 – Il limite del limite, neocolonialismo albionico, pizzini dalla UE, il caso di Cristophe de Margerie, alimentazione naturale e rapporto con gli animali



Care, cari – Memento - Ricordo a tutti che la mattina del 31 ottobre 2014 alle 10 circa partiremo per una passeggiata erboristica con Sonia. Appuntamento in Via Sacchette 15/a al Circolo Vegetariano VV.TT.. Magari cominciamo dall'orto che sta sotto il Circolo che è pieno di erbe selvatiche commestibili. Con quanto raccolto ci faremo un pappone per il pranzo (lasciando anche qualcosa per la cena), se ognuno porta qualche pietanza vegetariana saremo tutti felici e contenti. Se il tempo è bello pranziamo nell'orto se è bruttino staremo al Circolo. Portare con sé suppellettili (piatti e posate e tovaglioli), al termine si farà la conta per il lavaggio delle pentole e riordino dei locali. Il pomeriggio verso le 15 andiamo a zonzo a visitare la bella Treia. Alle ore 17 circa saremo nella sala consiliare del Comune di Treia per la Tavola Rotonda Riciclaggio della Memoria, la mostra, le poesie, gli interventi musicali, etc. la manifestazione termina con una degustazione di prodotti bioregionali preparati da Gigliola. Al termine una addetta della Pro Loco ci accompagnerà a visitare la pinacoteca che si trova sullo stesso piano della Sala Consiliare. Conclusi gli aspetti culturali torniamo al Circolo dove ci saranno dei canti serali per celebrare la Vigilia di Ognissanti. Chi partecipa venendo da lontano può fermarsi a dormire al Circolo, in modo spartano, portandosi sacco a pelo ed asciugamani. Info. 0733/216293

Il limite del limite – Scrive Vincenzo Zamboni: “..le uniche regole rispettate in modo automatico sono quelle naturali: il rispetto delle regole imposte dalla forza di gravità non è una scelta, bensì un fenomeno, come evidenziato dal fatto che chi provi ad uscire dalla finestra del sesto piano precipita a terra, lo voglia o no. Le regole "sociali", invece, sono convenzioni, ovvero risultati di scelta, e le scelte si compiono dipendentemente dalle motivazioni. L'unica motivazione psichicamente sana per una scelta è data da comprensione e accettazione spontanea per intima convinzione...” - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2014/10/il-limite-del-limite-fra.html

Giornaletto e fumetto figurato - Nota di Ferdinando Renzetti al Giornaletto di ieri http://saul-arpino.blogspot.it/2014/10/il-giornaletto-di-saul-del-26-ottobre.html -: "paolo di qua paolo di la paolo giu paolo su paolo sei paolo sette paolo celeste e salopette che mangia con caterina verdure e di pan polpette... felice becchettio orsu' ora o mai più ...anche tu o mio spirito di rapa mi sollevi! ...la melanzanza? intendi facciamola arrosto quella melanzana! ci stiamo girando attorno! al fuoco? hum! slap! slurp! Sgnec..” - Continua in calce al link segnalato

Neocolonialismo della perfida Albione – Scrive Anna Maria Campogrande: “Gli Italiani con l’uso inopportuno e senza freni dell’inglese stanno modificando la «forma mentis» conferita dalla madrelingua, l’italiano, con grave danno della loro identità e della loro specifica creatività. Questo è particolarmente evidente nella musica, nel modo di far cinema, nella gestualità. Non solo si è arrivati a pretendere di tenere corsi esclusivamente in inglese nelle nostre università, ad abolire tasse e contributi per gli studenti che scelgono l’inglese, nel caso di possibile scelta tra i corsi in inglese e quelli in italiano. Non solo, si è arrivati ad imporre l’insegnamento dell’inglese ai bambini delle elementari e dell’asilo intaccando la «forma mentis» in formazione in quella giovane età che solo la madre lingua può edificare e che conferisce all’individuo l’identità e la specifica creatività della civilizzazione di appartenenza...” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2014/10/26/anna-maria-campogrande-leuropa-e-il-nuovo-colonialismo-inglese/

Chi sono gli ebrei? - Scrive Erica a commento dell'articolo http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2014/10/chi-sono-gli-ebrei-sionismo-ebraismo.html -: “A questo proposito, ogni volta che ne accenno, mi prendo dell'antisemita. è impossibile parlare pubblicamente di loro, come fossero una casta iper-protetta, ho fatto molte ricerche e sono scomode ma nessuno vuol sentire, nessuno vuole crederci. di sionismo in Italia non sa niente nessuno, né del modo in cui si svolse il processo di Norimberga, men che meno non sanno quanti nazi sono stati accolti nelle comunità scientifiche alleate. Ma al di là del versante storico, molte sono le contraddizioni che incarnano. Nello stesso Pentateuco è scritto che quando i leviti, come tribù, non esisteranno più, il culto deve cessare. ma è tanto tempo, che i veri e propri leviti non esistono più. Il rabbino infatti non è un sacerdote. Se è vero che un karma collettivo può significare guerra e carestia, direi che si sta rovesciando con grande abbondanza su miliardi di persone, in quest'epoca, mai è vissuta tanta popolazione contemporaneamente e mai vi son state più guerre e catastrofi, in cui i civili sono i primi a morire.”

Mia rispostina: "Bisogna sempre interrogarsi sugli eventi e mai dare tutto per scontato, sulla base di un "sentito dire"...Secondo gli esegeti del karma quando parecchi destini individuali affini si assommano sorge un karma collettivo. Ovviamente la legge del karma è operativa solo a livello del "sogno", ovvero dello svolgimento illusorio nello spazio tempo. Ma in questo "sogno" si provano piaceri e dolori, fame e sete, desideri e paure che possono essere manifestati e soddisfatti nelle loro esigenze empiriche solo attraverso le esperienze vissute..”

I “pizzini” in inglese della UE – Scrive Athena: “Gentile presidente del Consiglio dei Ministri, Renzi, Le saremmo grati se nell’interesse dell’Italia e dell’Europa, dei nostri valori, della nostra cultura e civiltà volesse far presente al Presidente Barroso e alla Commissione Europea che le autorità italiane non possono accettare ulteriormente messaggi in inglese che, con il disconoscimento e la proscrizione «de facto» del Regolamento 1/58, stanno trasformando il processo di integrazione dell’Europa in un processo di barbara colonizzazione. Ci permettiamo ricordare che l’Italia è Stato Membro fondatore della Comunità Europea e uno dei quattro grandi Stati Membri dell’Unione, contribuente netto al bilancio comunitario...” - Continua:

Chi finanzia la “leopolda”? - Scrive Medicina Democratica: “Guido Ghisolfi, il nemico dell'ambiente grande amico finanziatore di Matteo Renzi. 120.000 euro con la moglie Ivana Tanzi. L'industriale e politico tortonese è il secondo finanziatore della trascorsa kermesse Leopolda della corrente interna PD del primo ministro. Come guadagna tanti soldi il padrone della Mossi Ghisolfi? Ad esempio con la raffineria “Beta Renewables” (etanolo da biomasse) a Crescentino (VC): dopo appena un mese dall’inaugurazione in pompa magna, la salute dei cittadini era già in pericolo per le polveri sottili ecc. oltre i limiti di legge (134 microgrammi al metro cubo!)...”

Nonviolenza programmata – Scrive Mao Valpiana: “Carissimi, come annunciato a Verona, in conclusione dell'Arena di Pace e Disarmo, siamo finalmente in grado di mettere in pista la Campagna per la difesa civile, non armata e nonviolenta. Tutto è pronto: il testo di Legge di iniziativa popolare, i moduli sui cui raccogliere le firme (tempo 6 mesi, dal 28 novembre 2014 al 28 maggio 2015), il sito di riferimento, la Segreteria nazionale. Ora è indispensabile (altrimenti la Campagna non decollerà) che si formino e si attivino i Comitati promotori locali...” - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2014/10/unaltra-difesa-e-possibile-campagna.html

Modena- Libraria – Scrive Linda: “Sabato 8 Novembre presenterò il mio primo libro "L'alba del tramonto" a Modena alla libreria "Emily Books" in Via Fonte d'Abisso 9/1. Info. teodolinda.guerra@libero.it”

Russia. Una morte sospetta – Scrive Noi saremo tutto: “Lunedì 20 ottobre alle 23.57 ora locale, il Falcon-50 sul quale si trovava il presidente di Total Cristophe de Margerie si è scontrato in fase di decollo sulla pista dell’aeroporto Vnukovo di Mosca con uno spazzaneve, alla cui guida pare fosse un uomo ubriaco. L’incidente ha provocato la morte di Margerie e dei tre membri dell’equipaggio, e la procura di Parigi ha aperto un inchiesta per omicidio colposo. Una tragica fatalità?...” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2014/10/26/la-morte-di-cristophe-de-margerie-cui-prodest/

Verona i dubbi di Luigi Crocco: “caro Paolo, quando clicco appare il mio da destinare  solo a me. come mai ? boh forse è in automatico l'indirizzo per chi vuole saperne di più? Attendendo lume e correggo il precedente  unico autore ed editore solo solo io e il Paolo primo e assoluto editore on line. E con immensa gioa da ieri ho tempo sino al ultimo giorno del ultimo anno 2018 a chiedere risposta, per l'applicazione anche parziale del mio progetto globale di 1100 miliardi di euro”

Mia rispostina: “Caro Luigi, quello segnalato nel Giornaletto di ieri è il tuo stesso indirizzo... chi è interessato al tuo progetto potrà scriverti, questo è tutto. Comunque qui c'è tutto quel che abbiamo pubblicato di tuo: https://www.google.com/search?rls=aso&client=gmail&q=luigi%20crocco%20paolo%20d%27arpini

Ucraina. Basta crimini nazisti - Scrive kprf.ru: “Si continua a dividere l'Ucraina. Una guerra feroce è scatenata nei mezzi di informazione di massa. Sono definite terroriste le persone che difendono le proprie case, il proprio diritto a vivere secondo i costumi degli antenati e a parlare nella lingua madre. Con il denaro sottratto ai cittadini, vengono costruite bugie mostruose e vili indirizzate contro i fratelli slavi. Poiché incontra una strenua resistenza in Novorossya, la giunta di Kiev cerca di dividere i popoli della Russia e dell'Ucraina con fossati anticarro e filo spinato...” - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2014/10/ucraina-crimini-nazisti-contro-i.html

Castelli Romani. Pulizia boschi – Scrive Istinto Animale: “L'altro ieri abbiamo organizzato una pulizia ai Castelli Romani. Dopo aver sistemato velocemente due parchi di Velletri, ci siamo spostati nelle aree boscose, in prossimità dei Pratoni del Vivaro. E' uscito fuori un po' di tutto: bottiglie, giocattoli per bambini, vestiti e tanto altro. Una zona è tuttora invasa da oggetti di grandi dimensioni (tra cui un divano) e per questo stiamo pensando di organizzare, assieme ad altri movimenti, una pulizia massiccia con tanto di camion. Vogliamo ribadire ancora una volta un concetto centrale e troppo spesso dimenticato dalla nostra società: rispettare la Natura significa rispettare anche se stessi.”

Pro desperactio afflictorum – Scrive Ulrico Reali: “Ecco lo scenario balordo attuale: nessun politico o giornalista sembra scoprire la cosa più semplice: la crescita non può apparire sul modello sociale attuale, il collasso della società è possibile, nella misura in cui non appaiono quelle correzioni, quegli sforzi, quelle professionalità che siano in grado di cambiare il modello sociale per renderlo positivo..." - Continua:

Considerazione politica di Luigi Di Maio: “Mettiamoci l'anima in pace, d'ora in poi il Movimento 5 Stelle rappresenta un pericolo reale per gli interessi bancari e finanziari europei e per questo proveranno ad indebolirci in ogni modo, non solo mediaticamente. A novembre inizieremo la raccolta firme per il Referendum consultivo sull'uscita dell'Italia dall'Euro. Quando si andrà al voto a dicembre 2015, io voterò chiaramente per l'uscita. Avremo bisogno di tutti i cittadini attivi per raccogliere le firme che ci servono, ne serviranno milioni. Preparate penne, gazebo e banchetti e dimenticatevi le strategie mediatiche e i talk show. Questo non è il tempo per fare ciò che piace alla gente, ma ciò che è giusto - anche se scomodo - per i cittadini italiani.”

L'apocalisse dietro l'angolo – Scrive Paolo Portone: “Hypnos parla alla logge riunite della sua opera Michael's Gâté ispirata a Cagliostro. L’opera di Hypnos si pone come un’offerta di sacro “non conformista” in costante aumento, che si pone come alternativa al vuoto esistenziale, alle dilacerazioni dell’io e alla crisi delle fedi tradizionali, compresa quella nel progresso e nella scienza. Essa tuttavia non richiede l’adesione a credenze misticheggianti e a fantasiose dottrine esoteriche, come il culto ufologico, che mescola l’avventismo cristiano all’immaginario televisivo e...” - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2014/10/hypnos-e-lapocalisse-dietro-langolo-in.html

Cambiamento necessario – Scrive Omraam Mikhaël Aïvanhov: “... l'Intelligenza cosmica non ha fissato nulla in modo definitivo, e ogni volta che gli esseri umani si sono rifiutati di far evolvere le forme sono sopraggiunti certi avvenimenti che hanno fatto scomparire le dottrine, le credenze e i riti che essi immaginavano validi e stabiliti per l'eternità....”

Alimentazione naturale e sano rapporto uomo/animali - Dobbiamo imparare a convivere con gli animali in modo idoneo, senza trasformarli a nostra immagine e somiglianza (come spesso avviene con i pets), e senza sfruttarli per usi impropri, come negli allevamenti industriali da carne e da latte e da uova)… Ed allora avremo attuato un sano rapporto con essi, un rapporto che potremmo definire “ecologico” e “bioregionale”…. Con questo mio discorso vorrei essere chiaro circa il rapporto -secondo me- “ideale” (o se preferite “ecologico”) con gli animali e le piante. La nostra schizofrenia e falso senso dell’etica ci porta a dividere gli animali in pets e animali da carne. Sono due categorie opposte, sono due modi scriteriati di rapportarci con gli animali.… “ - Continua:

Commento di Susanna: “L’uomo del Paleolitico mangiava dapprima ciò che gli offriva la natura: bacche, frutti, tuberi, radici, uova, insetti e resti di animali. Diventò cacciatore anche se in una prima fase procurava solo piccole prede, grazie alle armi che stava imparando a costruire utilizzando pietre scheggiate. Nacquero le prime armi: asce e lance. Evolvendosi l’uomo imparò a costruire trappole e a cacciare in gruppo. Con il tempo perfezionò le tecniche di caccia e riuscì a uccidere perfino orsi, bisonti e mammut. La pesca, grazie alla produzione di ami fatti di ossa di animali, diventò utile per trovare altro cibo. La carne garantiva il cibo, le pelli servivano per vestiti e come copertura per le tende, il grasso per l’illuminazione, le ossa e le corna per la produzione di strumenti, i denti per ornamenti, i tendini per cinghie.”

Mia rispostina: “Quel che dici sulla dieta umana nel paleolitico è sicuramente vero, L'uomo si trovava in fase di espansione territoriale e dovette necessariamente integrare la sua alimentazione inizialmente frugivora con un apporto di proteine animali. Dipendeva anche dalle condizioni climatiche e dalla impossibilità di reperire vegetali in tutto l'arco dell'anno. Non credere però che l'uso della carne fosse preponderante.. lo dimostrano le analisi coprologiche di antichi insediamenti. Comunque quel tempo è passato ed oggi cereali, legumi, vegetali, frutta, etc. sono reperibili ovunque e tutto l'anno... per cui non esiste più quella necessità di sopravvivenza. Tra l'altro è certificato che le popolazioni che si nutrono essenzialmente di carne non sono longeve e sono soggette a molte malattie.”

Commento di Sonia non mi dire che le proteine delle carne o del pesce possono essere sostituite dai legumi o vegetali x i nostri piccoli in crescita!? Io penso che e piante siano esseri viventi degni di rispetto... allora che faccio non mangio nulla? Per fortuna non sono etica e ho figli cino/africani. Io so solo che mio figlio senza quello che gli ho dato da mangiare da quando l'ho adottato non avrebbe recuperato così alla grande alzandosi x es di 25 cm in 21 mesi e dove viveva prima, mangiava prevalentemente verdure...”

Mia rispostina: “Purtroppo occorre sapere come nutrirsi, se quel bambino veniva alimentato con una dieta vegetariana non idonea al periodo di crescita è ovvio che ne soffrisse. Mangiare solo verdure non significa star bene dipende dall'età, dalle condizioni di salute, e soprattutto dal tipo di vegetali assunti. La dieta va calcolata con attenzione ed in certi casi integrata con prodotti di origine animale come uova, latte e miele...”

Da qualche parte bisogna pur cominciare e concludere... Ciao, Paolo/Saul

…...............................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Questa sera piove
sulle pianure aride a Wounded Knee
sugli hogan sulla grande montagna
sulle barricate a Comwall
sulla terra rossa
alla tomba di Geronimo in Oklahoma
Questa sera piove
nei sogni dei bambini in Salvador e Nicaragua e San Carlos
nei sogni delle madri in Brasile e Cile
e a Pine Ridge e a Wind River
questa sera piove
nel vento luttuoso
dell'inverno c'è una preghiera
si vi vo ho oh shi win
si vi vo ho oh shi win
non verremo spazzati via.”

(Lance Hanson)



Nessun commento:

Posta un commento