Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

martedì 14 ottobre 2014

Il Giornaletto di Saul del 15 ottobre 2014 – Api a Potenza Picena, Ebola od Agata?, dissesti idrogeologici, euro su cesso, il dubbio sull'io, lingue europee, banche offshore, il limite dell'etica...



Care, cari – Api  a Potenza Picena. Proprio mentre in tutto il mondo viene drammaticamente vissuto l'allarme per l'estinzione delle api, gli unici insetti che possono garantire la biodiversità con la loro opera impollinatrice, un uomo di Potenza Picena non trova niente di meglio da fare che distruggere un alveare spontaneo che era sorto nel suo podere. "Volere è podere"... ma le api hanno “infastidito” l'uomo – così riporta un giornale locale – non che l'avessero punto, no, solo infastidito alla vista. Le api avevano avuto l'ardire di accasarsi nell'incavo di una vecchia quercia, senza versare il canone d'affitto al proprietario, il quale non ha pensato di ripagarsi con il miele che avrebbero prodotto ma ha deciso di ricorrere alla “soluzione finale”. Armato di bombola di gas e bruciatore ha appiccato fuoco al nido. Ma con la cremazione degli imenotteri è stato intaccato dalle fiamme anche l'incavo dell'albero, Tant'è che l'uomo, spaventato dal fumo che usciva dall'albero come fosse una ciminiera, ha dovuto chiamare i pompieri che hanno domato a fatica l'incendio, con grande dispendio di energie ed ore di lavoro. All'autore di tutto questo sfacelo è stato ordinato di abbattere il tronco abbrustolito “in un tempo ragionevole...” - Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2014/10/14/potenza-picena-ed-il-nemico-delle-api-allennesima-potenza/

Giornaletto. Ed il dubbio sull'io – Scrive Ettore: “Ciao Paolo, sai in così poco tempo ho affrontato così tante letture che tra Ego, il Sé, l'io sono, l'essere, non essere, Brahman, Atman, Maya e via discorrendo, ho un casino in testa che ci vorrebbe un prestigiatore per fare un po' d'ordine. Non riesco a capire la tua risposta (forse la intuisco) se come Sai Baba scrive "Diventa un Flauto nelle mani del Signore. Lascia che il Suo Respiro passi attraverso di te, producendo una Musica deliziosa, che scioglierà i cuori di tutti. Arrenditi a Lui; diventa cavo, senza ego. Allora Egli Stesso verrà e ti prenderà, carezzevolmente. Egli applicherà te, il Flauto, alle Sue labbra, e soffierà attraverso di te il Suo Dolce Fiato. PermettiGli di suonare qualsiasi canzone Gli piaccia...", ma non voglio alimentare una discussione, visto che da questa parte la mia ignoranza non mi aiuta a capire. Penso di aver capito che è l'identificazione con il corpo mente che ci frega, ma non è proprio di questo che il nostro Ego si alimenta e sopravvive?”

Mia rispostina: “...ego, ego? più ci pensi e più lo ritieni vero. Lo costruisci con il pensiero. L'ego non esiste è solo una proiezione mentale.."

Ebola od Agata? Scrive Vincenzo Zamboni: “Alcuni medici (tra cui lo svizzero Beda Stadler) mettono in dubbio l'attendibilità dell'informazione sul virus Ebola, sulla base di argomenti del seguente genere: Molte diagnosi sono sospette, non individuando con certezza la causa di morte. Esistono varie malattie virali con mortalità superiore a questa, che vengono ignorate. La questione sollevata merita di essere indagata e compresa meglio, perché i contestatori come Stadler potrebbero avere ragione...” - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2014/10/ebola-tu-mi-conosci-ebola-sulle-note-di.html

Prove di terza guerra mondiale – Scrive I.O.: “Terza Guerra Mondiale, istruzioni per l’uso. Ne parla George Friedman sul newsmagazine “Strafor”: tra Ucraina e Iraq, si dipana la “Strategia nel Mar Nero”. «Mentre altri analisti scrivevano dei “valori europei” che dovrebbero prender piede in Ucraina, quali ad esempio la “democrazia” e la “società aperta”, Friedman si è invece dedicato al posizionamento strategico, alla pianificazione militare e alla politica del petrolio e del gas della Russia», prende nota Arkady Dziuba. Friedman «ammette apertamente» che gli Usa abbiano pilotato la crisi ucraina per «infliggere un colpo strategico alla sicurezza nazionale russa». Nel complesso, è una «geo-strategia volta a precipitare il mondo nel caos»....

Dissesti idrogeologici e patti di stabilità – Scrive Filippo Mariani: “Il dramma dell'alluvione della Liguria di ponente è solo l'ultimo capitolo del “romanzo” tutto italiano delle catastrofi, oggi definite climatiche. Del problema dei cambiamenti climatici, indotti dal Global Warming se ne parla in Italia dal 1990, ma da allora ad oggi nulla è stato fatto. Ha spesso prevalso la negligenza di chi ci ha governato e ci governa e poi, dulcis in fundo, quei maledetti patti di stabilità che, per la gioia delle “strategie” di questa Europa delle banche, ha legato le mani a tutti i sindaci d’Italia impedendo loro di disporre dei propri soldi per realizzare opere di prevenzione..” - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2014/10/patti-di-stabilita-e-dissesti.html

Commento di Medicina Democratica: "Dopo Genova c'è ancora chi avrà il coraggio di dire che le priorità di sono le grandi opere e l’inutilissimo e costosissimo Tav-Terzo Valico che trasporterebbe milioni e milioni di tonnellate di merci provenienti dalla Cina sino a Rotterdam, unitamente a passeggeri che vanno e vengono dal Tirreno al mare del Nord? Sblocca Italia-sotto-il-fango. Via la TAV dai territori! Investire sulla tutela! Dalla Liguria e dal Piemonte ancora un segnale chiaro e tondo di politiche da invertire"

Banche offshore – Scrive Isabella Zanotti: “È stato calcolato che l’80% di tutte le transazioni del sistema bancario internazionale abbia luogo tramite queste banche offshore. Circa 1,4 trilioni di dollari sono parcheggiati nelle banche offshore nelle sole Isole Cayman. Alcunii ritengono che un quantitativo pari alla metà di tutto il capitale mondiale passi, in un modo o nell’altro, proprio qui....” Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2014/10/pressione-fiscale-e-sanguisuga-statale.html

Roma. Blocchiamo “sblocca Italia” - Scrive No Corridoio: “Per bloccare lo "Sblocca Italia". Il 15 e 16 Ottobre 2014, promossi da un ampio numero di Comitati e Associazioni, si terranno due giorni di presidi a Montecitorio. Noi ci saremo!”

Le piante insegnano - In natura tutto segue uno schema di corrispondenze. Potremmo affermare che ogni forma vivente assume aspetti psicosomatici che corrispondono alle qualità incarnate. Questo fatto era noto sin dalla più remota antichità, all’uomo ed agli animali. Infatti confidando nella innata comprensione essi si curavano sentendo attrazione o repulsione per certe specifiche piante o alimenti. Questa naturale pre-conoscenza è stata alquanto offuscata dal momento che l’uomo ha preferito seguire un metodo limitatamente scientifico che, essendo imperfetto data la natura stessa dei mezzi utilizzati, nel corso del tempo ha impedito la continuità di questa... - Continua:

Giornaletto ed OGM – Scrive Giorgio Vitali a commento dell'articolo https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2014/10/11/si-avvicina-la-fine-del-mondo-appello-a-gesu-bambino-per-il-salvataggio-della-specie-umana/ -: “L'USO DI OGM è UNO STUPRO. LO DIMOSTRA IL FATTO STESSO CHE SONO PROPRIO LE PIANTE STUPRATE AD ESPELLERE IL FRUTTO DI TALE INTERFERENZA. INFATTI SOLO DOPO QUALCHE RIGERMINAZIONE L'INTERFERENTE è ESPULSO. QUESTA è LA RAGIONE VERA DEL FATTO CHE TALI PIANTE SONO STATE CONCEPITE PER MORIRE SUBITO DOPO LA PRIMA GERMINAZIONE E NON DARE PIù SEMI. DA QUI ANCHE L'INTERESSE FINANZIARIO ED ECONOMICO CHE HA PORTATO SOPRATTUTTO IN INDIA AD UNA DRAMMATICA SEQUENZA DI SUICIDI FRA I CONTADINI. NE CONSEGUE CHE QUALSIASI AZIONE IN DIFESA DELLA NATURA DEVE CONSIDERARSI LECITA. COME LORSIGNORI (quelli che gestiscono la produzione di OGM attraverso le multinazionali da LORO controllate) UCCIDONO IMPUNEMENTE NATURA E UMANI, così noi dobbiamo combattere nel senso pieno del termine, per la difesa della VITA su questo pianeta.”

Bologna. Euro su cesso in Grecia – Scrive ARS: “In anteprima a Bologna, venerdì 17 ottobre 2014, proiezione di "Grecia, il più grande successo dell'euro". Girato in Grecia dal gruppo I 101 Dalmata, prodotto da L.I.R.E., finanziato in crowdfunding, per la Regia di Matteo Nigro e Francesca Cangiotti. Un documentario sulla crisi del paese che il senatore “nominato” Monti definì pochi anni or sono: "il più grande successo dell'euro". Un drammatico resoconto su una situazione ormai dimenticata dai media e, al tempo stesso, un’inquietante finestra aperta sul futuro dell'Italia...” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2014/10/era-di-venerdi-17-bologna-euro-sur.html

Giornaletto. Recensione – Scrive R.A.: “Grazie Paolo per aver pubblicato ieri questi due straordinari articoli: Sul dna extraterrestre di Ennio La Malfa. Sull'evoluzione di Roberto Cascone. Per me estremamente interessanti.”

Mia rispostina: “..grazie a te per averli letti.... i lettori sono sempre più rari, ormai passano il tempo su twitter o su FB a fare pissi pissi..."

Europa. Riprendiamoci le lingue.. - Scrive George Gastaud: “Avec toute la perversité idéologique qui les caractérise, le capitalisme euro-mondialisé et ses collaborateurs hexagonaux présentent le basculement de la France au tout-globish et la relégation largement engagée du français, comme une «ouverture» sur la modernité et sur la pluralité des cultures....” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2014/10/14/allons-enfants-de-la-patrie-reprenons-langues-par-georges-gastaud/

L'Universo è pure troppo pieno di vita - Ad integrazione dell'articolo http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2014/10/ennio-la-malfa-luniverso-e-una-immensa.html il medico e ricercatore, Massimo Fratini, che è intervenuto al convegno “C’è vita nell’universo?” (organizzato da Accademia Kronos a Ronciglione), ha annunciato: “Un gigantesco pianeta sta per entrare nel nostro sistema solare, ecco le foto scattate da due speciali telescopi orbitanti Nasa. Foto al momento tenute nascoste dalle autorità mondiali al fine di non gettare nel panico la gente. Ora si capisce perché in tutto il mondo, escluse alcune nazioni come l’Italia, si stanno costruendo giganteschi rifugi sotterranei per centinaia di migliaia di persone. Anche il Vaticano sarebbe al corrente di questa situazione, tant'è che ha costruito un telescopio a raggi infrarossi in Antartide, zona del pianeta dove questo gigantesco corpo celeste in arrivo si può già vedere...."

La storia dell'universo in tre minuti e mezzo – Scrive Open Mind: “https://www.bbvaopenmind.com/en/chronology-universe-video-infographic/?utm_source=facebook&utm_medium=techreview&utm_content=CronologyUniverse&utm_campaign=MITchange - How did the Big Bang process unfold? How was matter created? And what was the role of the Higgs boson, which gave mass to other particles? This is the story of the creation of our universe, a narrative that lasts 13.7 billion years, but we have summarized it for you in the three and a half minutes...”

Pozzuoli. Agricola - Scrive CortoCircuito Flegreo: "19 Ottobre 2014, Giardino dell'Orco, Lago d'Averno, lato sx, Pozzuoli (Napoli), ore 17, tavola rotonda con Sergio Cabras per la presentazione del Libro TERRA E FUTURO. Segue presentazione della Campagna per l'agricoltura contadina e proposta di Legge sulle agricolture contadine con esponenti della Campagna. Info. sercabras@gmail.com”

Il limite dell'etica - L'etica appartiene al ragionamento e quindi alla mente logica che fornisce risposte precostituite basate su trascorse esperienze (conscio e subconscio) mentre la felicità è connaturata nell'inconscio e risiede nella mente analogica. L'Uomo, come tutti gli altri animali è felice di vivere per sua propria disposizione naturale. (….) Purtroppo nella società moderna, soprattutto in seguito al predominio della scienza razionalista (e della cultura maschilista) ha preso il sopravvento la parte giudicativa della mente, da cui la grande affermazione delle religioni monoteiste, e della arroganza dell'uso nei confronti delle altre creature e della natura.. - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2014/10/la-morale-e-letica-oscurano-la.html

Non solo l'etica, anche l'utile ha un suo limite... Ciao, Paolo/Saul

…...........................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Ego. Non puoi fermarne l’odore… che si manifesta da sé.. come una “memoria” di quell’infinito (nel finito apparente…). La ragione cerca di descrivere questo aroma.. ma solo l’intuito può darci “conferma” della sua reale natura. D’altronde tutto avviene nella Coscienza per mezzo della Coscienza. In tal modo qualsiasi tentativo di “spiegazione” perde di valore essendo superata dalla successiva sovrimposizione… un’onda continuata, un flusso di pensieri che attirano attenzione ma di cui la vera sostanza è la semplice Consapevolezza. Perciò non serve preoccuparsene…”
(Saul Arpino)



.....................................................


Commento ricevuto: 

Se ho ragione (e paradossalmente spero vivamente di no), il JOBS ACT non avrà alcun effetto.
Il motivo è che la volontà che fa lobby sui politici vuole traghettare L'Europa e l'Italia in particolare, verso un nuovo modello con pochi ricchi, una risicata classe media ( perlopiù burocrati) e una nuova grande maggioranza di nuovi poveri ( tenuti volutamente in stato di bisogno e quindi ricattabili).
Il progetto da parte dei veri poteri forti, verte volutamente verso la creazione di una " maggiore governabilità", che in pratica si concretizza in un divenire continuo verso una sorta di nuovo medioevo tecnologico, dove grazie alle tecniche di manipolazione psicologica delle masse, pochissimi comanderanno sui molti.
A noi rendercene conto in tempo e contrastare questa manovra , dirigendo invece verso il concetto di "Collective intelligence".
Vedi link : http://it.wikipedia.org/wiki/Intelligenza_collettiva
Temo che Il JOBS ACT sia un tentativo ben orchestrato, di far vedere alle masse ignare che si fa qualcosa senza invece fare nulla, o peggio mettere un altro tassello verso il terribile fine voluto....
Spero di sbagliarmi, ciao
Ermanno Cavallini



Nessun commento:

Posta un commento