Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

mercoledì 15 ottobre 2014

Il Giornaletto di Saul del 16 ottobre 2014 – Visione bioregionale e bene comune, Sardegna martoriata, Isis e USA, lo renzi il “magnifico”, psicologia transpersonale



Care, cari – Visione bioregionale e bene comune – Scrive Caterina Regazzi: “Basterebbe chiedersi, quando si prende una posizione, o si fa una scelta se quella scelta porta o meno al bene comune, il nostro, quello della nostra famiglia quello della nostra famiglia allargata che è l’umanità e con essa di Madre Natura nel suo insieme, compresi gli aspetti sociale, culturale e spirituale. E quindi, quale dovrebbe essere secondo me il fine ultimo, il più ampio possibile, di un ecologista (ma senza l’esasperazione di un -ismo)? Può essere la salvaguardia del pianeta, il riequilibrio della vita in questo mondo che è stato tanto snaturato, sfruttato, sporcato dall’uomo?” - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2014/10/il-bene-comune-nellottica-bioregionale.html

Roma. Basta cemento – Scrive Antonio Castronovi: “Non permettiamo che Tor di Valle (Roma) diventi un modello per meglio rapinare e cementificare il territorio. Lo chiamano Stadio della Roma ma non è vero, la proprietà fa capo a dei privati: James Pallotta ed altri. Vogliono costruire lo Stadio di calcio per permettere una incredibile speculazione che chiamano Business Park. Info. acastronovi@lazio.cgil.it”

Roma. Pro Kobane - Scrive Valeria Sonda: "Presidio/assemblea a Roma – Largo Argentina, venerdì 17 ottobre 2014, h. 16.00. Disarmare ISIS e isolare gli Stati che lo sostengono (Arabia Saudita, Qatar, Turchia). Aprire un corridoio al confine turco che consenta aiuti umanitari e rifornimenti alle forze di difesa kurde delle YPG/YPJ che stanno eroicamente difendendo Kobane"

Lo Renzi il “magnifico” - Scrive Sara Di Giuseppe: “Veramente seria è la questione che devo esporvi, miei buoni amici, e il discorrerne mi è molto penoso. Sento persino vergogna per essere nata di questi tempi in questo Paese, quando vedo che quel popolo un tempo dominatore di gran parte delle terre, si fa menare attorno secondo il capriccio di un ragazzo; per essere nata in questo Paese dove uomini di tant’alto ingegno, rinomati per età e saggezza, riescono a riconoscere, ma invano, la schiavitù che si sono procurati, senza avere il coraggio di liberarsi di essa.....” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2014/10/lo-renzi-il-magnifico-ed-il-patto-del.html

Genova. La risposta di Grillo ai contestatori – Scrive Beppe: “Ho girato un po' a Genova oggi, i nostri parlamentari sono lì. Ne ho incontrato 4 o 5 che sono lì con la scopa in mano in forma privata, sono mischiati a quelli che danno una mano. Una parte dei nostri sono rimasti a Roma perché faremo una mozione di sfiducia al governo Renzie perché non ha mantenuto le promesse. Queste sono persone che mentono sapendo di mentire e chi ci va di mezzo sono sempre i poveracci. Io mi sono preso i miei fischi, me li tengo, vi ringrazio che mi avete anche detto "spala!". Se vi rappresento la politica e dovete sfogarvi, bene, sfogatevi su di me: io uscirò di nuovo. Sono pronto a prendermi tutti gli sfoghi perché avete tutte le ragioni del mondo. Anche se la mia coscienza è a posto perché è la mia città e sono andato nei miei quartieri, dove sono nato e cresciuto. Io ci sono, il M5S c'è e ci sarà sempre dalla parte delle persone sconfitte. Basta con questa gente che manda i tweet, fa le mozioni e poi non mantiene quello che dice.”

Si scrive Ebola, ma si legge Business – Scrive P.D.: “Metalli preziosi, materie prime, terre rare. Grazie allo stato d’emergenza proclamato per la temutissima epidemia – in realtà assai meno letale delle altre patologie di massa che straziano l’Africa – gli Stati Uniti installano in Liberia, al crocevia delle maggiori ricchezze del continente nero, la nuova task force di Africom, il comando speciale delle forze armate statunitensi creato per contendere alla Cina il controllo sulle grandi risorse africane. Nulla di ciò, ovviamente, traspare dalla retorica di Obama...”

Sardegna martoriata – Scrive Antonio Mazzeo: “Un disastro ambientale di proporzioni enormi, ingiustificato, inaccettabile. Per nome e conto del complesso militare-industriale-finanziario e di chi, da tempo immemorabile, stupra i territori e il paesaggio per le vecchie e nuove guerre planetarie. Continua il war game in un’isola, la Sardegna, dove sorgono i più grandi poligoni terrestri e aereonavali del Mediterraneo. Dove non c’è giorno, mese, anno, in cui non vomitino fuoco e morte gli aerei, i carri armati, le navi e i cannoni della Nato e dei regimi più reazionari...” - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2014/10/sardegna-lisola-martoriata-dalla-nato.html

Veneto. Il massacro contadino – Scrive Cristina Scanu: “In Veneto gli agricoltori sono sul piede di guerra, massacrati dalle tasse e dalle regole imposte dall'Europa. Ormai non raccolgono più né mele né patate perché produrli costa troppo e quella stessa regione che durante l'anno ha dato loro fondi europei per aiutarli a coltivare, ora distribuisce incentivi per distruggere i raccolti...”

Cattive notizie – Scrive Roberto Anastagi: “Caro Paolo, ieri ho letto sul tuo Giornaletto l'articolo di Vincenzo Zamboni che termina dicendo "...perché i media ci subissano di cattive notizie e mai di notizie buone. Quante volte ho pensato a questo che è la stessa cosa di quando gli automobilisti dei paesi incivili, quando c'è un incidente rallentano intasando il traffico nella speranza di vedere sangue o persone maciullate. Purtroppo è nella natura umana la ricerca del peggio e mai del meglio, scoprendo il peggio credono di potersi sentire migliori...”

ISIS, USA e israele – Scrive Stefano Zecchinelli: “Lo Stato Islamico nasce dalla collaborazione di più servizi segreti: quelli americani e israeliani da un lato e quelli dell’Arabia Saudita (vero e proprio paradiso della criminalità organizzata araba) e della Turchia dall’altro. Ci sono però delle differenze che è bene sia pur brevemente analizzare per avere un quadro più chiaro del conflitto in corso....” - Continua:

Modena. Grani antichi – Scrive Piero Negroni: “Sapori antichi a Villa Sorra di Modena, con tanti eventi collegati: La semina collettiva dei grani antichi, il mercato bio, laboratorio di assaggio mele antiche, visita al giardino storico, musica jazz, ecc. Domenica 19 ottobre 2014, dalle 10 in poi. Info. piero.negroni@teletu.it"

Diversamente dis-umani – Scrive Franco Libero Manco: “La violenza in natura si manifesta principalmente perché un animale si sente minacciato o per motivi di sopravvivenza. Tra gli esseri umani si manifesta quando l’individuo viene privato di un suo diritto o si impossessa di ciò che non gli appartiene; oppure si impossessa di un altro, nella fattispecie di un animale che naturalmente non è d’accordo a cedere se stesso per essere sfruttato o mangiato, la mucca non cede volentieri il suo latte agli umani, né la cavia si presta volentieri ad essere vivisezionata, ma all’uomo non importa se l’animale, o l’altro, è d’accordo, anzi, non gliene frega nulla.....” - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2014/10/diversamente-dis-umani.html

Sirolo. Di notte – Scrive Riccardo: “Escursione notturna del 25 Ottobre 2014. Il fascino della notte, nei luoghi dove c'è silenzio e l'unica luce viene dalla volta celeste, Con l'abbigliamento adatto, scarpe robuste con suola in gomma artigliata, vestiario comodo e resistente e una piccola torcia, non si sa mai, entreremo sicuri nel buio e saremo un tutt'uno con esso. Luogo d'incontro è il piazzale di fronte al municipio di Sirolo, non oltre le 20.30. Info. mencarelliriccardo2@libero.it

Le piante insegnano – Scrive Franca Oberti a commento dell'articolo https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2014/10/14/forma-colore-sapore-delle-piante-e-loro-caratteristiche-psichiche/ -: “...interessante il tuo articolo sulle piante. Sono praticamente d'accordo su tutto quello che scrivi, perché è quello che ho studiato da tanto tempo. Spesso non ne parlo o non ne scrivo, perché essendoci ancora molti metodi dichiarati empirici, evito di sollecitare le diffidenze delle persone. Vorrei solo aggiungere che talvolta, nei giardini di casa, o intorno a noi, crescono piante che ci servirebbero in quel periodo. Per esempio se ti nasce tanto tarassaco, vuol dire che devi depurare il fegato, ecc... Inoltre le piante che teniamo in casa talvolta si fanno carico della nostra salute, morendo al posto nostro, se necessario...”

Mia rispostina: “Esattamente, cara Franca, questo è anche il criterio bioregionale, l'ambiente ci invia segnali attraverso la vita che ci circonda, dicasi simbiosi mutualistica... Dovresti leggere anche tu il libro "Biologia delle Credenze" di Bruce Lipton ....”

Psicologia transpersonale - Nell’analisi degli archetipi non possiamo trascurare la ricerca psichica avanzata, iniziata con Jung, proiettata negli schemi di Wilber e Grof. Una sintesi sul pensiero rarefatto che raggiunge il limite dell’esperimentabile. Nella fase più densa c’è l’Ombra che rappresenta le condizioni palesi, l’orgoglio ed il bisogno di successo, essa spinge verso l’amore romantico ed idealizzato e la sua controparte odio e sensi di colpa. Segue il livello dell’Ego che consente un approccio intellettuale e contribuisce alla comunicazione verbale ed al pensiero lineare... - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2014/10/psicologia-transpersonale-e-conoscenza.html

Dietro ogni ombra c'è la luce... Ciao, Paolo/Saul

….................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

Invocazione

"Mio Maestro, mio Maestro,
tu che distruggi senza essere cattivo!
Tu che edifichi senza essere buono!
Tu che fosti prima dei tempi e
che non sei vecchio!
Tu che copri tutto come il Cielo,
che porti tutto come la Terra,
che sei autore di tutto senza essere abile.
Comprenderti così,
ecco la gioia celeste.
Sapere che io sono nato per la tua influenza,
che alla mia dipartita rientrerò nella tua Via,
che riposando comunico allo Yin la tua modalità passiva,
che agendo comunico allo Yang la tua modalità attiva:
ecco la felicità suprema...
L'azione dell'Illuminato si confonde con l'azione del Cielo,
il suo riposo col riposo della Terra.
Il suo saldo Spirito domina il mondo!"

(Chuang-tze)



Nessun commento:

Posta un commento