Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

venerdì 30 agosto 2013

Il Giornaletto di Saul del 31 agosto 2013 – Siria veritiera, IMU perdi uno paghi tre, Rosa e Viterbo, aviaria e vaccini, cacciatori ambientalisti, vita da spiaggia a Porto Recanati


Foto: Immondizie varie
Porto Recanati - Spiaggia libera e lattine sparse, fra le tamerici

Care, cari,

Porto Recanati. Vita da spiaggia - Scrive Caterina Regazzi: “Treia. Venerdì 30 agosto era la giornata prescelta per la seconda uscita al mare, le previsioni del tempo davano cielo sereno e temperature miti, non troppo alte, così, dopo aver avvisato il nostro amico Franco della nostra gita siamo partiti alla volta di Porto Recanati. Arrivati al parcheggio di fronte alla spiaggia libera che c'è a destra arrivando, davanti ad una sparuta selva di tamerici, ci siamo incamminati con ombrellone e sdraietta alla volta della spiaggia. Ho assistito allo svuotamento di un cestino da parte di un operaio del Comune, ma purtroppo i numerosi cestini ed i grossi sacchi neri predisposti all'uscita nella spiaggia dal Comune, evidentemente non vengono considerati dai locali avventori: purtroppo il retro della spiaggia è tutt'ora, come già avemmo modo di denunciare un paio di anni fa di questi tempi, un gigantesco immondezzaio...” - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2013/08/da-treia-porto-recanati-e-ritorno.html

Frutti di bosco – Scrive Spiritual: “Mirtilli, mele e uva sono risultati in testa a ogni classifica nello studio a lungo termine, che ha monitorato 187.000 persone nell'arco di decenni. E' il mix perfetto. Non solo per rinfrescarsi e fare il pieno di vitamine e sali minerali, ma anche per scappare lontano dal diabete.”

La verità nascosta viene a galla – Scrive Clara Salpietro: “La Siria sta pagando un prezzo altissimo per una partita che serve a stabilire nuovi equilibri mondiali e in Italia la verità non viene detta, viene raccontata un’altra realtà”. E’ quanto afferma Mimmo Srour, siriano che vive in Abruzzo. Mimmo Srour conosce bene la Siria e anche in questi momenti così delicati e complessi continua ad essere in contatto costante con persone, che vivono in Siria. L’aspetto che mette in evidenza e che non riesce ad accettare riguarda l’informazione di parte che viene portata avanti in Occidente. “Un po’ di tempo fa alcuni giornalisti italiani, di giornali anche blasonati, sono andati in Siria – afferma – e una volta tornati nessun giornale gli ha dato la possibilità di scrivere e raccontare quello che avevano visto. E’ stato imposto il silenzio su quanto sta accadendo in Siria” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2013/08/intervista-con-mahmoud-srour-sulla-vera.html

Confidenza di Mata Hari: “In tanti, cari amici, stanno facendo lo 'slittamento' in senso eurasiatico. Gli interessi sono molteplici. Non solo la vittoria di Putin nel teatro mediterraneo, ma il fatto che l'Italia ha miliardi e miliardi di investimenti con Siria, Iran, Russia, e tutti quelli che gli anglosionisti odiano. Del resto è chiaro che noi si vada in quei paesi: nel pascolo usanglofranco non ci lasciano entrare. Perfino la Bonino se n'è accorta...”

Iene imperialiste rosicano – Scrive CARC: “La Repubblica Pontificia (Italia) parteciperà alla aggressione contro la Siria con le basi USA e NATO che costellano il nostro territorio, (parteciperebbe anche con l’impianto radar di Niscemi contro cui si sta battendo eroicamente il movimento NO MUOS, se la mobilitazione non ne avesse rallentato i lavori!) e con i suoi bombardieri (quelli vecchi, perché gli F35 non li ha ancora in mano, li ha solo pagati)....”

Commento di G.T.: “...a riprova che a lor signori non interessa la democrazia ma solo se stai ai loro ordini........ diversamente avrebbero dovuto dichiarare guerra all'arabia saudita visto che è una delle dittature più dure che esiste in medio oriente...”

Riflessione di Mao Valpiana, del Movimento Nonviolento, per la pace in Siria: http://retebioregionale.ilcannocchiale.it/

Il parere di Fabrizio Belloni: “Obama ha il dono di non capire nulla di politica estera. A dir la verità non differisce molto dai precedenti presidenti SUA. Bombarderà la Siria, con inglesi e francesi. Non cambierà lo svolgersi della guerra fra sciti e sunniti (appena cominciata), ma otterrà lo scontro fra Hezbollhà ed Israele. Piccolo particolare: fra i 14.000 soldati della forza internazionale interposta a cuscinetto, ci sono molti Italiani. Morire per Israele? Mai! Per la miseria! Portiamoli a casa. Ora. Subito. Sono i NOSTRI ragazzi, non quelli dello sprovveduto Obama, o quelli dei suoi servi-alleati anglofrancesi. Il fatto è che questo governo (pur avvisato dai nostri Servizi), è più interessato alle vicende di Berlusconi, che a quelle del nostro amato Stivale. Non pensa: esattamente come Obama...”

Viterbo e Rosa (dimenticata) – Scrive Giovanni Faperdue: “..le vacanze sono finite e, a noi viterbesi, ci attendono le festività di S. Rosa. A questo proposito ritengo opportuno ricordare a tutti che l’oggetto del culto non è la macchina di S. Rosa, o anche i facchini. L’oggetto del culto è S. Rosa. A Viterbo molte persone se lo sono dimenticato. Ormai mancano pochi giorni al 3 settembre 2013 e tutta la città si appresta a vivere il momento più bello dell’anno: il trasporto della Macchina di Santa Rosa. Si parla del “campanile che cammina”, e poi si parla dei Facchini, ma quasi nessuno parla di Santa Rosa. Quando spesso vado a visitare la sua urna, verifico con grande disappunto, che pochi viterbesi si ricordano della nostra patrona....” - Continua:

Assisi. Mandir della Pace – Scrive Gabriella Lavorgna: “Caro Paolo sto predisponendo il programma per il meeting del Mandir della Pace di Assisi che faremo dal 4 al 6 ottobre p.v e come sempre parliamo di ecologia, animalismo, vegetarianesimo, argomenti a te ben noti.:-). Saresti disponibile a partecipare con una tua relazione sul tema nella sezione dedicata al rapporto uomo, natura e ambiente prevista per la mattina del 5 ottobre? Se mi confermi al più presto ti inserisco...”

Mia rispostina: “Cara Gabriella, ti ringrazio per l'invito, in quei giorni sono anch'io impegnato qui a Treia per i festeggiamenti di San Francesco... Passerei però la richiesta di partecipazione alla  cara amica Sonia Baldoni, specialista in riti della natura ed erbe selvatiche, anche lei fa parte della Rete Bioregionale, e potrebbe intervenire con una escursione erboristica nei paraggi del luogo dell'incontro per un approfondimento dal vivo... sulla creatività della natura. Abbiamo appena concluso assieme una manifestazione per la luna piena a Treia che ha avuto un buon successo (vedi: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2013/08/da-treia-alla-grotta-di-santa-sperandia.html) Per accordi con lei, scrivile a: sachiel18@virgilio.it”

I cacciatori possono aiutare l'ambiente (se vogliono) – Scrive Filippo Mariani: “La situazione ambientale e climatica del nostro pianeta in questi ultimi anni è peggiorata sensibilmente. La concentrazione nell'atmosfera di anidride carbonica, potente gas serra che incide profondamente sul clima del pianeta, un mese fa ha superato la "linea rossa" arrivando a 404 ppm (parti per milione). Solo un secolo fa la concentrazione di CO2 nell'aria era di 280 ppm, tale valore è rimasto integro, a parte leggere variazioni, per 10.000 anni, l'attività umana invece in soli 100 anni ha quasi raddoppiato questo valore. Gli scienziati ci informano che se supereremo la soglia dei 470 ppm di CO2 in atmosfera, ci sarà uno sconvolgimento climatico tale in cui sarà messa in discussione anche la nostra sopravvivenza....” - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2013/08/appello-ai-cacciatori-affinche.html

Aviaria, affari ministeriali e vaccinazioni di massa – Scrive Paolo Bellenghi: “...pur ben sapendo che il percorso delle vaccinazioni deve come suo inizio a Jenner, Pasteur si è interessato anche agli animali affrontando i problemi legati alla rabbia, alle epidemie dei polli ed alla cosiddetta  peuvrine che massacrava gli allevamenti di bachi da seta, risolvendo in parte il problema. Adesso, ora ed oggi, credo che con questa "strana" e ricorrente epidemia di aviaria occorra affrontare due questioni, la prima legata alla mole degli allevamenti, perché seicentomila galline sono troppe da controllare, è umanamente impossibile, e quindi chissà cosa mangeranno per non ammalarsi, boccaccia mia statti zitta, acqua di Lourdes?..” - Continua:  http://retedellereti.blogspot.it/2013/08/emilia-aviaria-virus-vaccinazioni-ed.html

Imu. Perdi uno paghi tre – Scrive FOM: “ ....premettendo che ritengo che una tassa sulla casa è SEMPRE iniqua, perché se la casa te la sei fatta o l'hanno fatta nonni e genitori con fatica NON è giusto che venga chiesta una SERVITU' medievale su qualcosa di già pagato con fatica, non vedo comunque dove sia questa eliminazione: mi risulta che oltre a service tax ci sarà un'irpef e una tassa ancora che non ho ben capito in cosa consista... quindi TRE tasse al posto di UNA..." - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2013/08/govern-imu-carta-vince-carta-perde-esce.html

Uffah, pure oggi è fatta! Ciao, Paolo/Saul

….................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:


Il vero amore è trasformare l'isolamento in solitudine, aiutare l'altro, se lo ami, a essere solo. Tu non ne sei il completamento; non cerchi, in un modo o nell'altro, di completare l'amato con la tua presenza. Niente affatto: lo aiuti a essere solo, a essere così pieno del proprio essere da non trasformare te in un bisogno. (Osho) 

Nessun commento:

Posta un commento