Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

mercoledì 28 agosto 2013

Il Giornaletto di Saul del 29 agosto 2013 – Appello all'ONU per la pace in Siria, Tera Pustota a Venezia, il maligno che alligna, radici genetiche europee, uomo nuovo di Osho


Dipinto di Franco Farina

Care, cari,

Buongiorno! Scrive Franco Farina: “Oggi è un buon giorno? L'estate man mano sta tramontando, i temporali con le loro nubi multiformi e gli acquazzoni han rinfrescato l'aria. Man mano alcune persone riprendono le varie attività lasciate durante la pausa estiva. L'arte continua comunque nelle varie stagioni a diffondere la sua onda di estetica nell'aria. La creatività gioca un ruolo fondamentale nella vita. C'è gioia nel creare. Come sarebbe la vita senza queste belle cose?”

Siria. Appello all'ONU contro la guerra – Scrive Marinella Correggia: “Contro una nuova guerra illegale, ipocrita e senza prove, scriviamo subito al Consiglio di Sicurezza dell'ONU. Devono sapere che c'è chi non è d'accordo. Qui sotto il testo in inglese e gli indirizzi email (ma noi abbiamo mandato fax, più efficaci). Scriviamo anche un breve messaggio ALLA BONINO & C. perché l'Italia SI DISSOCI in ogni caso (l'Italia non si è MAI dissociata da una guerra!!) o se conosciamo deputati e senatori di questo inerte parlamento...” - Continua con testo suggerito ed indirizzi: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2013/08/siria-appello-contro-la-guerra-ai.html

Commento di Giorgio Vitali: “CHE LE COSE SAREBBERO ANDATE FINO A QUESTO PUNTO ERA AMPIAMENTE PREVEDIBILE DOPO LE COSIDDETTE PRIMAVERE ARABE. LA SIRIA ERA NEL MIRINO DA TEMPO, MA PER RAGIONI PETROLIFERE PIU' CHE POLITICHE. Anche queste però sono importanti. Essendo la Siria governata da un SISTEMA non TRIBALE come invece tutti gli altri paesi dell'area caduti nelle grinfie degli usa/israel/GB. Quale il primo fine della guerra? LA SPARTIZIONE DELLA SIRIA . Ma tale spartizione danneggia in primo luogo l'Italia come già la scomparsa della Libia dai territori sotto NOSTRO, pur superficiale, controllo. Nota finale: si doveva capire dove intendevano parare gli USA/Israel quando iniziarono l'attacco attraverso l'infiltrazione dei tagliagole. Bisognava annichilirli subito.”

Venezia cinema – Scrive Doriana Goracci: “Sarà presente anche Carla Urban,  mia stimata e carissima amica dall’adolescenza, alla presentazione del documentario TERA PUSTOTA, nell’ambito della 70ma edizione del Festival del Cinema di Venezia: la Regione Veneto presenta il documentario presso HOTEL EXCELSIOR – Sala Chez Vous 31 AGOSTO 2013 – ORE 18. Lascio ora la parola a lei, Valeria Davanzo, l’autrice del documentario TERA PUSTOTA...” - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2013/08/31-agosto-2013-venezia-cinema-tera.html

Logge massoniche sioniste – Scrive Gianni Caroli: “Quando gli inglesi si apprestarono a ricevere l'eredità del Levante dal defunto impero Ottomano, corroso dall'interno dalla esorbitante egemonia ebraico-finanziaria incistata da secoli nella Sublime Porta, come oggi a Washington-Wall Street, CREARONO IN EGITTO DUE LOGGE MASSONICHE DI LORO OBBEDIENZA: 1) LA "THULE SOCIETY" per 'arianizzare' gli ebrei che si proponevano di raggiungere la 'purezza assoluta' della Razza l'oro. La leggenda prendeva le mosse dalla cosiddetta "Tribù perduta di Israele", dopo la c.d. 'diaspora' del post-Masada eccetera. I cui componenti, ripetendo le peripezie di Odisseo narrate da Omero, giunsero infine in Gran Bretagna, dove..” - Continua: 

Commento di M.B.: “...questo ottimo articolo di Gianni Caroli, come al solito alquanto aggressivo, contiene affermazioni che meriterebbero di essere molto più discusse e analizzate. In ogni caso Caroli non parla mai a vanvera e le sue intuizioni e certezze vanno sempre considerate. Merita di essere considerata l'informazione che il convegno Pollio fu organizzato da Ralph Merril, (alias Renato Mieli) uomo della intelligence britannica dietro le sinistre, al contempo dietro la strategia della tensione...”

Siria. Notizie d'intelligence sull'aggressione aerea– Scrive Mata Hari: “A cosa serviranno i tre giorni di attacco aereo contro la Siria? A) non prenderanno la Siria, perché comunque lo Zio gli ha già fatto sapere che il suo Bashar resta dov'é e loro hanno dovuto trangugiare  la polpetta amara ('Chi tiene la Siria tiene le Chiavi della Casa  Russia', diceva Caterina la Grande...). B) Bashar si prepara a scendere nel bunker antimissili coi suoi Generali e a mettersi i tappi nelle orecchie; finiti i petardi, usciranno fuori, si scuoteranno la polvere dalle giacche, e torneranno a sedersi dove si sedevano prima. C) vengono distrutti gli avamposti militari siriani (ma non il Porto Russo di Tartus, quello i democ-RAZZIATORI non osano farlo)?.....” -Continua:  http://paolodarpini.blogspot.it/2013/08/siria-intelligence-sui-tre-giorni-di.html

Bernardino del Boca – Scrive Paola Botta Beltramo a commento dell'articolo
http://www.aamterranuova.it/Blog/Riconoscersi-in-cio-che-e/Non-e-la-religione-che-puo-salvare-l-uomo-ma-la-consapevolezza-di-Se -: “Caro Paolo ho letto nel  Giornaletto il tuo articolo “Consapevolezza di Sé” che inizia con una citazione di Bernardino del Boca e, considerato ciò che sta accadendo, ritengo utile ricordare anche le seguenti sue affermazioni: Il maligno (creato dall’umanità) vuole conquistare il mondo e fa leva sull’egoismo e il segreto. Certe ricchezze “mal guadagnate” servono a destabilizzare i paesi dove c’è maggior ricchezza, dove più a lungo si può mantenere una guerra, mettendo gli uni contro gli altri, permettendo così agli arsenali delle grandi potenze di vendere le loro armi, fino a quando la “distruzione” sarà uno dei più grandi affari del futuro...”. Continua nel link segnalato.

Le radici genetiche europee – Scrive Gianluca Grossi: “Un'indagine da veri detective molecolari ha permesso a un team di scienziati italiani di fare luce sulle nostre radici e comprendere in che modo le caratteristiche genetiche maschili e femminili si sono differenziate. Il riferimento è al cromosoma «Y» maschile e al Dna mitocondriale femminile, due parametri chiave per la storia evolutiva dell'Homo sapiens, il primo si trasmette solo dai padri ai figli maschi, mentre il secondo viene ereditato esclusivamente dalla madre..” - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2013/08/le-nostre-radici-genetiche-in-sardegna.html

Magione. Canti popolari – Scrive Rete Ivan Ilich: “Concerto di Salvatore Panu (fisarmonica e voce) a San Feliciano, borgo di via Pianciani, (fraz. di Magione, Perugia). Giovedì 5 settembre, ore 21:30. Canti di lotta, di protesta, di lavoro, anarchici, anticlericali, socialisti, comunisti, antifascisti, antimilitaristi e contro la guerra, anti imperialisti e anti capitalisti, di prigione e/o di esilio, contro le forze dell’ordine, di emigrazione, femminili e/o femministi, satirici, d’amore, paraliturgici (legati ai rituali delle culture popolari di tradizione orale). Info. torepanu@tiscali.it”

Una brevina sul Berlusca (anche lui se la merita, poverino) – Scrive A.M.: “Silvio Berlusconi è stato indagato anche in Spagna ed in Irlanda per gli stessi identici reati per i quali è stato condannato in Italia ed a meno che la “congiura rossa” non sia a livello mondiale, pare che il suo vizietto sia stato abituale e continuo..!”

Uomo nuovo - Osho è un maestro spirituale, completamente oscurato dai media italiani, poiché è inserito nella lista nera degli autori banditi dal Vaticano - potete fare una verifica chiedendo un suo testo in una qualsiasi libreria cattolica... ..Leggete di seguito un suo scritto: “...Non rimanete attaccati al vecchio. Questo vecchio tipo di uomo si è preparato in ogni modo per commettere un grande suicidio, un suicidio universale. L'uomo vecchio è pronto a morire, ha perso la voglia di vivere. Ecco perché tutti gli stati sono pronti a fare la guerra. La terza guerra mondiale sarà una guerra totale. Nessuno ne uscirà vincitore, in quanto nessuno sopravviverà ad essa. Non verrà distrutto soltanto l'uomo, ma l'intera vita sulla terra. State attenti. Fate attenzione ai vostri uomini politici - sono tutti degli aspiranti suicidi....” - Continua: 
http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2013/08/osho-e-luomo-nuovo-che-non-piace-al.html

L'Ungheria si sgancia dal FMI – Scrive La Torre: “L’Ungheria si riprende la propria sovranità economica e con una nota che non lascia spazio a dubbi invita, senza giri di parole, i rappresentati del Fondo Monetario Internazionale a fare le valigie. Niente più controlli, niente più uffici a Budapest e niente più funzionari nei corridoi della banca centrale....”

St. Angelo. Vendesi argento ed oro – Scrive Claudio Martinotti: “A riprova di quanto precedentemente comunicato sulla corsa all'oro ed all'argento Steve ci fa sapere che non solo gli American Eagle della U.S. Mint ma anche i Maple Leaf d’argento purissimo 99,99% canadesi stanno registrando un’annata da record...”

Medio Oriente - Profezie catastrofiste – Scrive Ennio La Malfa: “Caro Paolo ti mando un documento di imprescindibile importanza rivolto ai nostri politici perché se accettassero il gioco perverso degli angloamericani, trascinandoci in una guerra fratricida, sappiano che i loro nomi saranno incisi nella pietra della storia come coloro che ci hanno precipitato nel baratro della sofferenze e della morte. Se poi nel destino dell’uomo è tutto scritto e non si potrà fare nulla per cambiarlo, allora dobbiamo credere a Veronica Lueken, famosissima veggente di Bayside (nello stato di New York), che nel 1970 fu “visitata” da un’entità d’energia, riconducibile alla Madonna, che le predisse:”Vi saranno numerosi avvertimenti prima del castigo. [..] Indicando con un dito l’Asia e l’Africa (l’Egitto), disse: Ci sarà una guerra terribile. Molte nazioni periranno [..] Non mi è stato permesso di rivelarne la data, ma soltanto di comunicare al mondo che un grande avvertimento colpirà l’umanità” - Continua: 
http://www.circolovegetarianocalcata.it/2013/08/28/ennio-la-malfa-siria-stavolta-ci-siamo-si-avvera-la-profezia-della-veggente-americana-veronica-lueken/

Siete pronti al grande botto? Ciao, Paolo/Saul

…..................................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:



Quando un popolo, divorato dalla sete di libertà, si trova guidato da coppieri che gliene versano quanta ne vuole fino ad ubriacarlo, accade allora che, se i governanti tentano di resistere alle sempre più esigenti richieste dei sudditi, sono definiti tiranni. Ed avviene pure che chi si dimostra disciplinato nei confronti dei superiori è considerato un uomo senza carattere, un servo; che i padri impauriti finiscono per trattare i figli come pari e non sono più onorati; che i maestri non osano più rimproverare gli scolari, che se ne beffano; e infine che i giovani pretendono gli stessi diritti, la stessa considerazione dei vecchi e questi, per non sembrare troppo severi, danno loro ragione. In un siffatto clima di libertà, e nel nome della medesima, finisce che non vi è riguardo né rispetto per nessuno. Allora, in mezzo a tanta licenza, nasce e si sviluppa una mala pianta: la dittatura”
(Platone)

Nessun commento:

Posta un commento