Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

giovedì 22 agosto 2013

Il Giornaletto di Saul del 23 agosto 2013 – Treia il paese che vorrei, geopolitica mediterranea, Radio Tirana, Manziana ospitale, Tripoli e Silvio Berlusconi, Siria...



Care, cari,

Scrive Caterina Regazzi: “...è una settimana che siamo qui a Treia. Ieri mattina ho accompagnato Viola alla stazione di Civitanova Marche per il suo rientro in Emilia, con un po' di dispiacere per non aver potuto fare con lei qualche bella gita od anche solo qualche passeggiata per il paese, ma lei era venuta qui con noi per studiare e le passeggiate ha preferito farle da sola, quando e dove voleva. Però abbiamo respirato insieme quest'aria, abbiamo mangiato insieme lo stesso cibo, ha incontrato anche se per pochi minuti alcune persone che ci erano venute a trovare e per finire, l'altra sera siamo andate a trovare Valeria (mia cugina) che era particolarmente loquace ed allegra. E' stato bello. Ieri nel tragitto in auto osservavo il panorama, un po' deturpato dai campi di pannelli fotovoltaici, ma pieno di verde, di campi di girasole ormai quasi pronti per il raccolto, campi di medica, campi di cereali ormai mietuti, pronti per l'aratura, qualche raro capannone, alcuni in disuso e casette di campagna delicate, poco appariscenti, discrete. Ho pensato al fatto che chi viene qui di solito definisce "bello" questo paese e questo paesaggio. Per me è qualcosa di più, di diverso, è, come direbbe Paola Torricelli, il paese "del cuore", non sono solo i ricordi, penso sia qualcosa di più profondo, di più antico, come se queste colline fossero proprio il paesaggio che fa per me e che rispecchia la mia natura...” - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2013/08/treia-il-paese-che-vorrei.html

Cavi. Incontriamoci – Scrive Rays: “Come di consueto la famiglia Rays invita per l'ultimo fine settimana del mese (31 agosto - 1 settembre) tutti gli amici e non, visitatori, ecc.. ad incontrarsi a Cavi per condividere musica, cibo, fuoco e risate.. siete tutti benvenuti portate come al solito strumenti musicali, cibo da condividere, sacco a pelo e tanta allegria.. Vi aspettiamo.... Info. 334/79.83.903”

Intelligence geopolitica mediterranea – Scrive Don Priapus: “Ricordiamo che Craxi fu duramente colpito per aver svolto lungo un intero DECENNIO una politica filoaraba sostenuta tanto da Andreotti, ministro degli esteri, che dal presidente della Rep. dell'epoca: Pertini. Craxi era anche il rappresentante presso l'ONU dei paesi del terzo mondo. Logico pensare che Berlusconi abbia seguito la sua linea, che NON è passata inosservata alla Magistratura. Tant'è vero che l'hanno subito attaccato. La mia considerazione però è positiva. Perché dimostra che in ITALIA, a parte l'ignavia della massa, continua ad esistere una LINEA di GEOPOLITICA mediterranea. - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2013/08/geopolitica-mediterranea-una-visione.html

Anagni. Papi e schiaffi - Scrive Artesìa: "In occasione degli anniversari dell'elezione di Innocenzo IV nella Cattedrale di Anagni e del celebre Schiaffo di Anagni  ricevuto da Bonifacio VIII nell'omonimo Palazzo, la Cattedrale di Anagni e il Palazzo di Bonifacio VIII propongono un evento eccezionale dal titolo: I papi ad Anagni: l’arte e il potere. Sino al 25 agosto presso la Cattedrale di Anagni (via Leone XIII, 03012 Anagni -FR-). Info. info@artesiaroma.it"

Cristianucci oscurantisti – Scrive Giorgio Vitali a commento di http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2013/08/ipparco-di-nicea-e-la-terra-sferica.html -: “Grazie al progresso delle conoscenze, la religione ai nostri occhi ha acquisito una valenza notevole, ma essenzialmente di carattere sociologico. Certamente le FORME della credenza religiosa (delle religioni storicamente determinate con le loro specifiche dottrine) NON SONO PIU' ACCETTABILI.." - Continua in calce al link segnalato

Commento aggiunto di Ramamoon: “Altro che religioni, paradisi ed inferni... Ho compreso che quando moriamo ritorniamo ad essere parte dell'energia dell'universo e con ciò ho eliminato l'incubo di una vita eterna o di infinite rinascite e questo mi ha dato la possibilità di poter aspettare la morte senza paura..”

Radio Tirana - Quando ero "giovane" ascoltavo spesso di notte Radio Tirana. Mitica emittente che allietava con le "benemerenze" del regime comunista di Enver Hoxha le notti insonni dei compagni italiani e di tutto il Mediterraneo. I quali, attendendo la "rivoluzione permanente", si preparavano alle dure battaglie del mattino seguente infervorandosi alle parole (tradotte) del leader ed alle opere dei suoi discepoli. Dall'Albania giungevano le "dritte" su cosa fare in Italia e su "come" farlo. Pensino i lettori..., pure io credevo fosse vero. E, come la tattica contro-rivoluzonaria insegna, cercavo di comprendere "tra le righe" cosa e quando sarebbe successo...” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2013/08/22/radiouno-qui-radio-tirana/

Lerici. Scrittori – Scrive Sara Bennati: “Gentili amici, vi scrivo per ricordarvi che martedì 27 agosto, alle ore 21, si terrà l'ultimo appuntamento della rassegna: Nella stiva - I libri e gli scrittori dell'estate a Lerici. L'ospite della serata sarà Gianni Dragoni, giornalista per Il Sole 24 Ore. Info. comunicazione@lauralepri.it”

Viterbo. Preparativi “scoperecci” per il trasporto della Macchina di Santa Rosa – Scrive Michele Bonatesta: “Essì, facciamo un bella scopata solo laddove i forestieri avranno modo di ammirare l’immagine che non esiste di una città che per 364 giorni l’anno ha una immagine differente da quella del 3 settembre. Massì, cospargiamo di petali di rose, con la scusa di Santa Rosa, quella parte di Viterbo che potrà dimostrare che esiste anche una città che in realtà non è mai esistita. Massì scopiAMO(ci) rigorosamente parte del centro della città, il cuore pulsante di Facchini e di Macchina di Santa e, per il resto, freghiamocene dato che… il resto i forestieri non lo vedranno. ScopiAMO(ci) amorevolmente il percorso della Macchina di Santa Rosa e lasciamo - nei vicoli - la merda… pardon… i bisognini dei cani di modo che i residenti non perdano l’abitudine agli slalom quotidiani, unico rimedio ad un inevitabile trasporto in casa degli inevitabili ‘bisogni canini‘. Massì, scopiAMO Viterbo ma… non i quartieri periferici. Lì… lì l’immondizia può restarci mesi e mesi dato che i forestieri non vanno in periferia il 3 settembre e le bottiglie di birra in terra, la plastica e quant’altro sono e possono restare un problema solo di chi abita nei dintorni...”

Manziana. Progetto ospitale – Scrive Libera Polis: “Abbiamo individuato una proprietà di 27 ettari a Manziana con bosco. Possibilità di costruire 10-15 abitazioni più capannoni da ristrutturare per spazi comuni. Stiamo facendo delle valutazioni con i tecnici. Sarà realizzato tutto in bio-edilizia con una progettazione partecipata insieme ai futuri abitanti, autosufficienza energetica e materiali a bassissimo impatto ambientale... Visti i tempi che corrono e parlando con i tanti giovani alla ricerca di emancipazione senza diventare schiavi di una banca per un mutuo di 40 anni, abbiamo deciso che valuteremo la possibilità di ospitare gratuitamente sul ns terreno..” - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2013/08/libera-polis-individuato-possibile.html

Morrona di Terricciola (Pi). Colorare stoffe con le erbe – Scrive 1VIRGOLA618: “ Conosceremo le ERBE TINTORIE della flora mediterranea. Si potrà imparare a tingere con alcune delle piante tradizionalmente utilizzate per la tintura della LANA, della SETA e del LINO. Si realizzerà, da portare a casa, una piccola cartella con schede dei CAMPIONI DI FILATI tinti con le erbe utilizzate durante il laboratorio. Utilizzeremo timbri e sistemi di tintura antica, tecnica rinascimentale indiana di tintura e stampa insieme e si parlerà di varianti e curiosità transculturali in Asia e Africa. Info. info@1virgola618.it

Tripoli, bel suol d'amore – Scrive Fabrizio Belloni: “Vi ricordate la Nicoletta Strambelli, in arte Patty Pravo? Biondissima, esile, sexy, cantava in un modo assolutamente personale. Fu rivalutata dopo un lungo esilio “rigenerante”. Uno dei suoi successi fu “Tripoli”. Tripoli era, nell’immaginifico del popolo ascoltatore, il luogo esotico ove l’innamorata canterina pensava andasse il beneamato guerriero, lasciandola in lacrime. Mi è tornata in mente, la Patty, in questi giorni, sommerso mediaticamente dalle vicende del Silvio Berlusconi, da Arcore...” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2013/08/sacripante-nicoletta-strambelli-tripoli.html

Siria. Gas tossici come scusa per l'attacco – Scrive Dagospia: “Non si sa chi abbia compiuto la strage dell'altro ieri con i gas tossici ma sembra proprio un caso costruito per “dichiarare guerra”- L’attacco chimico potrebbe essere un “casus belli” creato ad arte per invadere la Siria - “Quella sostanza è prodotta dalle forze armate del regime. È probabile che sia stata catturata dai ribelli” - E a loro sì, che giova: otterranno le armi e l’intervento promessi da Washington…”

Commento di F.O.M.: “..ora che i sordidi inglesi misti ai sionisti hanno portato davanti alla Siria le navi, e messo un embargo tramite UE, urlano al gas nervino e ai massacri, smentiti da Damasco e da Putin, lo stesso tentativo l' hanno fatto a giugno: un false flag! ...dopo Gheddafi, chi li crede più?”

Pure oggi vi saluto... Paolo/Saul

…................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:


“E' una cosa meravigliosa essere venuti al mondo, se non dai troppa importanza alla felicità e al divertimento, se non ti di spiace un tocco d'inferno qui e lì, poiché va benissimo così: neppure in paradiso cantano tutto il tempo...” (Anonimo Laico)

Nessun commento:

Posta un commento