Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

mercoledì 3 luglio 2013

Il Giornaletto di Saul del 4 luglio 2013 – Wigwam, psicostoria, mutui ipotecari, banche e sindacati, comunicazione bioregionale, resistenza dei lavoratori uniti….


Care, cari,

Cologna Veneta. Festa nel Wigwam di Corte Moranda – 6 luglio 2013. Festa dell’incontro, fra l'ambiente e suoi abitanti, fra l’uomo e la natura, fra il femminile ed il maschile.  Un progetto semplice  per  vivere valori diversi ricreando un tessuto sociale sul territorio. L’iniziativa per contrastare ed allontanare lo spettro dell’indifferenza  viene presa  da alcune donne e uomini che si riconoscono nell’Umano…. Info. marisasaggiotto@hotmail.com

Psicostoria e trama primigenia - Nei piani della trama primigenia, nel gioco dei meccanismi di potere  all’interno della società umana, pareva destino che Luni, che vuol dire luna, la proto città sul Mignone, divenisse il faro di luce della civiltà  per l’intero vecchio continente. Luni era nata come progetto femminile di una società egualitaria, un primo esperimento sociale di armonia fra i due generi. Di conseguenza questa città, che si fa risalire al tardo neolitico – prima età del bronzo,  era concepita come luogo d’incontro orgiastico e di piena libertà espressiva. La fioritura conseguente fu una società  fluida e scorrevole, come l’acqua. Ed infatti i sacerdoti di Luni adoravano l’acqua ed avevano controlli psichici su questo elemento.  Le cose sembravano andare per il verso giusto e non sussistevano preoccupazioni per la espressione di una grande civiltà  liberale… - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2013/07/psicostoria-cronache-del-villanoviano.html

Partenza per l’India – Scrive Manuel Olivares: “Ciao Cate, ciao Paolo, come state? Io Martedì prossimo sarò sull'aereo per il rientro in India. Per la prima volta nel corso del mio consueto soggiorno italiano non mi sono mosso, stando tra Fabrica, Roma ed andando, saltuariamente, in Sabina. Voi ho visto che state organizzando diversi incontri spero stiate bene, che le vostre attività procedano bene, che continuiate ad utilizzare la pagina Comunità intenzionali ed ecovillaggi per le vostre segnalazioni..”

Partiti comprati  – Scrive T.M.: “Obama è stato rieletto coi soldi della Monsanto, Mc Cain, il repubblicano, ha avuto gli stessi soldi. Una politica libera dalle multinazionali sarebbe la soluzione. In Italia si abbaia contro il finanziamento pubblico ai partiti: risultato? Le multinazionali si "comprano" i pochi partiti rimasti in lizza….”

Banche e sindacati (conniventi) – Scrive Leonardo De Carlo: “Sono uno delle migliaia di imprenditori fallito ingiustamente nel lontano 1994 con circa 30 dipendenti regolarmente assunti. Con una esperienza di circa 20 anni di attività sempre in crescendo, versando regolarmente contributi e tasse ai vari ENTI e pagando alle varie banche le normali linee di credito che ammontavano a circa il 10% del fatturato emesso. Nel 1987 fallirono tre nostri clienti importanti di dimensioni industriali medio /grandi. Per la prima volta la nostra azienda si trovò in gravi difficoltà economiche, a causa dell'ammanco Finanziario e che le notevoli somme finanziarie venivano trasferite giudizialmente nei CHIROGRAFARI. Perché non esiste una legge sui fallimenti per le aziende e le persone oneste?” – Continua con appello di Arrigo Colombo: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2013/07/03/esperienze-disgraziate-con-le-banche-mentre-i-sindacati-dormono-fallimenti-delle-imprese-e-la-loro-socializzazione/

Bologna. Voci dal Deserto - Scrive Nomadizziamoci: "Dal 5 al 7 Luglio 2da edizione del Festival internazionale della cultura Tuareg e sub-sahariana all'Orto dei Giusti.  , Primo festival in Europa originale e autentico, organizzato dall'Ass. Tekelt in collaborazione con il Festival Au Desert di Toumbouctou e il Festival du Tenerè – TinAuker animato da artisti di talento della cultura Kel Tamasheq, accompagnati anche da altri musicisti del Mali, Info. redazione@nomadizziamoci.it

Usura bancaria e prelievi forzosi – Commento di A.R. all’articolo pubblicato ieri (http://www.circolovegetarianocalcata.it/2013/07/02/come-fanno-le-banche-a-pagare-gli-interessi-alla-domanda-risponde-giuseppe-turrisi/): “...questo SISTEMA permette di far guadagnare senza fatica anche a quei risparmiatori che hanno lavorato una vita, ma attenzione!! quei risparmi potrebbero sparire dalla sera alla mattina.... del resto è già avvenuto con le azioni argentine, parmalat, cirio, ecc.... e sicuramente accadrà.... Sabato ho avuto modo di essere ad un incontro con Bruno Amoroso e ha detto che per salvare le banche faranno un prelievo forzoso sui conti correnti entro poco tempo. sulla esperienza di Cipro, quando ci sveglieremo sarà troppo tardi!! cmq meglio tardi che mai! :-)"

Comunicare come – Scrive Lorenzo Merlo: “Nella comunicazione è da tenere presente un rischio di perdita di relazione con il nostro interlocutore. Può accadere infatti che sentendo pronunciare una formula, concetto, termine, allocuzione che - qualunque ne sia il motivo - non sia già presente nella nostra privata realtà dialettica, lessicale, intellettuale, verbale, filosofica e pratica si perda immediatamente la relazione con il nostro interlocutore. A volte, proprio quel vuoto, può costituire stimolo, ma soltanto nel caso sussista un grande credito verso l'emissario e una grande motivazione propria. Diversamente, si cambia canale…” – Continua:

Errori ortografici – Scrive Giorgio Di Genova: “Caro Paolo/Saul, sempre più spesso mi capita di trovare errori di ortografia nei testi che leggo (talvolta anche sui quotidiani, dove si insiste a scrivere il pneumatico, il psicologo, ecc., e non di rado scappa un pò al posto di un po’). Anche sul Giornaletto di ieri un tuo corrispondente scrive alcuni fa’, che nel corretto italiano corrisponde non a fa (cioè: anni fa), bensì all’imperativo (per esempio:  fa’ silenzio). Non sto poi a segnalarti i quì per qui, i sa per sa e via accettando monosillabi che non vogliono l’accento perché non si devono da distinguere da uguali monosillabi (p. es., là dall’articolo la, tè dal pronome te…). Si è parlato molto in questo della crisi degli studi umanistici, ma questi errori dipendono dallo scadente insegnamento della lingua italiana nelle scuole inferiori e superiori. Scusami se ti faccio rilevare tale questione, ma mi sento male quando vedo sul tuo Giornaletto e sui giornali simili errori, così come quando sento alla RAITV Kli al posto di Klee ed altre storpiature…”

Mia rispostina: “Grazie infinite per l'appunto, spesso noto anch'io diversi errori ma non li correggo volutamente per lasciare  "freschezza" agli interventi...”

Opposizione ai mutui bancari ipotecari illegali – Scrive Lega Consumatori: “Con due recenti sentenze la Corte di Cassazione ha stabilito il principio secondo il quale un Mutuo Ipotecario può essere annullato nei casi in cui le rate mensili comprensivi di capitale e interessi superano il tasso di usura che viene fissato ogni tre mesi dalla Banca d’Italia.  Inoltre, nei casi di ritardato pagamento delle rate se il tasso degli interessi di mora sommato a quello legale della rata, supera il tasso di soglia calcolato dalla Banca d’Italia, le banche commettono il reato di usura e l’intestatario del mutuo può avvalersi e usufruire di quanto previsto dalla legge anti usura compresa la restituzione di tutte le somme versate e la chiusura del mutuo…” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2013/07/mutui-bancari-ipotecari-gli-interessi.html

Abruzzo. Lucciole e Stelle  - Scrive  M.M.: "7 luglio 2013 - ore 19.00, OLIS Via Toscanini, 14 – Montesilvano (Pescara). Presentano: Ubaldo Giacomucci e Michele Meomartino - Intervengono: Sandro Bernabei, Vittorina Castellano, Stefania Chiavaroli, Alessia Di Martile, Sara Fasciani, Serena Gentile, Gabriella Giammaria, Giampiero Margiovanni, Dario Marucci, Luigi Mascioli, Annita Pierfelice, Tania Santurbano, Sofonìa, Marco Tabellione, Tina Troiani, Maria Rosa Viglietti. Musica di Dante Palestini. INGRESSO LIBERO. Info. michelemeomartino@tiscali.it"

Grottammare senza più animali (in vendita) – Scrive Sara Di Giuseppe: “…è successo! A Grottammare l’Amministrazione Comunale, in previsione dell’annuale fiera che accompagna la festa del patrono San Paterniano - quest’anno fissata per il 13 e 14 luglio - ha stabilito di vietare la vendita di animali vivi nel mercato ambulante… - Continua:  http://retedellereti.blogspot.it/2013/07/grottammare-san-paterniano-e-gli.html

Roma. Amici della Cina – Scrive Francesco Marcolini: “Presentazione del Rapporto Annuale della Fondazione Italia Cina, venerdì 12 luglio alle ore 9.30, nella Sala delle Colonne al Tempio di Adriano in Piazza di Pietra. L'incontro è focalizzato sui modelli di sviluppo dell'economia cinese, con riferimento alle prospettive per le aziende italiane. La partecipazione è libera previa conferma: savoldi@italychina.org

Firenze che resiste – Scrive PCARC: “Il 22 giugno u.s. si è svolta alla Casa del Popolo di S. Bartolo a Cintoia a Firenze una Assemblea regionale promossa dai Cobas della Richard Ginori di Sesto Fiorentino, dal Comitato Resistenza Operaia della Irisbus di Valle Ufita (AV), dal Comitato Nazionale NoDebito che ha ripreso le parole d’ordine “Creiamo posti di lavoro! Estendiamo il conflitto, costruiamo l'alternativa!” L’assemblea di Firenze è la seconda tappa del percorso iniziato a Grottaminarda. Pure se regionale, ha mirato ed è riuscita a coinvolgere realtà di altre regioni, con la prospettiva di costituire iniziative del genere in altre parti d’Italia…” – Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2013/07/resistenza-dei-lavoratori-contro-la.html

E pure oggi abbiamo fatto il nostro dovere informativo, cari saluti, Paolo/Saul

………………..

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:


“Ho pregato per il cambiamento, così ho cambiato idea.
Ho pregato per l'orientamento ed ho imparato a fidarmi di me.
Ho pregato per la felicità ed ho capito che non sono il mio ego.
Ho pregato per la pace e ho imparato ad accettare gli altri incondizionatamente.
Ho pregato per la ricchezza e capito che è la mia salute.
Ho pregato per un miracolo e mi sono reso conto che SONO il miracolo.
Ho pregato per l'anima gemella ed ho capito che io sono l'Uno.
Ho pregato per l'AMORE e realizzato che bussa da sempre alla mia porta, è tempo di farlo entrare.”

(Jackson Kiddard)

Nessun commento:

Posta un commento