Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

lunedì 1 luglio 2013

Il Giornaletto di Saul del 2 luglio 2013 – Vignola bio, disinformazione globale, meno armi più grano, identità bioregionale, rinnovabili finte, gestione rifiuti, spiritualità laica

Dipinto di Franco Farina

Care, cari,

Spiritualità laica – Scrive Massimo Sega: “Caro Paolo, ho letto la tua rispostina sulla spiritualità laica, e permettimi di dirti che sono rimasto molto perplesso. La tua risposta potrebbe trovare la sua causa in una scarsa illustrazione del mio concetto. Io so bene che cosa vuol dire spiritualità laica, anche perché tu me l'hai altre volte ben spiegata, e con essa ho condiviso. Io ho semplicemente detto che aggiungere il termine laico alla parola spiritualità è un pleonasmo in quanto, per me la SPIRITUALITA' non può essere altro che quella che ancora una volta mi hai indicato, cioè una sintesi di intelligenza e coscienza. Di conseguenza non comprendo il perché tu abbia voluto evidenziare che la spiritualità laica non ha nulla a che vedere con la religione. (ecco le tue parole: la spiritualità laica non ha nulla a che vedere con la religione).  Io avevo detto esattamente quello che tu hai scritto. Avevo solo aggiunto che per me non esiste una spiritualità religiosa, specie cristiana. per motivi illustrati nel mio messaggio. Quindi la questione non verteva sul concetto di spiritualità (laica), ma se si può ritenere spiritualità, anche nell'accezione più ampia, il "percorso" cristiano. E' su questo argomento che vorrei un tuo pensiero”

Mia rispostina: “Caro Massimo, il discorso è rivolto a persone che non necessariamente hanno chiara la definizione, magari sono abituate a confondere la spiritualità con la religione e quindi "repetita iuvant".. per quanto riguarda l'attuazione di una spiritualità "cristiana", o maomettana o giudea od altro,  non credo abbia senso se si accetta il concetto di "spiritualità non connessa ad un credo". però anche qui, dobbiamo dire che un cristiano può riconoscere dentro di sé la presenza spirituale e per inveterata abitudine ad aderire al suo credo la definisce "cristiana"... in verità la spiritualità e la vita sono sinonimi e quindi come puoi definire la vita "cristiana" o che altro...? La vita è semplicemente vita, esistenza…”

Vignola. Mercatino bio – Scrive Piero Negroni: “Ecco gli eventi culturali del mese di luglio del post mercatino agricolo di Vignola: cominciamo  mercoledì 10 luglio con la naturopata Sabine Eck. Conversazione sul tema : Come cavarsela in questi tempi difficili…” – Continua:  http://retedellereti.blogspot.it/2013/07/i-contadini-dietro-casa-mercatino-bio.html

Bullicame con Dante – Scrive Ghaleb Editore: “Mercoledì 3 LUGLIO – ore 18.30. Parco del BULLICAME – DANTE A VITERBO? Te lo racconto io... Passeggiata all'Inferno in attesa del tramonto, con Antonello Ricci e Silvio Ciapica and his guitar”

Disinformazione globale – Scrive Elke Colangelo ad integrazione dell’articolo:  http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2013/06/facebook-e-la-tecnica-dipnosi-leggera.html: “Sì Paolo, concordo in pieno e anch’io, se pur mi “fisso” per passione su certi argomenti, come attualmente la disinformazione e le tecniche della manipolazione mentale, nel senso che cerco di documentarmi il più possibile oltre a osservare con attenzione, non dimentico di mantenere il mio equilibrio personalizzato. Apprezzo molto la solitudine consigliera, la vita sociale a tratti e di qualità emozionale adeguata a me, ma anche la natura e tutto ciò che mi capita sotto tiro del cuore, ovviamente al di fuori della morsa virtuale..” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2013/07/01/linformazione-telematica-come-metodo-di-disinformazione-globale-facebook-google-twitter-wikipedia/

Uffah che strazio – Scrive Ida Magli: “…sono una persona che ama la propria patria e che si occupa da molti anni della situazione dell' Unione Europea, ho avuto sempre  un'idea contraria all'unificazione, perché ero convinta che fosse un  progetto assolutamente improbabile e che oggi mi appare del tutto  patologico e delirante. La conduzione dei banchieri al posto dei  politici ha firmato in un certo senso la fase finale del delirio. Questa è la mia impressione. Mi pare che ogni giorno questa situazione  confermi che non può andare avanti in questo modo. La borsa a cui siamo  tutti costretti a guardare, come se fosse l'unico strumento della  nostra vita..”

Meno armi, più grano – Scrive Peppe Sini: “Il Senato della Repubblica il 10 luglio sarà chiamato a pronunciarsi sull'acquisto di nuove armi,  come i famigerati cacciabombardieri F-35 predisposti per recare anche armi atomiche.  Molti anni fa un Presidente della Repubblica nei cui confronti l'intero popolo italiano nutriva un sentimento di affetto filiale e di profonda fiducia, seppe dire indimenticabili parole di verità: Si svuotino gli arsenali, si riempiano i granai" – Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2013/07/10-luglio-2013-si-svuotino-gli-arsenali.html

Farmaci e morte – A commento dell’articolo http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2013/06/la-truffa-e-la-strage-dei-farmaci.html scrive Giorgio Vitali: “IL CASO TALIDOMIDE DOVREBBE FAR COMPRENDERE ALCUNE COSE. LE MULTINAZIONALI CERCANO SOLO IL PROFITTO. LE MULTINAZIONALI SONO IN MANO DI USURAI SPECULATORI. LE MULTINAZIONALI NON VOGLIONO IL BENESSERE DELLA POPOLAZIONE. LE MULTINAZIONALI HANNO AFFIDATO FIN DALLA META' DEGLI ANNI 70 LA GESTION DI TUTTI I RAPPORTI AL MERKETING...” – Continua in calce al link segnalato
  
Identità bioregionale. Riconoscendosi in ciò che è… -  Al termine dell’Incontro Collettivo Ecologista, tenuto a Vignola il 22 e 23 giugno 2013,  mi sono interrogato sull’opportunità di ampliare il concetto di “identità bioregionale”, questo anche  a causa degli input avanzati da più parti, per  un “nuovo paradigma”, da attuare  nel nostro percorso bioregionale. Il mio pensiero in merito all’istituzione di un“nuovo paradigma” esecutivo è essenzialmente spontaneista, ovvero ritengo che non possano essere stabiliti criteri di avanzamento bensì sia necessario aderire il più possibile alla situazione presente e fornire risposte adeguate in sintonia con l’ecologia profonda senza decisioni aprioristiche. Insomma si tratta dell’antico “agire-non agire” di memoria taoista, in cui non si privilegia la contrapposizione bensì si sceglie la via dell’acqua che scorre, che supera gli ostacoli ove è più facile. Insomma sto meditando sul come  riconoscersi nel contesto vitale ottenendo un risultato positivo, senza strappi.... -    Continua: http://www.aamterranuova.it/Blog/Riconoscersi-in-cio-che-e/Ricerca-e-scoperta-di-una-nuova-identita-bioregionale-riconoscendosi-in-cio-che-e

San Vito. No ai resort – Scrive Salviamo il paesaggio: “L’amministrazione comunale di San Vito Chietino ha in progetto due opere a forte impatto ambientale: un resort village nel cuore delle verdi colline teatine e un nuovo porto turistico. Opere osteggiate dal WWF e dai comitati ambientalisti locali, che hanno deciso di promuovere un’iniziativa pacifica ed apolitica: una promessa di non soggiorno. Invia anche tu una mail al sindaco!”

Obama ed i cambiamenti climatici – Scrive A,K.: “Finalmente il presidente degli USA ha preso atto della catastrofe climatica che si sta abbattendo sul globo e in particolare sull'America del Nord.  In un incontro importante tra studiosi e scienziati USA presso la Georgetown  University, Barack Obama ha dichiarato che non intende più stare a guardare. "Dobbiamo agire!" Ha esclamato “Come presidente, come padre e come americano, sono qui per dirvi, che dobbiamo agire e lo dobbiamo fare subito..." Sarà vero? Le grandi lobby petrolifere glielo consentiranno?

No ai furbetti delle rinnovabili – Scrive Ennio La Malfa: “Quante fabbriche delle gigantesche torri eoliche abbiamo in Italia? Nessuna! Queste torri eoliche vengono prodotte in Germania, Danimarca, Spagna, ecc. Quanti italiani impieghiamo nell'assemblaggio, montaggio e istallazioni di questi "aggeggi" eolici?  Al massimo l'8%, il resto è manodopera specializzata che la fornisce direttamente il costruttore (straniero). Ma di quante ore di vento annue ha bisogno un gigantesco rotore eolico per produrre energia ed essere economicamente vantaggioso? Secondo gli studi dell'ENEA di almeno 3.500 ore di vento l'anno. E in Italia abbiamo questi valori? No, solo in alcune e limitate aree del nostro Paese come in Sardegna, le ore medie annue di vento in Italia non superano il valore di 1.300. Quello che ci rattrista ancora di più della mafia che gestisce l'eolico, è che si suppone che un grosso partito italiano e una sua importante costola ambientalista siano in parte coinvolti in questa operazione di deturpazione del nostro paesaggio.... Continua:  http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2013/07/ennio-la-malfa-e-ora-di-dire-basta-ai.html

Malefatte ambientali – Scrive Emanele a commento dell’articolo http://paolodarpini.blogspot.it/2013/06/terremoti-maremoti-cambiamenti.html: “Cerca sul web cos’e’ il “picchio russo”… (si, ho scritto bene ..RUSSO..), conosciuto anche come Duga 3, una sorta di malfatta elaborazione russa alle idee di N. Tesla, ancora oggi ne paghiamo le conseguenze  Poi capirai il perché di tanti fenomeni …naturali”

Gestione rifiuti – Scrive Andrea Zanoni: “La Commissione europea ha aperto una consultazione pubblica sulla gestione dei rifiuti in tutta Europa. I risultati della consultazione pubblica contribuiranno all'elaborazione di una proposta legislativa nell'ambito della revisione della politica in materia di rifiuti. L'Italia è da sempre l'imputato numero uno in Europa per la mala gestione dei rifiuti. Tra discariche illegali, conferimenti di rifiuti pericolosi in siti non appropriati e l'incenerimento di rifiuti in cementifici e inceneritori, stiamo avvelenando il nostro ambiente, la nostra aria e….” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2013/07/consultazione-pubblica-ue-sulla.html

Adesione – Scrive Nartaki: “Ieri ho incontrato Jalsha e mi ha parlato del Giornaletto di Saul e dell'evento del 20 Luglio a Bologna. Ti chiedo di essere inserita alla lista di persone che sono informate sugli eventi che proponi. Ti chiedo anche come posso leggere il Giornaletto…”

Mia rispostina: “Cara Nartaki. Ti inserisco nella lista così ricevi tutte le info. Grazie per l'adesione. Il prossimo evento, se non lo sapevi, è questo: 

Maccarese. Solidarietà – Scrive Memento Naturae: “Sabato 13 Luglio 2013 dalle ore 18 presso lo "Spazio Libero Agro-Romano" di Via Castel San Giorgio 225,  Memento Naturae organizza  "Incontriamoci a Maccarese", una tavola rotonda tra le realtà che vivono i territori, per condividere utili sinergie e ideare progettualità su temi quali la Solidarietà, la Natura e gli Animali! Info. info@mementonatura.org

Teatro laico – Scrive Religions Free: “La Fondazione “ReligionsFree Bancale” bandisce un concorso per un testo teatrale, inedito in qualsiasi lingua,  dal titolo:”Il non credente” ispirato agli ideali della Fondazione, e che esprima il viaggio esistenziale e culturale dell’Io e il liberatorio punto di arrivo di chi guarda il mondo con occhi etici ed empatici, ritrovando in se stesso, senza auto-inganni e al di fuori di qualsiasi credenza religiosa, la chiave per amare il Tutto e indagare la vita…” – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2013/07/concorso-premi-per-un-teatro-libero.html
  
E con ciò vi lascio, Paolo/Saul
………………………

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:


“Dimentica il concetto di Verità, è sufficiente ricordare di essere autentico. Tutti i concetti,sono manipolabili e possono voler dire tutto e il contrario di tutto Accettazione non è che questo ricordo costante della tua autenticità, e ricordarsela non è concettuale. Se trovi una definizione di chi sei, ti allontani dalla tua autenticità che non è pensiero ma una sensazione, una emozione libera dal desiderio psicologico,è un intensa sete di realtà.” (D.Sakshin)

Nessun commento:

Posta un commento