Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

domenica 21 luglio 2013

Il Giornaletto di Saul del 22 luglio – Monday's full moon, intelligence russa, bon ton e fregature, banchieri centrali, alleati del diavolo, Spiritualità Laica e Consapevolezza

Bologna - In piedi a sinistra: Syusy Blady (Maurizia Giusti) - In piedi a destra: Saul Arpino (Paolo D'Arpini) 


Care, cari,

Oggi è luna piena – Resoconto di Caterina Regazzi della giornata trascorsa sulle colline bolognesi il 20 luglio u.s.: “Ed anche questa è fatta... la serata del Gurupurnima is over... Quattro ore di musica, canto, parole, recita e danze per  inneggiare alla vita e al Guru che è in tutti noi, se solo riusciamo a sentirlo. La vita, con i suoi alti e bassi, con i suoi momenti di gioia e sconfitta, dolore e pregi e imperfezioni. Tutto va come deve andare, le forze Yin e Yang si mescolano nel gioco sempre vario della vita. Sabato all'Orto dei Giusti c'erano tutte le componenti...” - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2013/07/luna-piena-di-luglio-deve-ancora-venire.html

Programma condiviso – Scrive U.R.: “Complimenti per il tuo Programma  http://www.circolovegetarianocalcata.it/epopea-del-circolo/ - P.S. Ricordi la mia opinione ? L'Italia deve essere salvata da se stessa. Perché questo avvenga, è necessario ascoltare testimonianze di espatriati..... Non ci sono, a mio avviso, alternative”

Siria in bilico – Scrivono Marinella Correggia e Enzo Brandi: “...le agenzie di intelligence statunitensi sanno bene chi sta lottando contro il governo siriano e sono contro la fornitura di armi, ormai. Kerry è pragmatico. Bush, invece, era ideologico: tutto il Medioriente doveva essere traghettato a forza nella democrazia. Se si parte da un simile principio, più si hanno Afghanistan, Iraq, Libia Bisogna capire come arrivare alla democrazia! Se a Singapore si arrivasse adesso al multipartitismo, si creerebbero partiti etnici....” - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2013/07/siria-ed-intelligence-russa-gli-usa.html

Significato dell'umiltà – Scrive Massimo Sega: “Caro Paolo, come al solito il tuo Giornaletto è per me interessante, anche se, come tu sai, non condivido sempre i messaggi che esso riporta. Nell’ultimo numero tu parli di umiltà. Mi piacerebbe sapere che cosa intendi tu per umiltà. Anche io credo di essere umile, ma gli altri invece mi credono aggressivo, un martello pneumatico o addirittura un Caterpillar. Quindi non umile....”

Mia rispostina: “...Infatti, se vuoi puoi leggerti la sceneggiatura: 

Il deserto dei Tartari – Scrive Fabrizio Belloni: “Mi guardo in giro. E mi sembra di essere un personaggio de “Il deserto dei Tartari”, ove una guarnigione russa perde il tempo della vita in attesa di un attacco che non verrà. Non è sfoggio di erudizione, è disperazione. In parte. In parte rabbia. Rabbia nera. Guardatevi intorno: ad essere caritatevoli l’immagine che ne otterrete è quella di una società allo sfascio, di tutta una serie di comunità che vanno assottigliandosi come ghiaccioli al sole estivo, e soprattutto di esseri umani che di umano mantengono forse buona parte dell’aspetto esteriore, ma che dentro sono larve svuotate e imputridite. Catastrofista! Obbietterà colui che ormai non si accorge neppure più di essere in catene....” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2013/07/tutto-e-perduto-ma-non-ce-nulla-da-fare.html

Comunità umana – Scrive Dioniso: “Ciao, io sono un frequentatore di questo mondo, visito sempre questo blog visto che racchiude perle di saggezza che ogni tanto "rubo" e posto nel mio di blog, ovvio che indico la fonte. Ascolta, sono oramai dieci anni che ho lasciato in ordine lavoro-casa-moglie e come un turista mi godo questo mondo con la massima "il massimo dal minimo": Minimi sforzi per avere il necessario che è davvero poco se vuoi stare divinamente. Mi farebbe gola vivere in una comunità come la vostra ma non mi sono mai informato a riguardo, dove siete ubicati? Colli bolognesi o laziali? O toscani? Ho sentito parlare ed ho letto, niente di più. Sono capace di fare molti lavori, dal pavimentista, al falegname al contadino se serve, l'ho fatto nei miei primi 11 anni di vita, ho vissuto in una fattoria e ci tornerei volentieri se ancora ci fosse. Bene, per ora non aggiungo altro...”

Mia rispostina: “Caro Dioniso, bello il nome che hai scelto... Viviamo nella comunità umana, non abbiamo una precisa sede, anche se la mia compagna Caterina, una ce l'ha... Io mi sposto fra le Marche e l'Emilia, di qua e di là. Per trentacinque anni ho vissuto stabilmente a Calcata.. ma ora quel tempo è trascorso. http://www.circolovegetarianocalcata.it/paolo-darpini/ - Tu dove stai? Di tanto in tanto organizziamo eventi ed incontri in vari posti. Questa estate saremo ad esempio a Treia, poi a Capracotta in Molise ed anche a Pescara in Abruzzo, poi a Calcata per un paio di giorni... insomma se segui il sito puoi vedere. Soprattutto leggendo il Giornaletto di Saul. Buona vita!”

L'incubo dei banchieri centrali – Scrive Detlev Schlichter: “...se la debolezza del mercato è il risultato delle preoccupazioni su una fine della politica accomodante, allora non credo che i mercati abbiano molto da temere. Tuttavia le più grandi vendite si sono verificate in Giappone, e qui non solo non c’è il rischio di una politica restrittiva, i decisori politici hanno da poco iniziato la più grande e forte operazione di stampa di denaro nella storia. I titoli di stato giapponesi e le azioni giapponesi sono quasi scesi in picchiata perché si teme la fine del QE. Coloro che si occupano di tali asset hanno finalmente capito che sono seduti su gigantesche bolle e stanno cercando di uscirne prima di chiunque altro? I banchieri centrali hanno perso il controllo sui mercati?..” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2013/07/sistema-monetario-corrente-pezzi-di.html

Bon ton e fregature - Scrive G.T.: “...oggi si preferiscono i bon ton, i toni graziati, il buon gusto, il political correct, anche se ci dicono emerite s......te.....)  allora cominciamo a capire  come stanno le cose anche con toni rossi ma spogliamoci di questa ipocrisia che non ci fa veder oltre il nostro naso.......... Questo bon ton  ci ha portato in mano alla dittatura finanziaria ...... Lo ripeto  Napolitano è un traditore della patria rieletto incostituzionalmente, Renzi si è già venduto ai banchieri e alla Merkel. E Grillo tace perdendo tempo con gli stipendi dei parlamentari mentre ci rubano 100 miliardi l'anno di interessi sul debito ma noi guardiamo i 15 mila euro...”

Lago di Vico. Donne ed arte – Scrive Itam: “Donne e arte, il programma di fine-settimana tematici organizzato dall’associazione culturale romana Centrarte Mediterranea, inserito nel calendario del Comune di Ronciglione e  realizzato nella dimora-rifugio di Ronciglione della pittrice Solveig Cogliani, sul Lago di Vico, da’ appuntamento ad agosto, dal 9 all'11, con la tre-giorni dedicata ad Artemisia Gentileschi....” - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2013/07/ronciglione-dal-9-all11-agosto-2013.html

Eredità – Il parere di Ubaldo: “...il PD  è il figlio diretto di DS che è figlio diretto del PC italiano che è figlio diretto della terza internazionale (troskista ebraica) che figlia diretta della rivoluzione bolscevica che è figlia diretta dei finanziatori ebraici di londra e wall street...... se si capisce questa genealogia  e se si capisce che l'europa con questo euro è figlia del sistema wall street FED volutamente senza una unità politica....  allora risulta chiaro   che non si può andare a chiedere aiuto al PD (compreso il burattino renzi)  perché loro sono i primi alleati del diavolo...”

Spiritualità Laica e Consapevolezza - Più volte ho parlato della Spiritualità Laica come di una via in cui non possono esserci dogmi o indicazioni religiose. Questa è la via in cui non si segue nessuna via. Il percorso è completamente assente, nella spiritualità laica ciò che conta è la semplice presenza a se stessi e questo non può essere un percorso ma una semplice attenzione allo stato in cui si è. La coscienza è consapevole della coscienza. In un certo senso quel che viene richiesto per essere centrati nel proprio Spirito è la stessa cosa chiamata “abbandonarsi a Dio” nella via devozionale o indagine discriminante nell’auto-conoscenza. Ed è normale che sia così poiché la spiritualità laica non può essere nulla di nuovo ma solo la descrizione di qualcosa che c’è già, infatti se quel qualcosa non ci fosse già che senso avrebbe esserne consapevoli?” - Continua:

Questa è una storia molto bella, vi consiglio di leggerla tutta.. Ciao, Paolo/Saul

…........................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:


“I sogni non sempre si realizzano. Ma non perché siano troppo grandi o impossibili. Perché noi smettiamo di crederci.” (Martin Luther King) 

Nessun commento:

Posta un commento