Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

mercoledì 24 luglio 2013

Il Giornaletto di Saul del 24 luglio 2013 - Vegani focosi, eritemi solari, arcipelago SCEC, delinquenti a Viterbo, tecnologia ed ambiente, religioni = prigioni....

Essere vegetariani senza esserlo...
Immagine tratta dal blog "Riconoscersi in ciò che è" di AAM T.N.

Care, cari,

Mea Culpa... Sono dispiaciuto della piega che la discussione sull'alimentazione e sul rapporto uomo animali  ha preso sul blog "Riconoscersi in ciò che è" messomi gentilmente a disposizione da AAM Terra Nuova (ma non personalmente da me gestito).... vedi: http://www.aamterranuova.it/Blog/Riconoscersi-in-cio-che-e/Essere-vegetariani-senza-esserlo.

Ho visto il tono e l’inconsistenza di numerosi commenti apparsi sotto al post menzionato e di altri commenti ricevuti a mezzo mail e confesso che sono rimasto “basito”….

Per me che sono vegetariano ed animalista da oltre quaranta anni non pensavo che la foga ideologica assumesse tale virulenza sino a completamente dimenticare la "decenza" ed il rispetto  fra esseri umani. Altro particolare agghiacciante è che da una parte c'è una persona identificabile con nome e cognome e dall'altra una serie di "troll" con nick name che si possono permettere di vomitare insulti impunemente. Questo è grave... L'ideologia vegana porta a questo rancore? L'amore per gli animali porta all'esclusione dell'umano? 

Sicuramente il problema risiede nel vincolo  "ideologico" che è alla radice di una scelta evidentemente non corrispondente alla propria natura. Se fosse corrispondente alla propria natura non porterebbe a simili risultati malsani, risultati che vediamo spesso manifestarsi anche   in atteggiamenti estremisti religiosi, come nel caso di cristiani, ebrei,  musulmani,  fondamentalisti ed ottusi.

Peccato, questa mancanza di equanimità e di capacità di esprimere le proprie idee e raccontare le proprie esperienze di vita in un percorso evolutivo non rende merito a diversi  animalisti che qui si sono espressi. 

Strano che questo breve scritto di Caterina, che potrebbe essere quasi considerato un appunto, un commento aggiuntivo ad un suo precedente articolo sullo stesso tema  sia stata la causa scatenante di una alzata di scudi vegana...  (vedi post precedentemente ignorato: http://www.aamterranuova.it/Blog/Riconoscersi-in-cio-che-e/Rapporto-con-gli-animali-e-alimentazione-bioregionale. - In esso le idee di Caterina sono espresse in forma molto chiara e non meno  "provocatoria".  Invito a rileggerlo.

Come pure invito a leggere un articolo che tempo fa scrissi sulla mia visione riguardo alla  "differenza" tra una dieta naturale ed una ideologica: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2012/09/26/vegani-o-vegetariani-il-tema-dellalimentazione-naturale-senza-ipocrisia-e-finzione-etica/

Chiedo pubblicamente  scusa a Caterina per averla trascinata in questa diatriba che le ha causato disagio e vergogna e mi auguro che la sensibilità che dovrebbe contraddistinguere persone eticamente sensibili (come esse si dichiarano) emerga anche nei lettori di questo blog. Un'amica privatamente mi ha scritto: "..mi torna in mente una citazione che forse risulterà utile a sintetizzare il tutto: Tutti coloro i quali cercano di modificare controllare o sovvertire una idea morale attraverso un’altra idea morale limitano se stessi e nello stesso tempo limitano tutti gli altri....”

Nota Aggiunta: Il 70% delle terre coltivate viene utilizzato per nutrire gli animali da allevamento. Il 50% dell’acqua potabile dell’intero pianeta viene usata per gli allevamenti. 1/3 del petrolio e delle materie prime viene bruciato nel ciclo produttivo della carne (agricolo-allevamento-lavorazione-distribuzione). Il 50% dell’inquinamento e dell’effetto serra è causato dalle deiezioni degli animali da allevamento. Nessuna attività umana contribuisce in modo così determinante alla distruzione di foreste per far posto agli allevamenti...” - Continua con commenti:

Commento di Freccia 45: “Se c'è una cosa che accomuna umani e animali è la sofferenza e non è prescindibile all'una o all'altra specie; per cui chi pensa che la morte nei macelli non sia dolorosa si sbaglia! Non esiste la compassione nella morte, per gli animali costretti negli allevamenti intensivi la morte è la loro liberazione!”

Mia rispostina: “Cari amici di Freccia 45, sono perfettamente consapevole di questa verità.... e da molti anni (sono vegetariano dal 1973)...  ho vissuto in prima persona la lotta contro la crudeltà gratuita soprattutto verso gli animali da macello, quelli degli allevamenti intensivi in particolare. Vorrei farvi sapere che il nostro Circolo Vegetariano sin dai primi anni '80 del secolo scorso si è battuto per l'equiparazione degli erbivori agli animali da compagnia, con una specifica petizione presentata anche alla Presidenza della Repubblica. Però nella società presente bisogna cercare di ottenere dei risultati concreti per gradi... altrimenti non si ottiene nulla. Andiamo avanti nella campagna per l'equiparazione di tutti gli esseri viventi (salvando le caratteristiche proprie di ognuno) e cerchiamo sponde per entrare nelle pieghe della società.... senza creare barriere insormontabili fra membri della società civile e senza creare "categorie di buoni e cattivi". Buon lavoro in tal senso”

Eritemi solari. Rimedi naturali – Scrive Dario Tollis: “Dal "Mikronährstoffe" di Uwe Gröber, un'assoluta autorità in medicina ortomolecolare, traggo l'informazione seguente: gli eritemi solari, quei fastidiosi pruriti alle estremità del corpo (stinchi, avambracci, o altro) sono dovuti ad una carenza di calcio. Personalmente quando inizio ad espormi al sole, in giugno, mi viene sempre un eritema alle estremità dei 4 arti. Ora provo a risolverlo con 250mg di Calcio citrato 2-3 volte al giorno. Il calcio citrato è preferibile al calcio carbonato poiché più biodisponibile. E' meglio prenderne piccole dosi (250 mg sono circa 1/3 di cucchiaino da caffè) più volte al giorno che una dose elevata una sola volta, ricordarsi di bere. In generale 750mg o 1000mg al giorno sono una dose accettabile...”

Delinquenti a Viterbo – Scrive Giovanni Faperdue: “Ieri ad una mia conoscente è accaduto un fatto inquietante. La donna si recava al lavoro da Vitorchiano a Viterbo. Durante il tragitto ha superato un'altra autovettura e al momento del sorpasso ha avvertito un piccolo rumore. Ha guardato dallo specchietto ma non ha notato niente di strano. Dopo poco la vettura che era stata sorpassata ha cominciato a lampeggiare. Giunta a Viterbo la macchina l'ha seguita segnalando sempre con i fari. Al Poggino la donna si è fermata, senza scendere dall'auto. Uno dei due passeggeri è prontamente sceso e le ha detto: Nel sorpasso lei mi ha rotto lo specchietto..." – Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2013/07/da-vitorchiano-viterbo-truffe-e-raggiri.html

Cologna Veneta. Giardinaggio – Scrive Marisa: “Siete invitati nella Corte Moranda di Cologna Veneta (VR), sabato 27 luglio, ore 11.30. Protagonisti: Mister ROSMARINO e la nostra socia naturopata e osteopata, con la particolare specializzazione di "giardiniera creativa". Info. 3356873732”

Tecnologia ed ambiente – Scrive Claudio Martinotti Doria: “La tecnologia lo sappiamo tutti, ha fatto passi da gigante in diversi settori di interesse sociale, dalla sicurezza della casa all'applicazione turistico ambientale, ed è ormai facilmente accessibile in rete con poche centinaia di euro, e se resa disponibile in mani minimamente competenti ed appassionate, consentirebbe notevoli progressi nel rilanciare alcuni territori, valorizzandoli e promuovendoli dal punto di vista turistico, culturale, residenziale ed ambientale. Faccio pochi semplici esempi, in parte ormai conosciuti ed applicati da anni ed altri recentissimi ed ancora sconosciuti...” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2013/07/23/applicazioni-tecnologiche-che-favoriscono-la-promozione-territoriale/

Terra Nuova si paga in scec – Scrive Arcipelago SCEC: “La rivista Terra Nuova ha offerto la possibilità ai soci di ArcipelagoSCEC di acquistare il numero luglio/agosto 2013 al 100% in SCEC (chi vuole abbonarsi trova un'offerta specifica). Potete pagare la copia appena ricevuta con semplice trasferimento dal vostro Conto SCEC....” - Continua: 

Casaleggio, disordini e rivolte – Scrive Vincenzo Mannello: “....al traino delle dichiarazioni di Casaleggio, me lo hanno chiesto. Da parecchio tempo indico come sbocco fatale del malessere italiano l'intensificarsi delle proteste sociali, sempre più con toni accesi. Che, fatalmente, si tramuteranno in vere e proprie rivolte. Perché lo Stato, espressione del più raffazzonato regime partitocratico esistente in Europa, mai e poi mai potrà trovare risposte e soluzioni soddisfacenti atte a risolvere i danni già prodotti....” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2013/07/proteste-e-rivolteci-saranno.html

Rastellino. Agricoltura e teatro – Giovedì 25 luglio appuntamento all'azienda agricola La Bassa di Rastellino, Via Garzolè 25, alle h. 20, recita della Compagnia degli Umili, due storie allegoriche sull'umiltà: “Voglia di Paradiso” - Segue esposizione e degustazione di prodotti agricoli bioregionali, innaffiati da vino casereccio biologico. Termina con festa danzante. Info. 059/937500 – 3339344725”

Religioni = Prigioni - Recentemente è  ripresa la discussione sull’insegnamento religioso, in forma di "Storia delle Religioni" nelle scuole di Stato. E’ naturale che le istituzioni religiose difendano a spada tratta la loro materia, che assicura una retribuzione sicura a tanti preti, rabbini e mullah e che garantisce un’indubbia egemonia ideologico-politica. E’ meno naturale che quest’ora sia difesa come “spazio di libertà”. Indubbiamente quando entrano in gioco certi interessi le parole volano, troppo spesso sganciate dal loro significato. Personalmente sono  favorevole  all’insegnamento  del pensiero filosofico laico, collegato alla cosiddetta "Spiritualità laica" o Biospiritualità, basata sulla conoscenza di Sé e sulla propria natura, e non su testi e romanzi inventati,  questa è la prima ed unica forma di religiosità che ha promosso lo sviluppo della società umana... - Continua:  http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2013/07/ancora-in-tema-di-spiritualita-laica.html

E vai verso la liberazione del pensiero... Ciao, Saul/Paolo

…....................................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:


Non fare del bene se non hai la forza di sopportare l’ingratitudine.” (E. Biagi)

Nessun commento:

Posta un commento