Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

mercoledì 20 ottobre 2010

Il Giornaletto di Saul del 21 ottobre 2010 – Verità sull'olocausto, testo per esteso, kronos e kairos, Bullicame di Viterbo, Bene Comune...

Care, cari,

può essere una verità stabilita per legge? Se si vuole che una verità storica venga riconosciuta occorre la libertà di poterla perseguire e studiare nei suoi minimi dettagli ed implicazioni. Altrimenti la ricerca si interrompe alla “verità stabilita per legge”.. un po' quel che accadde ai tempi di Galileo Galilei in cui non si poteva affermare una verità diversa da quella riconosciuta dalla chiesa... Ora le posizioni si sono invertite, la chiesa é favorevole alla ricerca di verità storiche sui fatti dell'olocausto mentre il governo spinge verso una “verità legale” in cui si riconoscono solo alcuni aspetti “codificati” degli eventi drammatici vissuti durante l'ultimo conflitto.. ma leggete l'articolo che segue e capirete meglio:
http://www.circolovegetarianocalcata.it/2010/10/19/olocausto-shoah-stabilito-per-legge-secondo-riccado-pacifici-e-pareri-altri/

Commento di Michele Bonatesta sull'articolo soprastante: “COMPLIMENTI. SONO LE STESSE COSE CHE HO PENSATO IO QUANDO HO LETTO DI QUESTA LEGGE ..”

Mia riflessione aggiunta: “...é solo un fatto di "intelligenza" caro Michele... essa é di vari tipi.. se é protesa al bene comune le conclusioni a cui si arriva sono le stesse...”

Scrive Nicola: “Caro Paolo, sono ormai da qualche anno un tuo affezionato e silente lettore. Ricevere direttamente in e-mail il tuo giornaletto è senza dubbio più comodo e leggibile, soprattutto se uno si trova a leggerlo “in mobilità”. Che nulla ha a che vedere con la sfortunata condizione in cui si trovano molti lavoratori italiani, ma si riferisce alla lettura dei tuoi pensieri su quegli aggeggi tecnologici che sempre più spesso ci seguono: palmari, tablet, iPad, ecc. ecc.. Una volta scaricata la posta sei in grado di leggere direttamente il Giornaletto, senza dover disporre ulteriormente di una connessione e di un browser per visitare il link web. Detto ciò, come cantano allo stadio “ovunque tu sarai, io ti seguirò”! ;)”

Mia rispostina: “Caro Nicola, sono lieto di aver "solleticato" in te lo stimolo a
scrivermi... quello che mi piace di più nel lavoro (gioco) del comporre questo Giornaletto é scoprire quali sono le risposte e le "reazioni" dei lettori, come te... Grazie per avermi scritto e per aver spiegato le tue ragioni... Vorrei però renderti edotto del motivo per cui non sempre invio il Giornaletto per esteso.. dipende dai "concessionari" (server o account, non so come si chiamano) che a volte mi rifiutano il testo "perché sospetto spam", e mi rimandano indietro la mail inevasa... ho scoperto che dipende anche dal numero di link aperti inseriti nel testo, sto perciò tentando di diminuirli per così bypassare quelle "forche caudine"... Un abbraccio affettuoso”

Scrive la solerte e costante Rita De Angelis: “Caro Paolo ti invio un articolo sul fatto di lavorare un po' meno e godersi la vita, per la nostra soddisfazione personale e per la salvaguardia del pianeta terra:
http://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2010/10/erik-assadourian-lavorare-tutti.html

Scrive Mauro Tiberi: "Buon giorno. Ancora un appuntamento sul canto armonico e sulla vocalità antica, sacra e misterica. Anche questa un'esperienza per conoscere mondi del suono e territori interiori poco frequentati. Sarà un momento unico da vivere insieme. Domenica 24 Ottobre ore 18,00 Basilica di San Giorgio al Velabro, via del Velabro è una traversa di via di San Teodoro, nei pressi di piazza Bocca della Verità, dietro l'arco di Giano. Concerto di Mauro Tiberi e il gruppo vocale composto da: Barbara Celani, Elena De Gennaro, Tiziana Di Pietro, Teresa Ruggeri, Mario Lupi, Michele Rizzi, Nirav Picciolo. Kairos (καιρός) è una parola che dall'antica Grecia significa "momento giusto o opportuno" o "tempo di Dio". Gli antichi greci avevano due parole per il tempo, Kronos e kairos. Mentre Kronos si riferisce al tempo logico e sequenziale Kairos significa "un tempo nel mezzo", un momento di un periodo di tempo indeterminato nel quale "qualcosa" di speciale accade. Tutto questo può essere legato alla musica intuitiva, al momento irripetibile che unisce le persone nel fare e nell'ascoltare la musica. Ingresso Libero. Gradita un'offerta per l'organizzazione dell'incontro. Inf. 347.7512897 -"

Scrive Barbara Massimo: “Conferenza La Nuova Direttiva Europea sulla Vivisezione e politiche regionali sulla Caccia in Deroga. Padova, giovedì 21 ottobre 2010 alle ore 20,45 presso la Sala Polivalente di Via Diego Valeri (vicino FFSS)”

Scrive Beppe Sini da Viterbo: “La seduta del consiglio comunale di Viterbo del 18 ottobre 2010 ha approvato, coi soli voti della maggioranza di destra, un ulteriore atto verso la realizzazione dell'illegale ed insensato mega-aeroporto che devasterebbe la preziosa area naturalistica, archeologica e termale del Bullicame ed avvelenerebbe la popolazione viterbese, il sedime é infatti a ridosso di popolosi quartieri della città...."

Scrive Monia Benini: "Verso un nuovo soggetto politico. Invio il seguente comunicato stampa con cortese richiesta di pubblicazione/diffusione. Monia Benini Presidente della lista civica nazionale PER IL BENE COMUNE. Cell. 335 8475749 - rpmlc@yahoo.it -" Leggi tutto: http://paolodarpini.blogspot.com/2010/10/torino-movimenti-e-liste-di-cittadinaza.html

Scrive Democrazia a Km Zero: "Carissime/i, siamo in tanti ad associarci per resistere, nei territori, alla cancellazione dei diritti, al consumo di suolo, ad una green economy malintesa, alla privatizzazione dei beni comuni (spiagge, acqua, paesaggio), alla distruzione della ruralità, alla precarizzazione della vita e del lavoro. Incontro 6 e 7 novembre 2010 | Sala Kursall, viale Colombo, Grottammare (Ascoli Piceno) - Inf. 320/4395338 - info@luoghi-comuni.org -"

….............

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

Una vela bianca
Il vento si alza impetuoso,
gli spruzzi alzano sagole
e cime.
Ma quando la paura cessa
e diventa Amore,
forse un delfino verrà
in superficie
e guarderà la vela bianca…

Luca Rosati

Nessun commento:

Posta un commento