Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

domenica 3 ottobre 2010

Il Giornaletto di Saul del 3 ottobre 2010 – Settimana Vegetariana Mondiale a Treia, cantastorie a Blera, Domenico Scilipoti, No OGM, Cara Roma...

Care, cari,

tutto il mondo é paese, recita l'adagio, ed infatti mi sono accorto come gli aspetti tamasici siano presenti qui a Treia come a Calcata... “Dal Treja a Treia il passo é breve” dicevo in un precedente articolo in cui iniziavo ad annunciare il mio trasferimento. Ebbene oggi che é la vigilia di San Francesco e noi lo festeggiamo qui a Treia nell'ambito della Settimana Vegetariana, contemporaneamente la proloco organizza la sagra della carne bovina marchigiana... Beh almeno una zeppa l'abbiamo messa. Rinnovo l'invito a partecipare alla giornata odierna:
http://paolodarpini.blogspot.com/2010/09/3-ottobre-2010-treia-zodiaco-cinese-i.html

Ieri era pure la Giornata Mondiale della Nonviolenza e vi invito a leggere l'articolo che l'anno scorso Angela Braghin scrisse su questo tema, eravamo a Roma, all'Arancera di San Sisto, ricordate?
http://www.circolovegetarianocalcata.it/2009/09/29/angela-braghin-sulla-nonviolenza-e-sulla-figura-del-mahatma-gandhi-con-riferimenti-all%e2%80%99opera-di-martin-luther-king-%e2%80%93-intervento-per-la-giornata-mondiale-sulla-nonviolenza-nell/

Scrivono Marina e Marco da Blera: “Cari amici, al programma di DOMENICA 3 OTTOBRE A BLERA, si aggiunge un evento che ci è stato magicamente proposto all'ultimo momento. Si tratta dello spettacolo "CANTU E CUNTU", un viaggio nella realtà contadina e popolare, raccontata da un CANTASTORIE, il bravo Biagio Accardo, calabrese, che accompagnerà i suoi racconti con la lira, i tamburi ed altri strumenti. Siamo veramente lusingati della partecipazione volontaria di Biagio, volta a sostenere il nostro operato e gli scopi che lo animano. La partecipazione allo spettacolo è ad offerta libera. Info. 3384476764 -”

Scrive Giuseppe Altieri: “Vorremmo proporvi di proiettare alla Festa Bioregionalista (San Severino Marche 30 e 31 ottobre) lo straordinario Film di Enrico Bellani: "Respiro di Terra" del 1974 (durata 30 minuti), sulle tradizioni contadine Italiane al momento dell'arrivo della Monsanto nel nostro paese... "Riuscirà il seme del grano a rimanere integro?"... si chiedeva l'Artista... "riusciranno gli eroi contadini, abbandonati dagli Dei, a sopravvivere all'Assedio totale dei mercanti?"... mentre le immagini scorrono sui primi allevamenti di polli in batteria e sui contadini ignari che cominciano a spruzzare Pesticidi sugli Olivi... mentre i nostri figli giocano sullo sfondo... nelle buche della speculazione edilizia...”

Mia rispostina: “Caro Giuseppe, come stai? Sarebbe anche interessante proiettare il documentario di cui mi parli al prossimo incontro della R.B.I. ma lì a San Severino saremo in campagna, non ci sono comodità né mezzi tecnici per tali proiezioni... Com'é questo film, in dvd, vhs, pellicola o cosa? Comunque se tu e Michele Trimarchi vorrete partecipare ne saremo lieti..”

Scrive Nicola Cospito: “... Di sicuro pochi saranno a rimpiangere questa legislatura al tramonto, di certo quelli che ci hanno marciato e mangiato, soprattutto le centinaia di parassiti, parvenus della politica, i deputati "nominati" senza arte nè parte,  le mogli e le amanti gratificate con incarichi pubblici, la malavita che ha messo i tentacoli su due terzi del nostro paese. Non di certo gli italiani onesti, sempre più sgomenti, sempre più incazzati...” E leggete pure il resto:
http://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2010/10/il-governo-di-silvio-berlusconi-ha.html

Scrive Richard and Richard: “Per un futuro libero da OGM! La Commissione europea ha da poco autorizzato la coltivazione di un OGM in Europa, per la prima volta da 12 anni, ignorando le preoccupazioni dell'opinione pubblica. Ho appena firmato la petizione, promossa da Greenpeace, Avaaz e Friends of the Earth, per chiedere una moratoria sull'introduzione degli OGM in Europa. Con un milione di firme i cittadini europei possono presentare una richiesta ufficiale alla Commissione europea. Firma anche tu http://www.greenpeace.org/GEpetition -”

Scrive Agricoltura Organica Deafal ONG: “Vi invitiamo al seminario di agroecologia che si terrà a Pieve Torina (MC). La partecipazione al seminario è libera ed i pasti verranno offerti dall'organizzazione. Per informazioni e per l'iscrizione è sufficiente mandare una mail a info@agricolturaorganica.it -”

Scrive Patrizia Peron: “Vorrei raccontarvi l'interessante iniziativa che si é svolta il 2 ottobre u.s. a Mazzano. Sono stati presentati alcuni testi di ricette per conoscersi, guarire, ricostruire …, con presentazione a cura di Francesca Banti e Sonya Orfalian. Due libri “di cucina”, due esperienze diverse ma a tratti simili, quelle confluite nei libri. La cucina Armena, di Sonya Orfalian, e Onna le voci della sua gente, di Francesca Banti, Antonella Giornetti, Federica Sancassini: simili nel comune richiamo alla tradizione più intima di luoghi e culture familiari dove la cucina è memoria ed eredità da onorare, condividere e tramandare. Attorno alle loro esperienze, che prendono vita da eventi drammatici quali l’annientamento cruento di un popolo o la distruzione di un intero paese, rifletteremo insieme sulla cucina come veicolo di trasmissione delle identità culturali, individuali e nazionali. Custodire e valorizzare la memoria della propria terra, della propria gente, anche attraverso una ricetta di cucina, può equivalere a proteggere una parte di sé e offrire ad altri la ricchezza di una tradizione, che è stata un percorso fatto da tanti uomini in un lungo tempo”

Scrive la brava Rita De Angelis: “Caro Paolo ti invio un pezzo sui percorsi ed i cortei a Roma e la nuova normativa che li regolerà. Compreso il fatto che se si vuole manifestare durante la settima, e non nel fine settimana, bisogna anche pagare..”: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2010/10/02/%e2%80%9ccortei-di-protesta-a-roma-come-le-sfilate-di-moda-%e2%80%9d-a-roma-per-manifestare-si-dovranno-pagare-le-spese-cosi-ha-deciso-alemanno/

Domenico Scilipoti, il deputato d'assalto dell'IDV, si é attivato per combattere l'usura anche qui nelle Marche, dove ieri é venuto in visita per partecipare a vari incontri sul tema e contattare i referenti istituzionali della nobile battaglia antiusura. Leggete: http://paolodarpini.blogspot.com/2010/10/marche-domenico-scilipoti-prosegue-il.html


Eccoci giunti in fondo, bene o male, saluti, Paolo/Saul

…....

Pensieri poetici del dopo Giornaletto:

‎"Rendo omaggio a Colui che è onnisciente e onnipotente, al Sé che è pura Conoscenza, oltre il quale non v'è altro ente, nel quale non v'è oggetto di conoscenza, né conoscenza, né conoscitore alcuno." (Upadeśasāhasrī 2.17.88)

…..

Anima eroica.

Bella prova è d'alma forte
l'esser placida e serena
nel soffrir l'ingiusta pena
d'una colpa che non ha.

UNA PRECE.
Santa Dina, per favore
fai risolvere in un lampo
questo crampo
accarezzami pian piano
questa mano
perchè piango dal dolore.

LA SVENTURA ILLUMINA.
Come dell'oro il foco
scopre le parti impure
scoprono le sventure
dei falsi amici il cor.

PREGHIERE PER TUTTI I FABBISOGNI.
Prima di salire in treno.
Sant'Ilario, Sant'Ilario!
tieni il treno sul binario
bada ben che non deragli
che lo scambio non s'incagli
che sicura sia la via
e così sia.
Quando il convoglio, abbandonata la parte cattolica,
giunge in terra musulmana,
scendano tutti i passeggeri alla prima fermata
ed intonino l'Inno a Macoma:
O profeta Maometto!
se fin qui ci ha ben diretto
il giaurro sant'Ilario,
tu non far tutt'il contrario,
fa vedere ai miscredenti
che non temi concorrenti
e conducici fin là
INSCIALLA'H !

DALLA SOFFITTA della Parigi dI FINE '800...”
Levati quelle vesti, o Berenice!
ben ci conviene
peccare insieme.
Se durante l'amplesso
pel freddo moriremo
all' inferno, per DIO!
CI SCALDEREMO!

(Giorgio Vitali)

Nessun commento:

Posta un commento