Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

sabato 23 ottobre 2010

Il Giornaletto di Saul del 24 ottobre 2010 – Halloween Ognissanti Samhain, Smriti Singh, 150° di Teano italiano, NATO talebano, Udine vitale

Care, cari,

vorrei raccontarvi una vecchia storia, la storia di come é rinata la tradizione in Italia per la celebrazione della Vigilia di Ognissanti, volgarmente chiamata Halloween, ed anticamente Samhain.. ... Sapete bene che sino a pochi anni fa non esisteva più nessuna consuetudine in Italia per questa celebrazione del 31 ottobre... C'era solo un vago ricordo di un qualcosa che fu... Ad esempio a Calcata si raccontava che in quella notte... Ma andiamo per ordine....: http://paolodarpini.blogspot.com/2010/10/da-calcata-ricordando-samhain-ed.html

Scrive Adele Caprio da Civita Castellana: "Cari amici delle Nuvole, vi segnaliamo il seminario di Yoga con la maestra indiana Smriti Singh, che sarà nostra ospite sabato 6 e domenica 7 novembre, unica data italiana del suo Tour europeo. Un grazie sentito a tutti coloro che hanno compilato ed inviato il sondaggio La Scuola che Vorrei. Pensieri di luce a tutti – Info. Tour: lenuvole.yoga@live.it -"

Scrive Ricerche di Vita: "Carissimi amici, siamo ormai in piena attività! Abbiamo inaugurato il nostro centro di Udine e vorremmo ringraziare tutti voi per la calorosa partecipazione ed il grande sostegno che abbiamo sentito (e che continuiamo a sentire!). Abbiamo già svolto alcuni corsi ed attività nel nuovo centro e siamo molto contenti perché l’ambiente è accogliente e ‘caldo’. Novembre sarà di nuovo un mese intenso. L’Intensivo di Illuminazione che ci sarà a breve sta ricevendo moltissime adesioni, e questo è un segno importante, perché indica che sarà un gran bel corso. Se state valutando la partecipazione, affrettatevi perché chiuderemo presto le iscrizioni. Info. ricerchedivita@email.it -"

Scrive Simone Sutra: "...Nella calura di luglio l’effluvio del letame dietro l’aia saturava le narici, l’aria e tutto l’universo, ma era un olezzo grato, perché era uno di quegli odori che lo facevano sentire impregnato fino al midollo di quella vita di campagna che ti faceva pulsare le vene, che ti inebriava con la fragranza del fieno appena tagliato, con il penetrante odore del mosto nelle vascone della cantina sociale, con l’assordante concerto delle cicale in estate.." Questo é un brano del suo nuovo racconto pubblicato nel sito del Circolo Vegetariano. Continua:
http://www.circolovegetarianocalcata.it/2010/10/23/straniero-ma-non-troppo-un-racconto-di-simone-sutra/

Scrive AVA: “Giovedì 28 ottobre 2010 alle ore 17,30, in piazza Asti 5/a Roma,
conferenza del Dr. Giorgio Vitali, Chimico, Presid. Nazionale Infoquadri, sul tema:
“IL MERCATO DELLA SALUTE” La salute umana è nelle mani di gente spesso priva di scrupoli. Ingresso libero (e senza scrupoli...)”

Scrive Maria Rosa: “Ciao Paolo, ho ricevuto tutto. Grazie per l'invito del 30-31 ottobre a cui avrei partecipato molto molto volentieri ma sarò a Milano per un altro seminario che abbiamo organizzato per lo stesso messicano che sarà a Roma la settimana successiva. Il seminario si terrà, infatti dal 30 ottobre all'1 novembre... date non scelte a caso!...”

Scrive l'infaticabile Rita De Angelis: “Caro Paolo ti invio un pezzo sulle "presunte trattative" della Nato e talebani per far cessare la guerra”. Con mio commento aggiunto: http://paolodarpini.blogspot.com/2010/10/no-vatican-no-taliban-profferte-amorose.html

Scrive Marica Di Pierri: “A Teano ci darem la mano... Ricorre il 26 ottobre il 150° anniversario della stretta di mano fra Garibaldi e Vittorio Emanuele. Oggi, a distanza di un secolo e mezzo, il Mezzogiorno è visto come una palla al piede dello sviluppo italiano. Ma i termini politici della questione si sono invertiti. Non è più il Mezzogiorno che reclama autonomia ed indipendenza, bensì è il Nord che vuole uscire dall’Italia” Leggi tutto:
http://www.circolovegetarianocalcata.it/2010/10/23/26-ottobre-2010-%e2%80%9c150%c2%b0-anniversario-dellincontro-fra-garibaldi-e-vittorio-emanuele-che-segno-il-passaggio-del-mezzogiorno-nel-regno-d%e2%80%99italia-%e2%80%9d/

Scrive Eugenio Odorifero, sulla lista di European Consumers, a proposito di scetticismo patologico: "Riguardo lo scetticismo patologico, chiedete a Vittorio Marinelli, che per aver portato la Fusione Fredda alla Sapienza, il fisico "scettico patologico" Vatinno lo ha buttato fuori da IdV per due anni, e in più ha fatto il cazziatone perfino al preside della facoltà d'ingegneria. Quando invece l'anno scorso c'è stato a Milano un convegno esclusivamente sul tema della fusione fredda con scienziati anche di fama, (l'ho ripreso quasi integralmente, se volete vi mando la playlist). Credo che questo sia un buon esempio. Ma ce ne stanno di altri. In genere ritengo lo scetticismo il contrario della creduloneria. Ma quando si usa per mantenere posizioni ottuse o di convenienza allora lo considero patologico..."

Uffah, anche stavolta é finito... Ciao, Paolo/Saul
.........................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“La cosa più atroce é la guerra assassina.
La cosa più atroce é il colpo di stato razzista.
La cosa più atroce é il femminicidio.
Ma la cosa più turpe é il silenzio di chi non si oppone”
(Beppe Sini)

Nessun commento:

Posta un commento