Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

domenica 31 ottobre 2010

Il Giornaletto di Saul del 31 ottobre 2010 – Vigilia di Ognissanti, Sergio Magana, Aliberth Mengoni, Daniele Falcinelli, Franco Libero Manco

Care, cari,

ieri, primo giorno dell'incontro bioregionale a San Severino Marche, é trascorso in poesia, bellezza e lucidità di mente e di cielo, un cielo terso quasi primaverile, tiepido, comunque adatto all'autunno marchigiano: Il sole ha accompagnato la nostra passeggiata mattutina con Sonia, le erbe trovate e raccolte sono state tante e ben verdi... Abbiamo compiuto una cerimonia in onore delle forze della natura e degli antenati in una piccola radura nascosta, entrando ed uscendo in e da cerchi sul terreno fatti di ramoscelli, foglie e fiori. Sì, numerosi fiori e di tutti i colori: bianchi, gialli, viola...
Mentre si svolgeva il pranzo conviviale, tutti attorno alla tavola, hanno cominciato ad arrivare sempre nuovi ospiti, eravamo prima in dieci, poi siamo diventati venti e verso sera eravamo anche trenta.. con persone giunte da ogni dove d'Italia... ma essenzialmente dal centro nord... La maggior parte del tempo, nel pomeriggio, siamo stati attorno alla stufetta a legna ben accesa ed alimentata continuamente da Lucilla, padrona di casa eccezionale, che ha saputo farci sentire tutti a casa propria. Bambini, cani, anziani, giovanetti, donne, uomini, senza differenza alcuna.
Abbiamo parlato di agricoltura contadina, scoprendo quanti di noi hanno fatto o vorrebbero fare l'esperienza di vivere in campagna, senza però dimenticare la società, i bisogni di tutti... Si é anche parlato di modi energetici alternativi e di rapporti sociali... ognuno ha portato un suo contributo... Benevolente il tempo é trascorso senza fretta, mentre sulla tavola sempre imbandita apparivano dolci, frutta fresca e secca... caraffe piene di vino, acqua buona... insomma ogni ben di Dio. Durante l'intera giornata, com'era usanza nei simposi antiche dove si parlava e si mangiava e si declamava, non sono mancate poesie e mugolii armonici.. insomma é stata una bella festa... Oggi il secondo giorno dell'incontro... é cambiata l'ora legale, siamo cioè tornati all'ora solare, così ho avuto modo di mettermi al computer per raccontarvi qualcosa e tentare di imbastire il Giornaletto odierno.
A domani la seconda parte del racconto e forse anche qualche intervento aggiunto....

Scrive AVA: “Carissimi, ieri venerdì 29 c.m. l’ennesimo messaggio negativo in Tv viene dal Canale 5 da parte di Rita Dalla Chiesa (forum@mediaset.it) che durante lo spazio pubblicitario della trasmissione Forum torna a fare pubblicità al filetto di tacchino Aia: “Io oggi scelgo tacchino Aia, leggero come il pollo, buono come il…(mi pare abbia detto) vitello”. Come la gentile signora possa strapparsi le vesti alla notizia del maltrattamento di un qualunque animaletto e nel contempo rendersi responsabile dell’ingiustizia suprema di migliaia, centinaia di migliaia di animali, che a causa dei suoi spot pubblicitari saranno ridotti a pezzettini e divorati dagli umani, è uno dei misteri dell’incoerenza e della miseria umana”

Si parla ancora degli eventi venienti in seguito al passaggio epocale del 21 dicembre 2012, stavolta in chiave tolteca e quantistica... ecco cosa ne dice Mariarosa Greco: “Caro Paolo, eccoti l'articolo su Sergio Magana, non ho potuto mandartelo prima perché sono stata presissima dall'organizzazione del seminario di Milano” Continua:
http://www.circolovegetarianocalcata.it/2010/10/31/tecniche-di-guarigione-tolteche-e-quantistiche-e-lopportunita-di-crescita-psichica-offerte-dalle-congiunzioni-particolari-del-21-dicembre-2012/

Scrive il centro Chan Nirvana di Aliberth Mengoni: “Caro Paolo - da anni mi mandi le tue mail con cadenza quotidiana... in realtà esse, pur non potendo io venire ai tuoi convegni, mi fanno comunque compagnia informandomi delle tue attività.. e poiché esse arrivano a tutti i nostri amici e associati (anche a tutti quelli che non vengono più...) ritengo che la cosa dovrebbe essere quantomeno reciproca. Così, d'ora in avanti ad ogni tua missiva te ne invierò una mia, che sarei lieto tu estendessi a tutti i tuoi indirizzi... Grazie... Eccoti la prima...) te ne manderò una ad ogni ricevimento delle tue... Grazie – Ciao! IL CENTRO CHAN NIRVANA comunica che OGNI LUNEDI E VENERDI feriali, dalle ore 19,00 alle 20,30 presso il nostro Centro sito in Via Ostiense 152/b - Roma, si tengono Sessioni di MEDITAZIONE e INSEGNAMENTI del CH'AN Buddista, tenuti da ALIBERTH e RISERVATI SOLO A PERSONE AVANZATE E MOLTO INTUITIVE. (Gli altri, purtroppo, potrebbero NON comprenderli e, quindi, snobbarli... e ciò sarebbe sacrilegio...) - Mail: info@centronirvana.it - centronirvana@live.it - Sito: www.centronirvana.it - Questo è un evento aperto ma riservato ai soli realmente interessati - Sarà fatto un breve colloquio di verifica (telefonare al 328.6848780)”

Scrive Daniele Falcinelli: “Salve, mi chiamo Daniele, Ciro Aurigemma dell'AVI mi ha consigliato di scrivere a Paolo D'Arpini. Vi scrivo a proposito di una associazione vegetariana che io e mia moglie Cristina intendiamo creare, prima però stiamo cercando vegetariani della zona per socializzare fare 2 chiacchiere, così consideriamo punti di vista e fattibilità di una cosa del genere nel viterbese (noi viviamo a Soriano nel Cimino). L'associazione potrebbe organizzare corsi di cucina,
proiezioni a tema, ecc. I temi sono: vegetarianismo, ma anche ambiente, benessere degli animali ecc. Potreste girare questa comunicazione ai vostri contatti nella provincia di Viterbo? Per informazioni la mia casella è: danielefalc@libero.it – Cell. 338.6313809. Fatemi sapere. Grazie. Buona giornata.

Bene, chiudo qui... perché suonano le campane e tra un po' debbo andare a San Severino per la continuazione dell'incontro bioregionale... vi saluto, Paolo/Saul

..........

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

Io parlerò d’amore
alle pietre rupestri,
alla terra tumefatta dei campi,
alle acque che sciabordano i lidi.
Parlerò d’amore
al fuoco crepitante delle stelle,
alle minute gocce di rugiada,
alla notte che sprofonda
negli abissi del nulla
e al giorno che sboccia
dal palpito solare.
Io parlerò d’amore all’uomo,
agli animali selvatici,
agli alberi dei viali,
all’erba multiforme dei sentieri.
Parlerò d’amore alle tempeste,
alle eclissi lunari,
all’ebbrezza del vento a primavera.
Io griderò ad ogni cosa
il mio sogno d’amore
finché ci sarà un luogo sconosciuto
e se nessuno vorrà ascoltarmi
canterò da solo a Dio
il mio poema alla vita.

Franco Libero Manco

Nessun commento:

Posta un commento