Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

domenica 4 dicembre 2016

Il Giornaletto di Saul del 5 dicembre 2016 – Caterina è a Treia, diario di bordo, Marte com'era, complottisti e debunkers, biocentrismo ed economia, la dolce morte, Renzi se ne va...


Risultati immagini per Caterina Regazzi a Treia

Care, cari, eccomi a Treia. Era già da tempo che avevo in programma di essere qui in questi giorni. Veramente sarei venuta anche prima, ma l'impegno del voto al referendum, mi aveva fatto spostare la data a domenica, dopo esser passata dal seggio. All'ultimo momento la figliola mi ha fatto un bel regalo, offrendosi di tenere lei la cagnetta Magò. Lei odia andare in macchina e per un bel po' uggiola e cerca di salire sulla cappelliera, poi ansima, ecc. La prima ora, quando viaggiamo assieme, la passiamo con un po' di disagio, lei sta male ed io con lei. Non voglio darle tranquillanti, mi sembra eccessivo andarla ad intossicare per un viaggio di 3 ore e mezza. Quindi il 4 dicembre, complice il tempo uggioso, il referendum in corso e l'assenza di camion, il viaggio è scorso con tutta tranquillità. Io ho tenuto la mia solita velocità superprudenziale, ma essendo partita presto, prima dell'una ero a casa. Ho trovato Paolo un po' malconcio, almeno a suo dire, anche se l'aspetto non è male, anche il colorito è buono, un po' febbroso, forse. Cercherò di farlo riposare e di preparargli bei mangiarini. Ho portato frutta (cachi e nespole nostrane che a lui piacciono molto, e arance che userò per fare qualche spremuta vitaminica), e gli farò altre delicatezze... Gli ho letto una frase che mi è molto piaciuta: "L'amore è quando qualcuno accetta il tuo passato senza giudicarti, il presente senza cambiarti e il futuro senza limitarti". Vi piace? A lui è piaciuta! Spero in questi giorni di stare serena ed in buona compagnia delle persone che verranno e che incontreremo, in previsione della Fierucola delle Eccellenze Bioregionali dell'8 dicembre 2016. Buone cose a tutti! (Caterina Regazzi)

Dal diario di bordo del Circolo - Spulciando fra gli appunti dal diario di bordo del Circolo vegetariano VV.TT. ho scoperto un’analisi sulle “coincidenze” e collegamenti fra le qualità degli specifici anni ed i modi espressivi delle azioni compiute in sintonia con quegli elementi. Perché durante il 1992 e 1993 c’è stata una così ampia messe di articoli? L’ho scoperto esaminando dall’oroscopo cinese l’elemento di quegli anni, entrambi d’acqua, i successivi anni, ‘94 e ‘95 sono anch’essi alquanto pieni hanno l’elemento legno, poi il ‘96 e ‘97 che sono marchiati dal fuoco, seguiti dal ‘98 e ‘99 con la terra ed i micidiali 2000 e 2001 con il metallo... - Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2016/12/04/dal-diario-di-bordo-del-circolo-vegetariano-vv-tt/

Francia. Hollande – Scrive Roberto Tumbarello: “Finalmente qualcuno che si rende conto della propria inadeguatezza. Si ritira per non creare ulteriori danni, né fare una brutta figura. La Francia è un passo avanti. Un tempo anche da noi chi non si riteneva adeguato si metteva da parte spontaneamente. Non c'era bisogno di discriminarli. Aspettavano che si risolvessero i problemi più grandi delle loro capacità per affacciarsi alla politica. Per non danneggiare il paese e i propri figli al cui futuro anche i mediocri tenevano. Come il minuscolo uomo dell'Eliseo, che, con la rinuncia a duplicare un mandato impossibile, evita anche l'umiliazione di essere bocciato...”

Marte com'era – Scrive Ennio La Malfa: “Dalle foto trasmesse dalla sonda Curiosity si sono viste pietre conficcate nei presunti letti di fiumi non appartenenti alla tipologia geologica dell'area controllata. La conclusione ovvia è che sono state trasportate, come per i nostri ciottoli di fiume, da regioni più lontane e geologiche diverse e rimaste incastrate più a valle negli anfratti dei corsi d'acqua. Quindi Marte aveva un'atmosfera, acqua, vegetazione e qualche forma di via. Ma cosa può essere accaduto? Perché Marte si è trasformato in un pianeta inospitale?...” - Continua: http://www.terranuova.it/Blog/Riconoscersi-in-cio-che-e/Perche-Marte-si-e-trasformato-in-un-pianeta-inospitale

Grotte Santo Stefano. Basta polli – Scrive Veronica Lorenzetti: “Grotte Santo Stefano, frazione del Comune di Viterbo, conta circa 2.837 abitanti e circa 700 polli a testa, allevati intensivamente nei capannoni, che sorgono attorno al centro abitato ed anche a meno di 100 metri dalle singole case più esterne, non contando gli allevamenti di suini ed altro. Ciò provoca grandi disagi alla popolazione, a causa della scia di forfora pollina e delle micro particelle di piume, dovute al trasporto dei polli, stipati in cassette di plastica aperte. Nei mesi estivi, in particolare, è impossibile stare all’aperto per l’aria maleodorante e malsana, in seguito alle frequenti aperture dei capannoni, attuate allo scopo di rinfrescare l’ambiente surriscaldato degli stessi. Poiché gli impianti sono in continuo aumento stiamo chiedendo alle competenti Autorità, di intervenire....”

Biocentrismo ed economia. Quanto vale la Natura? - Scrive Francesco Martinelli: “Quanto vale una specie animale? Una montagna? O un lago? La conservazione della natura è una responsabilità alla quale, oggi più che mai, non possiamo sottrarci, ma questo ormai lo sanno tutti. La crescita inesorabile della popolazione, la necessità sempre maggiore di risorse ci chiedono uno sforzo di lungimiranza e attenzione che mai era stato necessario nella storia. Alla base di molte riflessioni di studiosi ed esperti, c’è una domanda: perché dobbiamo conservare la natura?...” - Continua:

Salento. Tira brutta aria – Scrive CSV: “Lunedì 5 dicembre 2016 a Soleto Centro Anziani via R. Orsini, Ora: 18.30. Soleto, Galatina, Sogliano cavour, Zollino, Sternatia, Cutrofiano e San Donato di Lecce sono realtà colpite da una fortissima pressione industriale produttrice di altissime emissioni inquinanti insalubri emesse da cave, bitumifici, fonderie, zincherie, discariche, biostabilizzatori e impianti di CDR, etc. emissioni d'impianti che si ripercuotono sull'ambiente e, soprattutto, sulla perdita di Salute tra i cittadini. Info. forumambientesalute@gmail.com”

Tuscia. Avanza la nocciolicoltura intensiva – Scrive Raimondo Chiricozzi: “Nel Lazio la parte interessata è il viterbese, dove già insistono moltissimi terreni coltivati a noccioli. Dopo i Piani integrati Mediterranei finanziati dalla Unione europea che hanno portato allo sviluppo della nocciolicoltura in tutto il viterbese, un nuovo progetto inserito nel PSR (Piano di Sviluppo Rurale 2014-2020 della Regione Lazio) che prevede il sostegno all’ampliamento della coricoltura con fondi pubblici ed europei, per “indirizzare gli investimenti alle priorità chiave per la crescita”, ma anche nel segno della “sostenibilità ambientale”.. - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2016/12/tuscia-la-continua-espansione-della.html

Marche. Volontari – Scrive Duccio: “Stiamo organizzando un gruppo di volontari per due giornate di aiuto ad uno di noi nelle Marche. La partenza è prevista per il 12.12 pomeriggio, 4 ore di viaggio, pernottamento, poi lavoro nei campi 2 giorni e si riparte. Per ora siamo in 5 con un mezzo. Chi vuole aggregarsi è benvenuto. Per maggiori dettagli sul luogo di partenza, tra Siena e Firenze. Info. 3393679928”

Complottisti e debunkers – Scrive Claudio Martinotti Doria: “La contrapposizione tra complottisti ed anti-complottisti (sbufalatori, debunker, designati anche “ufficialisti” perché si “bevono” le versioni ufficiali degli eventi) è un fenomeno storicamente ricorrente ma molto accentuato nella nostra epoca, soprattutto dopo i fatti dell’11 settembre 2001, che ha segnato una linea di demarcazione...” - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2016/12/complottisti-e-debunkers-si-contendono.html

Roma. Libraria – Scrive Stefano Panzarasa: “Fiera della Piccola e Media Editoria Sala Corallo, 9 dicembre 2016, ore 17 – Roma, Palazzo dei Congressi: MariaTeresa Ferretti, moglie di Gianni Rodari e il maestro Filippo Agostini insieme a Stefano Panzarasa e maVI (autori) presentano Il "Quaderno Vegetariano con Gianni Rodari" (edizioni Kellerman). Nel Quaderno c'è il racconto di un pranzo completo con le ricette di MaVi prese da filastrocche e racconti di Gianni Rodari dove vengono citati cibi fantastici come la Tristecca o dove i protagonisti sono tutti vegetali.”

La dolce morte - Tutto il discorso si può dire che inizia con Socrate e con la sua decisione di sottomettersi volontariamente alla morte, ovvero di non fuggire alla condanna inflittagli dagli ateniesi per avvelenamento con la cicuta. Ai suoi tempi alcuni dei discepoli stretti gli consigliarono di non accettare la sentenza e di salvare la pelle scappando da Atene ma il filosofo imperterrito suggerì: “Prima o poi la morte arriva comunque, ora se io fuggissi per amore della vita negherei il valore della democrazia e del verdetto popolare liberamente espresso, inoltre non conoscendo ciò che mi attende nel “post mortem” la curiosità innata del ricercatore che è in me mi spinge a non scantonare da questa esperienza, che viene spontaneamente. .." - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2014/12/discussione-aperta-e-serena-sulla-dolce.html

Referendum. Risultati e conseguenze - Scrive Ansa: “Matteo Renzi annuncia le sue dimissioni, dopo la vittoria del No al referendum. "Nel pomeriggio riunirò il consiglio dei ministri e poi salirò al Quirinale per consegnare al presidente della Repubblica le dimissioni" ha detto Renzi. Quel che sembra improbabile, qualora Mattarella glielo offrisse, è che Renzi possa accettare un reincarico. - "Addio Renzi" ora, "gli italiani devono essere chiamati al voto al più presto. La cosa più veloce, realistica e concreta per andare subito al voto è andarci con una legge che c'è già: l'Italicum": lo scrive il leader del M5S Beppe Grillo"

Anche questa è fatta! Ciao, Paolo/Saul

…..................................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

"Coloro in cui lo spirito d'indagine sul Sé è sempre vigile, illuminano il mondo. Illuminano tutti coloro che vengono in contatto con essi, disperdono i fantasmi creati da una mente ignorante e realizzano la falsità dei piaceri sensoriali e dei loro oggetti." (Yogavasishtha)



Nessun commento:

Posta un commento