Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

venerdì 2 dicembre 2016

Il Giornaletto di Saul del 3 dicembre 2016 – Imparare a camminare da soli, debunker, artista o macellaio?, renzie di Hamelin, Siria: intelligence altra, il mondo non può essere indipendente dalla sua sorgente...


Risultati immagini per Imparare a camminare da soli

Care, cari, penso che riporre fiducia cieca in un altro essere umano sia un segno di scarsa evoluzione personale, il solito uomo-bambino che ha bisogno di una figura esterna cui aggrapparsi, questo tipo di atteggiamento non è diverso da chi crede in un dio entità esterna. Questo atteggiamento annulla la capacità critica individuale e non permette il corretto discernimento. Ci sono indubbiamente dei benefattori impeccabili che fanno del loro meglio per servire gli altri, ma sono pochi e, comunque, considerando che tutto, ma proprio tutto è un'illusione, perché aggrapparsi ad un'illusione? Forse al principio di un cammino spirituale può essere utile un "apritore d'occhi", un istruttore, ma poi si deve camminare da soli altrimenti non c'è nessuna evoluzione. Quando si comincia a camminare da soli e non si rimane legati ad una figura esterna come punto di riferimento, ci si rende conto che in realtà il vero maestro è tutta la manifestazione... (Monica Morace)...

Mio commentino: “...son contento quando percepisco negli altri la capacità di osservare le cose per quel che sono senza "sentimentalismi". Anche se, dal punto di vista mio personale, ho anche bisogno di lacrime d'amore e di struggimento. L'auto conoscenza non esclude l'amore”

Chi depista? Scrive Giorgio Vitali: “E' necessaria una precisazione: il debunker è un personaggio al quale sono affidati direttamente o indirettamente, incarichi di depistaggio e di coglionatura dei gonzi. Spesso sono assoldati quando il tasso di informazione CONCRETA e reale supera il livello di rischio (per Lorsignori)...” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/12/02/agli-ordini-del-potere-costituito-debunkers-e-grand-commis/

No alle bugie pseudo-riformiste di renzie – Scrive Paolo Flores d'Arcais: “La controriforma costituzionale di Matteo Renzi non semplifica il funzionamento delle istituzioni e non riduce i costi della politica. Al contrario, grazie allo strapotere dell’esecutivo e all’abrogazione di fatto di ogni potere di controllo, rafforzerà l’establishment affaristico-politico-corruttivo del paese...”

Milano. Arte o macelleria? - Scrive Silvia Premoli: “Gli attivisti del movimento Iene Vegane l'1 dicembre 2016, a Milano, erano presenti all'incontro che l' "artista" austriaco Hermann Nitsch ha tenuto con gli studenti dell'Accademia di Belle Arti di Brera. Nitsch è stato presentato dal Preside e dal corpo docente quando stava per prendere la parola gli attivisti hanno estratto i cartelli di protesta e hanno contestato le sue modalità espressive e il suo infierire sugli animali morti...” - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2016/12/milano-hermann-nitsch-artista-satanista.html

Bologna. Convivio – Scrive Salvatore: “ Bologna, sabato 3 dicembre 2016, ore 10. Convivio su Ivan Illich. Interverranno: Mauro Bonaiuti, Pino De Marchi, Claudio Orrù, Salvatore Panu, Andrea Sedini, Pierre Tosi, Aldo Zanchetta. La partecipazione è libera, portare qualcosa da mangiare e da bere insieme. Info. torepanu@tiscali.it”

Treia o Troia (oppure Hamelin)? - Manca ormai pochissimo alla consultazione referendaria e le coscienze degli abitanti della cittadina dell'entroterra marchigiano ormai sono indirizzate verso il sì o verso il no… Ma ancora molti fra quelli che leggono solo le notizie sportive o guardano la tv di regime sono indecisi. Votare sì nella speranza di un miglioramento di vita o votare no e rimettere in discussione la propria vita? La verità è che votando “sì” si mette in forse la propria esistenza, come persone sovrane, mentre votando “no” si afferma la propria indipendenza e libertà di pensiero. Al baretto di Treia, il 2 dicembre 2016, alla radio imperversavano le ultime notizie sulla sceneggiata di renzi che svendola (lapsus freudiano) una finta scheda elettorale in cui risulta esserci una casella con l’indicazione del sindaco o consigliere regionale da destinare al nuovo senato delle Regioni. Questa è l’ultima bufala drammatica con la quale il renzi cerca di abbindolare il popolo....- Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/12/02/treia-come-troia-o-come-hamelin-ultime-battute-sul-referendum-e-chiarezza-di-idee-contro-furbizia-e-manipolazione/

Commento di Giorgio Mauri: “Nel caso di vittoria del no auspico due cose. La sostituzione del partito della nazione, che non era altro che il vecchio fascio, nonostante i protagonisti non ne fossero consapevoli, con una grosse coalitionen, con la sinistra del PD, la Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia. Ministro dell’economia qualcuno che eviti si sperperare qualche miliardo in derivati (quindi uno onesto, per esempio Fassina), una politica seria contro l’immigrazione selvaggia (quindi uno della Lega), al lavoro una persona seria, ma non proveniente dal sindacato. E la prima cosa da fare deve essere quella di mandare subito al macero “l’idea” di pagare le banche con le pensioni degli italiani...” - Continua in calce al link soprastante

Commento di Eugenio Chiesa: “voglio augurarmi di cuore che i cittadini siano in grado di usare la loro testa in modo autonomo e operino la scelta più giusta per loro stessi, per mantenere lo spazio democratico davvero libero e impedire che la sovranità del loro paese venga sfilata via e ceduta definitivamente ad altri attori, internazionali, a cui non importa nulla del loro benessere e futuro. La differenza è racchiusa tutta qui. Questo sarà il voto più consapevole e convinto che avrò fatto in tutta la mia vita...” - Continua in calce al link soprastante

Commento di Ser Kai: "Il bello è che questa storia della doppia scheda per il senato è stata proposta da una minoranza del PD una settimana fa, visto che si sono accorti che la questione era impopolare, ma non potendo a questo punto cambiare il testo della riforma, hanno assicurato che se passa il sì di lì a breve cercheranno di far passare quel decreto legge che toglie la possibilità ai consigli regionali di scegliere i senatori. Il bello è che se passa la riforma, una tale proposta di legge non potrà mai passare, perché la corte sarà costretta a giudicarla incostituzionale alla luce della riforma stessa..."

Commento di Vincenzo Zamboni: “Questa deforma viola persino la aritmetica delle frazioni elementari, quelle che si imparano da bambini. Un gruppo umano che ottiene 1/5 dei voti può, via ballottaggio, ottenere 54/100 di rappresentanza parlamentare con 1/5 = 20/100 << 54/100, essendo 54 oltre il doppio di 20. Nonostante ogni sforzo civile, la nausea indotta da tale autoritarismo controdemocratico mi conduce ormai ad un passo (e manca poco) dalla eliminazione di tutte le conoscenze che optano al SI. C'è un limite alla menzogna sopportabile per mera passione politica...”

Discorso alla Duma d Vladimir Putin – Scrive Aleksandr Artamonov: - “Asia e oriente saranno i principali assi della cooperazione internazionale e dello sviluppo della Russia, e l’Oriente russo diverrà priorità nazionale. La Russia sembra definitivamente voltare le spalle all’occidente, da cui non si aspetta nulla di positivo. L’idea di grande complesso eurasiatico, tanto cara alla Russia dal periodo dell’Orda d’Oro, sembra destinata ad agitare di nuovo le notti insonni degli strateghi della nuova amministrazione Trump alla Casa bianca...” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2016/12/discorso-annuale-alla-duma-vladimir.html

Mio commentino: “Il sogno di Eurasia si avvicina...”

Siria. Altra intelligence – Scrive Piotr: “Lavrov, ministro degli Esteri russo, ha dichiarato che entro la fine dell'anno Aleppo sarà completamente liberata. Ricordo che i Russi sono molto prudenti nel rilasciare dichiarazioni di questo tipo. L'inqualificabile Mogherini ha dichiarato che le posizioni ostili della UE nei confronti della Russia rimarranno tali anche se gli Usa dovessero cambiare politica. Della serie essere molto ma molto più imbecilli del Re....” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2016/12/siria-altre-notizie-dintelligence.html

Siria. La solita solfa – Scrive Vincenzo Brandi: “Vorrei ricordare a tutti che i gruppi armati presenti ad Aleppo Est sono egemonizzati dall'ex gruppo Al Nusra, riconosciuto internazionalmente come formazione terrorista già facente parte di Al Queda. Gran parte di questi terroristi non sono nemmeno Siriani, ma Ceceni, Turchi, Turcomanni, Uiguri, Sauditi, Libici, Tunisini, Francesi, ecc. Fecero irruzione in alcuni quartieri di Aleppo (città fino ad allora assolutamente tranquilla e prospera) nel 2012, prendendone gli abitanti in ostaggio. Gli abitanti di Aleppo non ne possono più e chiedono l'allontanamento o l'eliminazione di questi terroristi (vedi l'intervista all'arcivescovo cristiano maronita di Aleppo attualmente a Roma). La solita retorica sui bambini feriti o gli innumerevoli ospedali colpiti, per venire in aiuto dei terroristi in difficoltà, ormai mostra la corda. Eppure è prevista a Roma una protesta "umanitaria" per la scuola dei "bambini di Aleppo" (? ) E' l'ennesimo tentativo di correre in soccorso dei terroristi accerchiati ad Aleppo Est, ora che stanno perdendo la battaglia? Faccio notare che la scuola di cui si parla si trova al campo profughi di Kilis, cioè in Turchia. Cosa c'entra Aleppo? Non imbrogliamo come al solito...”

Viterbo. Porta Fiorentina – Scrive Centro per la Pace: “La mattina di venerdì 2 dicembre 2016 a Porta Fiorentina, a Viterbo, il responsabile del "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani", Peppe Sini, ha tenuto una conversazione sulle tre decisive ragioni per cui votare No alla proposta di massacrare la Costituzione della Repubblica italiana. Di seguito una sintesi degli argomenti svolti. Hic et nunc...” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/12/02/il-4-dicembre-2016-diciamo-no-al-massacro-della-costituzione-per-ignobili-motivi-di-bottega/

Commento di Michele Rallo: “Il Ministro degli Interni, Angelino Alfano, disquisisce sul fatto che se vincesse il NO il governo non dovrebbe comunque dimettersi, mi fa pensare che i dati di cui è a conoscenza non siano proprio confortanti per la sua parte politica. E poiché – mi ripeto – i sondaggi ufficiali danno il NO in lieve vantaggio, ne deduco che i sondaggi veri possano prefigurare un vantaggio ben più consistente. La mia non è una previsione. È una deduzione... Voto degli italiani all’estero permettendo, naturalmente.”

Commento di Massimo Penso: “...votare no serve secondo me ad altro. A mantenere vive le "uova di drago" che dentro la costituzione si celano. L'esempio più eclatante il CNEL che fosse stato messo a funzionare come si doveva, sarebbe potuto essere una sorta di camera delle Corporazioni. Adesso loro lo rottamano perché li spaventa nel caso lo si mettesse in funzione. Il principio della rappresentanza corporativa insomma, preludio alla socializzazione delle imprese, questo potrebbe essere il CNEL per questi papponi solo un cimitero per elefanti...”

Commento di Jure Ellero: “Il PD di Renzi e gli alleati di governo Alfano e Verdini, non sono altro che esecutori di un ordine preciso: sbarazzarsi di una Costituzione che garantisce il controllo democratico dei rappresentanti eletti dal popolo sull'operato del governo, ricostituire un nuovo centralismo rafforzando il potere dell'esecutivo, diminuire la forza della rappresentanza e la partecipazione politica. Non è un'idea nuova, in quanto la Costituzione ha subito molti attacchi in questi decenni, guarda caso tutti rivolti a diminuirne i contenuti democratici favorendo involuzioni e derive autoritarie semplicemente perché "troppo democratica"

Nutrirsi di abominio – Scrisse Voltaire: “Bisogna risalire fino al buon Porfirio, ai compassionevoli pitagorici, per trovare qualcuno che abbia cercato di farci vergognare della nostra cruenta ghiottoneria; oppure bisogna recarsi tra i brahamani. Infatti i nostri monaci, costretti dal capriccio dei fondatori dei loro ordini, a rinunciare alla carne, sono assassini di sogliole e di rombi, quando non lo sono di pernici e quaglie. E né tra i monaci né nel concilio di Trento né nelle nostre assemblee del clero né nelle nostre accademie si è mai pensato di chiamare male quella carneficina universale. Nei concili non vi si è pensato più di quanto si usi pensare nelle taverne...” - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2016/12/nutrirsi-di-abominio-e-di-cadaveri.html

Brano poetico di Luigi Caroli dedicato al “tosco”: “In discesa la sua presidenza, stolto, carta giocò dell’astinenza quando suo voto non contava niente: gabellare volea solo sua gente. Contro U.E. tosco sgrigna i denti: “voterò contro bilancio del dueeventi”. Europea comunità è scossa, da omeriche risate vien percossa. “D’economia digiuno è nuovo duce”. Prestigioso ECONOMIST lo mette in luce...”

Il mondo non può essere indipendente dalla sua sorgente - I diversi stati di veglia, sogno e sonno profondo hanno origine da quella ignoranza “di Sé”, con la mente che si rivolge all’esterno (attraverso il processo proiettivo dell’apparato mentale) sperimentando la condizione di veglia e sogno e ritirandosi nel sonno profondo in stato di latenza. Tutti questi ovviamente sono solo “fenomeni” che appaiono attraverso la Luce Riflessa sul Substrato dell’Esistenza e Consapevolezza Assoluta dell’auto-luminoso Sé. Quindi il mondo non può essere “indipendente” dalla sua Sorgente, ed è così che l’Unico Essere diventa molti.... - Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2015/12/02/nel-nondualismo-la-creazione-non-e-graduale-ma-simultanea/

Ciao, Paolo/Saul

….................................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:



“Things are as they are because you accept them as they are.
Stop accepting them and they will dissolve.
Whatever you think about with desire or fear appears before you as real.
Look at it without desire or fear and it does lose substance.
(Nisargadatta Maharaj)




Nessun commento:

Posta un commento