Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

domenica 25 dicembre 2016

Il Giornaletto di Saul del 26 dicembre 2016 – Sole sul Panaro, karma misurato, come è nato il sionismo, Sochi: aereo russo precipitato, the trump che non ti aspetti


Risultati immagini per caterina e paolo sul panaro

Care, cari, Caterina ed io abbiamo passato la giornata di Natale a Spilamberto in tutta tranquillità ed intimità. Pranzo modesto a base di riso integrale, fagioli borlotti, cardi in besciamella e broccolo e subito dopo passeggiata al sole lungo il Panaro per distribuire cibo agli animali selvatici....

Il karma misurato con giustizia e con amore – Scrive Fraternità Univerasale Bianca: "La Legge della Bilancia. La legge del terribile Karma, governa tutto il creato. Ogni causa si trasforma in effetto e ogni effetto si trasforma in causa. Voi dovete innanzi tutto comprendere che cos'è la legge della Compensazione: tutto quello che si fa, si deve pagare, perché non esiste causa senza effetto, né effetto senza causa..." - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2015/12/anubis-ed-il-peso-del-karma-misurato.html

Mio commentino: "Insomma dobbiamo accettare quel che viene, in conseguenza di...., però possiamo cambiare atteggiamento per adattarci al futuro..."

Come è nato il sionismo? - Solitamente si ritiene che esso sia originato da un filone di pensiero, sorto all’interno della comunità ebraica, verso i primi anni del secolo scorso (od alla fine del precedente) ed abbia trovato una sua prima attuazione concreta nella fondazione di Israele. Questo fatto è stato comunque accompagnato da una forte crescita dell’influenza di un certo “ceto” ebraico nel campo economico e della finanza mondiale. Il nido in cui tale influenza ha potuto svilupparsi si trova negli USA, il cuore dell’America, ed in parte anche in Inghilterra. Fu proprio in seguito a questa forte influenza che l’Inghilterra acconsentì alla cessione della Palestina, al termine del secondo conflitto mondiale, affinché gli ebrei (vittime di persecuzioni e sterminio) potessero fondare (o rifondare) una loro patria. La famosa “terra promessa”… Ed il ritorno in quella casa ideale avvenne con una celere penetrazione e occupazione del territorio palestinese, considerato “proprio”... - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2013/12/25/storia-di-come-e-nato-il-sionismo-ovvero-se-gli-ebrei-non-sono-ebrei-ma-khazari-convertiti/

Sesto San Giovanni. Misteri terroristici - Scrive Adriano Colafrancesco a commento dell'articolo https://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2016/12/sesto-san-giovanni-giustizia-e-sfatta.html?showComment=1482657465502#c4534444707395066047 -: "C’è chi dice che: iI TIR polacco - prima di andarsi a schiantare a Berlino - aveva fatto un carico alla OMM srl. In  via Cesare Cantù 8, a Cinisello; ossia a un chilometro dal piazzale della Stazione di Sesto dove Amri ha trovato la morte. Dunque, Amri si è fatto ammazzare là dove il camion polacco era partito..." - Continua in calce al link segnalato

Commento di Fulvio: "Probabilmente Amri non s'è mai mosso da Cinisello , dato che sicuramente a guidare il camion a Berlino non era colui che vi ha lasciato la carta d'identità di Amri. Rita Katz è un'agente dei servizi israeliani e quindi tutto torna..."

Sochi. Aereo con il Coro dell'Armata Rossa precipita nel Mar Nero - Le indagini stanno seguendo tutte le piste, anche l’attentato terroristico, ha dichiarato il ministero dei Trasporti russo... - General Victor Eliseev, Conductor and Director of the MVD Red Army Choirs from Guard Nationale from Russia, wishes to extend his condolences to the family of General Khalilov and to all families of Alexandrov Choir members and all the passengers who have perished during this dramatic accident... - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/12/25/sochi-aereo-con-il-coro-dellarmata-russa-precipita-nel-mar-nero-il-messaggio-di-condoglianze-del-generale-victor-eliseev/

P.S. Per chi vuole mandare le condoglianze al Coro dell’Armata ROSSA mandate un messaggino in inglese o spagnolo o francese (o russo) a: info@redliveagency.com.."

The trump che non ti aspetti – Scrive Fulvio Grimaldi: "Bislacco o astuto manovratore? Pareva che rispetto al duo della brutta morte, Obama-Hillary, sostenuto con passione da tutto il mondo talmudista per il suo impegno anti-arabo e anti-islamico, The Donald facesse svettare il suo ciuffo  albicocca su una pax siriana con tanto di Assad. Ed ecco invece che il bizzarro miliardario copre il crine albicocca con la kippà, agita la Torah, si tatua sul cuore la stella a sei punte, promette di spostare la capitale sionista a Gerusalemme e si fa incensare dalla lobby talmudista AIPAC. E quando l’agonizzante Obama raspa tra le sue stragi alla ricerca di un minimo di dignità storica astenendosi al Consiglio di Sicurezza quando passa la condanna dei carcinomi coloniali incistati in Palestina, è Trump che accende il candeliere a sei braccia per dar fuoco all’antisemita predecessore..." - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2016/12/lettera-politica-di-natale-con-beppe.html

Il tempo passa e non ci aspetta... Ciao, Paolo/Saul

Risultati immagini per Paolo d'arpini e caterina regazzi  sul sentiero natura Panaro

.................................


Pensiero poetico del dopo Giornaletto:


"La saggezza non ha nulla a che fare con la
erudizione, proprio per nulla; ha qualcosa a che
fare con l’innocenza. È necessaria una certa
purezza del cuore, è necessario un certo spazio
dell’essere perché la saggezza possa crescere."
(Osho) 

Nessun commento:

Posta un commento