Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

domenica 1 maggio 2016

Il Giornaletto di Saul del 1 maggio 2016 – Il "maggio", l'acqua del mondo alle banche, Isis e petrolio, lago di Vico, sai cosa compri?, come riconoscere il proprio Dharma?...



Care, cari, la festa continua.... Una delle feste più sentite da noi Precursori del Circolo Vegetariano VV.TT. è quella del “maggio”. Quando ancora stavamo a Calcata c’era l’usanza un po’ barbara dell’albero addobbato da montare in piazza a simbolo della maturità raggiunta da parte dei giovani maschi, corrispondente al loro 18° anno di età. Io non ero molto felice di questa tradizione perché comportava il taglio dell’albero ma una tradizione, bella o brutta che sia, è sempre una “tradizione”… - Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2016/04/30/treia-ricordando-il-maggio-calendimaggio-beltane-magnalonga/

Viterbo. Il pasticcio dei rifiuti – Scrivono Grilli Viterbesi: "Il pasticciaccio dei rifiuti a Viterbo prosegue e l’incompetenza dell’amministrazione continua a palesarsi. Un suggerimento al Sindaco ci sentiamo di darlo: rispetti gli impegni presi dal consiglio comunale, che ha votato il nostro ordine del giorno per l’individuazione di criteri di “rifiuti 0” per il prossimo contratto e individui un professionista competente per l’assessorato che dovrà seguire l’iter del prossimo bando, non un politico..."

L'acqua del mondo finisce a Wall Street – Scrive Jo-Shing Yang: "Si sta accelerando una tendenza preoccupante: le banche di Wall Street e i multimiliardari dell’elite stanno acquistando l’acqua in tutto il mondo ad un ritmo senza precedenti. Le seconda tendenza preoccupante è che, mentre i nuovi baroni stanno comprando l’acqua in tutto il mondo, i governi stanno rapidamente limitando la capacità dei cittadini di procurarsela autonomamente (come evidenziato dal noto caso di Gary Harrington, nell’Oregon, dove lo stato ha criminalizzato la raccolta dell’acqua piovana..." - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2016/04/tutta-lacqua-del-mondo-finisce-wall.html

Causa ed effetto – Scrive Simon Smeraldo: "Un improvvisato oratore, in piedi su di una cassetta,si era messo,in un angolo di un parco, ad arringare la folla. Con le sue grida aveva richiamato un nutrito capannello di persone, che lo ascoltavano inveire contro Dio sostenendo le parti del Big Bang,cioè dell'universo "autocreato" per combinazione. A un certo punto fu colpito alla testa da una lattina di birra scagliata da qualcuno in mezzo alla gente che lo ascoltava. "Chi mi ha tirato questa lattina?" Urlò infuriato. "Nessuno" gli rispose una voce dalla folla. "Si è tirata da sola!" .."

ISIS e petrolio – Scrive Antonio Ruberti: "In realtà come ha dimostrato la vicenda siriana, le potenze occidentali non hanno alcuna intenzione di eliminare l’ISIS, che è servito e serve ancora come pretesto per compiere missioni militari finalizzate a ridistribuire le zone di influenza ed il controllo delle aree petrolifere. La politica estera la fanno l’ENI, la Total, la BP, la Exxon e le altre multinazionali e durerà – ci viene detto – almeno trent’anni: cioè fino a quando ci sarà petrolio e gas da rapinare.” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/04/30/lisis-finira-contemporaneamente-alla-fine-del-petrolio/

Roma. Stop TTIP – Scrive A Sud: "Manifestazione contro il TTIP, 7 maggio 2016, partenza ore 14.00, ROMA - Piazza della Repubblica. In tutta Europa i cittadini si stanno mobilitando contro la firma del TTIP, il trattato di "libero" commercio tra USA e UE. Il TTIP è un cavallo di Troia, negoziato in gran segreto, attraverso il quale rischiamo di vedere aggirate le normative europee su tutela ambientale, sicurezza alimentare, diritti del lavoro e non solo: a rischio c'è la possibilità degli Stati di decidere in futuro per il bene dei propri cittadini. Info. redazione@asud.net"

Caprarola. Lago di Vico – Scrive Raimondo Chiricozzi: "Le questioni che verranno affrontate il 12 maggio a Caprarola sono rilevanti per la salute dei cittadini e la salvaguardia dell’ambiente e del lago di Vico che è una grande risorsa per i nostri luoghi...." - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2016/04/caprarola-12-maggio-2016-acqua-potabile.html

Milano. Remember Odessa - Scrive Comitato Contro La Guerra Milano: "Remember Odessa 2016 - Commemorazione alla Loggia dei Mercanti della strage di Odessa, 2 maggio 2016 ore 18.30. Chiediamo giustizia per i morti della strage di Odessa, che è stata perpetrata anche al di fuori della Casa dei Sindacati. Ancora non è dato sapere il numero esatto delle vittime, pur risultando disperse almeno trecento persone."

Roma. Serve un organo per l'Auditorium – Scrive Luca Purchiaroni: "Ho appena avviato una petizione per far installare un organo nell'auditorium di Roma, Parco della Musica. https://www.change.org/p/un-organo-per-roma?recruiter=162140054&utm_source=share_petition&utm_medium=email&utm_campaign=share_email_responsive - Se credi nel valore dell'iniziativa, ti prego di perdere due minuti per firmare e far sentire quanto è importante, per chi fa musica e per chi ne usufruisce. Purtroppo noi organisti siamo parecchio discriminati nel mondo della musica e del lavoro, il compositore Luciano Berio ha deciso che noi dobbiamo suonare nelle chiese e per questo non ha voluto un organo per l'auditorium. Grazie!"

Roma. Sai cosa compri? - Scrive Federica porfiri: "Ciclo di incontri sulla qualità del cibo, a partire dal 7 maggio 2016. Le nostre abitudini alimentari e i nostri cibi sono cambiati e, in questo contesto, sempre più studi attestano la profonda connessione tra ciò che mangiamo e la Salute dell'individuo e dell'Ambiente. Tra le migliaia di prodotti che il mercato ci propone è arduo riconoscere quelli di qualità. Metteremo a confronto le differenti categorie di prodotti alimentari capendo quali...." - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2016/04/roma-sai-cosa-compri-incontri.html

Restare dove siamo – Scrive Simone: "Buonasera Paolo, Possiamo definire il dimorare costantemente nel QUI e ORA un comportamento fondamentale ai fini della Liberazione? Ma come dimorarvi stabilmente? RingraziandoLa, Le auguro un sereno weekend..."

Mia rispostina: "La liberazione è qualcosa di immaginato che ci poniamo come obiettivo nel tempo. Restare qui ed ora non ha finalità è un semplice restare dove siamo..."

Come riconoscere il proprio Dharma? - Come riconoscere la propria missione personale? Il discorso è da un lato lungo e complesso, dall'altro invece molto semplice. Non ci si può interrogare sul proprio Dharma, occorre viverlo momento per momento sentendolo dentro di noi, come un'ispirazione. Quindi non ci si può realmente basare sulle indicazioni di libri sacri, sulle divinazioni e  sugli archetipi e sugli elementi  incarnati. Dobbiamo fiutare il vento  e fidarci delle sensazioni e conoscenze ed esperienze personali. Insomma la propria missione è assoluto divertimento, senza aspettative di sorta. Infatti quando descrivo il "percorso" spirituale laico o l'indirizzo da seguire in armonia con l'ecologia profonda o con gli aspetti zodiacali incarnati, non do una risposta precisa e definitiva, utile a "scoprire" la "forma" della persona, poiché quella "persona" in verità incarna tutti gli aspetti possibili ed immaginabili della psiche umana in diverse fasi evolutive... - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2016/04/il-dharma-che-non-viene-deciso-ed-il.html

Buon primo maggio a tutti! Ciao, Paolo/Saul
................................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

"Ipazia.
Avvolto era il mondo
di fiamma innocente,
bruciava la terra
di un sole perverso;
mentre lei,
sugli alti gradini
del tempio di Zeus,
smarrita,
si volgeva ad un cielo
intenso di voci straniere,
insolito adesso
nel suo addolcirsi
all'imbrunire.
Gli occhi suoi
scrutavano,
ancor avidi, la vita,
intrisi di stupore:
e la sapienza amica,
trepidante
e un po' discosta,
le teneva la mano.
Lungo rivolse
uno sguardo a sé,
al piccolo corpo,
scomposto straziato
lacerato disfatto
trafitto oltraggiato.
Poi
con un cenno del capo
e un sorriso sicuro
si alzò
inalando un respiro
di eterno.

(Simone Sutra)



Nessun commento:

Posta un commento