Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

domenica 8 maggio 2016

Il Giornaletto di Saul del 8 maggio 2016 – Economia ecologica e produzione del denaro e tasse, lo vuole il papa, antisemitismo, poveri americani, gestione della morte, modelli costruttivi dell'universo...



Care, cari, sento il bisogno di ritornare su un tema scabroso che, purtroppo, al momento attuale non è portato avanti da nessuna forza politica... nemmeno dal M5S, il che è estremamente significativo... - “Come funziona la truffa: la BCE crea dal nulla 500 miliardi di euro, appropriandosi del relativo potere d'acquisto a danno della comunità (e della rendita monetaria che fa sparire nel passivo del bilancio), e li presta alle banche all'1%. Le banche li moltiplicano almeno per 10 (secondo Basilea III): 5.000 miliardi creati dal nulla che verranno prestati alla gente al 4% (diciamo). Quindi, vanno restituiti 5.200 miliardi, ma i 200 di interessi NON vengono creati dal sistema bancario che crea, prestandolo, solo il capitale (tramite false scritture contabili). Quei 200 miliardi, oltre a quanto denunciato sopra, verranno restituiti espropriando beni reali che la comunità avrà offerto in garanzia..” - Continua: http://www.terranuova.it/Blog/Riconoscersi-in-cio-che-e/Economia-ecologica-signoraggio-debito-pubblico-tasse

Immigrazione? La vuole il papa... - Il rito del cappuccino mattutino non si è interrotto, cambia il paese, da Treia a Spilamberto, cambia l’edizione del giornale, da Il Resto del Carlino Macerata a Il Resto del Carlino Modena,… ma il vizio rimane. La mattina del 7 maggio 2016 il cappuccino era però tiepido e quindi ho avuto poco tempo per la lettura, mi son dovuto sbrigare, prima che si freddasse nella tazza…, ma è stato meglio così, poiché le notizie erano raccapriccianti. In prima pagina: “il papa giudica l’Europa come una vecchia sterile che non è più in grado di prolificare… perciò -dice lui- l’immigrazione è benvenuta.. si aprano le porte di tutte le case”. Meno, ovviamente, quelle del Vaticano, aggiungo io, riservate a pochi intimi amici… - Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2016/05/07/il-cappuccino-interrotto-dalla-bolla-papale-del-7-maggio-2016/

Scafismo di stato. Ce lo chiede l'Europa – Scrive Paolo Sensini: "Come altro chiamare la principale attività svolta oggi della marina militare italiana se non "scafismo di Stato"? Tecnicamente è così, piaccia o meno. Oppure, se lo si preferisce, potremmo definirla "taxismo umanitario". Quando ci si spinge fino alle acque territoriali libiche per intercettare imbarcazioni guidate da scafisti africani e si raccolgono tutti i clandestini a bordo della propria nave (clandestini perché privi di documenti d'identità) per condurli indistintamente nei porti siciliani, come va definito questo? Potrebbero farli ritornare da dove sono partiti, ma gli ufficiali di marina non sono autorizzati a compiere una simile operazione. I militari non raccolgono i "migranti", questa nuova categoria ornitologica che piace tanto al politicamente corretto, per filantropia o gusto personale, ma perché retribuiti, e anche molto bene, da uno Stato che gli ordina espressamente di fare ciò. Un'attività che peraltro è in sintonia con un governo di abusivi, pataccari e faccendieri capeggiati dal barzellettiere di Rignano sull'Arno, il quale non ha fatto altro che mettersi nel solco già tracciato dai compari Monti e Letta. Ce lo chiede l'Europa!"

Commento di Barbara Francesca Passera: "Grazie per aver inquadrato perfettamente il problema! Il politicamente corretto impone all'opinione pubblica di concentrarsi sulla parte umanitaria e compassionevole oscurando l'origine, le cause e i devastanti effetti delle ondate migratorie. Un ottimo strumento di controllo delle masse è eliminare la capacità di analisi critica..."

Antisemitismo? – Scrive Michele Rallo: "...riguardo all'antisemitismo la Storia è qualcosa di infinitamente più complesso e articolato rispetto alle veline che ispirano i libri di testo e i talk-show televisivi o le leggi di convenienza. Certo, si stenta a credere che una parte ragguardevole del pregiudizio anti-ebraico derivi da quella medesima Chiesa Cattolica che è oggi – in persona soprattutto del suo ultimo Pontefice – protesa in un fraterno abbraccio verso la religione israelita. Eppure.." - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/05/07/antisemitismo-di-ebrei-cristiani-musulmani-religioni-il-male-assoluto/

Mio commentino: “Forse una rilettura sul processo di unificazione delle religioni semitiche, promosso dal corrente papa e dai sionisti, potrebbe essere utile alla comprensione (vedi: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2015/11/il-nuovo-vecchio-tempio-di-gerusalemme.html) – da tale processo sincretico si evince il tentativo implicito di “ri-appropriazione” giudaica (da parte di certi ambienti) delle due religioni monoteiste, che partono dalla comune origine ebraica, è alquanto interessante (dal punto di vista del “religiosamente corretto”)… seppure, a parer mio, destinato a fallire perché in verità ognuna di quelle religioni mira solo al mantenimento del proprio potere temporale…”

Poveri americani. Ridotti alla fame... - Scrive Marcello Foa: "L'economista Paul Craig Roberts da anni denuncia le condizioni di povertà in cui versano milioni di americani. Informazioni che in un paese che "esporta" la democrazia in tutto il mondo dovrebbero essere di dominio pubblico, ma che nei fatti sono annacquate dalle istituzioni che ritoccano i dati sull'economia, e vengono dimenticate dai media..." - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2016/05/incubo-usa-il-nord-america-e-come-loro.html

Ma pronti alla pugna... - Scrive Wall Street Italia: "La Nato dovrebbe disporre di una forza agile e pronta a “combattere nel giro di una notte”, nel caso di nuove minacce da parte della Russia. Lo ha detto il generale dell’esercito Usa Curtis M. Scaparrotti, che pochi giorni fa ha assunto la carica di comandante supremo della Nato in Europa. La tensione tra la Russia e la Nato è alle stelle. Diversi sono stati gli incidenti diplomatici che hanno portato all’escalation...."

E tra poco sommersi... - Scrive M.B.: "Aggiornato in tempo reale, questo grafico mostra la stato dei ghiacci dell’Antartide. https://ads.nipr.ac.jp/vishop/vishop-extent.html - A breve, tutte le città costiere e quelle un po’ più interne ma a livello del mare o poco più saranno sommerse. Addio Grande Mela (New York), sogno di molti umani e simbolo di prosperità; mangiamola finché siamo in tempo!"

Padova. Gestione della morte in caso di guerra – Scrive WordwarIII: "Terza Guerra Mondiale? Gestione della morte tra nuove emergenze sociali e la loro soluzione. Padova, convegno 3-5 Novembre 2016 - La deadline per l’invio del contributo scientifico è stata prorogata fino al 15 Maggio 2016. A causa del processo di globalizzazione in atto e dei conflitti culturali del nostro periodo storico, il concetto di “Società umana” richiede sforzi rinnovati per migliorare le pratiche di inclusione.." - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2016/05/se-la-pazzia-diventa-programmazione.html

Commento di Gloria Germani: "Non  possiamo  avviarci  verso    "new social emergencies and their solution" (cioè la TERZA GUERRA  MONDIALE). Non possiamo  "fornire l’apporto delle scienze tanatologiche allo sviluppo di pratiche nonviolente  nella gestione delle situazioni post-conflitto"...Pensatori, intellettuali seri e  coraggiosi  devono  prendere  una posizione irremovibile contro la guerra. Soprattutto perché la situazione che  ci ha portati oggi  al conflitto con il terrorismo e con l'ISIS,  nasce semplicemente da un  NOSTRO SBAGLIO FILOSOFICO,  cioè da uno sbaglio  dell'occidente che ha creato  la Modernità  con il mito del  Progresso e della  scienza newtoniana  cartesiana che  ha condotto all'impero della finanza internazionale..." - - Continua in calce al link sopra segnalato

Castrocielo. Animali salvati – Scrive FLM: "L’AVA organizza per domenica 15 maggio una visita nell’”Oasi Terra di Pace” nella località di Castrocielo (Fr) in via della Stazione di Aquino 75 (autostrada Roma -Napoli uscita casello Pontecorvo-Castrocielo). E’ un’opportunità per conoscere da vicino i 60 amici animali (pecore, conigli, galline, asinelli ecc.) riscattati e scampati alla macellazione e che ora vivono felici. Ore 12,30, appuntamento sul posto. Alle ore 15,00 conferenza/dibattito sul tema: “La compassione verso gli animali: strumento di elevazione spirituale”, con Franco Libero Manco e Vittorio Panza. Info. 3667182477"

Modelli costruttivi dell'Universo – Scrive Simon Smeraldo: "Per l'uomo arcaico l'unica realtà possibile era porsi in sintonia con il cosmo (dalla parola greca significante "ordine") obbedire alle sue leggi manifeste e modellarsi sulla sua trascendenza (ossia i principi che alimentano la sua realtà non-manifesta: individuabili sul piano fisico in quella "materia oscura" che non è rilevabile strumentalmente e tuttavia costituisce il 95% dell'universo per la fisica moderna) per farla discendere sul suo piano ed essere quindi partecipe del "divino".." - Continua:

Ci siamo tutti dentro... Ciao, Paolo/Saul

............................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:


"Una volta che sei diventato maestro in una cosa, diventa subito allievo in un’altra." (Gerhart Hauptmann) 

Nessun commento:

Posta un commento