Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

giovedì 12 maggio 2016

Il Giornaletto di Saul del 13 maggio 2016 – Rete Bioregionale dal 2010 al 2016, ancora 2 gradi e poi la fine, militari a Mosul, curriculum del cavaliere, cosa ci determina?...



Care, cari, purtroppo (per me) il mio ingresso nella vita di Paolo D'Arpini ha pressappoco coinciso con la scissione avvenuta nella Rete Bioregionale Italiana, nel 2010. Infatti quando ci siamo conosciuti a Calcata, l'incontro bioregionale avrebbe dovuto tenersi ad Acquapendente, nel parco di Monte Rufeno, verso la fine di ottobre del 2010. Acquapendente era stata scelta perché lì fu fondata la Rete nella primavera del 1996 e si voleva con questo incontro cercare di appianare le divergenze che si erano venute a creare in merito al problema dell'alimentazione bioregionale. Malgrado la programmazione fosse già in fase avanzata, con contatti presi da parte di Jacqueline Fassero con la direzione del parco per fissare la data e prenotare l'uso delle strutture ricettive, improvvisamente -come un fulmine a ciel sereno-.. (Caterina Regazzi).. - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2016/05/cronistoria-sintetica-degli-incontri-e.html

Castrocielo. Appuntamento con gli animali – Scrive AVA: "Il 15 maggio 2016 visita all’”Oasi Terra di Pace” di Vittorio Panza nella località di Castrocielo (Fr) in via della Stazione di Aquino 75. E’ un’opportunità per conoscere da vicino i 60 amici animali (pecore, conigli, galline, asinelli ecc.) riscattati e scampati alla macellazione e che ora vivono felici. Ore 12,30, appuntamento sul posto. Ore 13,00 pranzo di beneficienza offerto da Vittorio il cui ricavato servirà al mantenimento dell’Oasi. Alle ore 15,00 conferenza/dibattito “La compassione verso gli animali: strumento di elevazione spirituale”, con Franco Libero Manco e Vittorio Panza. Info. 3667182477"

Ancora 2 gradi centigradi e poi la fine... Scrive Marco Palombo: "Nei paesi industrializzati i consumi di petrolio stanno diminuendo. Il picco massimo della domanda di greggio potrebbe arrivare presto anche a livello globale. Questo non cancellerà il problema del prossimo picco produttivo del petrolio, ma i due fenomeni si intrecceranno, e in parte lo stanno già facendo, in un modo per il momento non previsto, non studiato, non conosciuto...." - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2016/05/2-c-innovazioni-radicali-per-vincere-la.html

Sunniti e torturatori – Scrive Gianni Donaudi: "Scrive Alberto: “Non abbiamo nessuno che ci difenda. Non abbiamo diritti. E non abbiamo speranze.” - Questa la lettera di denuncia di un cristiano di un paese sunnita dedito alla tortura e uccisione di cristiani. Mi considero LAICO e sono contro ogni forma di fanatismo e di fondamentalismo. Per questo sto con i cristiani dove questi sono perseguitati, come difenderei chiunque fosse perseguitato dai cristiani. Info. ordet3000@yahoo.it"

500 militari italiani a Mosul. Lettera a renzi affinché receda dall'invio – Scrive Peppe Sini: "Egregio Presidente del Consiglio dei Ministri, lei vede bene che quei cinquecento soldati italiani che lei intende inviare a Mosul verranno gettati nel centro della fornace, verranno gettati incontro alla morte. E lei sa perfettamente ciò, ovvero che "una presenza militare italiana alla diga di Mosul renderà sia quel luogo e le persone lì schierate, sia l'Italia intera, un primario bersaglio dell'azione stragista dei terroristi.. " - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/05/12/al-presidente-del-consiglio-dei-ministri-una-esortazione-a-recedere-dalla-decisione-di-inviare-centinaia-di-soldati-alla-diga-di-mosul-decisione-che-puo-dar-luogo-ad-esiti-funesti-e-fin-catas/

Siria sanzionata – Scrive Comitato No Nato: "Il 1° giugno scadono le sanzioni alla Siria e probabilmente saranno rinnovate entro la fine di maggio, quando si riuniscono i rappresentanti degli esteri, ambasciatori o ministri, dei paesi dell' Unione europea. Per rinnovarle dovrebbe essere necessaria l' unanimità, per cui l'Italia se volesse potrebbe impedire nuove sanzioni. L' embargo alla Siria determina ulteriori sofferenze a un popolo che vive già una situazione tragica. Ogni retorica sui migranti che scappano dalla guerra siriana è ipocrita e falsa se nello stesso tempo cerchiamo di affamare, impedire le cure, negare il riscaldamento a chi rimane in Siria..."

Curriculum di un ex cavaliere – Scrive A.M.: "Nonostante tutto ancora abbiamo il dispiacere di ascoltare Berlusconi che gigioneggia raccontando le solite palle agli italiani (e trovandone ancora qualche milione che ci crede..). A fare memoria, su chi sia veramente questo individuo, segue un memento che ricorda puntualmente le molte magagne, i molti misteri e le tante fregature che quel tipo ha regalato agli italiani riuscendo tuttavia a scamparla da quella galera che aveva largamente meritata.." - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2016/05/dedicato-ai-nostalgici-di-un-passato.html

E' NATO israele - Scrive Manlio Dinucci: "E' fatta! Il giorno stesso (4 maggio u.s.) in cui si è insediato alla Nato il nuovo Comandante Supremo Alleato in Europa – il generale Usa Curtis Scaparrotti, nominato come i suoi 17 predecessori dal Presidente degli Stati Uniti – il Consiglio Nord Atlantico ha annunciato che al quartier generale della Nato a Bruxelles verrà istituita una Missione ufficiale israeliana, capeggiata dall’ambasciatore di Israele presso la Ue. .."

Roma. Semina la carta – Scrive Zappata Romana: "Il 15 maggio 2016 attività di primavera all'aria aperta all'Hortus Urbis, l'orto antico romano nel Parco dell'Appia Antica. Alle ore 11 e alle ore 12 – SEMINA LA CARTA | Laboratorio per bambini, a cura di Hortus Urbis e SemidiCarta. Info. hortus.zappataromana@gmail.com"

Ginevra. Chiesto il disarmo nucleare – Scrive Alfonso Navarra: "A Ginevra, Palazzo delle Nazioni Unite, l’OEWG dell’ONU sul disarmo nucleare, dal 12 maggio 2016, comincia concretamente a lavorare sul testo della raccomandazione che deve presentare all’Assemblea generale dell’ONU: i suoi lavori entrano quindi nel vivo..." - Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2016/05/12/esigiamo-labolizione-delle-armi-nucleari-disarmo-nucleare-diritto-dellumanita/

Morte e programmazione – Scrive Gloria Germani ad ulteriore commento all'articolo http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2016/05/se-la-pazzia-diventa-programmazione.html -: "...mi stravolge ancora l'idea che un'Università autorevole come quella di Padova possa dare ad un convegno un titolo del genere: WWIII? (Management of death between new social emergencies and their solution). Il primo dovere sarebbe esprimere le Ragioni per cui ogni intervento di guerra è sbagliato... Cercare di togliere quella cecità che non ci fa capire le ragioni degli altri (ma solo le nostre)"

Cosa ci determina? - Scrive Giuseppe Moscatello: "Tutto quello che introiettiamo, che a nostra insaputa assorbiamo, o che rifiutiamo di vagliare del vissuto, o che addirittura entità minori ci somministrano, tutto ciò finisce nel nostro inconscio, ai più, imperscrutabile pozzo senza fondo, collegato alla mente universale, all’intelligenza cosmica. L’inconscio conserva tutto quello che accade nel nostro universo, di quest’infinito conosciamo solo una porzione minima superiore, la coscienza..." - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2016/05/cosa-ci-determina-riflessione-con.html

Anche questa è fatta! Ciao, Paolo/Saul
..............................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

"La spontaneità è frutto di lunghe meditazioni" (P. Neruda)




Nessun commento:

Posta un commento