Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

domenica 29 maggio 2016

Il Giornaletto di Saul del 30 maggio 2016 – Savigno: Sentiero Bioregionale, sulle tracce di chi spreca, querela contro Casaleggio Associati, la situazione in Libia, la ballata del samurai...



Care, cari, circa un mese fa Paolo aveva ricevuto l'informativa dal CIR relativa all'incontro annuale di Sentiero Bioregionale, un gruppo di persone, bioregionalisti ed ecologisti. Nell'informativa si diceva che la riunione si sarebbe tenuta a Savigno (BO) dal 27 al 29 maggio. Savigno è un paese (non più un Comune, visto che fa parte del Comune unificato Valsamoggia), poco distante da Spilamberto, appena una trentina di chilometri, ed io l'ho interpretato subito come un segnale favorevole a partecipare. Dopo essermi consultata con Paolo, ho scritto al coordinatore del gruppo, Giuseppe Moretti... (Caterina Regazzi) - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2016/05/savigno-29-maggio-2016-resoconto.html

Mio commentino: "Ieri mattina, poco prima di svegliarmi, stavo facendo un sogno in cui immaginavo di stare assieme ad un gruppo di persone che partecipavano ad una gara poetica. Ognuno si iscriveva per declamare una sua poesia estemporanea, creata al volo. Mi ero iscritto anch'io e stavo pensando cosa avrei potuto dire ma proprio in quel momento ha suonato la sveglietta. Poi, però, durante la cerimonia finale tenuta a Savigno, in onore della Terra, mentre eravamo tutti in cerchio davanti ad una stele (leggete la descrizione soprastante di Caterina), dopo che quasi tutti avevano espresso i loro pensieri di ringraziamento, mi sono ricordato di una frase di un santo poeta indiano (Ramprasad), che dice "Cosa posso offrirti o Madre che non sia già tuo?". Ed in questa consapevolezza mi sono riconosciuto...

Siena. Sulle tracce di chi spreca – Scrive Arpat: "Il concorso “Sulle tracce di chi spreca”, promosso da Sienambiente per sensibilizzare gli studenti delle scuole medie della Provincia di Siena sui temi ambientali, si è concluso con la vittoria della classe seconda B della scuola media Mattioli Petriccio (Istituto F. Tozzi di Siena)." - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2016/05/siena-sulle-tracce-di-chi-spreca-essere.html

Grecia. Un messaggio – Scrive Aldo Nardini: "Una persona greca mi ha scritto in diretta dalla Grecia, ciò di cui ovviamente da noi nessuno parla: "...è stata votata una legge (7.500 pagine!) che offre tutto il nostro patrimonio pubblico (ivi conclusi palazzi pubblici, beni comuni, siti archeologici e 14 aeroporti) ai nostri “partners”, dove , tra l’altro, è prevista la creazione di una istituzione-fondo che potrà vendere tutto questo per pagare il debito, per... 99 anni! Non si tratta ormai solo di memorandum, ma di scioglimento del nostro paese". Benvenuti in Europa!"

Querela contro Casaleggio Associati – Scrive Orazio Fergnani: "Quello che molto pomposamente, ed impropriamente, viene definito col titolo: ”CODICE DI COMPORTAMENTO PER I CANDIDATI ED ELETTI DEL MOVIMENTO 5 STELLE ALLE ELEZIONI AMMINISTRATIVE DI ROMA 2016”, in realtà è puro e formale “CONTRATTO DI MANDATO CON RAPPRESENTANZA”. Vediamo.." - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/05/29/una-nuova-querela-contro-casaleggio-associati-e-compagni/

Messaggio – Scrive Adriano: "Caro Paolo, questa comunicazione, per la delicatezza e importanza dell'argomento che riferisce, ha carattere riservato, come spero comprenderai. Te la mando perché, dando vita con diversi personaggi anche autorevoli (dal cattolico Maurizio Blondet a Giulietto Chiesa, passando per altri opinionisti e blogger accreditati tipo Claudio Messora e Salvo Mandarà), ad una iniziativa di miglioramento della TV pubblica, mi piacerebbe sapere se ritieni di condividerla sia personalmente che attraverso le tue attività in rete. Si tratta di una partita assai trasversale e assolutamente importante, Mi fai sapere cosa ne pensi? - Segue lunga missiva con video allegati... (da me non pubblicata ndr).

Mia rispostina: "...che dire caro Adriano? In un mondo virtuale, al quale purtroppo facciamo riferimento,  questo mare di parole rischia di restare  inesplorato, troppo complesso il discorso e troppo lontano dalla comprensione popolare concreta. A malapena su internet leggono gli incipit degli articoli, sia pur schematici, come vuoi che qualcuno si dedichi ad un esame di quanto esposto? La TV come ebbi più volte a dirti è un sistema passivo d'informazione che sarebbe meglio scomparisse definitivamente, c'è poco da correggere o migliorare... Io personalmente debbo confidarti di non aver mai guardato alcuno dei tuoi video, anche se li segnalo, ho un computer senza audio e non ho apparecchio televisivo..."

Replica di Adriano: "Caro Paolo, hai detto bene. la televisione è un “sistema passivo di informazione”. Esattamente quello che dice in chiusura il pamphlet che ti ho inviato. E’ ben per questo che va rivisitata (sicuramente quella pubblica) perché assolva alla sua funzione autentica. In buona sostanza: non affrontare la sfida vuol dire rischiare di auto-ghettizzarsi in ristrette cerchie, lasciando campo libero all’avversario… questo è il problema!"

Mia seconda rispostina: "beh,  caro Adriano, questa è una delle opzioni, restando all'interno del sistema... ma non sono sicuro che possa funzionare... oggi ne parlavo con un amico e gli spiegavo che comunque bisogna sempre andare a votare, per il meno peggio, ma una volta che anche quel meno peggio è entrato nella Camera dei bottoni pian piano diventa sempre più deteriorato sino ad assomigliare a tutti gli altri masanielli... Il sistema funziona in questo modo. Comunque tu fai bene a portare avanti la tua battaglia, ma  se vuoi "bucare" alleggerisci i termini, spiega le cose come stanno con semplicità e chiarezza, concetti semplici sono accetti a tutti anche ai più distratti"

Intervista a Fulvio Grimaldi sulla Libia – Scrive Costantino Ceoldo: "Abbiamo cercato di fare il punto della situazione, ponendo alcune domande a Fulvio Grimaldi, giornalista italiano e corrispondente di guerra che ha trascorso molto tempo in Medio Oriente. In particolare, l’ultima riguarda la nostra Italia che ha partecipato e partecipa a tutte le recenti guerre coloniali americane. Infatti, come già scrisse Dante secoli fa “Ahi serva Italia, di dolore ostello, nave senza nocchiero...” c’è da chiedersi cosa il destino riservi al nostro Paese..." - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2016/05/intervista-della-pravda-fulvio-grimaldi.html

Roma. Emergenza cultura – Scrive Enrico Del Vescovo: "l'8 giugno 2016, ore 17:45, FRASCATI, SCUDERIE ALDOBRANDINI, Piazza Marconi, Incontro con: TOMASO MONTANARI su “LE PIETRE E IL POPOLO - La Repubblica tutela il Paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione". Ingresso libero – Info. enricodelv@fastwebnet.it"

La ballata del Samurai - Non ho orecchie: ho fatto della sensibilità le mie orecchie. Non ho arti: ho fatto della prontezza i miei arti. Non ho strategia: ho fatto della liberazione dall’offuscamento la mia strategia. Non ho progetti: ho fatto dell’afferrare al volo l’opportunità il mio progetto. Non ho miracoli..." - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2016/05/la-ballata-del-samurai.html

Stavolta numero ridotto, perché ieri siamo stati a Savigno per un incontro bioregionale. Ciao, Paolo/Saul

................................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

"Questo corpo-mente è frutto di un inganno. Quindi, qualunque cosa io dica, non fate domande dal livello del corpo-mente. Se aderite a quello che vi ho detto significa che siete liberi dall'inganno e non porrete più domande false. Dopo aver ascoltato queste parole e averne compreso il significato rimanete nella convinzione di essere Quello, di essere la totalità. Allora immense benedizioni avverranno sulla vostra strada." (Nisargadatta Mahraj)



Nessun commento:

Posta un commento