Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

mercoledì 18 maggio 2016

Il Giornaletto di Saul del 19 maggio 2016 – Riforme cosmocratiche, il glifosato che piace alla UE, coltiviamo diritti, crimini contro l'umanità, il golpe brasiliano, lo stato naturale del realizzato...



Care, cari, che tristezza... La rinascita del PCI (Partito Cosmocratico Italiano) – Bersani sulle riforme: “Votiamo un sì purché non sia un sì cosmico”. Tranquillo, Pierluigi, sarà solo comico! Anzi, sta pur certo: i Padri Costituenti si sbellicheranno dalle risate, per non piangere! Che tristezza! (A.C.) - “Abbiamo raggiunto un livello molto basso e molto pericoloso. Pensavo fosse impensabile aprire la via a una Costituzione non condivisa. È gravissimo: l’esito rischia di essere la debolezza costituzionale. Non capisco come si possa pensare di arrivare a una modifica radicale della Carta con maggioranze risicate e raccogliticce. Si pensa di sostituire De Gasperi, Nenni e Togliatti con Verdini”. (Massimo Villone, ex senatore e costituzionalista emerito)

Glifosato. Piace alla UE – Scrive Giuseppe Altieri: "...il Salvagente rivela residui dell'erbicida Glifosate in una cinquantina di alimenti a base di cereali, definiti nei limiti di legge. Secondo i produttori non ci sarebbe nessun rischio anche mangiando 200 kg di cibo al giorno. In realtà tali affermazioni sono molto pericolose per la salute pubblica e l'ambiente, per cui andrebbero perseguite. Libertà di parola sì, ma non di falsificazione...." - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2016/05/quel-glifosato-non-fa-male-anzi-piace.html

Commento di Simone Pläce: "Con tanto di 'autorevoli' pareri di oms e fao... che chissà quanti milioni si son presi dalla monsanto per fargli dire che non fa male.."

Commento di Gaia Rinaldi: "Dovremmo boicottare tutti i cibi provenienti dall'estero ma anche quelli italiani provenienti dalla grande distribuzione, bisogna comprare frutta e verdura a km 0 e da contadini conosciuti, questa sarà la nostra controproposta, alla fine loro dovranno cedere, non compriamo più da loro, chiaro"

Roma. Coltiviamo diritti in agricoltura – Scrive Federica Dolente: " Vi scriviamo per segnalare la prima iniziativa organizzata dalla Rete contro lo sfruttamento lavorativo. L’incontro si terrà il 28 maggio 2016 a Roma, presso il Monk. La giornata che vi proponiamo è finalizzata a progettare in maniera condivisa e partecipata “Coltiviamo diritti. Campagna nazionale per la legalità e la dignità del lavoro in agricoltura”..." - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2016/05/roma-28-maggio-2016-progettare-in.html

Siria. Comitato anti-sanzioni – Scrive Marinella Correggia: "Si è costituito a opera di un gruppo di attivisti il Comitato italiano per la fine delle sanzioni alla Siria che ha avviato la Campagna per la fine delle sanzioni alla Siria. Firmiamo con urgenza la petizione https://www.change.org/p/parlamentari-sindaci-basta-sanzioni-alla-siria-e-ai-siriani sull'appello di religiosi siriani e facciamo pressione sui politici di nostra conoscenza affinché i governi europei - a cominciare da quello italiano - alla fine del mese di maggio NON rinnovino le sanzioni contro un popolo stremato. Tutti possiamo fare qualcosa! Grazie a tutti..."

Le Hague. Crimini contro l'umanità – Scrive Maurizio Cerchiara: "CITAZIONE (al tribunale internazionale di Le Hague) PER CRIMINI CONTRO L’UMANITA’ POSTI IN ESSERE DA ORGANI DELLA UNIONE EUROPEA TRAMITE LA COLLETTIVAZIONE DELLE PERDITE FINANZIARIE E IL PRELIEVO FORZOSO.." - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/05/18/corte-penale-internazionale-the-hague-citazione-per-crimini-contro-l%E2%80%99umanita%E2%80%99-posti-in-essere-da-organi-della-unione-europea-tramite-la-collettivazione-delle-perdite-finanzia/

Polonia. Odio verso la natura – Scrive Salviamo le foreste: "Una delle ultime foreste intatte dell'Europa è in pericolo. Białowieża è l’unica grande foresta millenaria di pianura rimasta in Europa. Questa foresta ospita gli alberi più grandi del continente, e l’ultimo grande mammifero selvatico d'Europa, il bisonte. Solo una piccola parte di questa foresta (il 16 per cento) è protetto dallo status di parco nazionale e altre parti sono protette dall’Unione Europea e come sito del patrimonio mondiale dell'Unesco. Il resto è considerato "foresta commerciale" e il governo polacco ne vuol fare una mera cava di legname."

Guerre e inferno dei profughi – Scrive Franco Libero Manco: "I flussi non si fermeranno fino a quando guerre, mancanza di liberà e miseria imperverseranno nei paesi coinvolti. La chiusura delle frontiere, i muri di separazioni, le recinzioni metalliche non servono altro che ad arricchire i criminali e fomentare il terrorismo..." - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2016/05/linferno-dei-profughi-conseguenza.html

Roma. La conquista della gioia – Scrive AVA: "Impariamo ad usare i tasti per suonare ogni giorno un’armonia di Gioia per noi e per chi è vicino a noi, incontro a cura di Stefano Calà, Studioso dell’Ars Vivendi. Sabato 21/5/2016 dalle ore 15 alle ore 17 presso AVA P.zza Asti 15/A - Roma- Info. 3339633050"

La religione ed il tema dell'ecologia – Scriveva Lino Fumagalli, vescovo: "Il tema dell’ecologia è particolarmente sentito. Per la prima volta l’uomo percepisce il dramma dei cambiamenti climatici, dei disboscamenti selvaggi, della distruzione di tante specie animali… realtà tutte che stanno mutando la terra mettendone in discussione la stessa sopravvivenza. Varie scuole di pensiero tentano di affrontare il problema..." - Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2016/05/18/il-tema-dellecologia-secondo-la-bibbia/

Brasile. Israeliani in carriera – Scrive Jss News: "Ilan Goldfein, un israeliano di Haifa, è stato nominato presidente della Banca Centrale del Brasile. La nomina è giunta dopo la sospensione della presidente brasiliana, Dilma Rousseff, a causa delle accuse di corruzione..."

Brasile. Colpo di stato – Scrive Jay Syrmopoulos: "L’organizzazione per la trasparenza WikiLeaks denuncia il presidente ad interim Michel Temer, salito alla presidenza brasiliana con un colpo di Stato soft che ha deposto la presidentessa Rousseff, quale informatore dell’intelligence degli Stati Uniti. Temer, vicepresidente del Brasile dal 2011, ha preso il potere dopo che il parlamento del Brasile ha sospeso Rousseff in attesa dei risultati del procedimento dell’impeachment. I cablo, contrassegnati “sensibili ma non classificati“, contengono la sintesi delle conversazioni di Temer, allora deputato federale brasiliano, coi funzionari dei servizi segreti degli Stati Uniti. La prova schiacciante è fornita da una serie di tweet di Wikileaks collegati ai dispacci diplomatici che evidenziando le informazioni fornite da Temer ai militari e al Consiglio di Sicurezza Nazionale degli Stati Uniti..." - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/05/18/brasile-colpo-di-stato-eterodiretto-dagli-usa-e-israele-e-futuro-di-lacrime-e-sangue-per-tutti-noi/

Commento di Giorgio Vitali: "Noi ci chiediamo costernati come sia stato possibile un salto così artificiale e antipopolare. Un COLPO di Stato senza lagrime e senza sangue MA con un futuro di sangue e lacrime per tutti. Anche per NOI..."

Roma. Biodiversità da salvare – Scrive Luciano Romani: "In occasione della Giornata Mondiale per la Biodiversità, sabato 21 maggio 2016, Animalisti Italiani e Grider, scendono in piazza a Roma, contro la strage di elefanti e rinoceronti per il traffico internazionale di avorio e di corni. L’appuntamento è in Piazza della Rotonda – Pantheon (Roma), dalle h.16.00 alle h.18.00. Info. romani.luciano@gmail.com"

Ramana Maharshi. Lo stato naturale - Le strofe che seguono sono tratte dal Supplemento ai 40 versi di Ramana Maharshi. Le tre strofe rilevate, a loro volta, fanno parte del Vasishta Saram, che tratta degli insegnamenti sulla realizzazione del Sé impartiti al giovinetto Rama (una delle 10 incarnazioni di Vishnu) dal suo Guru Rishi Vasishta. Da notare come, non indicando specificatamente il modo del raggiungimento, in quanto il “raggiungimento” secondo la filosofia Advaita richiede solo l’eliminazione dell’ignoranza che il Sé è onnipresente, nelle strofe riprese da Ramana venga indicato lo “stato” interiore del realizzato... - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2013/04/lo-stato-naturale-descrizione-della.html

Siamo sul filo del rasoio, sempre... ma liberi! Ciao, Saul/Paolo

............................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Le parole sono finestre (oppure muri)
Mi sento così condannata dalle tue parole,
mi sento giudicata e allontanata,
prima ancora di aver capito bene.
Era questo che intendevi dire?
Prima che io mi alzi in mia difesa,
prima che parli con dolore o paura,
prima che costruisca un muro di parole,
dimmi, ho davvero compreso bene?
Le parole sono finestre, oppure muri,
ci imprigionano o ci danno la libertà.
Quando parlo e quando ascolto,
possa la luce dell’amore splendere attraverso me.
Ci sono cose che ho bisogno di dire,
cose che per me significano tanto,
se le mie parole non servono a chiarirle,
mi aiuterai a liberarmi?
Se sembra che io ti abbia sminuito,
se ti è parso che non mi importasse,
prova ad ascoltare, oltre le mie parole,
i sentimenti che condividiamo."

(Ruth Bebermeyer)




Nessun commento:

Posta un commento