Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

domenica 6 ottobre 2013

Il Giornaletto di Saul del 7 ottobre 2013 – Nebbie a Treia, Paola Torricelli, socialismo reale, israele opzione finale, c'era acqua sulla Terra, aprire i sacri campi del libero amore..


Nebbie a Treia

Care, cari,

Le nebbie di Treia – Ieri mattina, quasi davanti alla porta di casa, incrocio una signora e la saluto, come di solito faccio con tutti quelli che incontro per strada: “Buongiorno signora!” E lei di rimando: “Brutto giorno... è tempo di nebbie..”. Al che io a mo' di incoraggiamento: “Beh, siamo vivi, almeno...”. Così la gente di Treia si prepara all'imminente inverno, pioggia e foschia e vento... Sui giornalacci locali addirittura qualcuno aveva scritto: “Con quel che costa il gas.. speriamo che il Signore sia clemente”. Eh già bisogna sperare nella clemenza del Signore, anche se -come pare- il maltempo dipende tutto dall'intervento umano. Ma lasciamo da parte questi discorsi catastrofisti, ce ne sono già abbastanza in giro, pure su facebook. Invece sui giornalacci locali si preferisce la cronaca nera o grigia: “Gli abitanti delle case isolate si preparano ad organizzare ronde armate, ogni giorno furti e rapine” - “I comuni aumentano la Tares, la raccolta rifiuti costerà il doppio dello scorso anno, sempre per metro cubo delle abitazioni e non per il calcolo reale dei rifiuti dismessi” - Questa dei rifiuti merita un commentino immediato. I rifiuti li producono le industrie con gli imballaggi e le confezioni ma le spese le pagano i cittadini, bel sistema questo!? “Botteghe artigiane e piccoli negozi chiudono, nessuna speranza di sopravvivere alle tasse...”. Infine la notizia che ho trovato più ridicola: “Arrestati due giovani trovati in possesso di quasi un chilo di erba” -questo in un bel quadrato di giornale- e nella pagina successiva -con la metà dello spazio dedicatovi: “Scoperta raffineria di coca ed eroina gestita da extracomunitari, sequestrata droga per un quintale...”. Avete capito? Fa più notizia un chilo di erba che un quintale di eroina....  Ma subito dopo, in un altro articolo, viene svelato l'arcano: “L'uso disinvolto (proprio questo aggettivo è stato usato) di erbe officinali può essere molto pericoloso...”. E con ciò tutto diventa chiaro, bisogna sostenere l'industria chimica che ci avvelena... le erbe posso pure estinguersi. Beh, lasciamo perdere, ce ne sarebbe ben altro da narrare ma la giornata, come ha detto la signora di Treia, è già uggiosa per conto suo....

Ricordo di Paola Torricelli – Scrive Caterina Regazzi: “Il mio caro Paolo, mi ha chiesto di scrivere alcune parole per ricordare Paola Torricelli, che ci ha appena lasciati e inizialmente gli ho risposto che essendo lei molto riservata forse non l'avrebbe apprezzato. Ma due parole due mi sento di doverle scrivere, troppi (ma anche troppo pochi) i ricordi che ho "accumulato" in questo breve periodo, troppo breve, in cui avevo fatto la sua conoscenza ed eravamo diventate amiche. Ricordo la seconda volta in cui ci siamo incontrate, accompagnavamo Rosalba in uno dei suoi tour esplorativi per la montagna modenese alla ricerca di prodotti biologici, naturali. Le proposi di venire, lei, brava fotografa, con le sue opere a Treia, per l'8 dicembre di, se non sbaglio, 2 anni fa. Accettò quasi immediatamente con entusiasmo e di lì a pochi mesi, passammo assieme alcuni giorni sereni...” - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2013/10/ricordo-di-paola-torricelli-una-persona.html

Arezzo. Premio ambientale – Scrive Femminile plurale: “Il 18 ottobre 2013 ad Arezzo, nell'ambito delle "Giornate italiane mediche dell'ambiente" cui prendono parte illustri medici e scienziati, alle ore 20,30 la dottoressa Antonella Litta verrà insignita da parte della "International Society of Doctors for the Environment" di un prestigioso riconoscimento per la sua attività in difesa della salute e dell'ambiente.”

Il muro americano - Scrive Fernando Rossi: "Ai giovani di Rifondazione danno una tessera che ricorda l'abbattimento del Muro di Berlino (quello che, come ha ricordato Romano Prodi, ci è poi costato il sostegno al Marco Tedesco, all'interno dell'Euro, che ha danneggiato tutti gli altri paesi). In venti anni di Muro di Berlino furono uccise circa 500 persone (dati dei servizi NATO che alimentavano e organizzavano le fughe), certamente una vicenda storica dolorosa … Ma qualcuno spieghi a Piddini, Vendolini, Montiani e Ri-Ri- fondatori che alla faccia delle seghe mentali sul non reato della clandestinità, quel muro di OBAMA per impedire l'ingresso ai clandestini messicani sono già morti 3000 (tremila) uomini, donne e bambini..."

Fatima e pandemie – Scrive Paola Botta Beltramo: “Alcuni evidenziano la correlazione tra scienze finanziarie – geoingegneria – pandemie ecc. In merito alla previsione di Fatima: oltre a quanto sopra esposto è evidente che sorgono molte altre domande: perché la Madonna non ha aiutato i due pastorelli a cui è apparsa? Perché Giacinta Marto è deceduta dopo atroci sofferenze? Dovevano espiare i peccati le decine di milioni di persone decedute ivi compresi i due pastorelli? E’ stato frutto di un karma personale e/o collettivo? O è ragionevole pensare che, come sopra scritto, molti si siano ammalati per la paura della morte propria o altrui...” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2013/10/06/paola-botta-beltramo-previsioni-di-fatima-pandemie-bibliche-attuali-e-future/

Niscemi. No Muos - Scrive Italia dei Valori: "Al parlamento europeo  ci siamo schierati, sin dal primo momento, contro la realizzazione della stazione MUOS a Niscemi che è, a tutti gli effetti, una base militare. Le onde elettromagnetiche ad alta frequenza, sulle quali si basa il sistema di telecomunicazioni satellitare della marina militare statunitense, sarebbero, infatti, nocive per la salute dei cittadini e per l'ambiente. A testimonianza di ciò, i lavori di realizzazione sono stati bloccati più volte da provvedimenti dell’autorità giudiziaria, anche se, purtroppo, sono ripresi senza che venisse fatta effettiva chiarezza su sui rischi paventati per la popolazione."

Valsusa. No Tav - Scrive Gigi Richetto: "Ora che aumenta la voragine del debito pubblico, l’attacco allo stato sociale, che si avvicina il fallimento anche sul piano giudiziario – vedi Mugello – del modello Tav, sale la pressione mediatica e la parallela repressione giudiziaria nei confronti del popolo no tav, colpevole di non cedere ai ricatti e alle menzogne. Non è questa, commessa contro di noi, la vera violenza? Si è concluso di recente il processo per i morti d’amianto. Perché deve iniziare lo sventramento delle nostre montagne, nelle quali è certificata scientificamente la copiosa presenza di amianto e uranio? Non vale forse, nella comunità scientifica, il “principio di precauzione”?"

Socialismo reale – Scrive Mirko Bertasi: “...ho conosciuto una volta una signora cubana, anni fa, era già crollata l’URSS quindi Cuba era in una situazione molto difficile, e lei – portando me e mia moglie nella stanza da letto dove dormiva il bambino – ci disse: “ vedete perché io non abbandono Cuba? Perché io so che mio figlio potrà gratis – se lo vorrà – arrivare all’università ed avere un lavoro. Da nessun altra parte del mondo questo avverrà”. Ecco, questo salto, questo non solo “perché?”, ma “come” trasformare il mondo nel senso di un arricchimento delle qualità e delle capacità umane, è indubbiamente il più grande progresso possibile, e noi dovremo insistere nel sottolineare che il socialismo ha un fattore fondamentale che...” - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2013/10/socialismo-reale-dal-mondo-della.html

Astrologia. Marte in agguato – Scrive Andrea Fontana: “Il 5 Ottobre 2013 alle 2.34 è iniziato il Mese Planetario di Marte. Marte adesso transita in Leone, ponendo l’accento su tutte le questione collegate all'ego personale e collettivo, che sarà al centro di tutto questo mese, in bene e in male, anche perché nel tema del novilunio, eretto per la capitale, si vede Marte congiunto all'AS, in quadratura con Venere in IV casa ed è esiliata in Scorpione. Inoltre ci sono diversi altri elementi che indicano un mese tremendo per la giustizi italiana e per il governo, come indicano tutte le caratteristiche attive in un Mese di Marte”

Roma. Olistica – Scrive Ciro: “Nella Casa delle Donne, in via della Lungara, 19 – Roma, Sabato 12 ottobre 2013, Ore 9,30-13,00. L’UNIVERSITÀ POPOLARE di SCIENZE OLISTICHE LEONARDO DA VINCI – UPSOL presenta: Con la mente e il cuore verso una Nuova Umanità. Info. velste@libero.it”

Terni. Libraria – Scrive Rolando Zucchini: “Biblioteca di Terni, incontro con Rolando Zucchini, 10ottobre 2013, ore 17, presentazione di Alea (ed. Leone) con Gianfranco Anzideo, presidente Legambientedi Foligno. Info. rolando.zucchini@infinito.it”

Israele: muoia Sansone con tutti i filistei. Opzione finale – Scrive Giulio Meotti: “Durante la guerra dello Yom Kippur del 1973, l'allora ministro della Difesa, Moshe Dayan, ordinò di preparare le testate nucleari nel caso le linee di difesa fossero crollate. La rivelazione è contenuta in un articolo di Avner Cohen sul giornale israeliano Yedioth Ahronoth. L'indiscrezione, la prima del genere che esce dai corridoi israeliani, è basata sulla testimonianza di Arnon "Sini" Azaryahu, allora consigliere del ministro Yisrael Galili. Rivelazioni traumatiche che non hanno ricevuto smentita. Già Seymour Hersh, il famoso giornalista del New Yorker, aveva rivelato che Israele in tre circostanze è stato sul punto di usare armi atomiche...” - Continua:

Iran nel mirino sionista – Scrive Irib: “Quattro persone sono state arrestate per un tentativo di sabotaggio di un sito nucleare iraniano: lo ha detto il Capo dell'Organizzazione atomica iraniana, Ali Akbar Salehi, senza precisare quale sia l'impianto. Salehi, ha accusato indirettamente Israele di aver ordito il tentativo di sabotaggio. Anche se vi sono segnali di speranza per la soluzione della questione del nucleare iraniano, ha detto, alcuni paesi non vogliono e cercano di creare ostacoli"

Dagli all'untore – Scrive Vincenzo Mannello: “Da Grillo a Vendola, passando attraverso tutto il Pd, i montiani e persino (non tanto sotto sotto) qualche alfaniano, la maggioranza dei politici ha approfittato della magistratura per dare addosso al (prossimo ex) Cavaliere. Se poi aggiungiamo praticamente tutta la stampa, i blog, trasmissioni radio e televisive, prediche di vescovi e sacerdoti, interventi di economisti, politologi, sociologi ed affini, non si riesce davvero a delimitare la fascia di quanti infieriscono. “Fascisti”, secondo la Annunziata...”

Salvatori di semi – Scrive Teodoro Margarita: “Ovunque ci siano comunità o anche singole persone che con pazienza e tenacia passano serate a imbustare antiche varietà di semi, là si porta avanti il patrimonio contadino, là si porta innanzi la memoria del tempo e delle stagioni, là si vive in armonia col cosmo. Il seme è il tramite delle generazioni. Manteniamolo libero ed immutato. Manteniamolo incontaminato. Buon raccolto e buone semine!”

Acqua potabile che scarseggia – Scrive Vincenzo Ferrara: “La domanda d'acqua aumenta in tutto il mondo ad un ritmo doppio rispetto all'aumento della popolazione. La disponibilità d'acqua viceversa tende a diminuire soprattutto alle medie e basse latitudini con ritmi ancora più veloci non solo per l'aumento della domanda ma anche a causa dei cambiamenti climatici. Le risorse idriche saranno sottoposte a una pressione senza precedenti: una pressione che, però, cresce in modo non omogeneo fra paesi industrializzati e paesi in via di sviluppo, dove già non è problematico l'accesso all'acqua potabile ed ai servizi igienici....” - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2013/10/acqua-potabile-che-scarseggia-anche.html

Milano. Cultura alla buona – Scrive Sever: “Sabato 5 ottobre 2013, ore 17.00, ESPOSIZIONE D'ARTE. Se sei autore di quadri, poesie e racconti qui da noi puoi leggerli e avere un giudizio gratuito dei nostri critici, durata dell'esposizione 7 giorni, (contributo libero). Sabato 12 ore 17.00 LETTURA CRITICA DELLE OPERE”

Aprire i campi del libero amore - Si vede che alcune proposte "strane", hanno una gittata lunga, fanno il giro del mondo e pian piano ritornano... Scrive l'amico Carlo Migani: "Quello che chiamano Il mestiere più antico del mondo dovrebbe essere tassato? Dovrebbe avere una regolamentazione? Degrada l'immagine della donna? E' lecito per un cristiano "accedere a certi servizi"? - E per certe cose Google torna utile, mi ha consentito di tirar fuori un vecchio comunicato del 1994..” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2013/10/proposta-di-apertura-dei-campi-della.html

Commento di Carlo Consiglio: “...bellissima l'idea dei campi del libero amore, però vorrei fare qualche precisazione: lo scopo principale dovrebbe essere l'amore libero e gratuito, fatto perché è bello farlo in mezzo alla natura...” - Continua al link

Realizzazione del Sé - Scrive Livio Cech a commento dell'articolo  http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2013/10/spiritualita-laica-nella-realizzazione.html -: "Arpino il nostro Sé è l'Io spirituale e non quello psicologico! e l'esperienza che di esso facciamo è perché si assuma la coscienza del suo stato evolutivo. Ché siamo nati SOLO per crescere, e/ma abbiamo a che fare con influenze sociali, il karma e le nostre condizioni fisiologiche. Eppoi c'è la mente: la 'tigre' che bisogna imparare a cavalcare. E le assicuro che è un'esperienza TUTT'ALTRO che sconvolgente!! E' il vero Logos che stava 'In principio' Giov. 1,1."

Mia rispostina: "La pura mente, liberata dal senso dell'io separato, è lo stesso Sé. Non esistono due Sé. Il Sé essendo l'unica realtà non può essere ottenuto con sforzi, esso è sempre presente, il lavoro spirituale è rivolto alla purificazione della mente, finché ci si rende conto che una mente separata dal Sé non è mai esistita... Era solo un riflesso, un gioco nella coscienza. Qui non parlo di "congetture" ma di reale esperienza... che supera ogni concetto religioso o mondano o psicologico che sia..."

Siamo un po' fuori dalle righe... Neh? Ciao, Paolo/Saul

…............................................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Di tutte le gemme che ci dona la terra il sale è la più preziosa” (Justus v. Liebig)




Nessun commento:

Posta un commento