Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

martedì 22 ottobre 2013

Il Giornaletto di Saul del 23 ottobre 2013 – Treia-Afghanistan in camper, ideologie religiose, ebrei ibridi, oligoelementi e psiche, agricoltura contadina, bioregionalismo


Treia -  Paolo in posa davanti al camper "vagamondo"

Care, cari,

Scrive Caterina Regazzi: “Quest'estate, passeggiando per le strade di Treia con Paolo ci siamo imbattuti in un bellissimo furgone verde erba con una scritta "Vagamondo", il tetto giallo, il muso e la coda rossi, veramente particolare, inusuale per un paese tradizionalista come Treia, tanto che volli fare a Paolo, che casualmente era vestito in tinta, tutto verde militare, una foto davanti, assieme a Magò, foto che fu intitolata "pronto alla fuga".... - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2013/10/da-treia-allafghanistan-in-camper.html

Stare insieme – Scriveva Omraam Mikhaël Aïvanhov: “La tendenza degli esseri umani è quella di sottrarsi alla vita collettiva, universale, cosmica, per vivere unicamente la propria vita personale, individuale. Essi immaginano che rimanendo al riparo dagli uni e dagli altri saranno protetti. Eh no, è un'illusione! Nell'isolamento interiore che essi si creano, espongono la propria anima a tutti i pericoli. Anche se non si può stare sempre con gli altri, occorre almeno essere con loro tramite il pensiero.”

Resoconto e foto incontro del 19 u.s. sul bioregionalismo a Macerata - Scrive Mauro Garbuglia: “Il Carisma di Paolo (Saul) D'Arpini, accompagnato da Caterina Ragazzi, circondato dalla suggestiva mostra di foto e aforismi sugli animali di Daniela Spurio, danno vita ad una piacevole serata per comprendere l'importanza di una ecologia pratica, semplice, di buon senso, collegata alla spiritualità "laica" ossia di tutti. Per confrontarsi, praticare, riflettere, un progetto importante: il Bioregionalismo, di cui Saul è portavoce da decenni. Unire voci diverse per arricchirsi uno con l'altro e dare corso a quella nuova era di cui ciascuno di noi è protagonista....” - Continua con le foto della serata: https://www.facebook.com/media/set/?set=a.723527411010321.1073741829.507481079281623&type=1

S.M. Nuova - Scrive Il Risveglio: “Domenica 27 ottobre 2013 alle ore 17,45 * S.M.NUOVA (An) *Ex Scuola El. E. De Amicis. Serata di studio e approfondimento su tematiche storico - medievali. Relatore Osvaldo Pirani. INGRESSO LIBERO”

Le chiese ideologico-religiose – Scrive Joe Fallisi: “...versione semi-laicizzata di cristianesimo, il liberalismo che, specialmente nella sua corrente maggiormente “religiosa” ed “esoterica”, quella massonica, mostra molto bene quale sia la sua matrice, con la sua adorazione per “Il grande architetto dell'universo”, l'occhio onniveggente iscritto in un triangolo sovrapposto alla piramide che ci fissa – guarda un po' – dai dollari, la sua aspirazione a “ricostruire il tempio di Gerusalemme”, è in tutto e per tutto una caricatura di cristianesimo che semmai ne evidenzia ancor più l'origine ebraica. Cristianesimo, marxismo, liberalismo convivono e si fondono in quel coacervo chiamato democrazia, dove i popoli in realtà non solo non hanno alcun potere, ma sono condannati a morte, destinati a sparire nel miscuglio interrazziale...” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2013/10/22/religioni-e-ideologie-totalitarie-cristianesimo-marxismo-liberalismo-democrazia-islam/

Guerre inutili e dannose – Scrive Mao Valpiana: “Durante le commemorazioni nonviolente delle vittime di tutte le guerre che saranno celebrate il prossimo 4 novembre, venga letta la poesia "San Martino del Carso", straziante componimento di Giuseppe Ungaretti, testimone e narratore della tragedia della 'grande guerra' (vedi nel pensiero poetico del dopo Giornaletto)”

Nazisti ed ebrei "ibridi" e conversi – Scrive Gianni Donaudi: “Oltre al recente caso del neonazista ungherese, Csanád Szegedi convertitosi all'ebraismo ed al sionismo spinto, ricordo che nel 1965 il direttore di "Free American", strenuo difensore di un'AmeriKa "bianca, ariana, protestante e cristiana" , con stretti legami col KKK e con il leader dell'A.N.P. Rockwell (altro cognome, come d' altronde Goldwater, molto sospetto!), si suicidò quando scoprì di essere di origine ebraica. Ma diciamocela tutta: tra nazismo e sionismo c'è un rapporto molto più stretto di quanto comunemente si pensi....” - Continua con commenti di vari autori: http://paolodarpini.blogspot.it/2013/10/nazisti-ebrei-ibridi-conversioni-e.html

Commento di G.V.: “MA IL SISTEMA è PROPRIO QUESTO. CI SONO TANTE AFFINITA' CHE GIUSTIFICANO LO STRANO CONNUBIO ODIO-AMORE. E SONO GLI STESSI PSICOANALISTI GIUDEI CHE LO HANNO SOTTOLINEATO. LO SCONTRO è SEMPRE TRA SIMILI, TRA FRATELLI, DI PENSIERO SICURAMENTE, MA ANCHE DI SANGUE..”

Mio commentino: “Non dimentichiamoci inoltre degli stretti contatti “amorosi” fra Marine Le Pen e i sionisti israeliani”

Grano avvelenato – Scrive Marco Tiberti: “Mi giunge voce che il grano potrebbe contenere una percentuale elevata di DON (micotossine) fuori dai parametri di legge. Per capire, parametri adatti a mangimi per suini. Ce da domandarsi come ad esempio i NAS non si siano ancora attivati in controlli a tappeto dalla Puglia in tutta Italia!” - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2013/10/marco-tiberti-grano-avvelenato-per.html

OGM traditori – Scrive Giuseppe Altieri: “La direttiva Europea del 2001 che definisce gli Ogm (e obbliga a specificarne la presenza sulle etichette) introduce un paio di deroghe, una di queste afferma che per la mutagenesi può non esserci segnalazione. E che cos’è la mutagenesi consentita? “Qualsiasi modificazione artificialmente indotta sull’acido nucleico, ottenuta anche con radiazioni”. Il che vuol dire che per la direttiva Ue un frumento Ogm non può dirsi Ogm. Conclusioni: gli Ogm a cui è vietato l’ingresso dalla porta principale rientrano dalla finestra… proprio come fanno i ladri…”

Erbe, oligoelementi, vitamine e qualità delle piante - La cottura degli alimenti contribuisce alla perdita di vitamine e minerali. Così succede che molti ricorrano ad integratori alimentari convinti di arginare il problema, cadendo dalla padella nella brace perché gli integratori di sintesi, come afferma una recente ricerca, non solo risultano inutili ma aumentano del 16% la possibilità di contrarre malattie. La soluzione migliore è quella di ricorrere alle erbe raccolte in luoghi inaccessibili, dove, pur considerando l'inquinamento atmosferico generale, almeno non vi saranno veleni sparsi per l'agricoltura... Continua: http://www.aamterranuova.it/Blog/Riconoscersi-in-cio-che-e/Erbe-Oligoelementi-vitamine-e-qualita-delle-piante-forma-colore-e-sapore

Sicilia, documentario. Recensione – Scrive Vincenzo Mannello: “Ulisse, il piacere della scoperta, andato in onda su Rai3 sabato sera, in prima serata. Per motivi che investono l'informazione non sono certo tenero con la Rai, però occorre riconoscere che è pure capace di offrire prodotti di altissima qualità. Come questo che ha visto Alberto Angela illustrare la Sicilia in modo semplice, profondo ed interessantissimo. In circa due ore, partendo dall'Etna e dalla sua possanza geofisica, ha traversato più di due millenni di storia che permeano l'Isola e ne fanno un patrimonio unico ed irripetibile per l'umanità. Commentando alla grande con competenza, garbo e con un non nascosto stupore le immagini riprese, con grande maestria, in varie parti della nostra Trinacria....”

Agricoltura contadina – Scrive Roberto Schellino: “Aggiornamento alle Associazioni aderenti. Presentazione in Parlamento delle nostre "Linee guida per una legge quadro sulle agricolture contadine" il 10 ottobre vi è stata la presentazione delle Linee guida presso la sala stampa della Camera dei Deputati. L'invito era stato rivolto ai parlamentari delle Commissioni agricoltura di Camera e Senato...” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2013/10/22/campagna-popolare-per-lagricoltura-contadina-aggiornamento/

Eventi emiliani – Scrive Claudio Zanasi: “Venerdì 25 ottobre 2013 ore 21, Centro Culturale Giacomo Alberione, Via Tre Febbraio 1831 n. 7, Modena. Centro Culturale il Faro, Cespem, Centro Alberione, Circolo Maritain  conferenza di Giovanni Lazzaretti. "PRIMI ESPERIMENTI DI ECONOMIA LIBERATA – Dalla «decima» all’esperimento di Nantes" Moderatore: Dr. Francesco Spada, giornalista Circolo Maritain, sezione di Montecchio. Info. z_antares48@yahoo.it

Olocausto – Scrive Spartako a commento dell'articolo su Odifreddi http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2013/10/piergiorgio-odifreddi-dice-la-sua.html -: “Purtroppo non è solo sull'Olocausto che si mente.”

Bene (o male), abbiamo finito, ciao, Saul/Paolo

….....................................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Di queste case
non è rimasto
che qualche
brandello di muro.
Di tanti
che mi corrispondevano
non è rimasto
neppure tanto.
Ma nel cuore
nessuna croce manca.
E' il mio cuore
il paese più straziato.”

(Giuseppe Ungaretti: San Martino del Carso
Valloncello dell'Albero Isolato il 27 agosto 1916)




Nessun commento:

Posta un commento