Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

giovedì 24 ottobre 2013

Il Giornaletto di Saul del 25 ottobre 2013 – Festival della laicità, omaggio di letta a kerry, omaggio di kerry a netanyahu, Frasassi, Granarolo, costo del napolitano, Samahin misterica....



Care, cari,

stamattina, Caterina ed io, partiamo per Pescara per partecipare al Festival Mediterraneo della Laicità. Per le ore 16 è previsto un mio intervento sulla laicità spirituale. Ne approfitterò per presentare anche il mio libro “Riciclaggio della Memoria” che tra l'altro è edito dall'editore “Tracce”, una casa editrice di Pescara.
La notte ci fermeremo ospiti a casa dell'amico Michele Meomartino, e saremo di ritorno a Treia il 26 ottobre. Ove abbiamo appuntamento con due amiche di Modena che vengono a passare qualche giorno con noi. Vi racconto tutto questo perchè probabilmente il Giornaletto di Saul domani non uscirà... 
Siete Contenti?
Qui potete leggere il programma del Festival Mediterraneo della Laicità: http://retedellereti.blogspot.it/2013/09/pescara-25-26-e-27-ottobre-2013.html

Roma. Il vero motivo della visita di Kerry - Scrivono Ansa, Corriere e Dagospia: "UN COLLOQUIO DI 7 ORE CON NETANYAHU - AL VASSALLO LETTA, 2 MINUTI SUL DATAGATE. Kerry doveva incontrare a Roma il premier israeliano, e l'ha fatto in  una cenetta intima 'romana', come ormai è usanza degli ultimi Segretari di Stato Usa che giungono nella capitale, e questa ha concluso la visita di John Kerry a Roma. Una visita intensa, durante la quale il Segretario di Stato ha incontrato prima brevemente il premier Enrico Letta e poi, in un colloquio durato 7 ore, il premier israeliano Benyamin Netanyahu"

USA ed Europa – Scrive Fabrizio Belloni: “Mi stupisce lo scandalo che politici, media, opinionisti e tutto il circo annesso sta sollevando riguardo al controllo (lo chiamano spionaggio elettronico) che gli yankee stanno attuando a danno degli "alleati" europei. Ipocrisia profonda. Mistificazione totale. In parole semplici, balle spaziali. E' da almeno venti anni che vado ululando e ringhiando che per gli SUA il nemico vero è la vecchia, cara, mai doma Europa. La pazza Europa. La civile Europa. Gli yankee sanno che il pericolo viene dal Vecchio Continente. Badate bene, Occidente vuol dire Inghilterra (non a caso coinvolta nello spionaggio-controllo), Canada, SUA ed Israele. L'Europa è un'altra cosa. Europa va dall'Atlantico agli Urali, con la Siberia come dono di nozze. Europa vuol dire il patto fra Berlino e Mosca, che è il fondamento della nuova Europa.”

Vegetariani cristiani – Scrive Franco Libero Manco: “E se per ipotesi gli animali facessero a noi quello che noi facciamo a loro? Se fin della nostra nascita gli animali avessero il potere di privare noi e i nostri bambini della libertà e della luce del sole e ci allevassero in gabbie e in capannoni lager per tutta la nostra vita per poi ucciderci nel modo più crudele sezionando ogni parte del nostro corpo e mangiassero i nostri arti, il nostro cuore, il nostro fegato, il nostro cervello, i nostri polmoni, i nostri intestini, la nostra lingua e scaricassero il nostro sangue nelle fogne come succede nei mattatoi?” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2013/10/24/precetto-cristiano-vegetariano-non-fare-agli-altri-quello-che-non-vorresti-fosse-fatto-a-te/

Como. Alberi – Scrive Teodoro: “Domenica 27 ottobre alle ore 21.00, presso il Gas Sant'Agata a Como in via Bari, sarà proiettato il film "L'uomo che piantava gli alberi" dal romanzo di Jean Giono presenterà Teodoro Margarita già presidente di Civiltà Contadina. Invito i soci lombardi a partecipare. Info. thermidore@yahoo.com”

Bracciano. No monnezza – Scrive Roberto: “Appuntamento stamattina, 25 ottobre, dalle ore 7.00 alle 8.00 davanti alla discarica di Cupinoro, via Settevene Palo KM.6,5 (strada per Cerveteri) con parenti, amici, conoscenti, bandiere, striscioni per  la diretta TV di Buongiorno Regione del TGR Lazio, su RAI 3 in onda dalle ore 7.30”

Genga. Il parco di Frasassi – Scrive Franco Stobbart: “Nessuna descrizione può restituire l’impressione profonda che un mondo da favola, di bellezza, di armonia, di potenza, trasmette al visitatore lasciandogli sensazioni indimenticabili. Di grande interesse paesaggistico: la Gola di Frasassi è una delle più belle e intatte delle Marche, è lunga oltre tre chilometri e si apre fra le rocciose pareti dei monti Giungano e Valmontagnana scavata dal millenario corso del Sentino che l’attraversa formando cascatelle, pozze, laghetti di limpida acqua....” - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2013/10/parco-naturale-della-gola-della-rossa.html

Penne. Vegani – Scrive Olis: “Sabato 26 Ottobre, ore 18.30, c/o Agenzia per la promozione Culturale di Penne (PE) Via Martiri Pennesi, 23 – Penne. Alimentazione Vegana: Le ragioni di una scelta Francesco Furlone, EcoVeg Abruzzo. (Degustazione di dolci e salati vegani). Ingresso Libero - Info: 085.8279480”

Granarolo dell'Emilia. Yoga per disoccupati – Scrive Jalsha: “Ogni mercoledì mattina a Granarolo, con la maestra Roberta Rizzi si tiene una sessione di yoga. Nella meditazione non hanno alcuna importanza i ruoli che ricopriamo nella società, il nostro aspetto fisico, o il quoziente intellettivo di cui siamo dotati. La meditazione va oltre .... essa parla direttamente al piano esistenziale. ci rimette in contatto con noi stessi e ci invita a conoscere il nostro potenziale inesplorato. ..” - Continua:
http://retedellereti.blogspot.it/2013/10/granarolo-dellemilia-yoga-per.html

Giornaletto – Commento di Antonio Pantano alla notizia pubblicata sul Giornaletto di ieri: "Roma. Recupero caserme: Trasformare la città creando opportunità, dalle caserme alla creatività. 28 ottobre 2013 alle ore 16.00 presso il Teatro Studio - Viale Pietro de Coubertin 30, Roma. - Caro Paolo, conosco il problema delle caserme "finte abbandonate" nel quartiere Flaminio di Roma (pieno centro della capitale, ad un chilometro da piazza del Popolo!), per: 1 aver abitato, ed abitare, nella zona dal 1947, 2 aver visto le fu attività militari fino agli anni 70, 3 avere denunciato le ipotesi speculative con articoli sin dagli anni '80, arrestandole, 4 esser sicuro che il "regime vigente nel Lazio e a Roma" (finta sinistra, collusa con gli affaristi), cederà a prezzi irrisori 13-15 ettari di quelle aree a speculatori loro finanziatori, i quali fingeranno di costruire una manciata di alloggi "popolari" (destinati, indicazioni del sindaco Marino, ad extracomunitari migranti), per aggiungervi mega-edifici di grasso lucro, triplicando i volumi (comunque non trascurabili!) degli edifici esistenti dagli anni....” - Continua in calce: http://saul-arpino.blogspot.it/2013/10/il-giornaletto-di-saul-del-24-ottobre.html

Costo napolitano – Scrive Vittorio Marinelli: “Napolitano: "C'è un clima avvelenato". Ammazza, è vero che ci costa 26.000 euro all'ora però è proprio una volpe. Napolitano costa 26mila € l'ora. Il 19 luglio di quest'anno il presidente della Repubblica ha dichiarato: "Per evitare che la crisi degeneri siamo tutti chiamati a fare dei sacrifici...". Ottimo. Vero. Peccato che il Colle costi 624.000 euro al giorno, disponga di 1.807 dipendenti e un parco auto che comprende tre Maserati. Al contrario, in Francia Hollande si è tagliato lo stipendio di circa 7.000 euro al mese. E in Germania... Il costo del Quirinale non ha confronti, almeno in Europa.”

Essere ricevuti alla Casa Bianca equivale oggi, in Occidente, a quello che un tempo significava essere ammessi a corte. Il gran giorno per Enrico Letta è stato il 17 ottobre quando fu accolto dal presidente Obama. Portando in omaggio preziosi doni. Lo si capisce dal comunicato della Casa Bianca. Anzitutto «il Presidente e il premier Letta sostengono entrambi la Partnership transatlantica per il commercio e gli investimenti». Il progetto di una Nato economica, voluto dalle multinazionali e grandi banche Usa, al quale il presidente Napolitano, lo scorso febbraio alla Casa Bianca, ha espresso incondizionato appoggio..” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2013/10/usaletta-ricevimento-corte-e-larte.html

Udine. Conferenze - Scrive Sergio De Prophetis: "Alla Bioteca di Udine il 25 ottobre alle ore 20.30 preso di noi si terranno 2 conferenze(sala grande e sala piccola) sulla teatroterapia e la candidosi. Ingresso libero. Info. sergiodepro@yahoo.it"

Lettera di Massimo Sega sulla spiritualità laica: “Caro Paolo. Come sai nel nostro cervello ci sono due lobi distinti, almeno così ho letto: uno dedicato all'immaginazione e alla fantasia, e uno alla razionalità. A me manca completamento quello della immaginazione. Tu ogni tanto richiami frasi e indicazioni del mondo orientale. Al contrario io richiamo frasi e indicazioni del mondo occidentale, cominciando dai filosofi greci. Ebbene non potrai negare che la cultura occidentale, con tutte le sue contraddizioni, sia più avanzata di quella orientale....” - Continua in calce: http://saul-arpino.blogspot.it/2013/10/il-giornaletto-di-saul-del-24-ottobre.html

Mia rispostina: “Infatti caro Massimo se la spiritualità non viene integrata nella consapevolezza del quotidiano, questo il senso della mia storia, resta una astrazione”

Consigli pratici ecologici e spirituali – Scrive Meditamare: “MOZZICONI tolti dalla spiaggia, con la preghiera concreta, sono diventati, macerati in acqua, un bio-antidoto per difendere broccoli e cavoli da afidi cimici e lumache -) RIORDINANDO CASA, SPAZZANDO, lavando i piatti, respiriamo osservando il nostro respiro, osserviamo anche i pensieri e le sensazioni, le emozioni, il corpo, i gesti, così nutriamo la presenza mentale non meno che nella migliore sala di meditazione, il Tibet è qui ed ora -) GENTILEZZA AMOREVOLE nei nostri gesti e pensieri, toni di voce e sguardi, verso noi stessi, le cose, gli animali, le piante, le persone conosciute e sconosciute, ci porta con dolcezza verso la Pace e la Fiducia... :-)”

Il Ciclo della Vita. Significati – Scrive Simone Sutra: “Samhain era la festa celtica che celebreremo il 31 ottobre di quest'anno. Per i Celti la fine di Ottobre era l’inizio dell’anno nuovo, ed era il momento in cui, per qualche motivo, il confine fra mondo visibile e al di là si faceva labile, tanto che i due si interpenetravano, e creature dell’uno o dell’altro mondo potevano sconfinare…. Da qui l’usanza, poi degenerata in superstizione, di offrire dolci agli spiriti disincarnati, che venivano sulla terra, per tenerli buoni. Che dire di questa visione del mondo? Era forse simbolica della fragile barriera che vi è fra la vita e la morte o vi era qualcosa di più?” - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2013/10/samhain-significato-misterico-e-storico.html

E con questo concludo e vi saluto, Paolo/Saul

….................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Di colpo tutto ciò che era creduto essenziale si rivela inutile. E questa nuova e fatale consapevolezza, unita all’incapacità di fare qualcosa con le mani, dissemina il terrore tra la gente.” (Mauro Corona, da "La fine del mondo storto")




Nessun commento:

Posta un commento