Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

sabato 8 giugno 2013

Il Giornaletto di Saul del 8 giugno 2013 – Silvano Agosti a Beppe Grillo, pane e complotti, turchi liberi, riforme utili, ingerenze papali in politica, abbondanza frugale

Differenze culturali

Care, cari,

Silvano Agosti ha scritto a Beppe Grillo per dirgli: “Caro Beppe, molti mi chiedono di scriverti e riferirti i loro pensieri e tutti con grande rispetto per te. Ho deciso di farlo quando ho avuto la certezza che i tanti messaggi erano molto simili tra di loro e colmi sempre di un grande affetto per te. La sensazione principale posso riassumerla con la frase che mi sono trovato a dire prima delle elezioni, a Roma in piazza del Popolo, proprio dal palco allestito per il movimento 5 Stelle….” – Continua: 

Grano mutante in USA – Scrive Giuseppe Altieri: “SCOPERTO GRANO MUTANTE IN OREGON, C’È LO ZAMPINO DELLA MONSANTO. Panico in mezzo mondo, in Asia e in Europa cancellati tutti gli ordini di importazione dall’America, in vista di test più accurati. RICHIEDERE IMMEDIATA  AZIONE PARLAMENTARE  E MINISTERIALE  CON CONTROLLI ACCURATI FERMARE TUTTE LE IMPORTAZIONI DI OGM DALL'ESTERO CON TOLLERANZA ZERO!”

NO OGM – Scrive Franco Trinca: “Segnalo la  Petizione pubblica che l'Associazione NOGM lancia contro l'importazione di organismi OGM. Segnalo anche i passaggi più delicati e discriminanti dell'articolo 34 del Regolamento 1829/2003, rispetto a quanto previsto dall'art. 23 della Direttiva 2001. In realtà l'art. 34 non fa altro che rimandare ad un altro Regolamento (CE), il n. 178/2002, che disciplina le cosiddette "situazioni di emergenza". Faccio notare che il rimando dell'art. 34 è riferito a due articoli del citato Regolamento 178/2002, il 53 ed il 54 ma, singolarmente (...un caso?), le mozioni originariamente proposte dalla Senatrice De Petris ed altri e dal Senatore Ruta ed altri e poi inglobate nella mozione unica che il Senato ha approvato, indicano solamente l'art. 54, omettendo il 53. Li riporto entrambi, sottolineando i punti discriminanti, così che si possa capire la "sottile abilità giuridica" utilizzata da chi ha ispirato tale mozione..” – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2013/06/no-ogm-petizione-per-dire-no.html

Turchia libera – Scrive Padre Daniel di Qara:   "...Il giornale Turco “Zaman” (anche pro-regime) riporta che mercoledì scorso la polizia ha trovato 4 kg di gas  Sarin con i guerrieri di Al Nousra in Adana (Sud Turchia). Loro volevano entrare con questo gas in Siria per commettere attentati. Le suore di San Giuseppe dell’ospedale San Luigi in Aleppo lo sapevano già da mesi che dalla Turchia venivano usate armi chimiche in Siria. E tuttavia continuano ad accusare la Siria di usare armi chimiche! A chi non è ancora caduta la benda dagli occhi occorre dire che Israele, l’Esercito Libero Siriano e al Nousra sono una sola cosa (= una sola forza armata). Loro vi forniranno  volentieri tutte le prove necessarie...."

Bologna. Basta usura – Scrive G.Q.: “Oggi 8 giugno - ore 17.30 in Piazza Maggiore  (Bologna) si terrà una manifestazione contro l'usura e per affermare che la moneta deve essere pubblica, gestita da banche pubbliche e non in mano ai banchieri che fanno i " Draghi". No all'Europa delle banche private che ricattano gli stati sovrani.”

Vignola. Mercato della Terra – Scrive Monica: “Agri.Bio er ha aderito insieme ad AIAB (associazioni agricoltori biologici)  a diventare uno dei gestori del Mercato della Terra  proposto da SlowFood per la piazza Dei Contrari a Vignola. Insieme al Comune di Vignola che ci sostiene in pieno  nascerà così un nuovo mercato a Vignola TUTTI I VENERDI' SERA dalle 17.30 alle ore 21   saranno in piazza gli agricoltori a km 0 cioè i nostri vicini di casa con i loro prodotti…” – Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2013/06/mercato-della-terra-vignola-ogni.html

Milano. Pro Siria – Scrive Valeria Sonda: “PARTECIPA E PASSAPAROLA AI TUOI COLLEGHI E AI TUOI AMICI DI MILANO,  INVITALI A PARTECIPARE ALLA MANIFESTAZIONE CONTRO L'AGGRESSIONE ALLA SIRIA. Oggi  8 GIUGNO 2013 ORE 17  in Largo Donegani, davanti al Consolato degli Stati Uniti GIU' LE MANI DALLA SIRIA!  Info. valeria.sonda@alice.it”

Bologna. Festa afro-bolognese – Scrive Pap Malik: “ACABAS e Piroga organizzano  sabato 8 giugno 2013 al Centro Interculturale Zonarelli   via Sacco, 14  a Bologna. Festa afro-bolognese. Info. malickkaire65@yahoo.it”

Veronesi e commenti – Scrive Riccardo: “ciao Paolo, come sai sono un super ambientalista e animalista, vorrei esprimere il mio dissenso a certi commenti su Veronesi che stimo per quello che ha fatto contro il cancro ma anche per le migliaia di persone veg.grazie al suo libro. Per me è una persona di cultura e della quale l'Italia deve andar fiera, si è schierato inoltre contro la vivisezione, non trovo giusti certi commenti contro di lui  (vedi: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2013/06/le-scelte-di-umberto-veronesi.html) ognuno di noi ha idee positive e negative, lui purtroppo è a favore del nucleare ma non è motivo per accanirsi su una persona che ha fatto tanto.”

Mia rispostina: “Capisco la tua posizione, ho pubblicato l'articolo inviatomi da Paola Botta Beltramo molto favorevole  alle cure contro il cancro di Hamer. I commenti non sono opera mia.”

Pane e complotti – Scrive Gian Micalessin: “Se vivete di pane e complotti, il 15 febbraio 2011 vi sembrerà una congiunzione fatidica e fatale. Se non ci credete, godetevi le bizzarrie del destino e della storia. Quel giorno tra Mosca, Bengasi e Milano si compiono tre avvenimenti chiave, apparentemente slegati tra loro. Nella capitale russa, il consigliere del Cremlino Sergei Prikhodko annuncia l'arrivo a Roma del presidente Dmitry Medvedev per la firma di uno storico contratto con l'Eni,destinato ad aprire le porte della Libia al gigante del petrolio russo Gazprom…” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2013/06/pane-e-complotti-la-storia-di-geddafi.html

Nuovo papa e Giornaletto – Scrive Massimo Sega: “Caro Paolo, da quando è stato eletto il nuovo Papa, Francesco I, è un susseguirsi di sue invadenze e aggressività nei riguardi delle Istituzioni. Ti assicuro che a me nulla importerebbe cosa dice questo Papa se non fossimo in Itala, paese che è stato quasi sempre, fatta eccezione del primo periodo del Regno d'Italia, serva delle istituzioni cattoliche. Fino ad oggi non ho visto nulla o quasi nulla al riguardo sul tuo Giornaletto. Permettimi di dirti che io credo che l'ingerenza di detto Papa, che nella sua Argentina dittatoriale, anche se non colluso ha però mantenuto il più assoluto silenzio nei confronti delle violazioni dei diritti umani, sia oggi divenuta uno dei temi scottanti, insieme alla crisi economica. Questo Papa accusa di ipocrisia le istituzioni europee. Ora, per me, la questione, come sopra detto, non interessa tanto l'Europa, in quanto essa si sa difendere, ma l'Italia, da secoli serva. Quello che è più grave è il fatto che le parole di questo Papa sono talmente ipocrite e quasi anticristiane che non comprendo se sono dette in buona fede, e quindi più pericolose,  o nella consapevolezza di falsare la verità.”

Mia rispostina: “Ce ne siamo occupati,  eccome: http://saul-arpino.blogspot.it/search?q=papa+francesco

Pa-droni della vita – Scrive Dagospia: “Un pilota di droni americano racconta cosa si prova a uccidere a distanza - Brandon Bryant a soli 27 anni ha ammazzato 1626 persone con gli aerei telecomandati - Ora soffre di una patologia da stress psico-fisico... “

Riforme utili – Scrive Lista Civica Italiana: “Il governo Letta è entrato nella fase più delicata e importante: le riforme istituzionali. Oggi il Consiglio dei Ministri dovrebbe presentare in Parlamento il disegno di legge per la creazione di una Bicamerale, il Comitato dei 40, composta da 20 deputati e 20 senatori, in rappresentanza di ciascun gruppo parlamentare. Il tema è della massima importanza perché si potrebbe arrivare ad un radicale cambiamento dell’attuale forma di governo…” – Continua:

Calcio ed israele – Scrive Manlio Di Stefano, deputato M5S: “Il 5 giugno è stata  inaugurata la Coppa UEFA di calcio under 21 in Israele. Ora il 5 giugno è una data particolare perché è la data in cui Israele attaccò e occupò la Cisgiordania, Gaza, le alture del Golan e parte del Sinai. Quindi rappresenta una giornata di conquista per Israele e probabilmente l’inizio della sofferenza per molte altre popolazioni. Gli israeliani in questo momento stanno praticando discriminazione e violenza anche in ambito sportivo perché si stanno distruggendo stadi, stanno facendo ostruzionismo agli eventi che prendono in considerazione il lato palestinese. Noi crediamo che neppure lo sport possa esimersi dal rispetto dei diritti umani e che un evento così importante a livello mondiale debba chiaramente essere sotto l’occhio della riflessione collettiva anche da questo punto di vista"

Abbondanza frugale – Scrive Serge Latouche: “Per concepire e costruire una società di abbondanza frugale e una nuova forma di felicità, è necessario decostruire l’ideologia della felicità quantificata della modernità; in altre parole, per decolonizzare l’immaginario del PIL pro capite, dobbiamo capire come si è radicato. Quando, alla vigilia della Rivoluzione francese, Saint-Just dichiara che la felicità è un’idea nuova in Europa, è chiaro che non si tratta della beatitudine celeste e della felicità pubblica, ma di un benessere materiale e individuale, anticamera del PIL…” – Continua:  http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2013/06/la-differenza-sostanziale-tra-il-ben.html

E recediamo, decresciamo, ci salutiamo, Paolo/Saul

…………………….

Pensieri poetici del dopo Giornaletto:

“Le anime hanno un loro particolar modo d’intendersi, d’entrare in intimità, fino a darsi del tu, mentre le nostre personalità sono tuttavia impacciate nel commercio delle parole comuni, nella schiavitù delle esigenze sociali.” (Luigi Pirandello)

……………

“La società spesso perdona il criminale; non perdona mai il sognatore…”  (Oscar Wilde)

Nessun commento:

Posta un commento