Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

sabato 29 giugno 2013

Il Giornaletto di Saul del 29 giugno 2013 – Autostrada tirrenica, Bergoglio che dice, Guantanamo, truci mercenari in Siria, panzane e panzaroni, bioregionalismo urbano..

Borgo di Monte Orsello

Care, cari,

ieri sera Caterina ed io siamo andati a Bologna, invitati da Jalsha e Roberta, due amici meditanti che ci hanno offerto una cenetta e ci hanno consentito di partecipare ad una sessione di musica meditativa tenuta da Bashir (un altro meditante che ha vissuto molti anni in India). Durante la serata abbiamo anche parlato del progetto del Concilio sulla Spiritualità Laica da tenersi durante i festeggiamenti dell’Equinozio Autunnale. Abbiamo esaminato le varie possibilità di ubicazione. Una ospite, Kavesha, ci ha proposto di organizzarlo nella sua villa di Sasso Marconi, però –nel complesso- siamo rimasti dell’idea di fare l’incontro nel borgo di Monte Orsello,  dove abbiamo a disposizione una bella casa di campagna con tutti gli annessi e connessi (cucina, salone, camere da letto, giardino, etc.) dove tra l’altro siamo stati anche gli anni scorsi ed abbiamo visto che il posto è tranquillo ed ospitale. Tra qualche giorno decideremo il da farsi, intanto abbiamo stabilito la data che sarà il sabato 28 settembre 2013, con possibilità di allungamento alla mattina del 29… Alla prossima i dettagli logistici….. Intanto qui gli intenti: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2013/06/concilio-sulla-spiritualita-laica.html

Autostrada tirrenica – Scrivono cittadini di Tarquinia: “La SS Aurelia sta per essere massacrata, da un’autostrada inutile. Stanno partendo i lavori dell’autostrada Tirrenica, per il lotto 6A, ma i cittadini di Tarquinia ancora attendono chiarezza dal TAR Lazio sul ricorso presentato nel novembre del 2011 da Italia Nostra e da vari cittadini residenti di Tarquinia. Di certo c’è che la strada statale Aurelia la stanno massacrando, così come la viabilità che è continuamente interrotta da cambi di corsia, soprattutto di notte con i lavori sul ponte del Fiume Mignone, provocando innalzamenti del manto stradale, lasciando l’asfalto sconnesso e pericoloso, senza per questo spiegare che fine ha fatto la richiesta legittima sottoscritta dai cittadini di Tarquinia..” – Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2013/06/litoranea-tirrenica-distruggere.html

Bergoglio che dice – Scrive Massimo Sega a commento di una notizia riportata  http://www.circolovegetarianocalcata.it/2013/06/27/gaza-sotto-assedio-abbronzatura-naturale-terre-ai-giovani-viterbo-soffiata-disillusa-da-m5s-prossimita-ecologica-e-spirituale/: “Caro Paolo, nel Giornaletto è riportato un messaggio di Antonio De Martini il quale ci ha ricordato che questo Papa ha esortato i politici angloamericani a perseguire una soluzione negoziata del conflitto di Siria. Naturalmente anche io sono per una pace negoziata, ma quando sento che al riguardo si richiama Francesco I non posso non sentire una profonda indignazione. Chi vuole prendere in giro questo Papa? E' attendibile? Perché vogliamo dimenticare che quando questi era semplicemente Bergoglio, superiore dei Gesuiti in Argentina, da buon Don Abbondio , ha mantenuto il piuù assoluto silenzio di fronte alle violenze inaudite della relativa dittatura?..” – Continua sotto il link

Chiudere Guantanamo – Scrive Arrigo Colombo: “Che cosa ancora si attende per chiudere Guantanamo? Che cosa si attende? Il Pres. Obama l’aveva promesso già quando fu eletto la prima volta. Questa promessa sta ancora inadempiuta davanti al popolo americano come davanti al mondo intero. Si tratta di un atto di giustizia. Perché Guantanamo è un carcere ingiusto, in cui si viene rinchiusi senza giudizio alcuno...” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2013/06/28/lettera-al-presidente-obama-barack-il-tempo-e-giunto-di-chiudere-guantanamo/

Bologna. Veganfest – Scrivono vegani: “Unisciti anche tu ai volontari e alle tante associazioni e aziende che credono in questo progetto!  Il team di VeganOK Network e AssoVegan - Associazione Vegani Italiani ONLUS, stanno lavorando a pieno ritmo per la realizzazione di questo ambizioso evento, il festival indoor Vegan più grande di Europa, per la prima volta al SANA di Bologna. Questo sarà possibile anche grazie al tuo supporto... Info. newsletter.promi@gmail.com”

Povero Berlusca condannato – Scrive Gianni Donaudi: “Premetto di non essere stato, di non essere e  di non essere mai "berlusconiano". Non ho votato PDL, non appartengo  alla "destra" radicale e neppure alla Lega Nord. Ma ho il buon senso di  pensare che l'avversario lo si debba combattere con oggettive  argomentazioni politico sociali e non sulla sua vita privata. La  Magistratura, inoltre, ha il diritto/dovere di essere AUTONOMA DALLA  POLITICA (nel 1933, persino i giudici del III° Reich assolsero il  comunista  Gyorgi Dimitrov dall'accusa di avere incendiato il  Reichstaig)..” – Continua:  http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2013/06/berlusconi-silvio-o-morte-il-parere-di.html

Panzane del Panzarone – Scrive A.C.: “…ma in che razza di paese viviamo? Un signore (si fa per dire) condannato in secondo grado a 4 anni di reclusione e all'interdizione dai pubblici uffici per 5 anni per frode fiscale, condannato in primo grado a 7 anni di carcere e interdizione perpetua dai pubblici uffici per concussione e prostituzione minorile, indagato con l'accusa di aver corrotto nel 2006, con tre milioni di euro, il senatore Sergio De Gregorio per il suo passaggio nel Pdl, é stato "invitato a colloquio e ricevuto" dal presidente della Repubblica Napolitano, al quale ha assicurato  "il netto orientamento di confermare il sostegno suo e del Pdl al governo e all'azione che è impegnato a svolgere". Ma ti rendi conto? E' COME SE HERBERT HOOVER, PRESIDENTE DEGLI STATI UNITI NEGLI ANNI '30,  AVESSE INVITATO AL CAPONE PER DECIDERE DEL MERCATO DEGLI ALCOOLICI!”

Bioregionalismo urbano – Scrive Antonio Castronovi: “Che cos’è oggi la città? La sua aria rende ancora liberi i suoi cittadini? Quali le forze scatenanti della nuova grande urbanizzazione globale? Il gigantismo urbano, la metropolizzazione del territorio, le grandi città globali, gli slum e le baraccopoli, le mega-regioni, le mega-city, sono compatibili con la nostra idea di democrazia? Possiamo parlare di crisi della Polis, intesa nel senso di politica e di città? Quali i valori fondanti di un nuovo urbanesimo?... “ Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2013/06/bioregionalismo-urbano-decentrare-le.html

Cosa è lo Stato? A commento dell’annotazione apparsa sul Giornaletto di ieri, scrive Antonio Pantano: “ECCO l'inganno, caro Paolo! "STATO: insieme di pubblici poteri"!  Se così si espresse il giurista Giannini, come tale va CONDANNATO alla eterna esecrazione! La definizione è MONCA, FALSA, ed anti UMANA! Lo STATO è INSIEME SOCIALE degli individui che rappresenta e che in Esso si riconoscono, i quali gli attribuiscono - per tale prerogativa - pubblici poteri, MA CON OBBLIGO COSTANTE DI RENDICONTO ai cittadini da parte di chi quei poteri esercita - sempre precariamente! Altrimenti: NON è Stato, ma "organizzazione coercitiva, apodittica, asociale", cioè MAFIOSA!”

Parma. Truffe equitaliane – Scrive F.B.: “Dio esiste (ogni tanto). Parma Quotidiano riporta che il 27 giugno u.s.  la Guardia di Finanza ha arrestato un funzionario dell’Agenzia Entrate, un ufficiale di riscossione di Equitalia ed altri per aver estorto denaro a diversi debitori del fisco in cambio della cancellazione delle loro pratiche.”

Siria. Barbari armati da USA e UE – Scrive SIR: “Forte e dura è la condanna dell’attentato suicida, avvenuto il pomeriggio  del 27.6 u.s. nelle vicinanze della cattedrale greco-ortodossa di Bab Tuma (sede della Chiesa greco-ortodossa di Antiochia), nel centro storico di Damasco, di Gregorios III Laham, patriarca cattolico di Antiochia, di tutto l’Oriente, di Alessandria e di Gerusalemme dei Melchiti.  Il bilancio parla di almeno tre morti e diversi feriti. “Si tratta di gruppi e persone non controllabili dall’opposizione che sembra non esserci più - dichiara al Sir il patriarca -, ci sono alcuni Stati che vogliono armare queste bande criminali e questo è molto grave” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2013/06/usa-e-ue-armano-i-mercenari-dinamitardi.html

Viterbo. Dipartita – Scrive Giovanni Faperdue: “Il caro amico Oreste Massolo se ne è andato. Se ne è andato come è stato sempre il suo stile. In punta di piedi, senza clamori. Spesso veniva presso la mia società perché era un cliente affezionato. Dopo aver risolto il problema informatico, scambiavamo sempre due chiacchiere sul momento politico, sull’avvenimento del giorno, ho anche sul contenuto di alcuni miei articoli. Ha seguito sempre in prima fila le mie battaglie per il Bullicame e, spesso, mi lodava e mi incoraggiava ad andare avanti, e a non fermarmi. Era una persona brava, equilibrata e sincera e lucida nei suoi giudizi. Godeva di tutta la mia stima e, pur appartenendo a schieramenti politici diversi, eravamo accomunati da tanti ideali. Caro Oreste addio, anzi, come ho già detto ad altri cari amici: arrivederci. Viterbo perde  un personaggio come ce ne vorrebbero ancora tanti…”

Ed anch’io vi lascio, per oggi… Ciao, Paolo/Saul

………………………….

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:


“To know what you are you must first investigate and know what you are not. And to know what you are not, you must watch yourself carefully, rejecting all that does not necessarily go with basic fact ‘I am’. The ideas: I am born at a given place, at a given time, from my parents and now I am so-and-so, living at, married to, father of, employed by, and so on, are not inherent in the sense ‘I am’. Our usual attitude is ‘I am this’ or ‘that’. Separate consistently and perseveringly the ‘I am’ from ‘this’ or ‘that’ and try to feel what it means to be, just to ‘be’, without being ‘this’ or ‘that’. All our habits go against it and the task of fighting them is long and hard sometimes, but clear understanding helps a lot. The clearer you understand that on the level of the mind you can be described in negative terms only, the quicker you will come to the end of your search and realize your limitless being.”
(Nisargadatta Maharaj)

Nessun commento:

Posta un commento