Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

lunedì 4 giugno 2012

Il Giornaletto di Saul del 5 giugno 2012 – Ancora scosse in Emilia, MES, politica israeliana, USA e la guerra necessaria, bioregionalismo attuale...

Caterina Regazzi

Care, cari,

Ancora scosse in in Emilia – Scrive Caterina Regazzi: “Dobbiamo cercare di rimanere sereni, altrimenti non si riesce a far nulla. Ovviamente parlo per me. Dopo la scossa di ieri sera, stanotte avevo tutti gli animali a letto con me, alle due mi sono alzata a far fare la pipì a Magò, alle 6 è venuta Viola a letto con me, aveva ricevuto un sms che oggi la scuola era chiusa, alle 6 e tre quarti mi sono alzata. Ho mal di schiena e sono stanca. Provo un profondo senso di disagio in questo momento... servirà a qualcosa? L'attenzione c'è, c'è per forza e vengono in mente anche tante cose! La Terra forse ci si sta sgrullando da dosso. Oppure semplicemente è l'inizio di una "banale" catastrofe naturale, diversa da quelle che siamo abituati a conoscere, del resto lo dicevi anche tu, nella storia dell'Universo, la specie umana, noi conosciamo una quantità infinitesima delle cose che possono accadere, scioglimento dei ghiacci, tsunami, terremoti con un'unica scossa e distruzione totale, terremoti che non finiscono più, come questo. Chissà che anche questo non ci sia da lezione per qualcosa... quando si dice l'importante è la salute... e il resto? Che bello, dalla finestra aperta entra profumo di fiori di tiglio!”

Mia rispostina: “Dobbiamo fare attenzione a tutti i segnali che la vita ci manda, In ogni azione, in ogni evento, in ogni cosa osservata c'è racchiuso un significato per la nostra vita. Siamone consapevoli. Sappi che sono a te vicino!”

Siria e menzogne NATO – Scrive Informare Per Resistere: “Tutte le notizie ufficiali dalla Siria giungono dall'Osservatorio Siriano. Ma cos’è esattamente questo Osservatorio Siriano? É una sola persona, che vive a Coventry, in Inghilterra, e riceve via telefono dalla Siria le varie informazioni che poi rigira agli organi di stampa. Tutte le informazioni che provengono dalla Siria vengono filtrate da un solo uomo e poi riportate al mondo; chi ci assicura che Rami Abdulraham, questo è il suo nome, non sia controllato da nessuno? Una sola fonte per una intero paese è sintomatica di informazione manipolata. Proprio come in Corea Del Nord c’è solo una televisione di stato, così noi sappiamo ciò che accade in Siria da un’unica persona” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2012/06/04/siria-no-qui-londra-tutte-le-bugie-dellosservatorio-siriano-portavoce-occulto-della-nato-e-della-lega-araba/

Rio+20 - Scrive A Sud: "Mancano 10 giorni all'apertura del Vertice Sociale per la Giustizia Ambientale e Sociale a Rio+20, che aprirà i battenti a Rio de Janeiro dal 15 al 23 giugno. Il forum sociale vedrà la partecipazione di migliaia di attivisti provenienti da reti sociali di tutto il mondo e incrocerà dal 18 al 22 giugno i lavori del Vertice mondiale dell'Onu sulla sostenibilità Rio+20"

Terremoto ed intervento umano - Scrive Daniela Animalia Galli: "Una domanda sorge spontanea: ho visto il documento PDF del progetto Hers per il deposito di stoccaggio a Rivara - che NON SI FARA', veto imposto da Regione e Governo - e dai dati risulta che la profondità massima delle trivellazioni raggiunta è di 2510 metri. Gli ipogei delle scosse sismiche in corso sono intorno ai 10 chilometri di profondità. Beh.."

Mia rispostina: "..capisco la tua perplessità.. considera comunque che la superficie terrestre è un insieme non separabile, per alcuni aspetti le diversità di livello fra l'intervento umano e la profondità dell'impatto delle zolle tettoniche potrebbe lasciar supporre che non vi siano collegamenti di sorta.. ma guarda ad esempio quel che succede al corpo umano, qualcosa che viene iniettato in superficie influisce poi in profondità nell'organismo... Lo stesso avviene sulla terra. Si dice che il volo di una farfalla in Cina crei un ciclone in Brasile.. è una esagerazione, certo, ma serve a significare che tutto è collegato... Nel mio articolo iniziale parlavo essenzialmente dell'incidenza per la stabilità dei suoli e del sottosuolo di scavi effettuati per estrazione di idrocarburi e di acque di falda.. La creazione di vuoti sotterranei e la riempitura con acque percolanti, crea un indebolimento delle strutture interne. La terra è in movimento nello spazio e l'influenza attrattiva del Sole, della Luna, dei pianeti e della forza centripeta e centrifuga del moto terrestre possono creare squilibri. Basta un piccolissimo squilibrio e dove già c'è la tendenza al terremoto, per movimenti delle zolle tettoniche, ecco che subentra un aggravamento o l'equilibrio precario viene più facilmente sconvolto. Adesso basta per carità. Non siamo noi a poter decidere cosa succede sulla Terra. Però prendiamo coscienza che l'intervento umano a volte può essere deleterio..."

La crisi è finita ora inizia la miseria – Scrive Franco Pinerolo: “Voltando le spalle ai lavoratori, impedendo i miglioramenti necessari a colpi di fiducia con un atto di imperio inaudito che certifica la sospensione della democrazia nel nostro Paese, il Senato ha approvato il Ddl Fornero, ovvero la cosiddetta “riforma del mercato del lavoro e degli ammortizzatori sociali”, e ora la parola passa alla Camera. È una riforma che non piace a nessuno: aumenta i licenziamenti, non interviene sufficientemente nel contrasto alla precarietà, riduce le tutele per chi si ritrova disoccupato e non serve allo sviluppo” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2012/06/franco-pinerolo-la-riforma-del-lavoro.html

Il MES sta arrivando, l'UE potrà svuotare le casse degli stati come e quando vorrà - Scrivono Paola Ghini e Valentina Serru: “Con il presente trattato le parti contraenti istituiscono tra loro un’istituzione finanziaria internazionale denominata il "meccanismo europeo di stabilità" (MES) - Così inizia il Trattato europeo MES (Meccanismo di Stabilità Europea) firmato da Mario Monti a Bruxelles il 2 febbraio 2012: con l’istituzione di un mostro giuridico, ovvero un istituto finanziario intergovernativo con funzione pubblica di governo economico sull’euro-zona, ma personalità di diritto privato con scopo di lucro. Oggi il MES è giunto in parlamento come Progetto di Legge n. 2914. E’ nostro parere che sia necessario non ratificarlo"

Moneta latina - Scrive Silvano Borruso: "Perché non ritornare ai sani principi dell’Unione Monetaria Latina 1865-1915? I nostri bisnonni avevano capito il principio della doppia moneta. C’era un pezzo da 5 franchi che circolava accanto alle monete nazionali di Francia, Italia, Belgio, Svizzera e Grecia. L’euro fa benissimo il ruolo del pezzo da cinque franchi, ma l’errore è stato privare i 17 paesi della loro moneta nazionale. Non c’è bisogno di “uscire” dall’euro. Si reimmettano le monete nazionali e tutto si aggiusterà in questione di giorni. È così difficile capirlo?"

Commento di G.Q.: "Si ma la zecca deve essere dello Stato. Altrimenti si ricomincia da Bankitalia e non se ne viene fuori..."

Il paese degli sciacalli – Scrive Anthony Ceresa: “I più sofferenti sono le famiglie e i giovani colpiti da Enti e Organizzazioni senza scrupoli, che operano in assoluta libertà in un Paese abbandonato al suo destino. E’ necessario che lo Stato intervenga in maniera sollecita e pesante contro gli illeciti ormai divenuti una tradizione di comportamento nei vari settori del pubblico servizio. Il Paese della Cultura e dell’Arte, divenuto il Paese della pizza e delle mignotte per necessità, e adesso il Paese degli Sciacalli, i quali per diversi decenni hanno regnato con il grado di avvoltoi dalla bocca grande, portando via persino il futuro ai giovani e la pensione agli anziani, per rifocillare i Partiti Politici, incluso quelli della Chiesa, che operano sotto false sembianze, Comunione e Liberazione - Democrazia Cristiana - Unione Democratici Cristiani, ecc.” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2012/06/cera-una-volta-litalia-smantellamento.html

Dubbi sulla politica israeliana – Scrive M.B.: “Viviamo nella manipolazione della opinione pubbliche e nella menzogna continua. Da ogni parte si sente dire che Israele avrebbe diritto a difendersi e quindi certi suoi atteggiamenti aggressivi potrebbero essere compresi. UN MENZOGNA COLOSSALE. NESSUNO LO DICE  E NESSUNO TRAE LA GIUSTA CONCLUSIONE. Dopo la guerra dei sei giorni del 1967, infatti,  Israele è strategicamente inattaccabile ed è militarmente sicuro perché nessuna Nazione di quell'area sarebbe in grado di sovrastarlo militarmente. Senza contare che, oltretutto, Israele è una potenza nucleare con tanto di vettori per lanciare le bombe a distanza. Non parliamo poi della protezione che gli potrebbero offrire gli USA. Tutto al più può subire attentati civili che però, militarmente parlando sono insignificanti. Ed allora che significato ha l'atteggiamento guerrafondaio di Israele, la sua richiesta continua di far piazza pulita anche della Siria e dell'Iran?”

Commento di F.B.: "Nel Talmud sta scritto: ...e tutti i re del mondo porteranno strisciando il loro oro ai piedi del popolo eletto..."

Usura e religioni – Scrive Giuseppe Turrisi: “Quanti cristiani (quelli che battezzano il figli che si sposano in chiesa ecc) sono direttori di banca, di finanziarie, quanti giudici cristiani emettono condanne sugli usurati, quanti cristiani lavorano ad equitalia, quanti avvocati cristiani difendono le banche usuraie? Ultima citazione Matteo 23,27-28..” - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2012/06/giuseppe-turrisi-vecchi-testamenti.html

Irlanda apripista - Scrive Roberto Zaffuto: "Ieri l'altro si è votato in IRLANDA PER IL REFERENDUM SUL PATTO EUROPEO DI FISCALITÁ É PASSATO CON IL 63% A FAVORE LA FISCALITÁ PER TUTTI I CITTADINI EUROPEI NON DEVE SUPERARE IL 20% DEL REDDITO DEL SINGOLO. IN ITALIA ATTUALMENTE FRA TUTTI I POLITICI DESTRA SINISTRA E CENTRO VIGE UN PATTO DI SPREMUTA DEI CITTADINI ITALIANI, LA FISCALITÁ DICHIARATA É DEL 45% MA QUESTA FISCALITÁ É VIRTUALE, NEL REALE IN MOLTE CATEGORIE DI LAVORO ARRIVA AL 65/70%"

Boutades di prova tecnica - Scrive Emiliano Brancaccio: "Uscire dall’euro? c’è modo e modo. Al di là delle rettifiche e delle smentite, Beppe Grillo e Silvio Berlusconi non stanno affatto scherzando. Le loro ormai numerose esternazioni contro la moneta unica hanno una logica: misurare di volta in volta la dinamica dei consensi intorno alla opzione di un’uscita dell’Italia dalla zona euro"

Commento di Raffaella: “Sono piuttosto sospettosa verso le esortazioni di rientro alla moneta italiana..... pronunciate da certi soggetti. Un beppe grillo che praticamente è Enrico Sassoon e cioè JP Morgan. E un berlusca che praticamente è un capo-bastone e chissà cos'altro. Tuttavia, Francois Morin (consigliere della banca di Francia ed esimio professore dell'Università d'economia) ad un conferenza cui avevo partecipato addirittura a gennaio... dava per scontato (o quasi) l'uscita dell'Europa dall'euro. E anzi nel corso della conferenza.... ne organizzava il dettaglio. "E' una torta già cucinata" avevo pensato e lo avrebbe pensato chiunque. Qui mi puzza di trucco"

Parate e plutonio - Scrive Italo Campagnoli: "Il caro Presidente di tutti gli italiani ci ha spiegato che la parata del 2 giugno era sobria, necessaria e gradita al Popolo. Forse abbiamo un concetto di popolo diverso dal suo, sicuramente quelli che hanno votato a stragrande maggioranza CONTRO IL NUCLEARE erano la maggior parte degli italiani e grazie anche a presidenti come Napolitano, che vedono e sentono solo quello che pare a loro, il NUCLEARE ce lo abbiamo ancora pericolosamente addosso. Un decimo di milligrammo di plutonio, se inalato, uccide. A Saluggia ce ne sono cinque chili, sufficienti a far fuori 50 milioni di persone: tutta l'Italia. Ogni volta che la Dora Baltea è in piena, a 1500 metri di distanza, chi sa trema. A Saluggia sono stipate anche l'85% delle scorie radioattive italiane. Duecentotrentamila litri di rifiuti stoccati in forma liquida, vicino a un fiume che esonda..."

Perché l'America ama la guerra? - Una delle cause che rende molto probabile una terza guerra mondiale è che l’America è prossima alla bancarotta e l’unico modo per uscirne senza dover affrontare una rivoluzione interna, dalle imprevedibili conseguenze, è tentare il tutto per tutto all’esterno, in modo da avere almeno il controllo sulle popolazioni e sugli stati con i quali ha contratto debito esteri.. o che potrebbero competere con la sua potenza produttiva e militare, creandole difficoltà di ripresa economica. Queste nazioni sono presto individuabili: Cina e Russia. C’è poi il fattore approvvigionamento petrolio che è comunque indispensabili per il mantenimento del livello tecnologico ed alimentare (tutta l’agricoltura statunitense è basata sull’agro/industria e sull’uso di macchine agricole), nonché i trasporti ed i commerci globali che avvengono tutti per mezzo del petrolio… Da qui le spinte per l’invasione prima dell’Iraq, poi della Libia ed ora della Siria e dell'Iran – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2012/06/lamerica-ha-bisogno-della-guerra-come.html

Monti, Grillo ed il minimo salario - Scrive Luigi Crocco: "L'altro ieri Il Presidente Barach Obama “ L'Europa è sul rialzo delle obbligazioni perché non ha investito sul lavoro”. Forse si riferiva ai 4 paesi più deboli rappresentati dal Italia col Presidente del Consiglio Prof Monti, ma tra i programmi di Grillo presentati al governo oltre a nazionalizzare le banche vi era quello di garantire il salario minimo come nei paesi del Nordeuropa, ma non si può dice la Fornero, Ministro del lavoro, perché mancano i soldi. Allora perché il Governo non presenta alla Comunità Europea un suo progetto obbligazionario speciale a finanziare i salari sul rinnovo annuale senza mai più doverle confortare con le obbligazioni spagnole, greche, su quelle tedesche sullo Spread?"

Ancora sul Grillo - Scrive Lidia: "Caro Paolo, ho letto la proposta di nazionalizzare le banche di Grillo. Ma a me interessa sapere cosa pensi tu del programma del movimento 5 stelle. ...un giornalista completo come te, dovrebbe almeno leggere anche ciò che non condivide.... più che altro per comprendere in fondo il fenomeno nuovo che sta avvenendo nel nostro Paese...e che è salito al terzo posto in termini di consenso popolare.... soprattutto se tieni conto che quel programma è stato scritto dalla gente comune come me e te tramite il web e pertanto non è il frutto di una imposizione da parte di nessun politico navigato. ....non sei curioso di leggerlo?... è molto interessante! Puoi rispondermi?"

Mia rispostina: "..non credo molto nei programmi, di qualsiasi partito siano, tutto dipende da chi e come vengono applicati. Continuo ad occuparmi del movimento 5 stelle osservando i vari comportamenti nelle diverse situazioni in cui si viene a trovare ed altrettanto faccio con gli altri partiti e movimenti..."

Alternativa possibile - Scrive Caterina: "Caro Paolo... mi crea qualche problemino il "non credere comunque in alcun partito", che forse non crederai neanche a questa ipotetica Lista civica nazionale che speriamo si formi? Oppure ci crederai solo perché si chiama "Lista civica" e non "Partito..." o "Movimento...."? Secondo te il popolo italiano, o tutti i popoli dell'occidente non sono, non sarebbero in grado di governarsi o di scegliersi i governanti giusti? Ma quali sono i governanti o gli aspiranti tali (chiamiamoli rappresentanti) giusti? Grillo sarà pure poco credibile - come dici tu - però secondo me ha avuto almeno il pregio di far conoscere agli italiani certi problemi (banche, signoraggio, sovranità monetaria, rimborsi elettorali, acqua pubblica, ma anche tanti altri temi) di cui nessun partito di opposizione aveva mai parlato (o forse non era stato capace di farsi sentire). Se questo sia servito a far emergere, dal popolo, delle persone che poi si sono messe in gioco e lo abbiamo visto anche alle ultime elezioni, perché non dovremmo dare loro almeno un po' di fiducia? Che alternativa c'è, altrimenti? Giulietto Chiesa e Lidia Undiemi potrebbero fondare loro un movimento politico capace di capovolgere questa situazione? Le liste civiche? Considerando che hanno fatto un incontro a Roma senza coinvolgere quelli del bene comune (o l'inverso) .... fanno già le primedonne? Il M5S invece secondo me poteva essere proprio l'embrione di un gruppo politico in cui al primo posto ci fosse la pulizia delle idee e l'onestà delle persone... Grillo dovrebbe esserne solo il promotore, il megafono, poi mettersi da parte o, per lo meno, non dettare condizioni"

Natura e spaventapasseri a Calcata - Scrive Avventura Soratte: "Sabato 9 Giugno 2012, ore 10.00 – Calcata (VT). Suggestiva escursione nel Parco Valle del Treja, che, attraverso un percorso ad anello immerso nella lussureggiante vegetazione dell’area protetta, ci condurrà prima sulla panoramica collina di Narce, che ospitò in passato un’importante acropoli falisca, poi, costeggiando il corso del fiume, su quella di Santa Maria, dove anticamente sorgeva un insediamento abitativo, testimoniato dai ruderi. Nel pomeriggio, per chiudere in bellezza, passeggiata nel centro storico di Calcata le cui viuzze saranno invase da simpatici inquilini: gli “spaventapasseri”. Vi aspettiamo numerosi! Info. avventurasoratte@hotmail.com"

Memoria Bioregionale e prossimo appuntamento di Aprilia - Nei giorni del solstizio estivo, dal 22 al 24 giugno 2012, si tiene ad Aprilia l'Incontro Collettivo Ecologista. Considerando che questi incontri, sul tema del bioregionalismo e dell'ecologia profonda e della spiritualità della natura, sono iniziati dal 1984 fate un po' voi il calcolo di quante edizioni sono trascorse. Però dal punto di vista ufficiale la Rete Bioregionale Italiana nacque ad Acquapendente (Vt), nel parco di Monte Rufeno, nella primavera del 1996. Quindi le proposte politiche e sociali relative all'attuazione bioregionale ebbero "inizio" in quell'anno. Io fui uno dei fondatori del Movimento e .. - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2012/06/04/memoria-bioregiona%e2%80%8ble-e-intenti-per-lattuazio%e2%80%8bne-del-bioregiona%e2%80%8blismo-in-italia-se-ne-parla-allincont%e2%80%8bro-collettivo-ecologista-2012/

Commento di Rosario Borrelli: "Grati a Paolo per condividere in rete questa esperienza molto 'territoriale'. Per un attimo prescindendo dai contenuti, citerò Ignazia, una mia amica 'militante' , che pure aveva posizioni piuttosto diverse dalle mie, per una sua frase in ...merito alla politica : sosteneva che "ci vuole continuità". E difatti pur avendo fatto e disfatto gruppi e associazioni, il risultato si stabilizza solo grazie a una struttura che resiste nel tempo. Ci vuole però un'"idea guida", altrimenti la 'struttura' sussume a sé. L'idea guida è il motore che resiste al tempo ed ai cambiamenti; può perdersi allora anche la struttura ma altri raccoglieranno il testimone dell'idea guida e le daranno, probabilmente, una sorta di continuità. Che poi la continuità possa divenire dis/continuità, rompendo gli schemi e adeguandosi ai cambiamenti in corso, ciò non cambia la sostanza, ma solo la forma. Nel merito della testimonianza del Circolo Vegetariano VV.TT., e dell'articolo specialmente, mi piace rac/cogliere il testimone della Rete Bioregionale, un'idea guida che porta con sé una forza di cambiamento e di trasformazione, preservando i caratteri che fanno d'ogni terra e popolazione un meraviglioso mosaico di biodiversità"

Il risveglio ed il Giornaletto - Scrive Elke Colangelo: "...vorrei tanto sapere come fai tu a scrivere tutti gli articoli così complessi, cioè ricchi d'informazioni e gestire tutto, blog, Giornaletto eccetera e dormire di notte! Sei fantastico! Ma ora sono stanca.... vado, che il turno di gufo l'ho finito pure oggi! Quando mi sveglierò, leggerò il Giornaletto, che bello!"

Amarcord teatrale del Circolo VV.TT. - Durante la scorsa edizione della Festa dei Precursori, tenuta a Treia dal 5 al 13 maggio 2012, abbiamo vissuto una varietà di eventi: tavole rotonde sull'agricoltura e cultura contadina, mostre d'arte, sessioni di canto rituale, sharing di esperienze di vita, esibizioni poetiche e musicali.. ed ovviamente alcune scenette di teatro d'avanguardia. Si trattava delle performances effimere di Fulgor C. Silvi e di Giancarlo Pucci e Rossella. Parlare di queste performances non è facile trattandosi di espressioni concettuali  simboliche. Essenzialmente si voleva veicolare un messaggio di "rottura" con gli schemi artistici tradizionali, attraverso l'ironia e la "distruzione" delle opere (con spargimento di cocci addosso ai presenti)...” - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2012/06/il-teatro-del-circolo-vegetariano-vvtt.html

Vi lascio e vi saluto con affetto e riconoscenza per aver contribuito con la vostra lettura e partecipazione all'esistenza di questo Giornaletto. Ciao, Saul/Paolo

….............

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

"There is nothing wrong with duality as long as it does not create conflict. Multiplicity and variety without strife is joy. In pure consciousness there is light. For warmth, contact is needed. Above the unity of being is the union of love. Love is the meaning and purpose of duality" (Nisargadatta Maharaj)



Ah! - Stai ricevendo questa newsletter perché sei iscritto alla mailing list del Giornaletto di Saul. Se non vuoi più ricevere comunicazioni non allarmarti, è semplicissimo cancellarsi. Puoi rispondere a questa email chiedendo (si spera gentilmente) la cancellazione. Grazie di averci letto finora!

Nessun commento:

Posta un commento