Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

martedì 26 giugno 2012

Il Giornaletto di Saul del 27 giugno 2012 – Cerimonie e pensieri del solstizio estivo, Sonia Baldoni sibilla delle erbe, diarietto di Caterina Regazzi

Momento di cucinatura conviviale all'Incontro Collettivo Ecologista

Care, cari,

dopo il mio non-resoconto di ieri arrivano altri contributi descrittivi dei tre giorni di Aprilia, qui abbiamo il racconto delle cerimonie compiute e loro significati, in chiave bioregionale e territoriale. Scrive Lorella De Meis: “Aneddoti ed immagini dell'Incontro Collettivo Ecologista. Sui pianori delle ultime propaggini del Vulcano laziale, abbracciati dall’orizzonte locale dei Monti Lepini, dei Monti Albani, della pianura e del mare, è consacrato lo spazio comunitario dedicato al solstizio d’Estate. I filari di vetiver allineati in ampi spazi per dare spazio all’incontro per condividere un sogno che può trasformarsi in progetto..” - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2012/06/aprilia-comunitas-specchio-del-cielo-e.html

E qui abbiamo alcuni pensieri di Riccardo Oliva su quanto è stato detto e vissuto durante l'Incontro Collettivo Ecologista del 22,23 e 24 giugno 2012: “La tre giorni prevista per l’Incontro Collettivo Ecologista in occasione del Solstizio d’Estate 2012, si è tenuta nel Campo del Vetiver, la pianta dei mille segreti e soluzioni, in un ambiente ancora fortunatamente poco antropizzato dall’uomo, che ha permesso così di respirare una atmosfera diversa, finalmente lontana dalle scorie e dal cemento che non solo esteriormente accompagnano le nostre vite...” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2012/06/26/ecologia-profonda-bioregionalismo-spiritualita-della-natura-pensieri-sciolti-e-resoconto-di-riccardo-oliva-sullincontro-collettivo-ecologista-2012/

Commento di Carlotta: “Il Fuoco, Bagliore divino, Rinascita. Illumina il sentiero del viaggiatore ne purifica l'animo. Grazie Paolo Grazie Riccardo per aver fatto in modo che partecipassi all'Incontro Collettivo Ecologista del Solstizio Estivo sicuramente mi ha lasciato un segno.

Commento di Caterina: “Che belle foto, bella atmosfera, bella luce, belle persone, bravo, hai fatto una cosa buona. Stamattina sono andata da un allevatore di suini a cui avevo regalato il nostro libro (me l'aveva chiesto lui ed io glielo avevo portato e non me l'ero fatto pagare), MI HA DETTO CHE LO STA LEGGENDO, E CHE GLI
PIACE E COSì PURE MI HA DETTO LA NUORA CHE ERA Lì PRESENTE, UNA RAGAZZA carina e sensibile che ha notato i nostri discorsi sul vegetarismo e sull'uso di beni "equamente prodotti". Lui ha detto che vuole leggere il seguito, che all'inizio, quando c'è l'innamoramento, tutto aiuta, ma col tempo e la convivenza le cose possono cambiare, ed infatti, secondo me cambiano, ma sicuramente in meglio, se si ha fiducia, pazienza, amore, affetto, attenzione e sensibilità. (il maiuscolo è perché avevo premuto il cap-lock). Stamattina nelle mie peregrinazioni campestri ho trovato altro amaranto, allora ne ho estirpato una pianticella e proverò a piantarla in giardino, ieri ho fatto la stessa cosa con l'achillea e l'iperico, poi in giardino c'erano alcuni esemplari di una pianticella con fiorellini azzurri che non capivo cos'era, poi ho trovato la sua rappresentazione su un libriccino di piante che mi avevi dato tu, è il lino! Infatti mi sono ricordata che avevo dei semi di lino che avevo preso in un mangimificio da mangiare ed essendo un po' vecchiotti li avevo buttati in giardino... hanno anche i semi dentro! Bello!”

Mia rispostina: “Sì, è proprio come dici tu, Amore, se c'è la pazienza ed il rispetto l'amore non fa che crescere.. Mi fa un effetto strano stare qui ancora al computer per ore ed ore, dopo i giorni di astinenza beata. Così mi rendo conto del "lavoro" che c'è da fare per il Giornaletto... Stamattina sono andato alla Posta a pagare la bolletta della luce ed a ritirare la pensione. Ero passato dal patronato ma l'incaricato dice che le pratiche sono ferme perché l'INPS non ha rinnovato la convenzione ma dice di non preoccuparsi che comunque le pensioni continueranno a pagarle (almeno si spera). Giorno di mercato a Treia, ho incontrato Marietta ed abbiamo fatto un po' di strada assieme e quattro chiacchiere. Il supermercatino chiude definitivamente sabato!”

Commento di Stefano Panzarasa: “Caro Paolo, sono stato molto contento di aver partecipato all'incontro del solstizio estivo della Rete, l'atmosfera era ottima e il posto bello e significativo vista l'attività così interessante della coltivazione del Vetiver, a quanto pare un toccasana per il pianeta e gli umani... Bravi Benito e sua nipote a portare avanti questa attività. Ho trovato in tutti i partecipanti una bella consapevolezza ecologica e i discorsi vari che sono stati fatti mi hanno molto interessato. Sono anche sicuro che saprai raccontare bene e più in particolare tutti i bei momenti di vita conviviale che ci sono stati e quello che si è detto (e anche i bei riti prima di tutto quello del fuoco e dell'acqua di S. Giovanni...” - Continua in calce all'articolo: http://retebioregionale.ilcannocchiale.it/2012/06/26/bioregionalismo_e_senso_della.html

Stralcio della mia risposta: “Grazie caro Stefano per aver pazientato sino in fondo cercando di accettare ed integrare il discorso fatto dai vari partecipanti, inutile dire che la tua presenza come quella di Carlo Consiglio o di Ciro Aurigemma, tanto per fare alcuni nomi, è stata utile a mantenere la rotta.. E sulla nostra zattera c'era un bel po' di gente... Hai visto anche tu che l'aria era portatrice di buone nuove, ed anche la presenza di Giulietta Blu degli ecovillaggi, di Lupanna, di Franca Chichi e di tanti altri.. è stata di buon auspicio. Ricordo inoltre l'ospitalità generosa di Benito e l'accoglienza prodiga di Riccardo e di Lorella... (continua nello stesso link superiore)"

Primavera silenziosa – Scrive Patrizia Gentilini: “Questo libro mi è tornato in mente di fronte alla notizia che sono stati di recente reintrodotti sul mercato italiano il “Basta 200“, erbicida fogliare – prodotto già in precedenza sospeso in quanto classificato come “tossico ambientale” - e che sono state rinnovate deroghe per l’utilizzo di triciclazolo e del Vydate 10 per 120 giorni, quest’ultimo contenente come sostanza attiva l’Oxamil già classificata come “tossico – pericoloso per l’ambiente“. Un comunicato stampa a questo proposito si può leggere qui...” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2012/06/primavera-silenziosa-di-rachel-carson.html

Caccia turco - Scrive Francesco Santoianni: "Il caccia turco abbattuto non sia un pretesto per l’intervento Nato in Siria. Secondo le stesse autorità turche il caccia aveva violato da poco lo spazio aereo siriano e, per di più, sarebbe prassi dell’aviazione turca sconfinare oltre il limite di 12 miglia delle acque territoriali"

Commento di Paolo Tinti: "La vicenda siriana è un perfetto copia incolla del golpe libico. Stessa tecnica, stesse bufale, stessi utili idioti di TV e giornali. E poi, in base a quale principio sono presenti CIA e forze speciali sul territorio siriano? E l'ONU, questa fasulla organizzazione di parassiti, che dice? non è una violazione di sovranità? O questa non vale quando ci sono gli Usa di mezzo? Chissà come reagirebbero loro se agenti stranieri fomentassero rivolte in territorio americano! I Turchi poi, te li raccomando....! Smettiamo di parlare di democrazia per favore...!"

Mietitura da Giovanni e Sabrina – Scrive CIR: “Carissimi amici, il grano inizia a farsi duro sotto i denti e sembra che verso la metà/fine della settimana prossima ovvero dal 27 in poi, potremmo mietere!! Quindi organizzatevi e fateci sapere. Portatevi pure da mangiare e da bere che finito di fare i sacchi ce ne stiamo un po' insieme! Stiamo organizzandoci per comprare i sacchi per tutti. Se comunque avete i vostri belli e di fiducia, portateli. Ci stiamo pure organizzando per una bella bilancia perché in qualche modo dovremo pure pesare. Se ne avete una adatta e potete portarla fatemelo sapere. Bene, allora attendiamo un vostro contatto e ci organizziamo. Allegria e Salute! Info. 339.1031521”

Diarietto di Caterina - “...sei andato ad Aprilia. Io ho fatto da sola la nostra passeggiata verso il fiume. Veramente ne ho fatto solo un breve tratto, solo fino al primo muretto, con Magò. Strada facendo abbiamo incontrato quella solita signora con quella simpatica cagna grigia, Penny che ha fatto un pezzo di strada con noi e poi anche quella signora col pastore tedesco giovane e ci siamo fermate insieme al muretto a parlare dei cani e poi anche del fatto che sono veterinaria e quindi conosco l'ex marito della signora n.2. Lei mi ha detto che tempo addietro andava ad aiutare suo marito a fare i cesarei e gli embryo-transfert. Le ho raccontato che io lavoro alla usl e non faccio la libera professione e che a volte vado a controllare la tenuta degli armadietti dei farmaci da parte di colleghi come il suo ex...” - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2012/06/diarietto-sullassenza-presenza-lettera.html

Mia rispostina: “Che bello il tuo "diarietto", mia amata Caterina, mi ha fatto sentire tutto il tuo amore e la tua presenza. Sai in fondo son molto contento di aver fatto questa prova dell'autobus per tornare a "casa".. Beh, le mie sensazioni le ho già scritte nel "non-resoconto" di ieri...: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2012/06/non-resoconto-dellincontro-collettivo.html

Prima che sia troppo tardi... - Scrive Alessandro: "... lo hai scritto nel promemoria dell'incontro che c'è stato. Bentornato a casa. Sembra incredibile che l'uomo saggio veda con occhio equanime tutti gli esseri viventi, a prescindere dalla loro forma, dalle loro occupazioni, dallo stato sociale e dalle azioni. Questo perché? C'è chi studia la storia ed ama andare indietro nel tempo, c'è chi fa politica pensando che sia cosa buona mentre altri sono convinti che la ricerca scientifica produrrà miglioramento sociale. Ci sono poi persone che si soffermano a meditare sulle cose che ho appena accennato. Per chi studia la storia... quanto indietro nel tempo possono o vogliono arrivare? Come era prima? Molto prima, come era? Per chi fa politica... su quali basi vogliono fondare la società? Fino ad ora vedo solo il senso di proprietà a farla da padrone. Siamo proprietari di qualcosa? Poi gli scienziati... cercano veramente oppure vogliono solo godere delle loro ricerche? Paolo... non c'è nulla da importare. Nulla da raggiungere che non sia già nostro. Nessuno da incontrare qui altrimenti non lo incontriamo più. Pensaci un attimo"

Sterminio in Palestina - Scrive Rosa Schiano, testimone oculare dei fatti: “Continuano gli attacchi israeliani su Gaza. Sale a 16 il numero dei morti, fra cui il 23 giugno un bambino di 5 anni e mezzo, e più di 60 sono i feriti. In Khan Younis, a sud della Striscia di Gaza, un carro armato israeliano ha sparato un colpo di artiglieria uccidendo un bambino di 5 anni e mezzo, ferendo suo padre ed altre 3 persone"

Sul Giornaletto – Scrive Luigi Crocco: “Gentilissimo paolo d'arpini, da alcuni giorni non ricevo il suo simpatico giornaletto come mai? Grazie”

Mia rispostina: “dal 22 giugno sono stato in viaggio... Ora il Giornaletto ritorna!”

Replica di Luigi: “m'è sfuggito, dove sei stato? Vado subito a vederlo sul blog! Io mi son perso con l'on. Borghesi di Verona docente di politica di sviluppo delle piccole imprese  vicepresidente dei IDV  che risponde ai cittadini mentre i ministri  nella fattispecie Monti  e il il suo organo  politico non risponde nemmeno per educazione  quando in Europa un milione di cittadini  ha diritto di far cambiare  alla comunità  le  decisioni  legislative . Ma politicamente siamo in Italia”

Mia ulteriore rispostina: “..Leggiti il resoconto dell'Incontro Collettivo Ecologista, per l'anno prossimo si potrebbe organizzarlo od in Lombardia (verso Mantova) od a Verona (verso la bassa) comunque in campagna... Tu hai qualche idea?”

Sibilla delle Erbe – Scrive Michele Meomartino: “Presentazione ufficiale del libro su Sonia Baldoni, Domenica 22 Luglio - ore 20.30, Giardino d'Arte Via Toscanini, 14 - Montesilvano (Pescara) Info: 393.236209..” - Continua con breve recensione:
http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2012/06/la-sibilla-delle-erbe-sonia-baldoni-22.html

Grillo pubblico - Scrive Giorgio Quarantotto: "... il Grillo non scopre le carte. Tuttavia dice che occorre ritornare alla moneta nazionale in mano Pubblica. La gente capisce cose elementari: acqua pubblica, moneta pubblica.."

Pisapia il Dalai Lama e San Pechino – Scrive Vincenzo Mannello: “Pisapia e la sua giunta social-demo-comunista, rigorosamente radical-chic e, pertanto, pure gradita alla Chiesa, hanno ricevuto il più grande dei doni. Proseguendo sul cammino della conoscenza di se stessi, già da mezzo secolo iniziato per il sindaco di Milano, sono stati raggiunti e colpiti dalla Illuminazione che mancava loro fin dai tempi di Mao-Tse-Tung: quella proveniente da Pechino! Quindi... niente cittadinanza onoraria al Dalai Lama. Al massimo un bel ricevimento a Palazzo Marino. Tanto per superare in ipocrisia la già insuperabile Letizia Moratti”

Teatro di Paglia – Scrive Nicholas: “Presso una piccola azienda agricola sui colli aretini del Valdarno, ogni anno dal 2003 viene costruito un piccolo teatro in balle di paglia, dove ognuno può portare qualcosa da condividere per creare lo spettacolo. Può essere un racconto, una poesia, una canzone, una scenetta, un numero di giocoleria, un pensiero spontaneo, qualsiasi cosa. Per dare spazio a tutti!” - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2012/06/nicholas-bawtree-e-il-teatro-di-paglia.html

Metafora - Scrive Lorenzo Spurio: “è uscito il mio ultimo libro, dal titolo "La metafora del giardino in letteratura", scritto a quattro mani assieme a Massimo Acciai ed edito dalla Faligi Editore. Si tratta di un testo di critica letteraria che analizza vari testi della letteratura italiana e straniera contemporanea nei quali il tema del giardino ha rilevanza. E' -crediamo- un excursus interessante e innovativo, che rifugge da un'impostazione troppo accademica. Info. lorenzo.spurio@alice.it"

Ringraziamento al Nuovo PCI – Scrive Fabrizio Belloni: “Volevo ringraziare il nuovo PCI: per un attimo mi ha fatto sorridere. Pateticamente, ma sorridere. Mi ha ricordato i vecchi, vestiti da garibaldini in camicia rossa, che alle sfilate del due giugno bighellonavano ai lati della sfilata stessa. Nipoti o pronipoti di qualcuno dei mille (magari il furiere, ma tant'è. L'importante è apparire....). Forse alla consumistica festa della nascita del cosiddetto dio (25 dicembre) si potrebbe regalare loro un orologio. Il loro si deve essere fermato al 1954, data della morte di quel mugiko che si credette uno statista: Stalin, il saltastrada in gioventù. Il comunismo, cari trinariciuti, ha chiuso per sempre baracca e burattini anche per bancarotta fraudolenta e ripugnante. Ed il suo fratello gemello, il liberal capitalismo è durato 25 anni di più solo per la pancia piena che avevamo "di qua". Morti tutti e due. Finiti, kaputt, sepolti. Una prece e senza rimpianti”

Centro alimentar/culturale a Goa – Scrive Stefano De Santis: “Caro Paolo. Noi stiamo aprendo un centro culturale a Goa, sul mare. Tra le varie attività ci sarà anche un ristorante, un fornaio e un negozio di cibi biologici. Il lavoro sarà centrate nel periodo novembre-marzo. Ti interessa? Vorresti collaborare con noi? Io ci sono ma spero di venire in Italia a settembre. Fammi sapere se potresti essere interessato. Un abbraccio”

Mia rispostina: “Come sai io non mi muovo più... A settembre sarò probabilmente in Emilia, festeggiamo lì l'equinozio autunnale... Se pensi di passare da quelle parti fammelo sapere, ciao ed auguri!”

Colgo l'occasione per salutarvi tutti con affetto! Ciao, Saul/Paolo

…...........

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

"Give all your attention to the level on which the ' I am' is timelessly present. Soon you will realise that peace and happiness are in your very nature and it is only seeking them through some particular channels that disturbs. Avoid the disturbance that is all. To seek there is no need; you will not seek what you already have. You yourself are God the Supreme Reality." (Nisargadatta Maharaj)


Ah! - Stai ricevendo questa newsletter perché sei iscritto alla mailing list del Giornaletto di Saul. Se non vuoi più ricevere comunicazioni non allarmarti, è semplicissimo cancellarsi. Puoi rispondere a questa email chiedendo (si spera gentilmente) la cancellazione. Grazie di averci letto finora!

Nessun commento:

Posta un commento