Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

sabato 30 giugno 2012

Il Giornaletto di Saul del 1 luglio 2012 – America indemocratica e sommaria, AsiNo, Treia, America privata, tecnologia mondiale, ritorno in natura...

In volo

Care, cari,

USA. Proseguono le esecuzioni senza processo – Scrive Arrigo Colombo: “Prosegue l’eliminazione ingiusta dei cosiddetti terroristi La stampa internazionale ha parlato di una riunione che si tiene settimanalmente presso il Presidente Obama per l’individuazione di terroristi islamici e quindi la loro soppressione. Come è avvenuto per Osama Bin Laden e come, più recentemente per Al-Libi, braccio destro di Al-Zawahiri. Queste persone vengono colpite ed eliminate senza un giusto processo e una sentenza; lo avevamo già notato per Osama, per l’attacco notturno che l’aveva annientato, per di più violando il territorio di uno stato sovrano...” - Continua:
http://www.circolovegetarianocalcata.it/2012/06/30/al-presidente-usa-basta-eliminazioni-illegali-di-persone-definite-terroristi/

Proteste a Passo Corese per AsiNo – Scrive Salviamo il Paesaggio: “No al polo della logistica "AsiNo" È lecito cementificare un’area vocata a Parco Archeologico? In che modo si esprime il valore di una villa Romana? In euro? E quello di un sito del Paleolitico? Sapevate di possederli entrambi, tutti vostri, a due passi da casa? Perché un polo della logistica? Cosa significa una centrale a biomasse nascosta dietro l’angolo? In quanti modi si può progettare lo sviluppo economico di un’area? Abbiamo chiesto ad archeologi, urbanisti, ambientalisti, economisti, storici, agricoltori, giornalisti e operatori del turismo di venire a raccontare che ne pensano. Ma, soprattutto, se ne parlerà con gli abitanti della Sabina. Venerdì, 6 luglio, h. 20.30, nella Piazza della Libertà di Passo Corese. Info. info@salviamoilpaesaggio.it”

Ritorno alla natura – Scrive Guido Viale: “Parlare di crescita economica, qualsiasi cosa si intenda con questa espressione, senza fare riferimento alla natura, è un discorso vuoto. Scienziati di tutto il mondo, riuniti nell'Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC) insistono nel mettere in guardia i governi che il tempo per evitare una catastrofe irreversibile che cambierà i connotati del pianeta Terra e le condizioni di sopravvivenza della specie umana sta per scadere; e che misure drastiche devono essere adottate per realizzare subito un cambio di rotta” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2012/06/guido-viale-ed-il-necessario.html

Cena di beneficenza a Treia - Scrive Anandi: "Shining Faces of India è un’organizzazione caritatevole a favore del Christian Mission Centre, un orfanotrofio vicino a Salem nel sud dell’India. È un grande orfanotrofio in Tamil Nadu che si prende cura di più di 1500 bambini bisognosi proveniente da ogni casta, razza, comunità e religione. All’orfanotrofio i bambini ricevono non solo una casa dove sopravvivere e crescere ma anche un’educazione che li permette di avere una speranza per un futuro migliore. Il fondatore dell’orfanotrofio Pastore Jayaraj Kirshnan e sua moglie Christy si dedicano da più di 20 anni alla cura dei bambini orfani e bisognosi. Il loro impegno è davvero un’ispirazione per tutti noi e il nostro aiuto può fare molto per questi bambini. La cena di beneficenza si tiene al Casolare dei segreti, di Treia, il 13 luglio alle h. 20.00. Partecipa il cantante di bhajan Upahar Anand. Info e prenotazioni: anandi@anandi.co.uk"

Al Bersani per interposta persona - Scrive Luigi Crocco: "Egregio onorevole segretario Pierluigi Pierluigi Bersani. ALCUNI GIORNI FA LE HO INVIATO IN EMAIL bersani_ camera...+ file in allegato LA MIA RICHIESTA PER IL PROF MONTI E IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA MA NEL DUBBIO CHE NO L'ABBIA RICEVUTA PER MANCANZA DI RICEVUTA APPROFITTO DEL indirizzo del Giornaletto di Saul per sottoporle nuovamente la richiesta, pregandola di dare conferma di ricevuta al giornaletto o a luigi.crocco@gmail.com"

Biomasse e filiera vitivinicola – Scrive Leonardo Pugliese: “Biomasse residuali nella filiera vitivinicola: quali opportunità per le aziende, il seminario si terrà mercoledì 04 luglio p.v., ore 10.00, presso il FIDAF (Federazione Italiana dei Dottori in Agraria e Forestali) Via Livenza, 6, Roma. Promosso da FederBio e Regione Lazio e l’apporto di Unituscia. Info. l.pugliese@federbio.it”

Privatopia possibile – Scrive Claudio Martinotti Doria: “Come prosperare espellendo lo Stato tass-e-spendi - Sandy Springs, suburbio di Atlanta, Georgia. Nel 2005, vinte le elezioni dai repubblicani, un fan di Hayek e Reagan, Oliver W. Porter, convince i concittadini a farla finita con la vecchia concezione del potere municipale, la sua pletora di dipendenti, società pubbliche e via cantando. Perché continuare a dare 190 milioni di dollari l’anno alla Contea di Fulton, per servizi municipali gestiti innanzitutto nell’interesse delle piante organiche dei suoi dipendenti e dirigenti a tempo indeterminato? Da allora, Sandy Springs ha fatto una scelta radicale..” - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2012/06/quando-privatizzare-conviene-lesempio.html

Valsusa che resiste: “Scrive Rosario Borrelli: "Continua la resistenza passiva in Valsusa contro le ruspe che stanno devastando il territorio e che spianano la strada ai macchinari della cooperativa incaricata di traforare la montagna. Purtroppo ancora una volta la difesa dell'ambiente impone una grande mobilitazione, da ambo i fronti della montagna, in Francia come in Italia. Le autorità preposte hanno sgomberato i proprietari aprendo un contenzioso legale, militarizzato i territori per far eseguire le direttive di un progetto che incontra la netta opposizione delle popolazioni locali e dell'universo ecologista. Gli equi(squi)libri politici attualmente non sembrano in grado di superare l'impasse di una situazione di grande divergenza tra fautori ed oppositori del progetto: i primi perseguono l'obiettivo di un accordo di 20 anni fa, "legittimato" da alcuni protocolli e atti autoritativi, mentre i secondi auspicano una revisione in favore dell'ammodernamento del tracciato esistente e sottostimato. Le posizioni sono attualmente radicalizzate, e molti fattori rischiano di trascinare il contenzioso fino alle prossime elezioni. Salvo sorprese, che ci auguriamo positive per l'ecosistema"

Dove è nata la tecnologia? - Domanda con risposta: “Scrive Raffaella: La tecnologica è nata in Occidente? Sappiamo che esistevano ovunque i proto-scienziati tra gli assiro babilonesi, i maya, gli egizi, gli orientali. Allora come mai si sviluppa solo in occidente? - Risponde Silvano Borruso: Signori, documentiamoci. Ecco alcune domande alle quali gli Occidentali dovrebbero per lo meno tentare di rispondere: 1. Che tecnologia permetteva al Pharos di Alessadria di proiettare luce a 50 miglia?” - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2012/06/la-tecnologia-e-nata-in-varie-parti-del.html

Santo Graal – Scrive Francesca Salvucci: “Care amiche e cari amici, la Festa Medievale a Larciano Castello (PT) è diventata ormai un'istituzione e richiama parecchia gente (appassionati e curiosi) da tutta la Toscana. Per chi volesse ritagliarsi un paio di giorni di relax e fare un salto indietro nei secoli, tra tornei, giochi, falchi e banchetti imbanditi...noi siamo a vostra disposizione. E una volta tolta la pesante armatura... 45 minuti e siete sulle spiagge della Versilia! Info. cnv@live.it”

Mon Tibet – Scrive Isabella Testi: “Il Maestro Ghesce Lobsang Sherap ed i Monaci del Monastero Tibetano di Cisterna di Latina sono lieti di presentarVi le attività che si svolgeranno in Monastero a LUGLIO 2012. Info. isabella.testi@fastwebnet.it”

L'insostanzialità dell'io. Dialogo fra Lorenzo Merlo e Paolo D'Arpini - Scrive Lorenzo Merlo: “Le consapevolezze implicate dall’esistenza dell’io ne comportano la sua legittimità. Riconoscendogliela, per altre contiguità, e sempre attraverso il sentire, potremo risalire nella sua biografia fino a trovare il momento in cui è storicamente sorto il suo bisogno... (..)” - Risponde Paolo D'Arpini: “L’io è solo un concetto nella mente, un pensiero aggregativo che si forma attraverso il processo di autoconsapevolezza psicofisica. Potremmo definirlo un coordinatore interno alla coscienza che presume di conoscere il “corretto” comportamento da manifestare in determinate situazioni vitali. Ovviamente tale presunzione è arbitraria e basata sulla memoria. Non è altro che una variante istintuale, un pensiero costante e ripetitivo di sé, attraverso il quale la mente ritiene di poter operare delle scelte deliberate....” - Continuano entrambi qui: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2012/06/ecologia-profonda-le-farfalle-danzanti.html

Commento di L. C.: "Mah, il dialogo sembra senza colore tra due farfalle danzanti, una di Nome (L.M) l'altra (P. D'A) interessante se vogliamo inserirle sul paradosso che al batter le ali di una corrisponde un terremoto sull'Etna al altra, invece il dialogo tratta sul ebbrezza del io, se io volo esisto e ballo ma se non volo non esisto e se ballo cado, ma credo sia nella natura di tutte le cose se ho i mezzi vado ma se no ho i mezzi cado, e nel caso la natura non è matrigna ma madre amorevole, dare l'inconsapevolezza dell'io alla farfalla. Ma, al nostro IO? Domande, risposte, filosofie, psicologie, biografie e nomi, per dire altri il motivo per cui siamo nati e vogliamo continuare esistere!"

Così svolazzando vi saluto e vi do appuntamento a domani, ciao, Paolo/Saul

…...........

Pensieri poetici del dopo Giornaletto:

«Dopo pranzo il nostro maestro di scuola faceva sempre un pisolino» raccontava un discepolo di Soyen Shaku. «Noi bambini gli domandammo perché lo facesse e lui
ci rispose: "Vado nel mondo dei sogni a trovare i vecchi saggi, come faceva Confucio". Quando Confucio dormiva, sognava gli antichi saggi e dopo parlava di loro ai suoi seguaci. «Un giorno c'era un caldo terribile, e alcuni di noi si appisolarono. Il maestro ci rimproverò. "Siamo andati nel mondo dei sogni a trovare gli antichi saggi proprio come faceva Confucio" spiegammo noi. "E che cosa vi hanno detto quei saggi?" volle sapere il maestro. Uno di noi rispose: "Siamo andati nel mondo dei sogni, abbiamo incontrato i saggi e domandato se il nostro maestro andava là tutti i pomeriggi, ma loro ci hanno detto di non averlo mai visto"».
(storiella zen, ri-raccontata da Antonella Pedicelli)

…..............................

CONVERSANDO CON DIOS EN EL MURO DE LOS LAMENTOS...

Judío: ¿Dios?
Dios: ¡Sí!
Judío: ¿Puedo preguntarte algo?
Dios: ¡Claro, hijo mio!
Judío: ¿Qué es un millón de años para Ti?
Dios: Un segundo
Judío: ¿Y un millón de dólares?
Dios: Un centavo.
Judío: Dios ¿Tú puedes darme un centavo?
Dios: Espera un segundo...



Ah! - Stai ricevendo questa newsletter perché sei iscritto alla mailing list del Giornaletto di Saul. Se non vuoi più ricevere comunicazioni non allarmarti, è semplicissimo cancellarsi. Puoi rispondere a questa email chiedendo (si spera gentilmente) la cancellazione. Grazie di averci letto finora!

Nessun commento:

Posta un commento