Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

sabato 2 giugno 2012

Il Giornaletto di Saul del 3 giugno 2012 – Debito pubblico, facebook disinformato, Siria vera, patto col diavolo, terremoto, comunicare in rete...

Dipinto di Franco Farina, sulla comunicazione

Care, cari,

Berlusconi Sivio, nel tentativo di riciclarsi e lanciare un messaggio populista ha, il 2 giugno 2012, spernacchiato: "..la zecca italiana stampi gli euro", la battuta è stata prontamente ripresa dai giornali, senza però approfondire il discorso. Già lo scorso anno quando il cavaliere stava per dimettersi gli avevo consigliato di fare una grande gesto e di denunciare pubblicamente la truffa del signoraggio bancario e di come in verità viene formato il debito pubblico. Lo stesso avevo fatto in precedenza con il suo ministro Tremonti (che in una paio di occasioni aveva quasi toccato il punto senza mai approfondirlo). Purtroppo adesso con l'avvento del governo delle banche il discorso della sovranità monetaria è diventato tabù, pur che nei meandri oscuri d'internet ormai se ne parla a tutto spiano. Ma a livello ufficiale nessuno dice che il debito pubblico è una finzione costruita ad hoc dai potentati economici, banche private spacciate per nazionali (tipo Bankitalia o BCE o Federal Reserve, etc.) che fanno stampare cartamoneta (senza alcuna garanzia) per conto ed in nome dello stato (o degli stati) ricavandone congrui interessi. Per questo si chiama moneta-debito.. e per questa semplice ragione si forma lentamente ed inesorabilmente un debito pubblico inestinguibile.... - Continua: http://saul-arpino.blogspot.it/2012/06/moneta-debito-signoraggio-bancario.html

Parola di Henry Ford: “Meno male che la popolazione non capisce il nostro sistema bancario e monetario, perché, se lo capisse, credo che prima di domani scoppierebbe una rivoluzione”

Fiamme tricolori posticipate - Scrive Mirella Sartori: "Caro Paolo, premetto che sono dell'idea che il 2 giugno, festa della Repubblica non dovrebbe essere festeggiato con la parata militare che dovrebbe essere svolta, se proprio la si vuole, il 4 novembre, giorno delle forze armate. Ma così si fa in tutto il mondo: nel giorno della festa civile più importante si festeggia con lo sfoggio di potenza milatare. Sarà difficile che proprio noi italiani saremo coloro che indicheranno un cambio di mentalità. Ma quello che desidero sottolineare è il fatto che oggi, due giugno, le frecce tricolori non passeranno sopra i Fori Imperiali. Bene! Un atto simbolico in occasione del terremoto e un bel risparmio! Invece, mentre vi scrivo, proprio sopra la mia testa, ad Ostia, a soltanto venti chilometri dai Fori Imperiali, stanno passando e ripassando aeroplani, aeroplanini ed anche le Frecce tricolori. Stanno facendo le prove per un mega air show che si svolgerà domani sopra questo quartiere periferico della Capitale. Quale assurdità, quale contraddizione, quale ipocrisia, quanta indignazione per chi subisce tali fatti senza indignarsi!"

Mia rispostina: "Cara Mirella, sono basito... Se succedono queste cose vuol dire che ormai l'ipocrisia e la finzione hanno preso il posto di ogni decenza umana e politica.."

Costi papali a Milano - Scrive Rita Cucciolo: "Chissà gli emiliani come sono felici di apprendere che per la "tre giorni papale..." a Milano - che ci costerà 13 mln di euro - sono dispiegati 15mila uomini tra forze dell'ordine, VVFF e soccorritori... Pagherei per sapere quanti uomini sono impegnati in Emilia... sicuramente non 15.000 ... dopotutto una regione terremotata mica vale quanto Benedetto XVI"

La verità sulla strage di Houla in Siria – Scrive Konstantin Garibov: “Il capo del gruppo investigativo siriano, generale di brigata Qasim Jamal Suleiman ha raccontato che le vittime della strage di massa compiuta ad Houla sono diventate, in particolare, intere famiglie che erano in conflitto con i raggruppamenti armati dei ribelli. Non solo, il generale ha smentito l’ipotesi secondo cui una parte degli abitanti locali è morta in seguito ad un cannoneggiamento. I risultati della perizia non consentono di affermarlo. Per la “La situazione è stata commentata da Vladimir Sotnikov, analista dell’Istituto di Orientalistica presso l’Accademia delle Scienze Russa: Le dichiarazioni di portavoce delle autorità della Siria secondo cui i guerriglieri hanno organizzato una strage di sangue in una località siriana nei giorni 25 e 26 Maggio, non sono prive di fondamento. Attualmente la situazione nel Paese è tale che per le autorità militari non ha senso mentire. Infatti, nel caso specifico sono implicati guerriglieri. A quanto pare, quelli che rappresentano l’ala più radicale dell’opposizione siriana. Anzi, è opera di Al-Qaeda....” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2012/06/02/siria-la-verita-sulla-strage-di-houla-e-lottusita-interessata-delloccidente/

Sul Giornaletto e sulla corretta informazione  - Scrive Elke Colangelo: "Grazie Paolo, sei molto caro, come sempre e di grande esempio. Riguardo alle notizie che invii sulla Siria e su altri temi sono rimasta allibita, anche se qualcosa sospettavo. Più mi guardo attorno e più mi accorgo che la situazione è davvero drammatica. La questione che mi preme di più ora è quella dei disinformatori professionisti che si organizzano sistematicamente, anche sul Facebook. Hanno delle tecniche ricercate, soprattutto perché si fingono gente comune, ma non lo sono e lo so perché ho passato le notti a fare ricerche varie molto accurate. Ce ne sono certi che a pagina cinquantasette di Google, ancora fitti fitti infestavano il web con i loro commenti copiaincollati a migliaia, per gettare discredito in centinaia di blog, siti e giornali on line, fingendosi sempliciotti commentatori o scienziati pluri laureati. Si fingono in molti ma sono singoli individui con tanti nomi falsi. La gente li sottovaluta ma la nuova pubblicità è proprio questa. Parlar male anziché bene. Io però mi diverto quando li incontro o se mi cercano loro e nel frattempo imparo molte delle loro tecniche manipolatorie. Tu li hai mai visti sui tuoi blog e siti on line? Io ormai li riconosco quasi subito. Sono come i parassiti che son piccoli ma ben distribuiti e che infettano tutto il sistema..."

Ancora sulle cause del terremoto in Emilia – Scrive un terremotato, Cristian Casoni: “..abito a San Felice sul Panaro (MO), come riportano le cronache da domenica 20/05/2012 la zona in cui vivo è stata bersagliata da scariche di terremoto che continuano tuttora. La popolazione è stremata e non vede una fine, siamo costretti a dormire in macchina per la paura di crolli. Certo questo non è il motivo per cui Vi scrivo, come certamente sapete la nostra zona geografica è interessata a sperimentazioni per stoccaggio di gas nel sottosuolo, da quando è partita la sperimentazione, e badate bene che smentire non serve a nulla, sono precipitati gli eventi. Tutti abbiamo visto le trivelle in azione e i tubi con cui è stato pompato azoto liquido. Questo pompaggio ha fatto si, poco prima della grande scossa di terremoto, che l’acqua, dalla pressione sottostante, uscisse copiosamente dai pozzi, senza contare sfiati infuocati dalla terra che apparivano qua e là nelle nostre campagne. Si può negare tutto a questo mondo, ma non l’evidenza...”

Parma e Parmalat – Scrive Andrea Cogo: “Si è aperta con un ricordo per le vittime del terremoto in Emilia l’assemblea di Parmalat chiamata ad approvare il bilancio del gruppo di Collecchio, la destinazione dell’utile a dividendo e a nominare il nuovo consiglio di amministrazione. Il presidente, Francesco Tatò – prima dell’inizio dei lavori - ha chiesto di osservare un minuto di silenzio. In sala risultano presenti, in proprio o per delega, 169 soci titolari dell’87,26% del capitale sociale. La situazione - «Nonostante la congiuntura economica poco favorevole» il gruppo «nel 2011 ha raggiunto miglioramenti importanti in termini di crescita e margini che contiamo di confermare anche nei trimestri successivi». Lo ha detto in Assemblea l’a.d di Parmalat, Yvon Guerin”

Situazione etnica, politica e religiosa in Siria – Scrive Nicola Nasser: “Contrariamente alle analisi occidentali, che prevedono che il cambiamento dei regimi della "primavera araba" sia un disco motivante per un cambiamento simile in Siria, tali cambiamenti sono stati dei cattivi esempi per i siriani. La distruzione delle infrastrutture dello stato, specialmente in Iraq e Libia, e la cessione del processo decisionale nazionale alla NATO e agli Stati Uniti, almeno per gratitudine verso i loro ruoli nel cambiamento, non sono considerate dalla stragrande maggioranza dei siriani, compresa l'opposizione tradizionale nel paese, un prezzo accettabile e fattibile per il cambiamento e la riforma...” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2012/06/nicola-nasser-fa-unaccurata-analisi.html

Uscire dalla ruota - Scrive Luigi Crocco: "Einstein: la scienza è zoppa senza la religione e la religione è cieca senza la scienza! Morale:  o cambiamo modo di pensare per vedere meglio le cose o  dalla maledizione dei Maya sulla fine del mondo,  il 13 gennaio 2013 non riusciremo adattarci al cambiamento  del clima"

Opposizione – Scrive Franco Libero Manco: “ Mi oppongo a ciò che condiziona la mia vita, senza il mio consenso, a tutto il bene che non è stato fatto (nonostante le mie speranze) e a tutto il male che è stato commesso malgrado la mia opposizione. Mi oppongo all’impotenza umiliante dei deboli, alle vittime senza difensori, alle ingiustizie senza colpevoli. Mi oppongo all’egoismo pragmatico, alla rassegnazione che promuove la tirannide, all’indifferenza che genera l’oltraggio. Mi oppongo ai giudizi senza appello e agli appelli senza giudizio, al nichilismo dell’appiattimento ugualitario e alla follia dei vertici insindacabili. Mi oppongo al monopolio delle coscienze, alla lottizzazione degli ideali, alla mercificazione dell’intelligenza, alla gestione del sentimento umano. Mi oppongo all’amore tradito, alla fiducia negata, alle speranze deluse, al paradosso delle guerre liberatrici. Mi oppongo a tutto ciò che si oppone all’amore, alla gioia, alla pace, alla morte io mi oppongo, per tutti coloro che amano la vita”

No ai trasporti ambientalmente devastanti – Scrive Forum Ambiente e Salute: “3 GIUGNO DALLE ORE 19, MANIFESTAZIONE Gandhiana a OTRANTO sul Lungomare - Piazzale degli Eroi - nei pressi della Porta Alfonsina. Per dire No ai trasporti ambientalmente violenti. Ai TERREMOTATI del nord Italia e al bene del Paesaggio salentino i soldi pubblici stanziati per le mega-opere stradali, e non solo, inutili e devastanti. Appello inoltre alla Soprintendenza ai Beni Culturali perché intervenga a tutela massima del preziosissimo misterioso sito archeologico di Craunuse-San Basilio lungo la SS16 minacciato dai lavori in progetto per una nuova maxi-strada!...” - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2012/06/otranto-3-giugno-2012-per-dire-no-ai.html

USA verso la guerra in Iran - Scrive Irib: "Le autorità statunitensi devono prepararsi ad attaccare l’Iran, perché la via diplomatica intrapresa dai "Sei" (i cinque membri permanenti del consiglio di sicurezza dell'ONU più la Germania) con Teheran sul suo programma nucleare non ha prospettive, afferma un membro del comitato di controllo del senato americano sui servizi segreti Marco Rubio. Credo che tutti i tentativi diplomatici con l'Iran siano falliti. E allora dobbiamo chiederci se saremo pronti a vivere fianco a fianco con un Iran nucleare e che cosa questo significhi per la regione mediorientale e per il mondo. C'è un solo Paese al mondo che può fare qualcosa, e siamo noi, - ha dichiarato intervenendo al consiglio sulle relazioni internazionali"

Sì o no, al caffè? – Scrive Genfranco: “Ciao, so con certezza, perchè mi è stato comunicato, che molte persone hanno smesso di bere CAFFE'. Per quelle ancora titubanti sottopongo un ragionamento che a questo punto è giusto fare per capire, nel frattempo è anche una riprova per chi ha smesso, se si sbaglia o meno a non bere più CAFFE'. Mi scuso per permettermi di insistere, ma se vogliamo eliminare questo MALCOSTUME appositamente creato ai nostri danni, mi tocca farlo: http://digilander.libero.it/genfranco1/Immagini/cafferaggiro.htm"

Sporchi da morire a Frascati – Scrive Enrico Del Vescovo: “VENERDI 15 GIUGNO
Frascati, Scuderie Aldobrandini, Piazza Marconi a Frascati. ORE 17:00 Proiezione del film: "SPORCHI DA MORIRE" del regista Marco Carlucci che interverrà alla conferenza. ORE 18:30 Conferenza: RIFIUTI ZERO SI PUO', una sfida da vincere contro inceneritori e discariche”

Regione Marche sponsorizza la caccia – Scrive Arca 2000: “Cari amici, è davvero inaudito che la Regione Marche si faccia promotrice di un evento legato alla caccia spacciata come attività legata all’amore per la natura, addirittura invitando i ragazzi e le famiglie a partecipare! Mentre le associazioni animaliste faticano a promuovere una cultura di rispetto e amore per gli animali e l’ambiente! Noi ci sentiamo offesi, come cittadini, come associazioni, come animalisti e come persone civili! Inutile che la Regione Marche si dia tanto da fare a investire soldi pubblici per promuovere il proprio turismo distribuendo opuscoli e giornali sui Frecciarossa e con i cartelloni nella stazione centrale di Milano. Facciamogli capire che il sostegno al “Wildnatureexpo” cancella tutti gli sforzi fatti per promuovere una idilliaca immagine delle Marche (con tanto di miliardi elargiti a Dustin Hoffmann per fargli malamente recitare l’Infinito di Leopardi). Protestare a: presidente@consiglio.marche.it”

Minestrone della Zuccallegra - Scrive Foma Fomic informandoci dei prossimi incontri di Giugno 2012 alla Zuccallegra di Bracciano, seguite il link: http://retedellereti.blogspot.it/2012/06/zuccallegra-programmi-di-giugno-2012.html

Crollo della roccia vaticana - Scrive Daniele Arai: "Il peggior crollo è sempre spirituale. Segue la miseria morale che dilania il mondo e infesta il Vaticano. Lì si vive da più di mezzo secolo l’era «conciliare» inaugurata col mettere a tacere l’accorato appello alla penitenza del Messaggio della Madre di Dio davanti alle scelleratezze dei nostri tempi. Non sono forse queste aumentate in scala esponenziale da allora, mentre si cerca di mutare la Fede cattolica per la conversione all’Ordine spirituale cristiano, trasmessa immutata da 20 Concili ecumenici e da 260 Papi? La si vuole adulterata dalle perfide ambiguità del Vaticano 2 e dei «papi» ecumenisti che impediscono di vedere la condizione umana nella realtà dell’apostasia presente"

Pedofili più controllabili - Scrive G.V.: "Vediamo che l'omosessualità e la pedofilia sono un ottimo mezzo di controllo. Ne sa qualcosa la chiesa cattolica, coinvolta negli scandali dei preti pedofili, che giocoforza fa pendant ad operazioni mediali preparate e studiate OLTREOCEANO. Sull'argomento preti pedofili occorre aggiungere qualcosa: siamo persuasi che la scelta e la selezione di preti pedofili, che sono così indirizzati e proclivi BEN PRIMA di farsi preti (è bene sottolineare questo aspetto!!!) risponda ad una esigenza di FEDELTA' assoluta ai fini TERRENI della CHIESA. Il pedofilo, infatti, stabilisce un legame coi CONFRATELLI che va ben oltre i legami fideistici (tipo quelli fra gesuiti...) e NON accetta di essere "eterodiretto". Una Mafia nella mafia, in sostanza”

Patto col diavolo – Scrive Giorgio Vitali: “Un interessante argomento è sollevato da una allieva di Pordage, teosofa, mistica e visionaria al tempo di Cromwell, che giunge alla “magia” per una via del tutto singolare. Tratto fondamentale di tutti i mistici è che essi insegnano l’unificazione del proprio sé con il Dio della loro religione: e questo è anche il caso della Jane Leade. Ma in lei, al seguito della identificazione della volontà umana con quella divina, quella partecipa anche della “onnipotenza” di questa, e ottiene dunque un potere magico. Ciò che dunque altri maghi credono di dovere al loro “patto con il diavolo”, lei lo ascrive alla sua “unione” con il suo Dio...” - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2012/06/patto-col-diavolo-razionalismo-forza.html

Luce e tenebre – Scrive Sara Laurencigh: “Le tenebre rispetto alla luce sono una minima parte. Quello che noi chiamiamo male è una forza, un'energia, vivente, che va avanti senza fermarsi e che ha un suo significato nel piano divino, semplicisticamente il buio ci permette di distinguere la luce. L'essere umano non troverà la pace se non all'interno di stesso,e solo con una profonda consapevolezza dei propri modi di funzionare. Ma non sarà la conoscenza a dare pace ma l'abbandono dell'attaccamento a ciò che per modelli e istinti primordiali consideriamo così importante. Riconoscersi figli di Dio non da autorità, è solo l inizio di un cammino dove si insegna ciò che dall'alba dei tempi si cerca di trasmettere all'essere umano come specie: l'amore. Che poi è l'essenza del Dio che ci riconosce come figli. Questo amore è basato sul rispetto. Impieghiamo gran parte del tempo a costruire un immagine di noi che sia accettabile dalla nostra mente. Riuscire a non vivere per modelli ma a vivere dentro di sé, cercando,sviscerando l'essenza della vita,vivendo il suo valore scoprendolo dentro di noi, è qualcosa che tutti dovremmo fare...”

Preghiere laiche - Scrive Roberto: "Si Paolo, ho dato una occhiata al tuo Giornaletto, non smettere mai di farmelo pervenire!!! Grazie di cuore, un altro inaspettato regalo che la vita mi ha offerto. Quando sarò in Sudafrica probabilmente sarà l’unica affidabile fonte che potrà ancora tenermi informato su questo disastrato paese. Non credendo alle preghiere non potrò pregare per voi che siete rimasti a combattere nella estesissima prima linea che è fatta da circa 60 milioni di persone meno i furbi, i corrotti, le mafie, i disonesti, buona parte dei politici ecc. che invece se la passano benissimo. Io potrò ricambiare solo con delle piccole molliche ma saranno tutte fatte dal mio intuito. Saluti"

Comunicare in rete - Cari amici del web, vorrei porvi una domanda: è credibile la comunicazione su internet? Pensate realmente che essa possa influire sui costumi e sulla politica? Ritenete che questa marea di informazioni in continuo flusso che inviate e ricevete possa influenzare la vostra vita e quella delle persone alle quali vi rivolgete con il computer che avete davanti agli occhi? Alcuni psicostorici ritengono che solo le forme pensiero che siano sostenute da immagini accompagnate da emozioni e sentimenti, oltre che da intelligenza, possano essere recepite nel subconscio e quindi entrare a far parte della cultura umana... - Continua:
http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2012/06/informazioni-immagini-forme-pensiero-e.html

Commento di Franco Farina: “La comunicazione è l’essenza della vita e l’arte è comunicazione”

E con questa comunicazione vi saluto, Saul/Paolo

…...........

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

"There is no place for effort in reality. It is selfishness, due to a self-identification with the body, that is the main problem and the cause of all other problems. And selfishness cannot be removed by effort, only by clear insight into its causes and effects. Effort is a sign of conflict between incompatible desires. They should be seen as they are - then only they dissolve..." (Nisargadatta Maharaj)

Traduzione: “In realtà non c'è spazio per lo sforzo. E' l'egotismo, dovuto all'identificazione con il corpo, il problema principale e la causa di ogni altro problema. E l'egotismo non può essere rimosso con lo sforzo, solo con la chiara visione delle sue cause ed effetti. Lo sforzo è il segno di un conflitto fra desideri incompatibili. Questi debbono essere visti per quello che sono e solo allora svaniscono..”


Ah! - Stai ricevendo questa newsletter perché sei iscritto alla mailing list del Giornaletto di Saul. Se non vuoi più ricevere comunicazioni non allarmarti, è semplicissimo cancellarsi. Puoi rispondere a questa email chiedendo (si spera gentilmente) la cancellazione. Grazie di averci letto finora!

Nessun commento:

Posta un commento