Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

domenica 10 giugno 2012

Il Giornaletto di Saul del 11 giugno 2012 – Le cause della crisi, Dalai Lama, età pensionabile, civiltà vegetariana, salvia salvifica….



Care, cari,

Il perché della crisi – Scrive Claudio Martinotti Doria: “Sarò brutale ed apparentemente riduttivo e cinico, ma dal punto di vista storico culturale, se ci troviamo in questa situazione tragica e paradossale (unica nel suo genere seppur in una crisi mondiale) lo dobbiamo a due grandi puttanieri, uno vissuto un secolo e mezzo fa, talmente rozzo che si dubitava persino fosse figlio autentico della dinastia, in quanto frequentatore di stamberghe, prostitute e cacciatore ossessivo (erano le sue principali occupazioni, e nonostante questo la retorica risorgimentale di stato lo ha definito Re Gentiluomo e Padre della Patria), l'altro puttaniere, molto più recente e con nulla di storico e dinastico, era un piazzista e pianista che ha fatto i soldi in modo molto dubbio ed è riuscito a realizzare il suo sogno (parandosi anche il posteriore da rischi legali, penali e finanziari che incombevano su di lui) di diventare responsabile della politica italiana (una specie di reucolo), il quale avendo concentrati i pochi neuroni nel prepuzio ed essendo privo di autorevolezza e competenza, poteva solo dispensare sorrisi artificiali e rassicurazioni di prammatica, negando l'evidenza della grave crisi incombente, portando la società italiana allo sfascio sia per immoralità che per incompetenza. Ringraziate quindi i due puttanieri, i quali per la loro indole ed i loro limiti non potevano che: - il primo porre le premesse per portare il paese a puttane; - il secondo farlo materialmente e con risultati al di sopra di qualsiasi immaginazione..”

Mondo in pericolo - Scrive Maghdi Abo Abia: “Aumentano i pericoli per una crisi climatica che colpirà il nostro Pianeta. Il mondo è in pericolo, va salvato ed abbiamo poco tempo. Huffington Post e Livescience ci parlano della lotta che vede impegnata la scienza affinché il nostro pianeta non rischi la fine. Nei prossimi anni potrebbero ridursi le piogge in Europa e Nord America. Secondo gli scienziati per ridurre l’irradiazione solare si potrebbero esporre nello spazio degli specchi giganti capaci di riflettere i raggi solari oppure si potrebbero replicare artificialmente gli effetti dell’anidride solforosa sparata nell’atmosfera dai vulcani per raffreddare il pianeta” – Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2012/06/crisi-climatica-in-corso-possibili.html

Pensioni in Francia ed in Italia - Scrive Paolo: "Caro Paolo, faccio riferimento a quanto riportato al link: http://www.ilsussidiario.net/mobile/Lavoro/2012/4/18 - e mi chiedo se i Sindacati, oltre che in merito allo scandalo degli esodati, abbia ottenuto qualcosa anche in merito a quello dei ricongiungimenti previdenziali. A tale riguardo ti espongo ilo mio caso personale. Ho 56 anni e lavoro da quando ne avevo 20. Dopo aver versato contributi all’INPS per 28 anni come dipendente privato, da 8 anni ne verso all’INPDAP come dipendente pubblico. Ora che l’INPDAP non esiste più (tanto è vero che la nuova denominazione di quell’ente è INPS – ex INPDAP) mi chiedo per quale motivo dovrei essere obbligato a richiedere un ricongiungimento che potrebbe costarmi come dieci anni di stipendi. Mi sembra una tale assurdità! Di fatto sarei costretto a lavorare fino a 68 anni per poter maturare almeno ulteriori 12 anni di contributi (quindi con una contribuzione totale di addirittura 48 anni!) e, raggiunti i 20 anni di contribuzione con l'ex INPDAP, risparmiarmi un salasso insostenibile prendendo due pensioni distinte"

Commento di Claudio: "In Francia si potrà nuovamente andare in pensione a 60 anni. A meno di un mese dall'elezione, Il Consiglio dei ministri guidato dal socialista Hollande approva il decreto che cancella uno dei punti fondamentali, certo il più simbolico, della riforma previdenziale varata da Nicolas Sarkozy a fine 2010. Che spostava appunto di due anni, dai 60 ai 62, l'età minima del pensionamento. Abbattendo uno dei tanti tabù del sistema francese di welfare. In Italia Monti e il ministro Fornero hanno invece aumentato l'età pensionabile. Dicevano, "ce lo ha chiesto l'Europa". Eppure, la Francia ha fatto il contrario. L'unico obiettivo del nostro Governo è stato quello di fare cassa"

Nota politica di Caterina: “Caro Paolo, non sono una fan sfegatata di Servizio Pubblico, ma l'editoriale di Santoro dell'ultima puntata per me è una vera perla, te l'ho fatto anche vedere! http://www.youtube.com/watch?v=WcjhZO-Z21k&feature=share”

Civiltà vegetariana – Scrive Franco Libero Manco: “L’inizio della vera civiltà umana risulta simultanea alla coltivazione sistematica dei cereali, che la si può collocare a circa 10.000 anni fa, da quando l’essere umano da nomade cacciatore e raccoglitore divenne stanziale e si è trasformò gradualmente in agricoltore. Diversamente le popolazioni umane che si nutrono maggiormente di carne dovrebbero avere maggiore intelligenza rispetto a coloro che invece ne fanno poco uso o non ne fanno uso affatto. Sembra infatti che sia la basicità del sangue a dare maggiori lumi non certo la carne che risulta essere un alimento altamente acidificante….” Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2012/06/10/vegetarismo-la-dieta-frugivora-aiuta-lo-sviluppo-delle-qualita-intellettive/

In carcere senza ragione – Scrive Pilar Castel: “Un calciatore palestinese, 81 giorni di sciopero della fame. Mahmoud Sarsak è il nome di questo calciatore, da tre anni in un carcere israeliano senza accuse e senza processo. Nel Forum Nazionale per la Pace più volte è stato fatto il suo nome invitando alla solidarietà”

Beneficenza buddista – Scrive Sangye Cioeling di Sondrio: “Cari Amici, siamo appena tornati dal pellegrinaggio in Austria ed ad Udine dove vi abbiamo portato nel cuore ascoltando le parole di saggezza di Sua Santità il Dalai Lama. Stiamo inoltre organizzando dal 24 novembre con ritorno il 22.12.12, con visita ai meravigliosi luoghi d'arte del Karnataka), il PELLEGRINAGGIO per ascoltare i meravigliosi INSEGNAMENTI sui 18 Grandi Commentari sul Lamrim, gli Stadi del Sentiero verso l'Illuminazione, conferiti da Sua Santità il XIV DALAI LAMA nei monasteri tibetani di Drepung e Ganden a Mundgod nel Sud India” – Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2012/06/insegnameni-del-dalai-lama-liberamente.html

La società della decadenza – Scrive M.B.: Tutti abbiamo avuto modo di vedere o ascoltare mamme che, tutte orgogliose, decantavano le loro figlie che hanno interpretato parti o particine nelle fictions, negli spettacoli di intrattenimento, ecc., esibendosi senza o con pochi veli, o in pose non certo da educande, o meglio ancora abbiamo avuto modo di vedere altri genitori che tutti orgogliosi raccontavano che la loro figlia aveva fatto o stava per fare un tal “Calendario” posando per tutti mesi dell’anno (di fatto una specie di prostituzione virtuale). Questa è la società moderna, bella, disinibita, desiderabile da tutti…(?)”

Da Joe Biden ad Arcadio - Unisco qui due messaggi fantastici, ma verosimili, uno inviato da Luigi Crocco, poeta veronese, e l'altro da Franco Farina, pittore bergamasco. Leggeteli con parsimonia, centellinandoli per comprenderne meglio il significato: http://paolodarpini.blogspot.it/2012/06/lettera-joe-biden-di-luigi-crocco-ed-il.html

Aiuto ai terremotati - Scrive Mondi in Cammino: "Il progetto per la Bassa a sostegno dei terremotati, lanciato fra il 29 e il 30 maggio, ha avuto diversi attestati di credibilità, adesioni (fra le tanti, quella dell’attrice Ottavia Piccolo) e in 11 giorni ha raccolto 7.000 euro. Mentre le scosse si susseguivano e buttavano giù altri pezzi di edifici, noi volontari che abbiamo dato vita a questo progetto – quasi come fossimo in controtendenza virtuale - abbiamo costruito la casa di vetro del progetto: una casa trasparente, senza stanze o rifugi nascosti, con le porte aperte per tutti. In questa casa, denominata “Progetto per la Bassa”, tutto è visibile, chiaro, a portata di mano e a disposizione: in maniera rigorosa e senza fronzoli"

Bene e male - Commento di Nazzarena Marchegiani all'articolo di ieri di Antonella (http://www.circolovegetarianocalcata.it/2012/06/08/spirito-senza-frontiere-quando-la-lotta-fra-la-luce-e-le-tenebre-diventa-incontro-e-scioglimento-nel-se/) : "E' che nessuno di noi sa con chiarezza cosa è BENE e cosa è MALE... soprattutto oggi. Le epoche e le leggi passano e si modificano..oggi più che mai regna il caos. Sarebbe opportuno far riferimento a Leggi Universali e immutabili. Avere una propria e solida scala di valori... questo è il problema"

Cronache emiliane con salvia di buona speranza – Scrive Caterina Regazzi: “Sabato sera siamo stati all'inaugurazione dell'agriturismo di Antonella, Massimo e Fabrizio, in programma da tempo. Paolo era appena arrivato dalle Marche ed era un po' stanco, ma abbiamo partecipato cogliendo questo momento importante per la nostra amica e per tutti noi. E' un' azienda agricola biologica con orticole, frutteto e vigna e con alcuni animali. Il luogo é immerso nella pianura al confine tra le province di Modena e Bologna, dove la terra é ricca e sta dando già i suoi primi frutti: zucchine, insalate, bietole, carote e fra un po' cominceranno anche vari tipi di frutta. Abbiamo portato una piantina di salvia fiorita, di buon auspicio per una buona salute, delle persone e dell'ambiente…” – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2012/06/rastellino-di-castelfranco-emilia.html

Bene, vi saluto, Paolo/Saul

…………….

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

"Perché tante persone ammirevoli suscitano terribili inimicizie? Perché le forze oscure che essi hanno espulso dal proprio mondo interiore ritornano per attaccarle tramite altre persone, le quali sono disturbate dalle loro qualità, dalle loro virtù e dalla loro forza di carattere. Invece, le persone che conducono una vita ordinaria non disturbano nessuno, e tutti sono contenti di loro. Ma anche se affrontarli non è facile, i nemici che sono all’esterno sono meno pericolosi dei nemici interiori, e con essi bisogna utilizzare l’amore, la dolcezza e la pazienza. Con i nemici interiori, invece, bisogna usare fermezza, autorità e severità. Purtroppo, il più delle volte, gli esseri umani fanno il contrario: manifestano pazienza e indulgenza verso i propri nemici interiori, e un’estrema severità verso i nemici esterni. Come stupirsi, allora, se continuano a dibattersi tra difficoltà inestricabili?" (Omraam Mikhaël Aïvanhov)



Ah! - Stai ricevendo questa newsletter perché sei iscritto alla mailing list del Giornaletto di Saul. Se non vuoi più ricevere comunicazioni non allarmarti, è semplicissimo cancellarsi. Puoi rispondere a questa email chiedendo (si spera gentilmente) la cancellazione. Grazie di averci letto finora!

Nessun commento:

Posta un commento