Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

domenica 5 febbraio 2017

Il Giornaletto di Saul del 6 febbraio 2017 – Un computer nuovo per Paolo, ferrovia dei due mari, antropologia del paesaggio, il PD è democratico?, manie religiose, aspettando la troika…


Risultati immagini per paolo d'arpini al computer
Risultati immagini per paolo d'arpini al computer

Care, cari,  “Caro Paolo, saputo che hai problemi con il computer e doni la tua esperienza, il tuo tempo e fai questo con passione per tenerci informati, io sono disponibile a fare una colletta per procurartene uno nuovo come piace a te. Ti chiedo di pubblicare questa proposta, so che sei molto amato e apprezzato, non ho dubbi, ci saranno altri pronti a unirsi a me. Con amore fraterno.” (Maria Bignami)

Mia rispostina: “Grazie per il pensiero amoroso, cara Maria, chissà se qualcuno dei lettori vorrà condividere la tua proposta?”

Ferrovia dei due mari . Scrive Marina Pellico: “…dal convegno sulla linea ferroviaria Civitavecchia Orte Ancona,  tenuto a Gallese il 3 febbraio 2017, abbiamo ricavato una buona impressione sul progetto, che ha trovato un primo riscontro in Parlamento, in prima lettura, alla Camera dei Deputati. L'incontro, molto partecipato, ha visto la presenza di  rappresentanti delle istituzioni locali  e del Parlamento, di comitati e associazioni, uniti dalle prospettive di cambiamento del ripristino della linea ferroviaria che rappresenterebbe un'alternativa al trasporto su gomma per passeggeri (e alcuni auspicano anche per merci), facilitando così gli spostamenti e i collegamenti nel territorio per gli abitanti, accrescendo anche le possibilità di conoscenza delle bellezze locali finora ignorate proprio perché non facilmente raggiungibili… - Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2017/02/05/civitavecchia-orte-ancona-una-linea-ferroviaria-bioregionale-tra-due-mari-resoconto-del-convegno-del-3-febbraio-2017-di-gallese/

Solidarietà  al Donbass – Scrive Comitato antifascista – “Dal gennaio 2017 la situazione in Donbass si è aggravata. La guerra infuria con morti e feriti, case distrutte, danni ingenti alle infrastrutture con persone al freddo a 25 gradi sotto zero: i bombardamenti hanno distrutto acquedotti, fabbriche, infrastrutture civili, scuole e ospedali. Mentre in Ucraina si celebrano gli “eroi” collaborazionisti dei nazisti come Bandera, mentre le burocrazie europee si voltano dall’altra parte, il martellamento ucraino colpisce Makeevka, Jasinovataja e Gorlovka. IL COORDINAMENTO UCRAINA ANTIFASCISTA INVITA AD ESPRIMERE SOLIDARIETA' AL DONBASS. Info. ucraina.antifascista.bo@outlook.it

Antropologia del paesaggio e bioregionalismo – Scrive Ferdinando Renzetti: “...inizio una nuova serie di saggi sul paesaggio, questo primo saggio è diviso in tre parti: il racconto antropologico, il trattato scientifico,  tecnica didattica. Era da tempo che volevo scrivere “storie comuni”, un breve saggio di antropologia del paesaggio.” – Continua:   http://retedellereti.blogspot.it/2017/02/bioregionalismo-e-antropologia-del.html

Roma. Adesso ci avete stufato! – Scrive Rossella Rod: “Basta con 'sta Virginia Raggi, è evidente che contro di lei vi è una operazione mediatica orchestrata capillarmente ma fallimentare. Ogni giorno ne salta fuori una che riempie tutte le pagine dei giornali e le TV e poi finisce in una bolla di sapone come la polizza assicurativa. Questa strategia per farla saltare non fa che aumentare voti per i penta stellati. La Raggi sta diventando agli occhi del popolino una vittima e al popolo le vittime piacciono più dei carnefici”

Il PD è ancora “democratico”? – Scrive Giorgio Mauri: “nell'anno in cui si deve andare in Europa a smontare il terrificante Fiscal Compact, che ci sta uccidendo, i parlamentari del PD invadono le televisioni per illustrare agli italiani i problemi del paese, elencando nell'ordine: 1) manca una legge elettorale (la si può fare in tre settimane e manca da decenni) - 2) il PD si spacca (mentre Fassina, D'Attorre se ne sono andati da tempo loro si accorgono che è successo qualcosa) - 3) Renzi non fa il congresso - Anzi, lo fa - No, non lo fa - etc. e con Cuperlo portavoce di queste chicche…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/02/05/il-pd-e-ancora-un-partito-democratico/

Sufismo e non dualismo – Mia integrazione e commento all’articolo sul sufismo https://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2017/02/sufismo-la-visione-non-duale-dellislam.html?showComment=1486293385153#c7581439453042146363 -: “Personalmente non sono seguace di alcuna religione per cui l'idea di favorire l'islam mi è completamente estranea. Non posso per altro ignorare l'aspetto specifico dell'influenza islamica che sta aumentando qui in Italia dovuta a vari fattori e sono consapevole dell'ottusità insita anche nell'islam... Ma il sufismo merita tutto il nostro rispetto prova ne sia che è considerato "eretico" all'interno dell'islamismo sunnita e sopportato a malapena in quello sciita… - Continua in calce al link segnalato

Manie religiose (da non considerare) – Scrive Simon Smeraldo: “Tutti gli obblighi e i divieti, gli interdetti e le cerimonie, le restrizioni sociali e i particolarismi, i tabù alimentari e sessuali, gli estremismi e gli abiti rituali sono ovviamente forme di follia religiosa, di fervore che si erge a deviazione demenziale, istituzionalizzato dall’osservanza cultuale; regole e pratiche inculcate da maestri che non insegnano niente di buono, a loro volta portavoce di dèi che non sono Dio e non appartengono neppure al livello spirituale, ma ne sono molto al di sotto…” – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2017/02/manie-religiose-da-non-considerare.html

Civita Castellana. Teatro delle Nuvole – Scrive Adele Caprio: “Abbiamo ripreso il Laboratorio di Teatro Evolutivo al Liceo Artistico Midossi a Civita Castellana. Per chi è interessato al nostro nuovo libro 'Teatro Evolutivo - dal cambiamento personale al cambiamento sociale',  e non può venire alle varie presentazioni, invieremo copie cartacee a domicilio su richiesta. Info. lenuvole.yoga@live.it”

Aspettando la troika – Scrive Enrico Montermini: “Ci sono potentati che hanno immensi capitali nei paradisi fiscali, che sognano privatizzazioni selvagge, come l'acqua e la svendita del patrimonio immobiliare dello Stato. Poiché i nostri politici non hanno il coraggio di compiere scelte così impopolari, si invoca l'arrivo di una troika che si assuma la responsabilità, di fronte all'opinione pubblica, di fare ciò che va fatto…” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2017/02/ue-la-troika-progetta-il.html

Commento integrazione di Giorgio Vitali:  "… La cosa è stata denunciata in una sua conferenza di recente da parte di Luciano Barra Caraccio, giudice costituzionale. Che OGGI lorsignori vogliano accelerare i tempi è solo la conseguenza della…” – Continua in calce al link segnalato

Commento di Agnia Russo: “I veri terroristi di questo mondo vestono firmati e lavorano ai piani alti di governo, finanza e affari. Bisogna al più presto fermare le azioni di questo gruppo, che non prova pietà per le migliaia di vittime ogni anno, risultato dei loro loschi affari e riduce le libertà civili violando i diritti umani. La vera forza di questo gruppo è il sistema monetario, la politica della riserva frazionaria è una vera forma di schiavitù attraverso il debito, dove è davvero impossibile per una società essere libera…” – Continua in calce al link soprastante

Vivere insieme nelle Langhe – Scrivono Chiara, Anna e Irene: “Coltiviamo da anni il sogno di una vita sobria, di una esperienza a contatto con la natura e con un impatto sostenibile, di un abitare solidale, di una dimensione comunitaria in cui educare e crescere i nostri bambini, di uno stile di vita in cui ci sia spazio per la crescita personale e di gruppo, la gioia di vivere insieme, la cura della dimensione spirituale, il confronto, l'apertura del cuore, la festa e la celebrazione…” – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2017/02/progetto-bioregionale-di-vita.html

Ieri pomeriggio siamo stati a trovare Maria e Tiziano,  nel parco dei Sassi di Rocca Malatina. Abbiamo parlato della possibilità di organizzare lì da loro l’incontro collettivo ecologista del Solstizio Estivo (la struttura è un ex agriturismo ed ha spazio per ospitare diverse persone). A Maria piace l’idea di fare l’incontro con il sistema dell’offerta volontaria e quindi è in piena sintonia con il nostro stile. Ne riparleremo!

Ciao, Paolo/Saul

……………………..

Pensieri poetici del dopo Giornaletto:

“Agli uomini accade quel che accade all'albero. Quanto più in alto e più nella luce vuole ascendere, con tanta più forza le sue radici si spingono dentro la terra, verso il basso, nel buio, nel profondo.... " (F. Nietzsche)

……


Il sacrificio mistico: la morte che ci fa Essere

Sono morto come minerale per divenire pianta.
Sono morto come pianta per divenire animale.
Sono morto come animale ed eccomi ora son uomo.

Perché temere la morte che non mi ha mai diminuito?

Una volta ancora morirò per salire fra gli angeli,
ma anche in quello stato debbo andare oltre,
tutti, eccetto Dio, periscono.

Quando avrò sacrificato la mia anima angelica,
sarò quel che mai la mente concepì.

Oh lasciami non esistere, poiché l’inesistenza
canta in toni solenni: "In Lui siamo!"

Jalalud-Din Rumi


Nessun commento:

Posta un commento