Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

domenica 19 febbraio 2017

Il Giornaletto di Saul del 20 febbraio 2017 – Dal falisco Treja alla sibillina Treia, USA Russia e scemi di guerra, golpe su golpe, piantumazione bioregionale, karma e libertà di scelta, Gallo di Fuoco...


Immagine correlata

Care, cari, memoria di un tempo che fu... - ...E’ un poema che deve essere scritto nella quiete di una notte coperta dalla “nube di Islanda”, mentre si espande per l’aere il canto possente a tono baritonale di Priapus, che inonda, accompagnato dai suoni del Flauto di Pan, i territori circonvicini... Canta infatti il Grande Priapo, dagli attributi possenti, teneramente abbracciato al suo coinquilino boschivo, Lupo Mannaro, proprio quello che ammansì Franceschiello d’Assisi, liberando il profeta dai vincoli del fondamentalismo religioso da cui era affetto...(Georgius Vitalicus) - Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2017/02/19/memoria-di-un-tempo-che-fu-ode-daddio-al-paolo-darpini-detto-anche-saul-arpino-che-silente-sen-va-dal-falisco-treja-per-congiungersi-alla-sibillina-treia/

Le finanze dell'ISIS – Scrive Patrick Boylan: “Nel mondo USA dove comanda il denaro, l'Arabia Saudita commette crimini e rimane impunita. Che l'Arabia Saudita sia il co-creatore e il principale finanziatore dell'ISIS, usato per imporre l'egemonia sunnita/saudita sull'intero Medio Oriente e Nord Africa, è da tempo un segreto di Pulcinella. Ora Medea Benjamin rompe il silenzio e denuncia le connivenze, con la Casa Saud, del governo e dell'imprenditoria statunitensi...”

Rapporti USA - Russia... e scemi di guerra – Scrive Piotr: “Riprendo la faccenda delle dimissioni forzate del generale Flynn. Ribadisco che è un duro colpo inferto dal deep state liberal-imperialista. Tuttavia ho la sensazione che Trump riesca a resistere più di quanto mi sarei aspettato. Adesso ha attaccato frontalmente l'accoppiata media-three letter agencies. E fa bene. Per la cronaca gli attacchi da parte del NYT sono giornalieri e sempre più cruenti. Potrebbe anche essere sintomo che non è così facile scalzare Trump. Ovviamente i soliti scemi mi daranno del "trumpista"....” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2017/02/mccain-trump-e-gli-scemi-di-guerra.html

Commento di Fulvio: “Gli Usa sono sempre gli Usa e la variante che voleva introdurre Trump era essenzialmente industria e produzione contro finanza e guerra. Ma lo Stato Profondo è già intervenuto (Obama, Hillary, Wall Street, servizi, armaioli) e lo ha riportato a più miti e consueti consigli. Putin, con l'andirivieni sulla Siria, sembra stia ondeggiando tra coerenza dirittointernazionalista e captationes benevolentiae nei confronti di varia gente....”

Commento di Franco: "Premesso che se anche si trattasse "solo" di una contraddizione interna al sistema imperialista USA, sosterrei mille volte Trump per farla esplodere; mi chiedo però, sotto il profilo delle coordinate strategiche per le quali abbiamo e tifiamo ancora per Trump... come valutare la richiesta alla Russia di restituire la Crimea?” - Continua in calce al link soprastante

Golpe su golpe (postdemocratico) – Scrive Fulvio Grimaldi: “E’ golpe una campagna di assassinii politici a forza di fango? Rastrellare cani e porci contro chi ha dietro la maggioranza dei liberi elettori e utilizzare ogni mezzo sporco, compresa un’informazione al 99% falsa e bugiarda, non è ancora colpo di Stato. Ne è una tappa...” - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2017/02/golpe-su-golpe-post-democratico-usa-ue.html

Roma. Incontri ecologisti – Scrive W la Terra: “Gentili amici, siamo lieti di comunicare che il 25 febbraio 2017 riprenderanno i nostri Incontri a Roma, in via Sallustiana 27/A. Il primo appuntamento “Scienza e vera Scienza: la differenza qual è?”, vedrà la partecipazione di Fabrizia Pratesi, con la sua grande esperienza ai “tavoli” che contano, per le decisioni mondiali. Info. wlaterra@gmail.com”

San Severino Marche – Piantumazione bioregionale condivisa – Scrive Giovanni Dellacasa: “...vi chiedo aiuto per una piantumazione di alberi. Si tratta di più di 190 piantine che vogliono incontrare la terra e mettere radici il prima possibile. Diventeranno per lo più siepi, mentre altre andranno ad ampliare il frutteto. Allori, acacie, noccioli, meli, peri, alberi di giuda, bagolari, noci, biancospini e sanguinelli. Il tutto per favorire la bellezza bioregionale, la biodiversità, ed ostacolare degradamento e smottamento del terreno...” - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2017/02/san-severino-marche-piantumazione.html

Il PD che fa ridere (ma solo i polli) – Scrive Giorgio Mauri a commento dell'articolo https://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2017/02/4-risate-con-il-suicidio-del-pd-tutto.html?showComment=1487524858042#c1488544859663119518 -: “...quando mai il PD ha avuto valori di sinistra? È nato come partito di destra, come rappresentante degli interessi dell'alta finanza, funzionale al piano di globalizzazione disegnato dalle menti malate di oltreoceano a partire dal 74 e definito nei dettagli dopo il 9 novembre 1989, anno della distruzione del muro di Berlino. I teorici del potere a tutti i costi, raccolgano pure i cadaveri lasciati sul campo e vadano a "f...ulo"...” - Continua in calce al link segnalato

Commento di Paolo Sensini: “Non hanno mai vinto un'elezione e sono riusciti a impossessarsi delle leve di governo solo con l'intrigo e i colpi di mano del "loro" presidente Napolitano. Ora, per continuare a tirare avanti l'ammuina del quarto governo non votato da nessuno e ridistribuire un po' di poltrone ministeriali con relativi stipendi, il sistema di potere di cui sono l'espressione politica sottopone la plebe televisiva a una squallida pantomima in chiave soap opera che durerà mesi e mesi parlando del nulla...” - Continua in calce al link sopra segnalato

Commento di Monica Gatti: “Ho ascoltato il congresso del PD e il discorso del suo segretario .e ho pensato che mi sembra che sia lontanissimo dalla realtà. ma il suo slancio il suo modo di raccontare la realtà sembra credibile per coloro che vivono disinformati e sono tanti..questo signore ha sicuramente dalla sua parte la capacità di cavalcare l onda e di influenzare col suo carisma i molti.... ma intanto la realtà la vita vera testimonia che le cose non vanno e che il bisogno che si risolvono i problemi della nostra Italia. Sono li che chiedono risposte e proposte concrete..eppure ci si dimentica..ascoltando lo di cose che non devono essere dimenticate.. e intanto sembra un dialogo vecchio e tra sordi, lontanissimo dal popolo”

Quanto manca alla fine? - Scrive Lorenzo Merlo: “A volte sembra d’essere prossimi a vedere realizzati quei cambiamenti di paradigma che ci stanno a cuore. L’ambiente non più argomento di facciata, la questione demografica come problema primario, politiche dedicate all’homo senziente, non più solo oeconomicus, il cibo, i sentimenti e l’inquinamento come fonte di salute e/o malattia, altrimenti detto l’industria farmaceutica della malattia, la Terra come sacra, ecc. Ma non è così. Manca ancora molto....” - Continua: https://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2017/02/quanto-manca-alla-fine.html?showComment=1487508517851#c9119871341821930240

Commento di Marco Bracci: "Situazione mondiale e sconforto generale - Si parla di sconforto per la situazione politica e di sfiducia nelle possibilità di rimedi futuri, anche a livello mondiale e non solo italiano. Così ho pensato di inserire un estratto di una rivelazione del 3 marzo 1996 del Cristo...” - Continua in calce al link soprastante

Karma e libertà di scelta (in chiave buddista) – Scrive Aliberth: “Molti chiarimenti in materia di ‘karma’ e ‘libero-arbitrio’ si trovano negli scritti Buddisti (Sutra). Da essi par di capire che un vero e proprio ‘atto-libero’, in realtà, non sia che un’utopica illusione (come, del resto, lo sono tutti i fenomeni e le manifestazioni di questo mondo e di questa forma di esistenza). Ovviamente, parlando in termini di realtà ultima, o assoluta. Perché, in termini di realtà relativa, o mondana, allora purtroppo tutti i fenomeni e le manifestazioni appaiono davvero ‘reali’ alla nostra mente ingannata, con tutte le conseguenze del caso, che sono appunto: il ‘karma’...” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/02/19/karma-e-liberta-di-scelta-in-chiave-buddista/

Mio commentino: “...di tutte le teorie su causa effetto o sincronicità prediligo il pensiero taoista (contenuto anche nell'I Ching) per cui ognuno di noi incarna un ente idoneo ad esprimere un certo tipo di energia che va a combinarsi con tutte le energie degli altri enti (non solo umani ovviamente). Il senso dell'io che si appropria dell'azione compiuta è semplicemente una proiezione mentale, come il senso di identificazione con le qualità espresse. In verità la mente individuale funziona come una griglia psichica che consente il passaggio di pulsioni energetiche corrispondenti alle qualità spazio temporale che contribuiscono al funzionamento della eterna mutazione. Dal che se ne deduce che non può esserci premio o castigo individuale né responsabilità o merito per l'ente...” - Continua in calce al link sopra segnalato

2017. Siamo nell'anno del Gallo, di fuoco - Dopo oltre un ventennio di analisi comparate, facendo oroscopi alle persone più disparate, posso tranquillamente affermare che lo zodiaco cinese, soprattutto se abbinato al sistema archetipale dell'I Ching, ci prende per davvero! Le caratteristiche dimostrate dai nativi dei 12 animali, più i cinque elementi, i riferimenti all'anno, all'ora, al mese ed al luogo di nascita  ritraggono in un quadro preciso le tendenze innate delle persone esaminate. Sembra impossibile,  in passato non avrei potuto crederci, ma oggi posso confermare che gli antichi cinesi hanno scoperto un sistema per individuare senza errore tutti gli aspetti della psiche umana. E il 2017 è dedicato all'archetipo Gallo di Fuoco che si chiuderà il 15 febbraio 2018...” - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2017/02/stagioni-zodiaco-e-psiche-aspetti.html

Andiamo avanti... verso dove? Ciao, Paolo/Saul

…..............................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:


“Troverai più nei boschi che nei libri. Gli alberi e le rocce ti insegneranno cose che nessun maestro ti dirà” (San Bernardo di Chiaravalle) 

Nessun commento:

Posta un commento