Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

sabato 4 febbraio 2017

Il Giornaletto di Saul del 4 febbraio 2017 – "Basta che voti", missioni all'estero, sufi, Italia (cieca), i danni degli OGM, testamento biologico o eutanasia?, prescrizione dei reati...


Risultati immagini per "Basta che voti"

Care, cari, sulle pagine dei giornali ed in varie trasmissioni TV imperversa la polemica sul voto, con alcuni personaggi che spingono per l'anticipata chiamata alle urne mentre altri chiedono che prima vengano  definite le regole, le alleanze ed i programmi. Questa caotica situazione mi ha fatto tornare alla mente la profetica commedia dialettale "Basta che voti!" di Fabio Macedoni, per la regia di Francesco Faccioli, rappresentata dalla Compagnia Fabiano Valenti di Treia lo scorso anno... (Caterina Regazzi)... - Continua: http://treiacomunitaideale.blogspot.it/2017/02/treia-il-buon-senso-di-basta-che-voti.html

Mio commentino: "Qui c'è il video:  https://www.youtube.com/watch?v=8vUw1MEgoAk -"
  
Sopravvivenza e consapevolezza ecologica – Scrive Silvia Malagoli: "Siete pronti a diventare degli esseri resilienti, tolleranti alla sofferenza e alle avversità per sopravvivere? Siete pronti ad affrontare caldi tropicali, invasione di insetti, mancanza di acqua potabile? Siete pronti a capire che più cementifichiamo e più Co2 immettiamo nell'aria, meno ossigeno avremo per i polmoni? Siete consapevoli che più si combattono insetti con prodotti chimici, più il terreno e le falde si inquinano - e più mangiamo cibi malsani e più ci ammaliamo? Siete consapevoli che ogni volta che utilizziamo il nostro super mezzo a 4 o 2 ruote per fare 150 metri, emettiamo Co2 nell'aria (anche gas metano - che non ti da una mano, anzi)? Ne siete consapevoli?"

Aumentano le spese militari per le missioni all'estero – Scrive Francesco Cecchini: "Nel 2017 in Iraq il contingente italiano di militari sarà secondo solo a quello statunitense. Lo ha deciso il Consiglio dei Ministri, stabilendo di inviare fino a 1.497 militari, nell’ambito della Coalizione dei ‘willing’ per la lotta contro il Daesh. I militari avranno anche compiti di ‘force protection’ nell’area di Mosul, in particolare per quanto riguarda la diga, i cui lavori sono in corso eseguiti dalla societa’ Trevi. Lo stanziamento per il 2017 e’ di 300,7 milioni. Complessivamente nel 2017 l’Italia spenderà per le missioni all’estero 1,13 miliardi piu’ 295 milioni per la cooperazione. Gli uomini impiegati saranno 7.459 militari e 167 agenti delle forze di polizia..." - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/02/03/2017-aumentano-le-spese-militari-per-le-missioni-allestero/

Nel nome di Giordano Bruno - Anche quest’anno ricorderemo il grande filosofo Giordano Bruno, arso vivo il 17 febbraio del 1600 a Roma, per volere della Santa Inquisizione. Giordano Bruno venne bruciato vivo perché non voleva sottomettersi a verità supposte. Quel tribunale, presieduto dal Papa-re in persona, lo dichiarò eretico. Ma eresia vuol dire scelta! E noi vogliamo continuare ad essere eretici. Di fronte ai risorgenti integralismi vogliamo rimettere al centro il valore della Laicità, compiere una semplice cerimonia commemorativa anche qui a Treia. Seguirà programma"

Sufismo. L'Islam non dualistico esiste (ma è nascosto) - Il sufismo è la corrente islamica che più si avvicina alle forme trascendenti di spiritualità laica non duale. Si può giungere al Non-dualismo attraverso varie vie, la vetta è uguale per tutti. Dipende dalle simpatie personali e dalle propensioni. Fra gli islamici chi segue questa via ha evidentemente una tendenza all'ascetismo mistico. Pur che anche nel sufismo sono stati espressi concetti "gnostici" e non-dualistici -vedi i detti di Rabia- ed anche la lettura dei poemi di Rumi ce ne fornisce un valido esempio... - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2017/02/sufismo-la-visione-non-duale-dellislam.html

Renzie, l'eroso - "Come previsto vari mesi di non-governo, in cui Renzi non ha più modo di sparare le sue balle, ne stanno erodendo il consenso ed è più che legittimo chiedere un congresso straordinario. Congresso accordato da Renzi che tenterà di far vincere la linea di andare a votare con o senza una nuova legge elettorale, prima del 2018. D'Alema ha già detto che non si va a votare senza una nuova legge elettorale, pena la scissione del PD. Posizione che ha trovato un appoggio significativo all'interno del PD. Nel congresso puo' succedere di tutto. Un leader nuovo nel PD, più capace e serio di Renzi, sarebbe benvenuto nella politica italiana, ma evitando ripescaggi di chi ha già fallito..."

Italia (cieca). Si naviga a vista... - Scrive Michele Rallo: "Navighiamo a vista, fra i disastri. Quelli naturali e quelli politici. Neanche il tempo di fare un bilancio dei terremoti e delle nevicate dell’Italia Centrale, ed ecco arrivare la legnata della Commissione Europea: i conti non tornano, e il governo italiano dovrà trovare in tutta fretta 3 miliardi e 400 milioni di euro per evitare la temuta procedura d’infrazione..." Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2017/02/italia-cieca-la-barca-naviga-vista-fra.html

Civitanova Marche. Convegno – Scrive Comitato: "9 Febbraio 2017, alle ore 21,0, a Civitanova Marche, Sala Convegni in Via del Timone 14/a, presentazione del libro di Elio Veltri:: "Non è un paese per onesti", con la partecipazione dell'autore. Interverranno Pino Masciari testimone di giustizia e Roberto Catani avvocato e presidente dell'associazione Legalità organizzata. Modera Alessandro Lippo."

Tutti i danni degli OGM - Scrive Giuseppe Altieri: "Gli Ogm rappresentano un vero fallimento premeditato per gli agricoltori… con rischio di perdita della sovranità alimentare delle Nazioni… da cui deriva solo miseria e fame. Si pensi, inoltre, al fatto che molte erbe considerate infestanti sono ormai resistenti al Roundup, l’erbicida chimico che verrebbe irrorato in modo massiccio sulle coltivazioni Ogm, assorbendosi nei semi (di soia e di mais, cotone, colza, ecc.) delle piante Ogm “resistenti ai disseccanti chimici totali”. Con conseguente accumulo nell’ambiente e nelle acque..." - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2017/02/tutti-i-danni-degli-ogm-e.html

La fine di Mussolini – Scrive Maurizio: "Interessante la notizia che il regista Renzo Martinelli, che ha appena pubblicato il libro “Kill Benito”, stia lavorando ad un film sulla fine di Mussolini. Attendiamo il film che, con particolari veritieri, sconfessa la vulgata e introduce interessanti ricostruzioni storiche."

Testamento biologico? – Scrive Samuele Maniscalco: "Dietro le rassicuranti espressioni "consenso informato" e "Dichiarazioni Anticipate di Trattamento" si nasconde una esplicita e brutale legalizzazione dell'eutanasia delle persone deboli e malate, anche senza o contro il loro consenso. Se questo disegno di legge dovesse passare..." - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2017/02/testamento-biologico-o-eutanasia-dat.html

Commento di Marci Bracci: "... mi viene un dubbio: c’è sempre più bisogno di organi da trapiantare; non è che oggi si vuole legalizzare l’eutanasia per poter avere domani organi freschi all’occorrenza? Pensa che bello, per un trapiantista, avere una serie di organi disponibili e sempre freschi, di cui già si conoscono tutti i parametri fisici e le possibili compatibilità, da prelevare all’occorrenza (uccidendo il legittimo proprietario) e senza dover aspettare che qualche malcapitato motociclista si schianti contro un albero! Infatti, nei Paesi dove c’è la pena di morte, i condannati sono tenuti a disposizione finché non c’è necessità di un qualche loro organo da vendere..."

Riportare la prescrizione a limiti accettabili – Scrive Arrigo Colombo: "Veramente un caso di estrema trasandatezza questo della prescrizione dei reati, abbreviata da Berlusconi per estinguere i suoi processi. E i premier cosa fanno? cosa fa Gentiloni? forse non la ritiene una misura urgente, mentre lo è certo, e i malviventi dilagano; quanto al Renzi, forse temeva di fare uno sgarbo al Berlusca suo alleato..." - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/02/03/reati-basta-aiutare-i-malfattori-di-regime-urge-riportare-la-prescrizione-al-suo-livello-normale/

Non con la gomma ma col ferro – Scrive Uberto Tommasi: "Alla gente comune non è da sapere che l'Italia, dopo aver dismesso molte linee ferroviarie secondarie, ha ripreso ad investire sulla gomma, infatti ha destinato 9 miliardi al potenziamento del proseguimento via pullman dalle stazioni ferroviarie a varie destinazioni. Si vede che i 3500 morti circa sulle strade non bastano e che i vari costruttori, con Marchionne con la Fiat in testa, hanno acquisito maggior potere. In compenso aumenterà del 35% il costo degli abbonamenti, spesa che colpirà la debole fascia dei lavoratori che non abitano vicino ai luoghi di lavoro. Lo slogan è adeguare i nostri costi a quelli europei, con la piccola differenza che un nostro operaio è pagato la metà di uno tedesco o inglese...."

Vi saluto, ciao, Paolo/Saul

............................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:


"A colui il quale non avrà saputo che amare corpi, forme, apparenze, la morte toglierà tutto. Chi ama le anime, le ritroverà." (Victor Hugo)

Nessun commento:

Posta un commento