Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

domenica 15 novembre 2009

Il Giornaletto di Saul del 15 novembre 2009 - Come ti amo?, Scimmia/Tigre, Calcata? No, no... meglio Sant'Oreste, Amen, Valle Faul, "squalene"...

Care, cari,

volete sapere come si vive in una cittadina di provincia, restando in pace con se stessi, con amicizia ed amore verso il prossimo ed in silenzio?:
http://www.circolovegetarianocalcata.it/2009/11/14/sprazzi-e-schizzi-di-letizia-affettuosa-e-gentile-nei-risvolti-della-vita-quotidiana-ascoltando-il-silenzio-interiore-con-pensiero-di-jiddu-khrishnamurti/

Mi scrive Angelina: "...una collega, nel tentare di "darmi una zampa" a sconfiggere l'orco (il tipo che mi si è avvinghiato come una cozza...) si è intromessa nella conversazione (forzata, per educazione) che stavo avendo con lui, dicendo: "cartomante.... cartomante.... tu sei l'unica "vera" cartomante qui dentro..... senti, senti mi è caduta una carta, e secondo te qual è il messaggio?" E io le ho chiesto quale fosse la carta in questione. Lei, con fare deciso, come se la stesse "togliendo dalla manica" me la illustra e dice " il Bagatto, è il Bagatto....." e con fare sornione mi sorride..... Ma tu guarda, ho pensato io.... Proprio il Bagatto..... che corrisponde alla Scimmia, dice Paoletto..... Dopo neanche cinque minuti, arriva Valentina, con la sua sciarpa multicolore, e il suo sguardo da "Drago" e mi dice in gran segreto.." senti, senti, questo bigliettino è per te, non farlo leggere a nessuno, mi raccomando..." e io lo apro, sempre in gran segreto, ed era un pezzetto di giornale che aveva ritagliato.... Era la foto di una scimmia, che mangiava una banana e sulla quale lei aveva scritto: "Questo è il mio fidanzato, ci amiamo tanto ma io voglio un consulto. Voglio sapere se sarà amore eterno"! E io, ritaglio un pezzo di giornale che ritrae la Lupa mentre allatta Romolo e Remo e scrivo: "se darai retta a una Scimmia ti traformerai in una Lupa famelica mentre la Scimmia ti chiederà sempre più latte" e glielo ho dato, sempre in gran segreto... Lei si è messa a ridere, e io anche, nonostante non abbia ancora capito "chi" stava comunicando con "chi" ma soprattutto..... non ho capito cosa ci facevi tu lì al lavoro con me......."

Mia rispostina: "Ah, passavo lì per caso... stavo facendo un'indagine sullo "squalene", sai quella sostanza che hanno messo nei vaccini suini? In Cina i delfini -e talvolta anche gli squali- li chiamano "pesci porcini"... quindi lo "squalene" è un po' come l'olio di fegato di merluzzo della nostra infanzia (meglio dire della mia che tu sei più giovane e conosci altre sostanze)... Però debbo dirti che non è una mia invenzione che il Bagatto corrisponda alla Scimmia, lo dice pure la "cinese" Theodora Lau (credo) e se per caso non lo dicesse lei allora lo dico io che sono appunto una Scimmia... Se analizzi bene le qualità descritte del Bagatto vedrai comunque che solo Scimmia può essere. Per la Tigre vedrei bene la Morte, soprattutto perché la mia morte è nelle mani della Tigre.."

Invito al cinema: "Per riflettere su dogmatismi, diritti umani, laicità, la Consulta Romana per la laicità delle Istituzioni propone per venerdì prossimo, 20 novembre 2009, il film: "AMEN" di Constantin Costa Gavras,
per il ciclo di Cineforum intitolato "Cinema laico a Roma". Il Cineforum si svolgerà presso la Biblioteca Elsa Morante di Ostia Lido, Via A. Cozza, 7 con inizio alle ore 17.00"

Scrive Gianluca Uda: "L'esperienza Boliviana si è trasformata in un libro di foto. Le foto hanno la capacita di esprimere degli eventi che solo stando sul posto si possono carpire. L'istantaneità della foto cerca di entrare al meglio nel vissuto. Gli scatti presenti nel libro sono una sorta di panoramica sul mondo boliviano, su quel piccolo mondo che mi si è presentato. Se volete potete diffonderlo ai vostri amici, questo è il link: http://ilmiolibro.kataweb.it/schedalibro.asp?id=349992

Scrive Beppe Sini: "Si svolgerà domenica 15 novembre 2009, con inizio alle ore 16, presso il centro sociale autogestito "Valle Faul" a Viterbo, il secondo incontro di studio di un percorso di formazione/informazione nonviolenta. Il centro sociale autogestito "Valle Faul" si trova in strada Castel d'Asso snc, Viterbo (per ulteriori informazioni: tel.: 3315063980, e-mail: csavallefaul@autistici.org)"

Nel sito del Circolo Vegetariano potete leggere un'analisi anatomico-genetica sulla natura dell'uomo, e sulla sua naturale alimentazione:
http://www.circolovegetarianocalcata.it/2009/11/14/vegetarismo-ed-alimentazione-naturale-“luomo-e-un-animale-si-ma-solo-se-mangia-carne-”-perorazione-della-causa-vegetariana-seguendo-ragioni-genetiche-anatomiche-e-s/

Nel Blog "Altra Calcata... altro mondo" potete leggere una risposta alla risposta di Giorgio Vitali alla Velina D'Arpina dell'11.11.09:
http://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2009/11/giorgio-vitali-non-ti-arrabbiare-solo.html

Au revoir, se il Signore ce lo consente, vostro Saul/Paolo
................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto

Come ti amo? Lascia che ti annoveri i modi.
Ti amo fino agli estremi di profondità,
di altura e di estensione che l'anima mia può raggiungere
quando al di là del corporeo
tocco i confini dell'Essere e della Grazia Ideale.
Ti amo entro la sfera delle necessità quotidiane,
alla luce del giorno e al lume di candela.
Ti amo liberamente, come gli uomini che lottano per la Giustizia
Ti amo con la stessa purezza con cui essi
rifuggono dalla lode
Ti amo con la passione delle trascorse sofferenze
e quella che fanciulla mettevo nella fede
Ti amo con quell'amore che credevo aver smarrito
coi miei santi perduti- ti amo col respiro, i sorrisi, le lacrime dell'intera mia vita!- e
se Dio vuole, ancora meglio t'amerò dopo la morte.

Elizabeth Barrett Browning

Nessun commento:

Posta un commento