Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

domenica 1 gennaio 2017

Il Giornaletto di Saul del 2 gennaio 2017 – Auspici per il 2017, miti religiosi, sms da Dio, Istambul l'inizio della fine, centenario della rivoluzione socialista, la ricchezza dell'Italia...


Risultati immagini per Auspici per il 2017 vignola

Care, cari, ecco gli  Auspici per l’anno nuovo, desideri rivolti a qualcosa che accada e si realizzi nella nostra esistenza, qualunque essa sia, ma di contrappasso anche una promessa con se stessi di scacciare via qualcosa che non più vogliamo ci appartenga o ci affianchi nel nostro percorso vitale. E’ con questa doppia richiesta che si è chiuso un anno e ne iniziato un altro. Così un gruppetto di anime riunite alla Bifolca di Vignola per celebrare il termine dell’anno solare (in quella che è chiamata la Notte senza Tempo), hanno espresso attraverso un rituale, le proprie richieste... (Giuseppe Moscatello).. - Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2017/01/01/vignola-1-gennaio-2017-auspici-per-un-nuovo-anno-dopo-una-notte-senza-tempo/

Integrazione di Caterina Regazzi: "Per una mia indisposizione improvvisa dell'ultima ora (fuga al gabinetto della coop con dolori di pancia atroci e senso di svenimento e sudorazione profusa) io e Paolo siamo rimasti a casina l'ultima sera del 2016. Sono stata dispiaciuta, il rito della Notte senza Tempo ormai è entrato nelle mie abitudini e quel momento di riflessione su me stessa, sulle cose di cui liberarmi e su quelle da augurare a me e a chi mi sta vicino e lontano, in condivisione con pochi amici, mi è mancato. Lo faccio qui pubblicamente..." - Continua al link soprasegnalato

Miti giudeo cristiani - A Calcata, che è uno dei più piccoli e modesti paesi del Viterbese, si conservava, poiché la reliquia è “scomparsa” a metà degli anni ‘80, la più importante reliquia corporea di Gesù: una particella minuscola di carne che venne recisa al Bambinello durante la circoncisione e misteriosamente conservata per circa duemila anni. Com’è noto, presso gli Ebrei la circoncisione era una pratica soprattutto religiosa e spesso le famiglie usavano custodire il frammento, un po’ come in certi luoghi si usa oggi conservare per qualche tempo il primo dentino caduto al fanciullo. Così, anche la Madre del Redentore tenne presso di sé la Reliquia, alla quale aggiunse, poi, alcune gocce del sangue divino raccolte sotto la Croce.... - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2013/06/calcata-ed-il-prepuzio-e-che-prepuzio.html

Un sms da Dio – Scrive Paolo Mario Buttiglieri: "...ero uscito di casa lasciando il cellulare sul comodino accanto al bastoncino d’incenso fumante dopo qualche ora al rientro ero andato a riprenderlo vedendo che era arrivato un messaggio il cui mittente era dio, capperina dio, non era possibile anche perché dio non ce l’avevo memorizzato, allora si era memorizzato da solo, un vero miracolo. Capperina pensavo ma è proprio un messaggio di dio, il dio che cerco fin da bambino, allora mi son fatto coraggio ed ho aperto il messaggio: "ciao Paoletto è una vita che ti cerco ma non ti fai mai trovare". Ho lasciato cadere il telefono a terra e ho cominciato a pensare di essere io quello che lo cercava e invece anche lui mi cercava, perchè non ci siamo mai trovati?"

Istambul, l'inizio della fine... - Scrive Fulvio Grimaldi: "Istambul. Non importa chi ci verrà rifilato come esecutore della strage del 1 gennaio 2017, curdi o jihadisti dell'Isis lo sono di prammatica in Turchia. Come nel caso degli attentati in Occidente si tratta di lanzichenecchi mercenari dell'Occidente e di Israele. per quanto singolarmente questi sicari e pali possano essere convinti (stati convinti) di lavorare per una causa loro. Chi ha inferto questa mazzata all'imperio di Erdogan non può che essere chi dissente dalle sue più recenti mosse di avvicinamento alla Russia e di intesa con Mosca e Tehran sulla Siria. Sulla natura e sul comportamento del velleitario sultano turco restano vaste zone d'ombra e di ambiguità, troppo recente essendo il suo ruolo di ufficiale pagatore e di rifornitore del terrorismo jihadista inteso a frantumare Iraq e Siria...." - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/01/01/istambul-1-gennaio-2017-festeggiare-il-nuovo-anno-cristiano-e-da-infedeli-ed-e-subito-strage/

Commento di Piotr: "Una delle prime cose che dobbiamo fare è stroncare sul nascere la manovra disinformativa del "Ministero della Verità"..."

Socialismo, anarchismo, sindacalismo – Scriveva Bertrand Russel: "Quando qualcuno soffre di una malattia infettiva è un pericolo per la comunità ed è necessario limitare la sua libertà di movimento. Ma nessuno ammette alcuna idea di colpa ad una situazione consimile. Al contrario, egli sarà l'oggetto della commiserazione dei suoi amici. Le misure che la scienza consiglia vengono prese per curarlo dal suo male, e di regola egli si sottopone senza riluttanza a quella limitazione della sua libertà che è resa necessaria, per un certo tempo, dalla cura. Nel trattamento di ciò che si chiama 'delitto' si dovrebbe applicare lo stesso metodo, nello stesso spirito..." - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2015/12/socialismo-anarchismo-sindacalismo.html

Invasione programmata – Scrive E.S.: "Ribellarsi all'immigrazione selvaggia non significa essere razzisti, significa ribellarsi ai nostri governi che sono i galoppini di quella élite che governa il pianeta e che determina i destini di intere popolazioni. Questa non è una migrazione "naturale" é indotta e il risultato sarà precarietà, azzeramento delle conquiste sociali, salari più bassi, povertà, conflitti sociali (guerra tra poveri) che poi è quello che vogliono i signori sopra menzionati, vogliono degli schiavi e a loro del colore della pelle dello schiavo non gliene può fregare di meno. Quindi in soldoni opporsi a questa invasione programmata vuol dire opporsi agli interessi del potere sovranazionale e non a questi disgraziati che giungono nel nostro paese. La realtà è che bisogna fare i conti con le contingenze non dico giorno per giorno ma quasi..."

Centenario della rivoluzione socialista – Scrive Piattaforma Comunista: "Compagne e compagni, è iniziato l’anno del 100° anniversario della Rivoluzione Socialista d’Ottobre, l’avvenimento che aprì una nuova epoca nella storia del genere umano. Proponiamo di incontrarci a Roma nella prima settimana di marzo – possibilmente in occasione del 64° anniversario della morte del compagno Stalin - per confrontarci e decidere unitariamente il percorso e il programma delle attività da svolgere..." - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2017/01/roma-marzo-2017-celebrazione-unitaria.html

Anno Nuovo. I comici non fanno solo ridere... - Scrive Claudio Martinotti Doria: "Come ogni Capodanno da alcuni anni a questa parte, vi invio il Discorso di Capodanno di Natalino Balasso https://www.youtube.com/watch?v=JH7zOVWxKl0 che pur essendo etichettato come comico è di una saggezza impressionante. Il suo discorso contiene talmente tanti concetti elaborati e sintetizzati con tono ironico dissacratore che andrebbero riascoltati molteplici volte per essere colti tutti nei loro profondi significati sconcertanti e provocatori, rivelatori e liberatori, critici ed analitici. Una performance più unica che rara, che potrà circolare solo in rete, perché mai nessuna tv sarebbe disposta a trasmetterla, quest’anno arricchita anche dall’apporto del rapper Nitro. Imperdibile..."

Grosseto. Psicosintesi – Scrive Amleto Marzocchi: "Cari Soci, Socie, Amici e Amiche, con l’augurio che il nuovo anno porti a tutti splendide e nuove possibilità all'insegna di quella rinascita. Vi comunichiamo le attività programmate dal nostro Centro di Psicosintesi di Grosseto per il prossimo mese di Gennaio...." - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2017/01/grosseto-gennaio-e-febbraio-2017.html

La natura nella Genesi – Scrive Nicolò Raimondi: "Il Signore Dio prese l’uomo e lo pose nel giardino di Eden, perché lo coltivasse e lo custodisse .. -  (Genesi 2,15). Chi avrebbe mai pensato che una soluzione per la salvaguardia del nostro ambiente fosse contenuta nell’Antico Testamento? Certamente, nella Bibbia sono presenti alcuni momenti in cui si scrive che la Natura, e quanto contiene, è al servizio dell’uomo. Ma bisogna tenere presente che avere al servizio qualcosa non significa piagarla e sfruttarla fino all’esaurimento. Occorre che anche noi impariamo ad essere al servizio degli altri; ciò non vuol dire però diventarne schiavi. Allo stesso modo per quanto riguarda la Natura...."

La ricchezza (negletta) dell'Italia – Scrive Luigi Campanella: "Da ricerche economiche intraprese nel settore dei Beni Culturali risulta che quest’ultimi in Italia producono all’incirca 40 miliardi di Euro l’anno, pari a 2.6% del PIL, mentre in Inghilterra rendono 73 miliardi di Euro. Se si confronta questo dato con il numero di siti dichiarati patrimonio mondiale si apprende che l’Italia occupa il primo posto in classifica con 35 siti, pari a 11.2% del patrimonio mondiale totale..." - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2017/01/ambiente-economia-innovazione.html

Bene, anche questa è fatta! Ciao, Paolo/Saul

..............................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Senza dubbio il nostro tempo preferisce l’immagine alla cosa, la copia all’originale, la rappresentazione alla realtà, l’apparenza all’essere … Per esso sacra è solo l’illusione, ma ciò che è profano è la verità. Meglio ancora, il sacro ingigantisce ai suoi occhi in relazione al decrescere della verità e al crescere dell’illusione, cosicché il colmo dell’illusione è anche il colmo del sacro (Feuerbach)"



Nessun commento:

Posta un commento