Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

martedì 24 gennaio 2017

Il Giornaletto di Saul del 25 gennaio 2017 – Leggere i giornali, il marchio oscuro, terrorismo: NATO ed USA, soluzione finale, bioregionalismo o capitalismo?, tè al gelsomino a Fiorenzuola...


Immagine correlata

Care, cari, c'è chi dice che "la gente si è disaffezionata alla carta stampata per via delle bugie o mezze verità che dicono e ben gli sta", ma io credo che il calo delle vendite dipenda più che altro da una questione di costume. Mio padre comprava il giornale tutti i giorni e tutti i giorni lo leggeva dall'inizio alla fine. Oggi anche se i giornali dicessero la verità chi lo farebbe? Gli italiani non sono un popolo di consumatori di programmi televisivi? E questi dicono la verità o non dicono invece spesso quello che il potere ritiene sia la versione ufficiale da trasmettere?... (Caterina Regazzi)... - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2017/01/i-giornali-e-lapprofondimento-delle.html

Mio commentino: "L'analisi di Caterina, sull'utilità attuale dei Giornali cartacei, è perfettamente condivisibile. Ritengo però, a differenza di quanto da lei affermato "sul destino segnato della carta stampata", che i giornali potrebbero avere ancora uno scopo, quello dell'approfondimento dei temi e della conservazione della memoria. Dal punto di vista della cronaca potrebbero anche scomparire ma come forma di indagine, di studio, di ricerca sui fatti e sulle ipotesi trattate (di qualsiasi argomento) potranno ancora avere un'utile funzione. Anche per la migliore comprensione dei temi trattati. Certo in questo caso dovrebbero trasformarsi in antologie del pensiero..."

Il marchio oscuro - Nell’Introduzione a "Rivolta contro il mondo moderno", Evola fa giustamente notare che «dovunque si sia manifestata o si manifesterà una civiltà che ha per centro e sostanza l’elemento temporale, là si avrà un risorgere, in forma più o meno diversa, degli stessi atteggiamenti, degli stessi valori e delle stesse forze che hanno determinato l’epoca moderna nel senso proprio di questo termine»; dove, al di là dell’attenzione rivolta nello specifico al tempo e al divenire, emerge l’idea di ricorrenti “segni”, che marchiano determinate epoche e determinate manifestazioni politiche e sociali..." - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2016/01/le-tombe-dei-re-al-tempo-del-terrore-di.html

USA. Azioni fiscali di Trump – Scrive Vincenzo Zamboni: "Il nuovo presidente statunitense ha annunciato la detassazione del lavoro in patria (dal 30 al 15%) e l'introduzione di dazi (del 35%) sulle importazioni da delocalizzazione all'estero. Sono misure di protezionismo nazionalista a contrastare l'impoverimento da fuga di lavoro produttivo, che sottrae posti di lavoro e abbassa i redditi. Siamo di fronte ad un nuovo capitolo nello scontro tra capitalismo industriale e finanziario. E' legittimo chiedere perchè mai la "sinistra democratica" europea e statunitense abbia sempre ignorato e accantonato il problema, ottenendo solo il risultato che ampie fasce della popolazione hanno cominciato a rivolgersi altrove, visto che in politica o si dà una risposta ai bisogni fondamentali delle classi mediobasse, o, col tempo, se ne perde inevitabilmente il consenso, che emigra verso altri lidi..."

USA. Pussy riot e trans contro Trump, come a Majdan - Scrive Ruslan Ostashko: "Il ruolo di istigatrice dei ribelli creativi al raduno contro Trump era interpretato da Madonna che, tra l’altro, non ha mai adempiuto alla promessa di soddisfare oralmente tutti coloro che hanno votato Clinton. In Russia e Ucraina, la parte “dei capipopolo” fu interpretata dalle rock star Shevcuk e Vakharchuk. Le manifestazioni a sostegno della “marcia delle donne” statunitense hanno avuto luogo in molte città europee, ricordando le manifestazioni a sostegno di Majdan e Bolotnaja. Le prime finestre rotte e i primi poliziotti picchiati sono già apparsi, mentre arrestavano diverse decine di coloro che la stampa anti-Trump s’è affrettata a chiamare "manifestanti pacifici". Mentre la polizia ha riportato che mazze da baseball e pali di legno appuntiti branditi nelle proteste sono stati confiscati a questi “pacifisti inermi”. " - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/01/24/washington-hot-soros-scatena-pussy-riot-e-trans-contro-trump-in-preparazione-della-rivoluzione-colorata-stile-ucraina/

Treia. Contro la violenza sulle donne - Il giorno di San Valentino si tiene in vari luoghi del mondo One Billion Rising, per porre fine alla violenza sulle donne. Anche a Treia la gente deve cantare, manifestare e pretendere che la violenza sulle donne non sia più tollerata. Il 12 febbraio appuntamento alle ore 21, in Via Mazzini 27, per coordinarci per organizzare l'evento che si terrà in piazza il 14 febbraio 2017. Info. 333.6023090"

Terrorismo - Dove è NATO e chi lo USA... - Scrive Claudia Berton: "Uscire dalla NATO Uscire dalla UE: una questione di sopravvivenza. Non passa giorno che la propaganda mediatica del Governo di turno ci dipinga l'Unione Europea e la NATO come enti portatori di “pace”, democrazia e prosperità. Fortunatamente sempre più persone si rendono conto che la verità è un altra e smettono di farsi ingannare. L'Euro è un'arma di distruzione di massa in mano al grande capitale finanziario, alle banche, alle multinazionali e a vaste schiere di tecnocrati e amministratori vari che per i loro profitti privatizzano, licenziano precarizzano, distruggono ambiente, diritti e stato sociale..." - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/01/24/terrorismo-dove-e-nato-e-chi-lo-usa-libro-onomatopeico-di-claudia-berton/

Psicopatici europei – Scrive Agnia Russo: "Draghi : l'Italia ha bisogno dall'Europa per crescere, per progredire, per star meglio. 2016: 400.000 aziende chiuse + 8% - 500.000 morti bianche + 11 % - 300.000 suicidi per condizioni di povertà! Arrestate questi psicopatici!"

Buddismo. Scienza esatta – Scrive J.F.: "..."Spezzato il circolo vizioso, conquistata la libertà dal desiderio, la fiumana, prosciugata, non fluisce più; la ruota, infranta, più non rivolve. Questa, solo questa, è la fine del dolore." (Buddha Sakyamuni, in Udana, VII, 2). Questa è davvero la massima più ostica per gli occidentali. Però quanta verità – e sempre più evidente, anche e soprattutto a noi – nel detto lapidario..." - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2017/01/buddismo-una-scienza-esatta.html

Libertari o terroristi? - Scrive Paolo Sensini: "Le "Primavere arabe" sono andate esattamente come dovevano andare. Quel sogno e quell'illusione, come tutte le ideologie sinistre, erano il semplice frutto d'elucubrazioni cerebrali prive di contatti con fatti e realtà. Sono diventate presunta verità tramite la spregiudicata disponibilità di un'informazione pronta ad assecondare non solo quell'inspiegabile sonno della ragione, ma persino, come dimostra il generale consenso che per anni ha circondato la causa dei "ribelli democratici" in Libia e Siria, i mostri da lei generati. Finché Occidente e Italia resteranno nelle mani di quanti hanno gestito la narrazione e l'analisi delle Primavere arabe, le sue vittorie sono assicurate..."

"Soluzione finale". Quel che non ci è stato detto... Scrive Gianfredo Ruggiero: "Nella drammatica vicenda della persecuzione hitleriana vi sono due aspetti poco noti e per nulla dibattuti, mi riferisco all'attiva collaborazione tra regime nazista e organizzazioni sioniste per agevolare il trasferimento degli ebrei tedeschi in Palestina e l’atteggiamento ipocrita dell'Occidente, che se da un lato esprimeva solidarietà  agli ebrei vessati dai nazisti dall’altro si rifiutava di ospitarli..." - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2017/01/soluzione-finale-quel-che-non-ci-e.html

Milano. Libraria – Scrive Giorgio Saglietti: "Venerdì 27 gennaio 2017 ore 18.00, Casa della Cultura – Via Borgogna 3, Milano. Presentazione del libro di Arrigo Colombo "La Chiesa la sua defezione". Dialogano con l’autore Vittorio Bellavite coordinatore nazionale di “Noi Siamo Chiesa” e Gilberto Squizzato delle Comunità cristiane di base. Segue discussione. Info. 02-795567"

Capitalismo o distribuzione equa delle ricchezze?– Scrive Lorenzo Merlo: "Ci consideriamo i detentori della scienza. Siamo indiscutibilmente certi che corrisponda alla verità, che sia lei la sola capace a spiegare il mondo, la sola legittimabile ad essere impiegata per governarlo. Sulle ali della scienza – ma ormai sarebbe più opportuno chiamarla tecnologia – abbiamo sorvolato sulle faccende umane. Come un google ante litteram ne abbiamo preso le coordinate con il progetto di regolamentarle, organizzarle, identificarne la struttura numerica, riprodurle, clonarle..." - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2017/01/bioregionalismo-economico-capitalismo-o.html

Lupi e cani vaganti – Scrive Carlo Consiglio: "La riapertura della caccia al lupo in alcune Regioni vanificherebbe i contenuti positivi del piano nazionale di conservazione, che prevede varie azioni per diminuire la conflittualità sul territorio tra gli interessi umani e attività a tutela del lupo, quali il contrasto del bracconaggio e la prevenzione delle ibridazioni tra lupi e cani, causa dei maggiori contrasti con le attività produttive sul territorio. Tra le previsioni del piano, si rileva con favore la cancellazione della possibilità di abbattimento dei cani vaganti, per la cui gestione è invece prevista una decisa applicazione, da parte delle Regioni, delle misure previste dalla legge nazionale 281/91  sulla prevenzione del randagismo..."

Fiorenzuola. Tè al gelsomino – Scrive Paolo Mario Buttiglieri: "Prosegue l'attività del GDL della Biblioteca Comunale di Fiorenzuola con la presentazione di un nuovo libro e della sua autrice di Monticelli d'Ongina. Sabato 28 gennaio 2017 alle ore 17 a Fiorenzuola (PC) presso la sala luminosa del bar dell'ospedale incontro pubblico con Gabriella Orlandi autrice di Tè al gelsomino" – Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2017/01/fiorenzuola-28-gennaio-2017-incontro.html

Ed un altro giorno è passato! Ciao, Paolo/Saul

..................................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

"Essere autentici vuol dire essere fedeli a se stessi. È un fenomeno molto pericoloso; solo rari individui ci riescono. Ma, se ci riescono, si realizzano." (Osho)



Nessun commento:

Posta un commento