Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

domenica 15 gennaio 2017

Il Giornaletto di Saul del 15 gennaio 2017 – Cappellani militari, discriminazione e giudizio, inquinamento da allevamento, simbologia fiabesca, Terra: morte certificata, inquinamento acustico...


Risultati immagini per cappellani militari

Care, cari, i cappellani militari scapoli, strapagati con appartamento, servitù e auto con autista soltanto per dire qualche messa, senza alcuna qualificazione sottraggono il sostegno che psicologi e assistenti sociali potrebbero dare al personale militare.  Quanto ci costano i cappellani militari? Perché sono ancora stipendiati dallo Stato? Perché percepiscono la doppia pensione di sacerdoti e militari?... (Federico Tulli)... - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2017/01/religione-e-militarismo-cappellani.html

Mio commentino: "La continuazione di un esercito vaticano (guardie svizzere) e la presenza dei cappellani militari nell'esercito sono in antitesi con il messaggio papale di Bergoglio del 1 gennaio 2017, che "inneggia" alla pace ed alla nonviolenza: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2017/01/la-nonviolenza-nel-messaggio-di-papa.html"

Attuazione della Costituzione – Scrive Luigi De Giacomo: "Domenica 22 gennaio 2017 a Roma: Programma urgente per l'attuazione della Costituzione. Le adesioni, sia a titolo personale che per le organizzazioni, devono essere inviate a segreteriamaddalena@gmail.com, così come le richieste di iscrizione a parlare. Ognuno può inviare un contributo in forma di file Pdf che, insieme agli altri, verrà raccolto in un opuscolo finale."

Giudizio e discriminazione - Il dio, meglio definito "arconte", delle religioni monoteiste è semplice assunzione e proiezione mentale, come lo è d'altronde ogni descrizione personale dell'Uno. Poiché l'Uno non può asserire l'Uno. La "religione" in se stessa non sarebbe colpevole ma lo sono tutti i sacerdoti, papi, rabbini e mullah che hanno utilizzato il moto naturale del "ritorno" al Sé (o Dio)! Essi hanno compiuto il più grande inganno ed imbroglio, verso se stessi ed il loro prossimo, essi hanno in verità svolto la funzione ingannatrice "dell'invidioso maligno..." ,separando ciò che è inseparabile per poi pretendere di volerlo"ri-unire" attraverso il perseguimento di un dettame religioso ed una "salvezza" riservata ai "credenti".... - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/01/14/giudizio-e-discriminazione-per-orientarti-nellinfinito-distinguer-devi-e-poscia-unire-goethe/

Gelicidio in TV – Scrive Susanna Bazzurri: "Dopo che nel 2017 i giornalisti dei tg italiani hanno scoperto l'inverno ed il gelo, ed hanno coniato il termine idiota "gelicidio" la stampa italiana è passata dal 77 al 99 mo posto .... Ma si può sentire tutti i giorni il servizio su come si cade camminando sul ghiaccio!? Manco per i più coglioni col botto servono certe istruzioni. Pero' il tg ha detto che se uno non esce rischia meno.... Senza di loro come faremmo?"

Inquinamento da allevamento – Scrive Franco Libero Manco: "L’inquinamento è diventato uno dei problemi più scottanti della società attuale e le soluzioni proposte dai personaggi televisivi e della carta stampata sono: abbassare la temperatura nelle abitazioni, ridurre il traffico automobilistico e le emissioni delle grandi industrie. Mai che si menzioni la causa principale, la madre di tutti gli inquinamenti, la maggiore responsabile di inquinare l’aria, la terra, le acque: il settore zootecnico..." - Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2016/01/14/allevamenti-industriali-e-impatto-sullambiente-e-sulla-vita-sociale/

La madre di tutte le battaglie – Scrive Michele Rallo: "Il cammino per liberarci dal cappio mondialista e globalista è ancora lungo. Il 2017 sarà forse l’anno-chiave, con l’appuntamento decisivo per la sopravvivenza dell’Unione Europea: le elezioni presidenziali che si svolgeranno nella primavera prossima in Francia. E quand’anche la “battaglia di Francia” dovesse essere vinta, non saremo che all’inizio. In attesa di quella che immancabilmente dovrà essere la battaglia finale: quella degli Stati – di tutti gli Stati del mondo – per riappropriarsi del diritto di creare la propria moneta e per togliere tale prerogativa alle banche “centrali”. Sarà, come si diceva una volta, la lotta del sangue contro l’oro..."

Roma. Consiglio sull'Ambiente – Scrive Ispra: " Lunedì 16 gennaio 2017 si svolgerà il primo Consiglio del Sistema Nazionale (Consiglio SNPA), al quale parteciperanno anche alcuni di coloro che si sono fatti promotori e sostenitori del progetto di legge che, dopo un iter lungo e tormentato, ha concluso il suo percorso in Parlamento. Protagonisti politici, che al di là delle posizioni di maggioranza ed opposizione, hanno condiviso un disegno che travalica gli interessi di parte ed ambisce ad operare davvero per dare una centralità ed attenzione nuova all’ambiente nel nostro Paese..." - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2017/01/16-gennaio-2017-primo-consiglio-del.html

Palombara Sabina. Coproduttori – Scrive Gio: "Stiamo avviando  un nuovo progetto e avremmo bisogno anche del vostro aiuto per aumentare la consapevolezza sul cibo che si sceglie per alimentarsi. Un progetto per trasformare i consumatori in co-produttori, il primo CoFarming a 30km da Roma nel Comune di Palombara Sabina. Grazie mille in anticipo per il vostro sostegno. Info. cofarming.roma@gmail.com"

Simbologia fiabesca – Scrive Simon Smeraldo: "E' risaputo che le fiabe più volentieri si fanno leggere tra le righe, dove trasportano molte più informazioni che nel testo vero e proprio; deve ricredersi chi pensi che siano state concepite come storie per bambini, anche se magari lo sono nel loro aspetto esteriore. Nella favola che segue siamo messi di fronte ad una dinamica fondamentale del mondo fenomenico nei confronti del contesto più ampio in cui l’uomo è inserito..." - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2017/01/simbologia-fiabesca-e-matrimonio-degli.html

Cibo per gli uccelli – Scrive M.C.: "Un'amica mi ha detto che il pappone con farina di mais e semi vari non va bene per gli uccelletti selvatici che si affollano intorno a casa (grazie anche all'assenza di gatti). Sono pettirossi, passeri, un merlo ecc. Quindi avendo finito i semi di zucca e pistacchi (bio!!), che quelli mangiavano in men che non si dica, ho comprato da un rivenditore di cibo per animali dei semi di girasole, li ho distribuiti negli stessi posti senza schiacciarli ma non mi sembra ne mangino tanti... Devono solo abituarsi o magari sono tossici?"

Pianeta Terra. Morte certificata – Scrive WWF: "Nel Living Planet 2016, il Report Biennale sullo stato di salute della terra: entro il 2020 si prevede il crollo del 67% delle specie animali e vegetali; le cause più comuni sono: l’agricoltura non sostenibile (dicasi monocolture di mangimi per animali); il disboscamento (in genere per adibirlo a pascolo); l’inquinamento dovuto ai mezzi di trasporto (gli allevamenti inquinano più di tutti i mezzi di trasporto del pianeta); lo sviluppo residenziale o commerciale (crescete e moltiplicatevi), la produzione di energia elettrica; lo sfruttamento minerario, la caccia indiscriminata, il bracconaggio, etc." - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2017/01/pianeta-terra-morte-certificata.html

La gente vuole la "normalità" - Scrive Dis-apprendere: "Si preferisce pensare che la vita vera sia quella della pubblicità Mulino Bianco piuttosto che affrontare la realtà.  Affrontare la realtà vuol dire rischiare la propria vita senza lamentarsi. Al giorno d'oggi, si preferisce farsi informare piuttosto che informarsi. È qui che nasce la lamentela su qualcosa di cui non si è competenti. Per finire in bellezza: hanno ragione i governanti che ci dicono che dobbiamo fare sacrifici. Per sembrare di esser normale devi sacrificare la tua unicità e non hai nessuna speranza di recuperarla una volta persa. Il 98% degli esseri umani è come robazzi, il coglione che canta "andiamo a comandare", non sa quello che sta facendo e perché lo fa ma fa Figo..... Nullità!"

L'inquinamento acustico e musicale abbassa l'intelligenza e la libido - Quali sono le conseguenze sulla mente e sul corpo umano delle cadenze sonore emesse senza sosta in questa nostra "civiltà" del rumore? L’elettroencefalogramma evidenzia rallentamento dei ritmi, alterazioni dell’attività elettrica delle cellule nervose, riduzione dei riflessi e della memoria, eccitabilità e mancanza di risposte adeguate alle situazioni contingenti, anche alcune forme di cefalea possono essere collegate a traumi acustici... - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2015/10/ecologia-del-suono-linquinamento.html

Caterina ha ripreso in mano un gruppo sull'inquinamento acustico che avevamo aperto su FB diversi anni fa e poi abbandonato... Vi invitiamo ad iscrivervi: https://www.facebook.com/groups/266462213379875/?fref=ts – Ciao, Paolo/Saul

..............................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

«Se oggi si può ancora parlare di "rivoluzioni" lo si può fare solo a posteriori – quando, guardando indietro, ci rendiamo conto che si sono accumulati tanti cambiamenti piccoli e apparentemente insignificanti, ma sufficienti a produrre una trasformazione qualitativa, e non solo incrementale, della condizione umana. Privata dei suoi originari referenti, l’idea di "rivoluzione" è stata banalizzata: la usano e ne abusano quotidianamente gli autori di spot pubblicitari, per presentare come "rivoluzionario" ogni prodotto nuovo e migliorato...» (Zygmunt Bauman)



Nessun commento:

Posta un commento