Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

martedì 3 gennaio 2017

Il Giornaletto di Saul del 4 gennaio 2017 – Programma per la Befana degli Animali, io sono l'Io Sono, "pissy pissy bau bau", il M5S dove sta?, comunicazione sensoriale, vangeli canonici concordati...


Risultati immagini per calcata Befana degli Animali

Care, cari, sono ormai diversi anni che portiamo avanti  la tradizione della Befana degli Animali, sin da quando il Circolo era ubicato nella valle del Treja. L’idea mi venne considerando la quantità di cibo che durante le feste natalizie viene gettata nei cassonetti. Ho pensato che sarebbe stato buono non mandare sprecato quel ben di Dio così iniziai ad invitare gli amici di buon cuore a portare gli avanzi ancora commestibili da noi per poi assieme recarci a fare una passeggiata nella natura e lasciare qui e lì delle offerte alimentari per gli animali selvatici. Questa distribuzione l’abbiamo continuata anche durante i miei trasferimenti, talvolta si è tenuta a Treia, nelle Marche, tal altra in Emilia, come quest’anno: appuntamento a Spilamberto... - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/01/03/spilamberto-6-gennaio-2017-befana-degli-animali/

Mia integrazione: “Non so qual’è il confine fra l’uomo e gli animali, quali sono i loro reciproci diritti e doveri, qual’è il punto d’incontro della sopravvivenza reciproca, senza causare sconvolgimenti ecologici, non so nulla di questo, mi limito io stesso a sopravvivere come posso, a volte combatto a volte recedo, non mi pongo modelli, sono anch’io un animale che ha bisogno della natura, sono una espressione della natura.”

Io sono l'Io sono – Scrive Nereo Villa: "Ogni confessione religiosa, capace di rapportarsi consapevolmente oltre la sfera materiale delle cose, non può che chiamare la parola "Io" il "Nome dei nomi" o il "Nome impronunziabile di Dio". Nessuno infatti può pronunciare quella parola come si fa con le altre, richiamando cioè un oggetto. Infatti la controparte oggettiva del concetto "Io" è in realtà un soggetto e ognuno lo può pronunciare solo per sé. E' il santuario nascosto dell'anima, in cui riesce ad entrare solo chi è fatto della medesima natura di questa. Il Dio che abita nell'uomo - il cui nome, trasmesso a Mosè con le parole "Eié ascèr Eié": "Io sono l'Io sono", parla quando l'anima riconosce se stessa come Io...." - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2014/04/jahwe-prete-gianni-giano-bifronte.html

Giano a Treia – Scrive Simonetta Borgiani "Ho scoperto che il primo gennaio ancor prima, ma forse anche durante, la venerazione del prepuzio di Gesù, era la festa del Dio Giano... e noi treiesi pure quello ce l'avevamo, fu individuato da scavi nel 1700, indovinate dove? Il punto preciso non lo so, i reperti sono ormai dispersi, ma mi piace pensare che da qualche parte ci sia ancora un busto di Giano bifronte..."

"Pissy pissy bau bau" - L’uomo in questo ultimo secolo è divenuto il peso più grande per il pianeta Terra, siamo troppi ed inquiniamo tremendamente e rubiamo spazio al selvatico. Tutto ciò è innegabilmente vero, non posso però proporre soluzioni finali e sperare nell’armageddon, come molti illusi fanno, per risolvere il problema del mantenimento di una civiltà umana degna di questo nome. Nell’ecologia profonda si indica sempre la condizione presente come base di partenza per il successivo cambiamento o riparazione…. considero però che questa società non potrà durare a lungo ed è bene che vi siano delle “nicchie” di sopravvivenza, dalle quali ripartire con nuovi paradigmi di civiltà in cui mantenere un equilibrio fra uomo-natura-animali... - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2017/01/la-comunicazione-occulta-su-internet-e.html

Commento di Giuseppe Finamore: "A volte il silenzio serve per riorientarci poiché il vivere quotidiano ci investe di preoccupazioni e ci si smarrisce... Ma è un momento poi si riparte. Credo però che svolgere le proprie "sane" incombenze quando si è soli sia il modo migliore per condividerle quando si sta insieme e ricevere cosi forza e suggerimenti che possono aiutarci...."

Ed il M5S dove sta? - Scrive Giorgio Mauri: "Non sono affatto d'accordo con il dividere gli schieramenti in sinistra, centro, destra. Oggi la distinzione va fatta tra allineati all'establishment mondiale, ai dictat del neoliberismo, contrapposti a quelli che vi si oppongono (detti populisti). In questa visione il M5S dove va collocato, visti gli incontri avuti da Di Maio con i poteri forti e la dichiarazione della Lezzi a Cernobbio “Noi forza di governo. E’ giusto parlare con le lobby e i poteri forti”? - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/01/03/la-rappresentanza-democratica-non-puo-essere-piu-suddivisa-in-centro-destra-sinistra-ed-il-m5s-dove-sta/

Integrazione di Vincenzo Zamboni: "Bisogna riappropriarsi della politica e ricostruire la democrazia, attualmente in stallo partitocraticobancario. "Governo di programma” è una recente dizione che rasenta il pleonastico, dal momento che ogni governo dovrebbe essere “di programma”. Ma, si badi bene, NON “di programma governativo”, bensì “di programma parlamentare”..." - Continua in calce al link soprastante

Renzi. La fine delle fini – Avete notato il silenzio cupo che si è accentrato sul rottamatore? Poco o nulla si sente dire sulle sue mosse, le tv ed i giornaloni parlano d'altro. I casi sono due o il "rottamatore" di Rignano sull'Arno, si avvia verso un'indecorosa uscita di scena sommerso dal cumulo dei suoi stessi vaniloqui oppure sta tramando nell'ombra per resuscitarsi alla prima occasione propizia. Il mariuolo ha dimostrato indubbiamente di aver stoffa in quanto ad uso di escamotages e colpi di scena. Forse però gli stessi padrini che l'hanno generato si apprestano all'aborto post nascita, quello che voleva legalizzare la "democratica" Clinton. Nella Repubblica delle banane tutto può accadere (ancorché faccia comodo al sistema)..."

Comunicazione sensoriale - Parlando un giorno a Treia con Caterina Regazzi, mia compagna di vita, delle capacità comunicative sensoriali e telepatiche mi sono ritrovato a spiegare come i 5 elementi ci aiutano a comunicare attraverso le loro energie, in forma sicuramente "ecologica" e naturale. Ognuno dei 5 elementi rappresenta uno dei 5 sensi e noi sappiamo che i cinque sensi sono diversi canali e modi comunicativi fra la mente interna e quella esterna... - Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2017/01/03/comunicazione-ecologica-sensoriale-e-telepatica/

Signoraggio, debito pubblico e tasse – Scrive Giorgio Mauri a commento dell'articolo http://paolodarpini.blogspot.it/2017/01/signoraggio-debito-pubblico-tasse.html -: "La Napoleoni è persona seria e preparata. Ma la gente viene alimentata solo con le voci del potere: ieri sera a LA7 Gruber, Floris, Da Milano, Servegnini. Persone preparatissime nel rigirare la frittata, nel gestire il grande pubblico. I tre uomini sono tra i migliori in assoluto. Ma è un momento storico in cui serve loro una cosa: la verità..."

Vangeli canonici "concordati" – Scrive Alberto Sordi: "Epifanio, vescovo di Salamina in Cipro (IV sec.D.C.), sostiene che i primi Cristiani erano chiamati Iessaei (da Iesse, padre di Re Davide, supposto antenato di Gesù) o Nazorei e produssero un "Evangelo secondo gli Ebrei" molto diverso dai Sinottici del Canone: il perduto Protomatteo o "Fonte Q". L´apologista Giustino Martire (circa 140-160 D.C.) scrisse il "Syntagma" contro le eresie, purtroppo scomparso. Dalle opere di Giustino che ci rimangono sembra che le Memorie Degli Apostoli cui fa riferimento non fossero identiche ai nostri quattro Vangeli canonici. I Vangeli sono il frutto di un lungo lavoro redazionale, svolto più con un intento catetetico che storico..." - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2017/01/giudei-cristiani-delle-origini-e.html

Missioni di guerra costose – Scrive Ermete Tilocca: "Nel 2016 il governo italiano ha investito 826 milioni di euro per le missioni delle forze armate all’estero, 58 in più rispetto al 2015. Oggi l’Italia è impegnata in 29 missioni in 20 Paesi. In testa, per numero di soldati e risorse economiche impiegati, c’è l’Iraq dove nostri contingenti sono operativi per l’addestramento delle truppe irachene e del Kurdistan iracheno impegnate nella guerra contro le milizie dello Stato Islamico e per la difesa della grande diga di Mosul, i cui lavori di ristrutturazione sono appaltati alla ditta Trevi di Cesena. L’esercito italiano è inoltre impegnato in Afghanistan, Libano, Kosovo, nel Mediterraneo, e in Libia con la nuova missione sanitaria Ippocrate. Operazioni Onu, oppure Nato o UE..."

ISIS. La paura fa 90... ma è gonfiata artatamente – Scrive Uberto Tommasi: "I mass media internazionali, ben concertati cercano di demonizzare l'Isis descrivendola come la manifestazione della parte diabolica di un dio. Invece la nascita dell'Isis è la conseguenza dell'orrenda applicazione del peggior imperialismo. Prima gli Stati Uniti decisi a distruggere il comunismo usarono la religione islamica per la guerra in Afganistan e poi giocarono agli apprendisti stregoni in Jugoslavia, Algeria, Egitto, Iraq, l'intera Africa, l'elenco sarebbe troppo lungo per cui è più facile osservare i disastri di questo comportamento. In Iraq massacrarono e perseguitarono i sunniti laici fino a che questi confluirono nell'Isis per disperazione..." - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2017/01/isis-la-paura-fa-90-ma-e-gonfiata.html

Italia. Lasciate ogni speranza... - Scrive Rossella Rod: "Avete mai pensato che Renzi e Angelino Alfano dovrebbero essere espulsi dall'Italia come traditori del popolo italiano? Sono certa che molti risponderanno che tanti altri dovrebbero essere espulsi ma quei due per il ruolo che hanno indebitamente occupato sono i maggiori colpevoli. Il primo ha bloccato l'Italia con riforme e leggi che sono state interamente bocciate o da rifare e trovo fatto gravissimo, forse il più grave di tutti è quando affermò che il Monte Paschi di Siena era una banca solida sui cui si doveva investire . Con questa affermazione ha tradito i cittadini in quanto risparmiatori. Poi ha "tirato" dentro al Paese masse di clandestini che continuamente minacciano la nostra vita. Ha fatto dell 'Italia la base di lancio del terrorismo europeo (per questi motivi finora non abbiamo avuto attentati). Il 2017 sarà un anno horribilis, al momento non esiste nessuno a cui dare fiducia. Mah speriamo che il messia arrivi..."

.................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:


"Io non predico la rivoluzione. Sono profondamente contrario alle rivoluzioni. Vi dico che la mia parola per il futuro, e per quelli che sono sufficientemente intelligenti ora nel presente per capirlo, è ribellione. Ma allora qual è la differenza? La ribellione è essenzialmente un’azione individuale. Non ha assolutamente niente a che fare con la folla. La ribellione di cui parlo riguarda un cambiamento di coscienza, è il silenzio, è l’essere. E’ una metamorfosi spirituale. Ed ogni individuo che stia attraversando una ribellione non sta combattendo contro nessun altro, se non con la sua stessa oscurità interiore. Non servono spade, non servono bombe. Ciò che realmente serve è maggiore attenzione, maggiore meditazione, più amore, più devozione, più gratitudine. Circondato da tutte queste qualità sperimenterai la rinascita." (Osho)

Nessun commento:

Posta un commento