Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

lunedì 23 gennaio 2017

Il Giornaletto di Saul del 24 gennaio 2017 – La cura dell'aria aperta, USA: back to Far West, il popolo "eletto" e la morte altrui, il male degli OGM, salvare l'agricoltura contadina, il XIII archetipo scomparso...


Immagine correlata

Care, cari, ...una sana passeggiata in compagnia giova alla mia salute, cercando di camminare in qualche luogo distante dal traffico, con un'aria perlomeno decente e muovendo quei muscoli che ormai sono in disuso. Usciamo di nuovo all'aria aperta, anche se è freddo, mangiamo cose semplici e sane, beviamo acqua pura, ascoltiamo e cantiamo note soavi, pensiamo positivamente e immaginiamo un mondo a colori, vivo, odoroso, brulicante di vita e amore. Immaginare è già un primo passo... (Caterina Regazzi)... - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2017/01/la-vera-cura-e-uscire-allaria-aperta.html

Commento di Ho Chuen: "...spiace dirlo, ma il vero problema non sono i mondialisti satanici, con quelli basta agire come se non esistessero e costruire un mondo nuovo dove non vengono proprio considerati... sono i cretini che ascoltano i personaggi falsi e corrotti tipo Madonna che creano la massa radiosonica inerte che, come un pantano fetido, blocca e rallenta a dismisura il cambiamento della coscienza collettiva...."

Trump. The wild ride - Scrive Bruce K. Gagnon: "...for those of us living here in America we must not restrict our protests to calling out Trump. We must recognize how the Democrats regularly collaborate with the right-wing reactionary corporate forces. Just days ago in the US Senate 12 Democrats joined with Republicans to kill a bill that would have allowed American citizens to purchase cheaper medicines from Canada. The Democrats support swung the vote to satisfy the interests of big pharma. In the US we must see that we don't have a legislative solution to our problems as the corporations have the government under lock down and they have the key$. Public protest and non-violent civil resistance in the tradition of Gandhi, ML King, and Dorothy Day are where we must move now - collectively as a nation... - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/01/23/usa-back-to-far-west-donald-trump-and-the-wild-ride/

Commento di Jure Ellero: “Per essere interni USA non mi sembrano niente male. Buone critiche a Trump, non risparmiando niente a Obama – Clinton-s, opposizione al Sistema USA nel suo complesso. Se a loro avviso l’intenzione trumpista è riportare a casa il lavoro decentrato nel ‘terzo mondo’ pagando il tutto con la schiavizzazione del proprio proletariato, è compito loro affrontare la questione, come del resto dichiarano di voler fare”

Commento di Monica Morace: "E in fin dei conti la domanda si riassume in un “siete favorevoli al fatto che i due uomini più potenti della terra (Putin e Trump) cerchino di costruire le condizioni per una pace globale o preferite che preparino una terza guerra mondiale?”. E con grande stupore dei giornalisti che contano, la maggior parte delle persone “comuni” dice che preferisce che i due facciano la pace..."

Il popolo "eletto" preferisce la morte "onorevole" alla sconfitta - Voglio soffermarmi un attimo sulla tendenza karmica che contraddistingue il popolo "eletto" (ebraico). La chiave della comprensione del destino di questo popolo sta nel senso del sacrificio, della trasgressione e della punizione. "Occhio per occhio, dente per dente".  E quando ci si trova alle strette si preferisce la morte onorevole, come avvenne ai rivoluzionari di Masada che preferirono il suicidio collettivo piuttosto che cadere in mano ai Romani. Ma l'esempio più significativo di questa filosofia di vita collettiva è il famoso detto: "Muoia Sansone con tutti i Filistei". Che siano tutti morti è meglio che qualcuno salvato, soprattutto se quel qualcuno è un altro..." – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2016/01/il-mito-illusorio-del-popolo-eletto-e.html

Commento di Marco Bracci: "Sono d'accordo con l'idea che ci sia lo scambio dei ruoli e si nasca in contesti diversi e opposti al precedente. Infatti, chi nasce ricco ha come scopo di vita di imparare a gestire le ricchezze a favore del bene comune e dei meno abbienti, ma, se non lo impara, alla successiva incarnazione è molto probabile che si incarni in un Paese o in una Comunità molto povera, in modo da provare sulla sua pelle ciò che ha fatto subire ad alcuni suoi simili nell'incarnazione precedente.."

Il male nascosto degli OGM – Scrive Michele Trimarchi: "...io ed altri abbiamo potuto verificare che la Natura non fa errori, poiché è regolata da leggi fisiche perfette. Gli errori vengono visti tali dall’uomo, proprio perché non conosce le ragioni evolutive della Natura. Gli atomi, le molecole, le cellule e l’intero organismo comunicano costantemente e accumulano i loro successi evolutivi proprio nelle memorie genetiche, i cui risultati ci vengono forniti dall’espressione fenotipica, emozionale e comportamentale, nonché evolutiva, degli infiniti organismi esistenti." - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2015/01/gli-organismi-geneticamente-modificati.html

Sisma porta guadagno – Scrive S.B: "13.000 gli sfollati del terremoto e del maltempo (tg la 7). È possibile che bisogni aspettare i tempi di realizzo di un unico fornitore impreparato ed incapace? Siamo in pieno inverno e caso non strano fa freddo. In 5 mesi sono state consegnate solo 25 casette. I soldi delle donazioni sono bloccati alla tesoreria dello stato. Ecco cosa non funziona: la voglia di far mangiare sempre gli stessi e di guadagnare sopra tutto!"

Se facebook distrugge i giornali… - Scrive David Rovics: "A partire da quando i giornali sono diventati un fatto ordinario fino al 1990, per la vasta maggioranza della popolazione sul pianeta, il massimo a cui si poteva aspirare era scrivere una lettera all’editore. Una piccola, piccolissima parte di popolazione diventava invece autore o giornalista ed aveva un forum pubblico aggiornato occasionalmente o regolarmente. Alcuni scrivevano anche ciò che oggi sarebbe considerato un blog annuale di Natale che poi fotocopiavano e mandavano a qualche dozzina di amici e parenti..." - Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2015/01/22/cera-una-volta-internet-ora-ce-solo-facebook/

Commento di Caterina: "La gente si è disaffezionata alla carta stampata per via delle bugie o mezze verità che dicono, ma io credo che il calo delle vendite dipenda più che altro da una questione di costume. Mio padre comprava il giornale tutti i giorni e tutti i giorni lo leggeva. Oggi anche se dicessero la verità chi lo farebbe? Stiamo attaccati al pc per una, due, tra ore al giorno, chi avrebbe tempo di leggere un giornale? Il pc ti offre tante notizie, pareri, discussioni in cui puoi anche intervenire, la carta stampata non ha queste possibilità..."

UE. Salvare l'agricoltura contadina – Scrive Associazione Rurale Italiana: "Il Coordinamento Europeo Via Campesina, si fa promotrice perchè, nel sessantesimo anniversario del Trattato di Roma, le istituzioni europee e italiane si impegnino formalmente a far si che la Politica Agricola Comune, torni a perseguire i suoi obiettivi originali, quali "quello di garantire una vita giusta alle comunità agricole, stabilizzare i mercati, garantire l’approvvigionamento alimentare della Europa con prezzi degli alimenti che fossero accessibili a tutti i consumatori". Per approfondire e condividere proposte si tiene un evento pubblico, organizzato al centro sociale la Paradisa, Massenzatico Reggio Emilia,  sabato 28 gennaio 2017..." - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2017/01/roma-25-marzo-2017-appello-per-una.html

Lecco. Fieno per i cervi – Scrive Freccia 45: "Urge fieno per 4 cervi che dopo complicate traversie, sono stati lasciati in un grande recinto senza la possibilità di potersi procurare il cibo. Gli ungulati si trovano nel Parco delle Betulle in Valsassina (Lecco), ed alcuni volontari raggiungono a piedi settimanalmente il parco che si trova a 1500 metri per dar loro il foraggio occorrente. Info. info@freccia45.org"

Calendario lunare (ed il XIII archetipo scomparso) - Nella remotissima antichità il computo del tempo non veniva fatto in “anni”, essendo quello il risultato di una valutazione e comprensione successiva, il tempo scorreva e veniva calcolato sulla base di fatti visibilmente più efficaci... Si calcolava in lune..." - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2017/01/calendario-lunare-ed-il-xiii-archetipo.html

Commento di Antonio Soritto: "Il circolo più antico, a Stonehenge, era proprio un calendario lunare..."

Oh luna, luna, tu! Ciao, Paolo/Saul

.....................................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

"La paura è il mezzo che il controllore usa per trattenere gli esseri umani in schiavitù spirituale. La paura è il mezzo per il controllo degli esseri umani, ma cos'è la paura se non la sensazione che sorge a seguito del pensiero "ho paura", sostituisci quel pensiero con un altro positivo o meglio ancora evita qualsiasi pensiero, e il controllore rimarrà a mani vuote. Questa è la paura del controllore" (Jean Pepen de la Fonten)


Nessun commento:

Posta un commento