Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

giovedì 3 settembre 2015

Il Giornaletto di Saul del 4 settembre 2015 – Lavoro alternativo, a ruota libera, n'ata vota!, popsophia, nuova via della seta, Beirut: rivoluzione colorata, figlio mio, Francesco laico e santo



Care, cari,  caro Paolo, so che stai lavorando ad un incontro sul “lavoro alternativo” e, dato che me ne sono venuti in mente, così, senza neanche pensarci, un paio, ho pensato che d’ora in poi farò un elenco di quelli che a mano a mano mi salteranno fuori. E’ necessaria però una premessa: un lavoro “alternativo” può essere fruttuoso solo se chi lo intraprende ci crede veramente e lo fa con grande passione. Cioè un lavoro che non rientra tra quelli diciamo normali, normalmente riconosciuti, non può essere inventato solo come un tappabuchi, pensando che magari quella attività può trovare un mercato, altrimenti tanto vale cercarsi un lavoro “normale”...(Caterina Regazzi) – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2015/09/03/treia-alla-ricerca-di-un-lavoro-alternativo/

Mia rispostina: “Grazie per le belle idee e per l'incoraggiamento...”

A ruota libera – Scrive Ferdinando Renzetti: “...ieri ho sentito dei ragazzi che parlavano di scrittura musicale, uno di loro diceva: vivere male per scrivere bene! In verità non so se quel che ho ri-trascritto può essere interessante vedi un po' tu, il titolo lo puoi scegliere, a ruota libera: vivere male per scrivere bene, se sono rose fioriranno...” - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2015/09/ferdinando-renzetti-ruota-libera.html

Palermo. Pellegrinaggio – Scrive Alleanza Cattolica: “Domenica 13 settembre 2015 si svolgerà il Pellegrinaggio regionale organizzato da Alleanza Cattolica presso il Santuario di Santa Maria La Reale retto dai Padri Agostiniani, via Salita del Convento, 55 – Palermo. Info. alleanzacattolicasicilia@gmail.com”

Tolentino - Popsophia dell'umorismo – Scrive Sara Di Giuseppe: “E’ certo un caso, che il panama di Massimo Donà (filosofo, musicista jazz, accademico) occupi con prepotenza il campo della mia foto, però sembra messo lì apposta a far da guardia, in questo incontro sul tema delle parole: perché la brillante testa che c’è sotto è una di quelle che la parola la cura, la soppesa, ne fa materia di un parlare elevato e rigoroso, di un ragionare e dimostrare che come anche il jazz procede per guizzi e improvvisazioni e fluisce argomentando senza mai perdersi...” - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2015/09/tolentino-popsophia-dellumorismo.html

Castelnuovo di Farfa. Bagno nelle gole – Scrive Avventura Soratte: “6 settembre 2015. Suggestiva escursione in uno degli angoli più sorprendenti della Bassa Sabina: le “Gole del Farfa”, dichiarate Monumento Naturale dalla Regione Lazio. Partendo dall’ameno borgo di Castelnuovo di Farfa, attraverso una stradina di campagna, scenderemo di quota fino a raggiungere le sponde del torrente, che incide un canyon di notevole bellezza e nel quale, facoltativamente, si potrà fare un bagno di fine estate. Info. avventurasoratte@hotmail.com”

N'ata vota – Scrive Fabrizio Belloni: “Grande clamore per i segni col pennarello sulle mani degli invasori clandestini nella repubblica Ceka. Immancabile il commento scandalizzato e offeso del capo rabbino di Roma, cui non è parso vero poter sciorinare uno spot auto pubblicitario. Gran cassa dei media radical chic: alti lai, capelli strappati, cenere sulle zucche, ululati “al nazi, al nazi!” Prime pagine piene di foto... Faccio soavemente e sommessamente notare che tale pratica è stata, ed in alcuni casi ancora lo è, applicata per anni all’ingresso di discoteche e/o concerti di massa in Paesi di chiara democrazia. Senza clamore alcuno dei giornalisti – linguetta. Pratica tesa a regolare alti flussi di persone in poco tempo ed in poco spazio. Senza contare elezioni “democratiche” in Paesi tenuti in gran conto: India, per esempio...” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2015/09/nata-vota-il-gesuita-bianco-ha-parlato.html

Italia strana - Scrive Andrea Mozzoni: “Sbarchi, corruzione, guerre, morte... Tutto nasce da lontano. In Italia è più "conveniente" sperperare nell'accoglienza in loco (con gli scandali e le polemiche politiche che ne derivano) anziché finanziare la cooperazione internazionale, unico reale pilastro della solidarietà. Un'opportunità che non cogliamo e della quale capiamo sempre meno l'importanza...”

Italia in guerra – Scrive Vincenzo Zamboni: “Rammentiamo che lo stato italiano è continuativamente in guerra,sempre solo e regolarmente di aggressione, da ben 24 anni continuativi (Iraq, Somalia, Jugoslavia, Afghanistan, Libia, Siria). Chi dimentica e rimuove questo gravissimo dato di fatto fondamentale commette un errore esiziale che lo rende incapace di comprendere ogni logica del corso degli eventi...”

La nuova Via della Seta – Scrive Claudio Martinotti Doria: “Qui vi informiamo  della gigantesca proposta progettuale cinese della Nuova Via della Seta (uno dei più grandi progetti della Storia dell’Umanità).  L’intervento che divulghiamo oggi è  accurato e dettagliato  e contiene anche qualche tentativo interpretativo delle ripercussioni che potrebbe indurre sui mercati delle materie prime e del sistema monetario internazionale, e soprattutto di come sposterebbe definitivamente il baricentro finanziario mondiale..” - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2015/09/cina-che-cammina-nella-nuova-via-della.html

Jesi. Vivere con Gioia – Scrive Sonia: “Grande potenza della rete. Ieri mattina sono stata alla parrocchia di Jesi con Daniela Spurio e so con certezza che, tu e Caterina, presenterete il vostro libro “Vita enza Tempo” nel primo appuntamento delle 4 stagioni il 27 settembre 2015. CHE MERAVIGLIA! Sul blog http://viverecongioia-jes.blogspot.it/ trovate le locandine inserite da Daniela e da DIFFONDERE PER ONORARE IL SUO LAVORO..”

Beirut. La solita rivoluzione colorata – Scrive Vincenzo Brandi: “Da settimane la capitale del Libano è sconvolta da manifestazioni antigovernative. Il pretesto per queste manifestazioni, che appaiono ben organizzate e coinvolgono una media di 20.000 o 25.000 persone, è la mancata raccolta dei rifiuti che ha causato disagi alla cittadinanza. Ma è credibile che per un motivo del genere vada avanti da settimane una protesta politica che ora chiede le dimissioni del governo e nuove elezioni?..” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2015/09/03/beirut-una-nuova-rivoluzione-colorata-in-corso/

Putin va all'Onu, per un ultimo avvertimento – Scrive G.Q.: “Il presidente russo Vladimir Putin ha emanato un decreto approvato la composizione della delegazione russa a partecipare alla sessione 70 ° dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite. Il presidente sarà a capo della delegazione russa. Putin per la prima volta dal 2005, parteciperà alla Assemblea Generale delle Nazioni Unite...”

Francesco. Laico e santo - Francesco d’Assisi fu un santo che per certi versi possiamo dichiarare “laico”. Egli in verità visse da laico ed anche nel periodo del suo risveglio spirituale mantenne un atteggiamento laico-naturalistico. La sua adorazione di Dio essendo basata sulle forme della natura e del creato. Sempre egli si adoperò di mantenere un comportamento adatto al mantenimento della vita, occupandosi di animali, di lavoro, di contemplazione delle bellezze naturali… - Continua:

Vento – Scrive Max Focs: “Da bambino ricordo che avevo poco più di 3 anni e stavo in piedi davanti al mare sopra una piccola barca a vela, tenevo il timone e giocavo a salpare per il mondo alla ricerca di avventure magiche celate in quell'orizzonte lontano e misterioso che vedevo. In fondo sto ancora cercando di salpare, a volte mi chiedo se è una prova per il mio amore per il mio intento. Ma a che Demone o Dio può interessare questo? Chi si può nutrire di tutto ciò? Prima o poi si alzerà questo vento...”

Figlio mio... - Scrive Devi Sai Ma: “Caro figlio, che sembri dormire sulle rive del mare, il sonno eterno di un angelo, io voglio dirti che anche tu sei a me figlio, piccolo angelo spiaggiato dall’indifferenza di uomini senza coscienza, piccolo eroe silente, figlio dell’ingiustizia sociale, politica, economica mondiale, vittima sacrificale dell’egoismo dell’uomo involuto, materialista, assassino!” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2015/09/03/caro-figlio-che-sembri-dormire-sulle-rive-del-mare/

Commento di Franca Oberti: “Guerre, guerre, odio, lotte x ribadire che un dio è migliore dell'altro... e non capire che Dio è uno solo e non ha nome perché Lui è tutto, e coltivare odio e uccidere senza pensare che si muore lo stesso...”

Mi viene da piangere, eppure... Ciao, Paolo/Saul

…...........................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“La mia legge è il vino e il buon umore,
il mio credo, l’indifferenza a fede e a dubbio
ho domandato alla mia amata che è il mondo: “Che dote vuoi?”
Ella m’ha detto: “Il tuo cuore gioioso è la mia dote”.
(Omar Khayyam)


Nessun commento:

Posta un commento