Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

martedì 22 settembre 2015

Il Giornaletto di Saul del 23 settembre 2015 – Jesi: Live al Kolbe, Casalincontrada: Festa della Terra, Siria: ripristino delle relazioni, Mediterraneo: dal passato il futuro, spiritualità senza etichette



Care, cari, viene organizzata una prima festa LIVE, nella parrocchia di San Massimiliano Kolbe di Jesi, che è dedicata all'equinozio d'autunno, il momento della raccolta dei frutti e dell'armonia fra l'ambiente e suoi abitanti, fra l’uomo e la natura, fra il femminile ed il maschile. Un progetto semplice per vivere valori diversi ricreando un tessuto sociale sul territorio (ed è esattamente quel che stiamo cercando di promuovere anche a Treia). L'iniziativa, tesa a contrastare ed allontanare lo spettro dell’indifferenza, viene presa da semplici madri e padri, ragazze e giovinotti. L’idea è quella del “mostrarsi” attraverso cose concrete per promuovere e condividere proposte di sviluppo rurale, artigianale e solidale. Durante la manifestazione prenderà vita un interscambio di beni auto-prodotti: libri e centrini, sacche in cotone e canapa, marmellate, utili oggetti casalinghi e suppellettili, capi cuciti a mano e maglieria ai ferri. Non mancheranno momenti giocosi, una breve passeggiata per scoprire le erbe buone da mangiare, poesie e canti d’amore e lo scambio di doni.... - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2015/09/jesi-27-settembre-2015-festa-dautunno.html

Mio commentino: “...è dalla primavera di quest'anno che si sta organizzando questa bella festa, da quando Daniela e Maurizio sono venuti a trovarci a Spilamberto. Perciò, alle ore 17 del 27 settembre, anche Caterina ed io ci saremo per presentare il nostro libro “Vita senza tempo” e per inaugurare la libreria gratuita circolante...”

Casalincontrada. Festa della Terra – Scrive Ferdinando Renzetti: “Questo è quanto scritto cantato recitato raccontato durante la settimana della festa della terra a Casalincontrada, con un piccolo saggio che ho scritto due anni fa che ho ridenominato antro-pop-logia, con un saluto da moltitudine...” - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2015/09/settembre-casalincontrada-festa-della.html

Giornata della Nonviolenza – Scrive Peppe Sini: “Il 2 ottobre Giornata mondiale della nonviolenza, indetta dall'Onu nell'anniversario della nascita di Gandhi, è la migliore delle occasioni per far emergere la volontà dell'umanità cosciente che chiede pace, disarmo, smilitarizzazione, democrazia, giustizia, solidarietà, rispetto della vita, della dignità e dei diritti di tutti gli esseri umani, a tutela della casa comune dell'umanità. In ogni città, in ogni paese, in ogni consesso civile, in ogni scuola, il 2 ottobre si celebri la Giornata internazionale della nonviolenza...”

Reddito di cittadinanza – Scrive Fernando Rossi: “Il Reddito di Cittadinanza, in Italia come in Grecia, non c'è, non solo perché c'è Renzi, ma perché: i politici corrotti del CENTRODESTRASINISTRA e le loro clientele, più o meno malavitose, si mangiano le risorse pubbliche; gran parte delle tasse va ai banchieri privati che inventano gli Euro e li vendono agli Stati, facendo pagare anche gli interessi; essere nella NATO (l'organizzazione USA per le guerre nel mondo) impone l'acquisto di ingenti armamenti...” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2015/09/come-creare-una-nazione-di-schiavi-con.html

Commento di Vanda Dominici: “Le persone che non hanno niente non è detto che nella vita siano degli incapaci, io ho perso il lavoro a 50 anni e chi mi vuole più a me? Anche se fossi ingegnere aeronautico avrei senz'altro difficoltà ad essere assunto.. i curriculum non servono più e sapete benissimo che in questo sistema a 30 anni sei già vecchio per trovare lavoro, quindi credo che in un caso del genere o reddito di cittadinanza o altro il cittadino dovrebbe essere aiutato con interventi efficaci e diretti..”

Mio commentino: “Temo che il reddito di cittadinanza possa diventare un modo ulteriore per controllare la popolazione, come è avvenuto con il finanziamento pubblico ai partiti ed ai giornali, etc. Però potrebbe essere utile per sostenere categorie svantaggiate. Il modo migliore per restituire dignità e fiducia nelle proprie capacità ai cittadini sarebbe quello di eliminare tutte le imposte dirette su ogni attività di lavoro indipendente nonché tutte le imposte sulle prime case, sui laboratori artigiani e simili e sui terreni agricoli lavorati in proprio. Insomma restituire libertà imprenditoriale senza ricatti burocratici."

Droghe farmaceutiche – Scrive Elisabetta Muritti: “In America li chiamano painkiller. Sono gli oppioidi, farmaci potenti prescritti ai malati oncologici, a chi patisce dolori cronici o postoperatori severi. Sono arrivati anche da noi e hanno cominciato ad ammazzare chi il male lo sente nell’anima, più che nel corpo, diventando droga su misura per questi tempi di disperazione banale, low cost. Così l’Occidente fa i conti con un dramma finora rimosso, e cioè l’impressionante catena di decessi e dipendenze provocati da due principi attivi, l’ossicodone e l’idrocodone. Altrettanto pericoloso il fentanile, somministrato con cerotti transdermici.”

Mio commentino: “Intanto continuo a leggere sui giornali di arresti e persecuzioni e multe allo sfigato che tiene qualche piantina di canapa in vaso, perché sono convinti che sia preludio alle droghe pesanti…”

Mediterraneo. Dal passato il futuro – Scrive C.M.D.: “...”L’economia greca è a pezzi. Le ribellioni interne scuotono Libia, Siria ed Egitto, con guerrieri stranieri che fomentano le fiamme. La Turchia ha paura di essere coinvolta, così come Israele. La Giordania è piena di rifugiati. L’Iran è minaccioso, mentre l’Iraq è in subbuglio”. Questo è l’incipit geniale che l’autore Eric Cline, storico ed archeologo, ha inserito nel suo ultimo libro. Che sembrerebbe descrivere la situazione odierna del Mediterraneo orientale ed asiatica, e invece si riferisce a oltre 3000 anni fa...” - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2015/09/dal-passato-il-futuro-3000-anni-fa-la.html

Arabia furba – Scrive Svetlana Keller: “L'Europa ha chiesto all'Arabia Saudita di accogliere un paio di migliaia di rifugiati siriani e sapete qual'è stata la loro risposta? È stata semplice : "noi non possiamo farlo, perché la vita nel nostro paese è molto costosa, ciò che potremmo fare è di dare soldi all'Europa per poter costruire le moschee che possano accogliere gli immigrati"

Grecia. Funerale democratico – Scrive Il Manifesto: “Varoufakis risponde a Renzi, che si era rallegrato per la sua esclusione: «Non vi siete tolti me, signor Renzi. Vi siete tolti la democrazia, quando avete ricattato Alexis quella sera»..."

Commento di Giorgio Mauri: “Arrogante, buffone, bullo, provocatore (in questo è profondamente fascista), mitomane ma soprattutto ignorante. Anni fa uno con queste caratteristiche sarebbe stato considerato un testa di cazzo, oggi appena li vedono li mettono in parlamento, perché così alzano la soglia dei non votanti, di delusi, e possono continuare a governare e rubare (perché le privatizzazioni di Prodi & C sono furti, come le frequenze gratuite a Berlusconi, e soprattutto come le pensioni d'oro dei loro vecchi amici, a partire da Ciampi, omino da 48 mila euro mensili!)”

Siria. Ripristino delle relazioni – Manlio Di Stefano, ed altri firmatari del Movimento 5 Stelle, hanno presentato in III Commissione alla Camera una proposta di risoluzione per riconoscere e ripristinare le relazioni diplomatiche con la Repubblica araba siriana; condannare gli atti di terrorismo compiuti ai danni della popolazione siriana; intervenire nelle sedi internazionali, quali ONU e Unione europea, affinché sia rispettata la risoluzione del Consiglio di sicurezza dell'ONU n. 2170 che prevede misure per ostacolare ogni tipo di supporto, finanziamento e armamento ai terroristi dello Stato islamico dell'Iraq e del Levante (ISIS), fronte terroristico «Jabhat al-Nusra» e al flusso di terroristi in Siria e in Iraq; dissociarsi e a contribuire in sede europea alla rimozione delle inique sanzioni economiche alla Repubblica araba siriana; intraprendere e a promuovere iniziative di dialogo con il Governo siriano come proposto da altri Paesi europei, come la Spagna e l'Austria...” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2015/09/22/siria-ripristino-delle-relazioni-ed-altri-riconoscimenti-risoluzione-in-iii-commissione-proposta-da-manlio-di-stefano-del-m5s/

Palmira in mani amiche – Scrive Francais.rt: “Selon les médias sociaux, l'armée syrienne serait entrée dans la cité antique de Palmyre aux mains des forces de l'Etat islamique. Elle contrôlerait le château arabe de Fakhr al Dine. Cette information, à prendre encore au conditionnel, intervient alors qu'au moins 38 jihadistes de groupe Etat islamique ont péri ce 21 septembre dans des frappes de l'armée de l'air du régime de Bachar al-Assad sur des positions du groupe dans le centre de la Syrie...”

Mattei il marchigiano - Scrive Cronache Maceratesi : "Nasceva 109 anni fa Enrico Mattei, l’uomo che vedeva il futuro. Ancora vivo l'interrogativo: "Che Marche, che Italia avrebbe lasciato il grande Matelicese, ucciso a 56 anni?"

Mio commentino: "Enrico Mattei, l’unica persona al mondo che ha osato sfidare le potentissime “Sette Sorelle” del petrolio. Ed il 27 ottobre 1962 è stato assassinato. - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2011/09/15/enrico-mattei-litaliano-che-infastidi-7-sorelle-anglo-americane-e-pago-con-la-vita/

Tutti gli indagati del presidente - Gli avvisi di garanzia ai membri del governo Renzi di cui sommessamente i giornali di regime hanno parlato nei giorni scorsi ed al quale il premier, in difesa dei "suoi" indagati, ha già risposto: "Mai dimissioni per un semplice avviso di garanzia", non è la sola mina nel percorso ad ostacoli del rottamatore. Paolo Maria Napolitano (che non è parente dell'emerito), giudice uscente della Corte Costituzionale, ha espresso il suo parere sulla legge elettorale Italicum: “non si vede come si possa sfuggire a ciò che la Corte Costituzionale ha già affermato nella sentenza n.1 del 2014, quando ha dichiarato l’illegitimità del premio di maggioranza previsto dalla precedente legge elettorale”. Non solo, Napolitano parla del “probabile rischio che la nuova legge elettorale sia dichiarata incostituzionale…”

Milano. L'Expo non promette niente di buono - “Dall’Expo non arrivano soluzioni, ma solo alibi e proclami, mentre in realtà non si fa niente”. Questa l’opinione dell’esperto mondiale di agricoltura sostenibile Pierre Rabhi, a margine della seconda conferenza internazionale sull’agricoltura nella società urbanizzata. “Prima di mangiare – prosegue Rabhi – bisognerebbe augurarsi buona fortuna piuttosto che buon appetito, perché davvero il cibo oggi è tossico. O l’umanità diventa intelligente e smette di distruggere il pianeta o scomparirà, non abbiamo alternative”

Spiritualità senza etichette - Il significato stesso di "laicità" impedisce l'assunzione di un modello, di un pensiero definito e specifico. Ciò vale anche per la cosiddetta Spiritualità Naturale o Laica, che è sincretica nell'accettazione delle varie forme di pensiero ma non riveste i panni di alcune d'esse, si tiene in sospensione, in uno condizione di trascendenza. Ovviamente la laicità per essere genuina deve essere distaccata persino dal concetto stesso di "laicità" ovvero non deve considerare questo atteggiamento di distacco come un prerequisito di verità... - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2015/09/laicita-e-spiritualita-dellessere.html

Sempre avanti prodi fanti! Ciao, Paolo/Saul

…................................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Vi sono momenti minuscoli di felicità, e sono quelli durante i quali si dimenticano le cose brutte. La felicità, signorina mia, è fatta di attimi di dimenticanza.” (Totò)



Nessun commento:

Posta un commento